0
Il ruolo delle DONNE                                        nella crescita economica                                      ...
DONNE E LAVORO: EVOLUZIONE DEL PENSIERO              IERI                       OGGI•   Questione femminile   •   Opportun...
LA TEORIA WOMENOMICSIl lavoro delle donne costituisce oggi uno dei più     importanti fattori dello sviluppo mondiale     ...
LA WOMENOMICS FUNZIONA ANCHE A                RAVENNA?FATTORE D RavennaÈ un progetto di ricerca per misurare comee in che ...
PIANO DELLE AZIONI               1.    Analisi di scenario sul Fattore D (analisi                     statistica, benchmar...
VI SVELIAMO SUBITO UN «SEGRETO»   La ricerca Fattore Dha dimostrato che anche nella   provincia di Ravenna le    imprese f...
IMPRENDITORIA FEMMINILE                                              1   IN PROVINCIA DI RAVENNAANALISI DI SCENARIO       ...
ANALISI DI SCENARIO> Imprenditoria femminile in provincia di Ravenna                                                    8
Definizione di impresa femminile in Italia    L’Istat non ha una definizione precisa di impresa    femminile    • Unioncam...
Imprese femminili a confronto con il totale delle imprese                          registrate in provincia di Ravenna     ...
ATTENZIONE! Le nuove statistiche sulle società di capitale dal 2009 sono cambiate quindi non è più possibile comparare i d...
Imprese femminili a confronto con il totale delle imprese                             registrate in provincia di Ravenna  ...
Imprese femminili e totali registrate nelle province                 dell’Emilia-Romagna, 2009 e 2010                 Valo...
Graduatoria dei comuni della provincia di Ravenna per               Tasso di Femminilizzazione 2010                       ...
Imprese femminili della Provincia di Ravenna                           Ripartizione % per settori di attività 2009 – 2010 ...
Tassi di femminilizzazione in provincia di Ravenna                                Per settori di attività 2009 – 2010     ...
Imprese femminili a confronto con il totale delle imprese                             registrate in provincia di Ravenna  ...
Tassi di occupazione e disoccupazione femminile in provincia                             di Ravenna 2005-2009             ...
ANALISI DI SCENARIO> Quadro di sintesi delle ricerche sul Fattore D                                                   19
La convenienza economica del FATTORE DUna effettiva eguaglianza sulmercato del lavoro dei duegeneri (parità di livellioccu...
Studi e ricerche analizzate          Ricerca “Womenomics” della Goldman Sachs (2005)          Articolo dell’Economist “Una...
8 ISTRUZIONI PREZIOSE DA TENERE A MENTEMaggiore partecipazione delle donne all’economia di un paese = più crescita economi...
ANALISI DI SCENARIO> Il Fattore D: confronti con l’Europa                                         23
I «numeri» delle donne in Italia, il                       51,4%della popolazione46,2% delle donne tra i 15 e i 64 anni la...
Il ranking dell’Italia nel Gender Gap Index 2010             Il divario di genere in termini di opportunità?             I...
Statistiche – Italia a confronto con l’Europa dei 15*                                                                     ...
Statistiche – Italia a confronto con l’Europa dei 15                         Tasso di disoccupazione femminile    14      ...
Statistiche – Italia a confronto con l’Europa dei 15                          % di donne che partecipano al mercato del la...
Statistiche – Italia a confronto con l’Europa dei 15                           % di donne nei ruoli dirigenziali (legislat...
Statistiche – Italia a confronto con l’Europa dei 15                         % di donne in Parlamento – 2006 e 2010 60    ...
Statistiche – Italia a confronto con l’Europa dei 15                          % di donne in posizioni ministeriali – 2006 ...
Statistiche – Italia a confronto con l’Europa dei 15                        Rapporto % tra reddito medio femminile e masch...
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca

505

Published on

Fattore D è la ricerca sul ruolo delle imprese femminili e della donna nella crescita economica della provincia di Ravenna.

