Genetica 03

2,527 views
2,202 views

Published on

Genetica 03

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,527
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
158
Actions
Shares
0
Downloads
102
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Genetica 03

  1. 1. Cap. 3 La replicazione del DNA pp. 66-89 e la struttura del genoma umano
  2. 2. Sintesi 03 <ul><li>La replicazione del DNA è semiconservativa : un’elica serve da stampo e viene mantenuta invariata, l’altra viene sintetizzata ex novo. </li></ul><ul><li>La replicazione richiede l’intervento di enzimi: RNA e DNA polimerasi, ligasi, elicasi e topoisomerasi </li></ul><ul><li>Nei procarioti la replicazione procede da un unico punto iniziale, negli eucarioti ciascun cromosoma ha varie origini di replicazione da cui iniziano sintesi simultanee </li></ul><ul><li>Note sul progetto Genoma Umano </li></ul>
  3. 5. Colture di cellule di porcellino d’India Aggiunta di 5-BUdR, analogo della timina, con minore tendenza a legarsi al colorante fluorescente Due cicli di replicazione: 1.TT, TT 2. TU, UT 3.TU, UU Cromosomi arlecchino Prova citologica della replicazione semiconservativa
  4. 6. La replicazione del DNA è semiconservativa
  5. 7. Le DNA Polimerasi <ul><li>Possono aggiungere un nucleotide all’estremità 3’ libera di una catena di acido nucleico, se dispongono di nucleotidi trifosfati </li></ul><ul><li>Possono rimuovere un nucleotide all’estremità 3’ o 5’ di una catena di acido nucleico </li></ul><ul><li>Non possono iniziare la replicazione se non dispongono di una catena con l’estremità 3’ libera </li></ul><ul><li>Non possono legare fra loro due frammenti di DNA </li></ul>
  6. 8. Le DNA P di Escherichia coli
  7. 9. Nella replicazione di Escherichia coli <ul><li>DNA stampo (elica singola) + primer + dATP, dCTP, dGTP, dTTP </li></ul><ul><li>una DNA polimerasi </li></ul><ul><li>DNA a doppia elica Energia di legame </li></ul><ul><li>5’---(n-nucl)---3’ + dXTP  5’---(n+1-nucl)---3’ + energia </li></ul><ul><li>La DNAP III : </li></ul><ul><li>Allunga la doppia elica in direzione 5’—3’ </li></ul><ul><li>Controlla l’appaiamento fra basi, e se è imperfetto rimuove l’ultimo nucleotide aggiunto (attività proof-reading) </li></ul><ul><li>La DNAP I : </li></ul><ul><li>Degrada l’RNA nella doppia elica in direzione 5’—3’ </li></ul><ul><li>Allunga la doppia elica, estendendo il frammento in direzione 5’—3’ e rimpiazzando l’RNA stampo </li></ul><ul><li>La DNA PII ripara il DNA danneggiato </li></ul>
  8. 10. Inizio della replicazione; elica leading e elica lagging
  9. 11. Primosoma: il complesso costituito da elicasi e RNA polimerasi
  10. 12. La “bolla replicativa”
  11. 13. La replicazione procede nelle due direzioni a partire dalla forcella Frammenti di Okazaki
  12. 14. Meccanismo d’azione delle DNA P III batteriche
  13. 15. Alla fine per legare fra loro i frammenti ci vuole la ligasi La ligasi catalizza la formazione di un legame fosfodiestereo
  14. 17. Schema dei passaggi enzimatici nella replicazione di E. coli (1)
  15. 18. Schema dei passaggi enzimatici nella replicazione di E. coli (2)
  16. 19. Schema di replicazione di un cromosoma procariote (nella foto, SV40)
  17. 20. Durante la replicazione i superavvolgimenti sono un problema: girasi
  18. 21. Durante la replicazione i superavvolgimenti sono un problema: topoisomerasi
  19. 22. Schema dei passaggi enzimatici nella replicazione di E. coli <ul><li>La topoisomerasi fa rilassare il filamento </li></ul><ul><li>Due elicasi (una per ciascuna forca replicativa) denaturano e svolgono un tratto della doppia elica </li></ul><ul><li>Le single-strand binding proteins stabilizzano il DNA ad elica singola, senza coprire le basi </li></ul><ul><li>La RNA polimerasi (primasi) si lega all’elicasi e sintetizza un innesco di circa 30 paia di basi </li></ul><ul><li>La DNA P III lo estende da 5’ a 3’ </li></ul><ul><li>Ad ogni passaggio la DNA P III rimuove gli appaiamenti sbagliati (proof-reading) </li></ul><ul><li>La DNA P I degrada l’innesco ed estende il frammento adiacente, procedendo da 5’ a 3’ </li></ul><ul><li>La ligasi salda i filamenti adiacenti, senza aggiungere alcun nucleotide </li></ul>