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
505
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Fattore D - Sintesi dei risultati della ricerca "

  1. 1. Il ruolo delle DONNE nella crescita economica del territorio RISULTATI DELLA RICERCA Giovedì 9 giugno 2011 - ore 15.30 Sala Cavalcoli - Camera di Commercio, RavennaCamera di Commercio di Ravenna Andrea Zironi,Comitato di promozione dell’imprenditoria Studio Giaccardi & Associaticon il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio Lidia Marongiu,di Ravenna G&M Network Srl
  2. 2. DONNE E LAVORO: EVOLUZIONE DEL PENSIERO IERI OGGI• Questione femminile • Opportunità di business• Pari opportunità • Efficienza economica• Questione sociale • Maggiore redditività• Tutela minoranze • Bilinguismo di genere 2
  3. 3. LA TEORIA WOMENOMICSIl lavoro delle donne costituisce oggi uno dei più importanti fattori dello sviluppo mondiale 3
  4. 4. LA WOMENOMICS FUNZIONA ANCHE A RAVENNA?FATTORE D RavennaÈ un progetto di ricerca per misurare comee in che misura il Fattore D, cioè lapresenza e le competenze delle donne,influisce sulle performance delle imprese equindi contribuisce allo sviluppo e allacrescita del territorio Obiettivi • Conoscere e misurare numeri, trend, performance e potenzialità dell’imprenditoria femminile della provincia di Ravenna • Capire come e in che misura il Fattore D influisce nelle performance economiche delle imprese • Far emergere proposte, idee, e progetti che possano essere applicate da imprese, istituzioni e associazioni per fare del Fattore D un asset strategico per la crescita del territorio 4
  5. 5. PIANO DELLE AZIONI 1. Analisi di scenario sul Fattore D (analisi statistica, benchmark, casi di successo internazionali) 2. Indagine sull’influenza del Fattore D nelle performance di un campione qualitativo di imprese società di capitali della Provincia di Ravenna Analisi dei bilanci 2004-2009 Interviste di approfondimento 3. Focus group di progetto e orientamento per nuove politiche istituzionali, economiche e sociali 4. Apertura e gestione del Blog Fattore D a Ravenna 5
  6. 6. VI SVELIAMO SUBITO UN «SEGRETO» La ricerca Fattore Dha dimostrato che anche nella provincia di Ravenna le imprese femminiliottengono risultati economici migliori di quelle non femminili. 6
  7. 7. IMPRENDITORIA FEMMINILE 1 IN PROVINCIA DI RAVENNAANALISI DI SCENARIO LE DONNE NELLA PA DELLAPAROLE CHIAVE PER LA RICERCA Fattore D 2 PROVINCIA DI RAVENNA Womenomics Imprese femminili Talento femminile Bilinguismo di genere Donne che guidano imprese di successo 3 LE RICERCHE SUL FATTORE D Donne motore dell’economia Performance economiche imprese femminili STATISTICHE E CONFRONTI Gap di genere Politiche europee per le donne 4 CON L’EUROPA Il mercato è donna Global Gender Gap Index 7
  8. 8. ANALISI DI SCENARIO> Imprenditoria femminile in provincia di Ravenna 8
  9. 9. Definizione di impresa femminile in Italia L’Istat non ha una definizione precisa di impresa femminile • Unioncamere è in Italia l’unica organizzazione che ha definito* e classificato la tipologia di “impresa femminile” ed è l’unica che fornisce statistiche fondate su dati “censuari” e non campionari avendo come fonte il Registro delle Imprese. Si parla di impresa femminile quando la partecipazione femminile è superiore al 50%. • Abbiamo tre categorie di imprese femminili – imprese femminili a presenza maggioritaria > soci e amministratori donne sono più del 50% – imprese femminili con forte presenza > le donne soci e amministratori devono essere almeno i 2/3 – le imprese femminili a presenza esclusiva > le ditte individuali e tutti quegli organismi in cui i soci e gli amministratori sono al 100% donne. 9