  20. 23. Due eccezioni ΦX174: DNA a singolo filamento DNA P DNA P
  21. 24. Due eccezioni Mosaico del tabacco: RNA DNA P * * DNA polimerasi RNA dipendente! (trascrittasi inversa) DNA P
  22. 25. Ciclo cellulare in eucarioti e procarioti (ore) Organismo M G1 S G2 Totale E. coli 1 Lievito 20’ 25’ 40’ 35’ 2 Piante 1 8 12 8 29 Uomo 1 8 10 5 24 Velocità di replicazione: E. coli : 50000 basi al minuto Drosophila : 2600 basi al minuto Topo: 2200 basi al minuto
  23. 26. I cromosomi eucarioti sono lineari, non circolari Nei cromosomi degli eucarioti ci sono varie unità di replicazione
  24. 27. Progressione delle bolle di replicazione lungo il cromosoma eucariote ARS: Autonomous-Replication Sequences
  25. 28. Negli eucarioti superiori DNA P α: sintesi dell’elica lagging e del primer DNA P β: riparazione del DNA nucleare DNA P γ: replicazione, solo nei mitocondri DNA P δ: sintesi dell’elica leading DNA P ε: riparazione del DNA nucleare SPECIE Dim. Genoma N repliconi velocità replicaz. E. coli : 4,2 Mb 1 50000 Drosophila : 140 Mb 3500 2600 Topo: 3200 Mb 25000 2200
  26. 29. In sintesi, negli eucarioti superiori
  27. 30. E alla fine?
  28. 31. Telomerasi Le regioni terminali dei cromosomi (telomeri) contengono sequenze ripetute: Ciliati ( Tetrahymena ): n(TTGGGG) Flagellati ( Trypanosoma ), uomo: n(TTAGGG) L’enzima telomerasi contiene un tratto di RNA complementare alla sequenza ripetuta e lo usa come primer per replicare l’estremità telomerica 5’
  29. 32. Azione della telomerasi in Tetrahymena L’efficienza della telomerasi è incompleta. La perdita di regioni terminali provoca forme di morte cellulare associate all’invecchiamento
  30. 33. Negli eucarioti, sintesi e degradazione di cicline , prodotte da geni-orologio regolano il ciclo cellulare
  31. 34. Organizzazione generale (fonte: HUGO) Total genome 3200 Mb Genes and related sequences 1200 Mb Intergenic DNA 2000 Mb Exons 48 Mb Pseudogenes Introns, UTRs Interspersed repeats 1400 Mb Other intergenic regions 600 Mb LINEs 640 Mb SINEs 480 Mb DNA transposons 90 Mb STRs 90 Mb
  32. 35. Organizzazione generale (fonte: Guelph University)
  33. 38. Allineamento uomo-topo
  34. 39. Allineamento uomo-scimpanzè Chimp chromosomes 2 and 2a
  35. 40. Total size 3 200 000 000 (haploid) As + Ts 54% Cs + Gs 38% Bases not yet determined 8% N of genes 20 000 to 25 000 Highest gene-dense chromosome 19 (23 per 1 000 000 bp) Lowest gene-dense chromosome 13 and Y (5 per 1 000 000 bp) DNA spanned by genes 25% to 38% exons 1.1% to 1.4% introns 24% to 37% Avg. size of a gene 27 000 Longest gene Dystrophin, 2 400 000 Nucleotide differences with chimp 1.23% Chimp orthologue genes 13 454 Human genes missing in chimp 36 totally, 17 largely Classes of genes with max. differences immune response, reproduction, olfaction Alcune statistiche Fonte: CSAC (2005)
  36. 41. Human genes are less than 30,000, but they have a complex architecture that we are only beginning to understand. -We know where 85% of genes are in the sequence. -We don’t know where the other 15% are because we haven’t seen them on (they may only be expressed during fetal development). -Because more than 80 000 proteins are known, most genes code for several proteins. -So far we only know what 30% of our genes do. It is relatively easy to locate genes in the genome, but it is hard to figure out what they do
  37. 42. The genetic code of life cracked by scientists? Well, not really
  38. 43. Riassunto 03 <ul><li>La replicazione del DNA è semiconservativa : un’elica serve da stampo e viene mantenuta invariata, l’altra viene sintetizzata ex novo. </li></ul><ul><li>La replicazione richiede l’intervento di enzimi: RNA e DNA polimerasi, ligasi, elicasi e topoisomerasi </li></ul><ul><li>Nei procarioti la replicazione procede da un unico punto iniziale, negli eucarioti ciascun cromosoma ha varie origini di replicazione da cui iniziano sintesi simultanee </li></ul><ul><li>Stiamo cominciando a capire come sono fatti i genomi </li></ul>

×