  10. 10. Imprese femminili a confronto con il totale delle imprese registrate in provincia di Ravenna Trend 2005 - 2009 (I semestre) Trend imprese femminili in Provincia di Ravenna8.9008.850 8.847 +2,4% la crescita delle8.800 8.711 +1,6% imprese femminili dal 2005 al8.7508.700 2009 8.642 8.623 8.6178.650 +1,1%8.6008.550 -0,2% -0,1% - 0,3% il calo delle imprese8.500 totali nello stesso periodo8.450 2005 2006 2007 2008 2009 (I sem.) Trend Imprese totali in provincia di Ravenna42.70042.650 +0,3% 42.680 -0,2% +0,2% Tassi di femminilizzazione42.600 42.640 (percentuale di imprese femminili rispetto al totale)42.550 42.576 -0,4% 42.572 2005 20,3%42.500 2006 20,2%42.450 42.469 2007 20,2%42.400 2008 20,4%42.350 2005 2006 2007 2008 2009 (I sem.) 2009 (I sem) 20,8% Ns elaborazioni su dati Camera di Commercio Ravenna, Comitato Imprenditoria Femminile, Unioncamere Emilia-Romagna, Unioncamere, Osservatorio imprenditoria Femminile 10
  11. 11. ATTENZIONE! Le nuove statistiche sulle società di capitale dal 2009 sono cambiate quindi non è più possibile comparare i dati del 2010 con gli anni precedenti Motivi: • abolizione libro soci per le SRL e le SCARL • Aggiornamento della classificazione delle attività economiche attraverso l’ATECO 2007 È stato cambiato l’algoritmo utilizzato dall’Osservatorio dell’Imprenditoria Femminile per attribuire lo status di impresa femminile. La nuova versione dell’algoritmo utilizzata dall’Osservatorio Imprenditoria Femminile a partire dal 2009 è il seguente: Società di capitali Società di persone e Ditte individuali Altre forme giuridiche cooperative Se l’elenco dei soci è presente > 50% “Soci” donne Titolare donna > 50% “Amministratori” donne nel Registro Imprese: media [% del capitale sociale + % “Amministratori”] > 50% donne 11
  12. 12. Imprese femminili a confronto con il totale delle imprese registrate in provincia di Ravenna Trend 2009 – 201050.000 - 0,1% 42.387 42.333 8.734 imprese femminili40.000 +1,1% rispetto al 200930.000 2009 201020.000 + 1,1% 8.734 Tassi di femminilizzazione 8.64310.000 (percentuale di imprese femminili rispetto al totale) 2009 20,4% 0 2010 20,6% Imprese femminili Imprese totali Ns elaborazioni su dati Registro delle imprese della Camera di commercio di Ravenna – Banca dati Stockview e Osservatorio Imprenditoria Femminile Unioncamere/Retecamere 12
  13. 13. Imprese femminili e totali registrate nelle province dell’Emilia-Romagna, 2009 e 2010 Valori assoluti, variazioni % e tassi di femminilizzazione (Province ordinate in senso decrescente per tasso di femminilizzazione 2010) Imprese femminili Imprese totali Tasso di femminilizzazione %Pos. Provincia 2009 2010 Var.% 2009 2010 Var.% 2009 2010 1 PIACENZA 6.957 6.991 0,5 31.768 31.796 0,1 21,9% 22,0% 2 RIMINI (*) 8.357 8.967 7,3 38.400 40.791 6,2 21,8% 22,0% 3 FERRARA 8.005 8.054 0,6 37.739 37.749 0,0 21,2% 21,3% 4 FORLI - CESENA 9.432 9.521 0,9 44.801 44.791 0,0 21,1% 21,3% 5 BOLOGNA 20.269 20.511 1,2 97.360 97.509 0,2 20,8% 21,0% 6 RAVENNA 8.643 8.734 1,1 42.387 42.333 -0,1 20,4% 20,6% 7 MODENA 15.108 15.222 0,8 74.900 74.878 0,0 20,2% 20,3% 8 PARMA 9.220 9.331 1,2 47.344 47.506 0,3 19,5% 19,6% 9 REGGIO EMILIA 10.160 10.305 1,4 58.085 57.955 -0,2 17,5% 17,8% Totale EMILIA-ROMAGNA (*) 96.151 97.636 1,5 472.784 475.308 0,5 20,3% 20,5% Totale ITALIA 1.415.287 1.427.056 0,8 6.085.105 6.109.217 0,4 23,3% 23,4% Ravenna è al 6° posto tra le province dell’Emilia-Romagna per tasso di femminilizzazione 13
  14. 14. Graduatoria dei comuni della provincia di Ravenna per Tasso di Femminilizzazione 2010 Var. % Var. % TASSO DI IMPRESE IMPRESE 2010/09 2010/09 FEMMINILIZ- FEMMINILI TOTALI Imprese Imprese ZAZIONE Femminili TotaliCERVIA 974 4.157 23,4% 0,8 -0,6RAVENNA 3.563 16.217 22,0% 0,5 -0,1BRISIGHELLA 195 953 20,5% 4,8 -1,2SOLAROLO 92 456 20,2% -3,2 -1,5FAENZA 1.251 6.268 20,0% 1,7 1,0 14 comuni su 18ALFONSINE 245 1.278 19,2% 0,8 -0,1 imprese femminiliCASOLA VALSENIO 57 298 19,1% 5,6 -1,3 in aumentoMASSA LOMBARDA 167 874 19,1% 3,7 1,7FUSIGNANO 187 979 19,1% 1,1 -0,8 In 12 comuni su 18CASTEL BOLOGNESE 189 997 19,0% 5,6 1,4 le imprese totaliLUGO 739 3.903 18,9% 0,1 -1,4 calanoBAGNACAVALLO 343 1.823 18,8% 2,4 -1,2RIOLO TERME 107 569 18,8% 0,0 1,6RUSSI 235 1.272 18,5% 2,2 1,6CONSELICE 176 953 18,5% 1,7 -2,1BAGNARA DI ROMAGNA 41 238 17,2% 2,5 -2,5SANTAGATA SUL SANTERNO 57 332 17,2% 0,0 2,5COTIGNOLA 116 766 15,1% -3,3 -1,0Totale PROVINCIA DI RAVENNA 8.734 42.333 20,6% 1,1 -0,1 14
  15. 15. Imprese femminili della Provincia di Ravenna Ripartizione % per settori di attività 2009 – 2010 Agricoltura e pesca 18,2% 17,6% 2009 0,0% 2010 Estrazione di minerali 0,0% 6,8% Il settore con più Manifatturiero 6,7% imprese femminili? Energia, acqua e gas 0,1% Costruzioni 0,1% 4,3% Commercio 27,8% 4,6% 28,5% Commercio 27,8% Trasporto e magazzinaggio 1,2% 1,3% 11,0% Chi cresce di più? Alloggio e ristorazione 11,5% Servizi di informazione e comunicazione 1,5% 1,6% Costruzioni + 7,6% Attività finanziarie e assicurative 2,2% 2,2% Attivita immobiliari 5,4% 5,4% Attività professionali, scientifiche e tecniche 2,8% 2,9% 2,7%Noleggio, agenzie di viaggio, servizi alle imprese 2,8% Istruzione 0,2% 0,2% Sanita e assistenza sociale 0,8% 0,8% Attività artistiche, sportive, di intrattenimento 1,8% 1,8% 9,5% Ns elaborazioni su dati Registro delle imprese della Altri servizi pubblici e alla persona 9,4% Camera di commercio di Ravenna – Banca dati Stockview e Osservatorio Imprenditoria Femminile 2,9% Imprese non classificate 3,2% Unioncamere/Retecamere
  16. 16. Tassi di femminilizzazione in provincia di Ravenna Per settori di attività 2009 – 2010 17,6% Agricoltura e pesca 17,6% 2009 Tassi di femminilizzazione 0,0% Estrazione di minerali 7,7% 2010 2010 superiori al 30% in 4 Manifatturiero 16,2% 16,5% settori: Energia, acqua e gas 6,4% • Servizi pubblici e alla persona (50,7%) 8,2% 5,6% • Sanità e altri servizi (36,6%) Costruzioni 6,0% 27,6% • Noleggio, agenzie di viaggio, servizi Commercio 27,3% alle imprese (30,4%) Trasporto e magazzinaggio 6,4% • Alloggio e ristorazione (30,4%) 6,9% 29,4% Alloggio e ristorazione 30,4% Servizi di informazione e comunicazione 23,7% 23,2% Attività finanziarie e assicurative 25,5% 26,5% Attivita immobiliari 23,5% 23,5% Attività professionali, scientifiche e tecniche 20,9% 20,7% 30,1%Noleggio, agenzie di viaggio, servizi alle imprese 30,4% Istruzione 17,4% 17,4% Sanita e assistenza sociale 38,6% 36,6% Attività artistiche, sportive, di intrattenimento 19,8% 20,4% Altri servizi pubblici e alla persona 50,9% 50,7% Ns elaborazioni su dati Registro delle imprese della Camera di 18,2% commercio di Ravenna – Banca dati Stockview e Osservatorio Imprese non classificate 19,6% Imprenditoria Femminile Unioncamere/Retecamere 16
  17. 17. Imprese femminili a confronto con il totale delle imprese registrate in provincia di Ravenna Ripartizione per forma giuridica 2009 – 2010 Imprese femminili -0,1% 5.603 5.598 2009 2010 +2,4% 1.981 2.028 Tassi di femminilizzazione +4,4% 967 1.010 +6,5% (percentuale di imprese femminili rispetto al totale) 92 98 Tipologia 2009 2010SOCIETA DI CAPITALE SOCIETA DI PERSONE IMPRESE INDIVIDUALI ALTRE FORME Società di capitali 13,6% 13,9% Società di persone 20,2% 20,5% Imprese totali -1,2% Imprese individuali 22,8% 23,1% 24.535 24.236 2009 2010 Altre forme 10,0% 10,5% Totale 20,4% 20,6% +0,7% +2,3% 9.809 9.879 7.125 7.287 +1,4% 918 931SOCIETA DI CAPITALE SOCIETA DI PERSONE IMPRESE INDIVIDUALI ALTRE FORME Ns elaborazioni su dati Registro delle imprese della Camera di commercio di Ravenna – Banca dati Stockview e Osservatorio Imprenditoria Femminile Unioncamere/Retecamere 17
  18. 18. Tassi di occupazione e disoccupazione femminile in provincia di Ravenna 2005-2009 Confronto con livello regionale, macro-territoriale, nazionale ed europeo Provincia Emilia- Nord-Est Italia UE 15 UE 27 di Romagna Italia RavennaTasso di occupazione femminile 2005 62% 60% 56,0% 45,3% 57,8% 56,3%Tasso di occupazione femminile 2009 61,3% 61,5% 57,3% 46,4% 59,9% 58,6%Tasso di occupazione totale 2005 68,3% 68,4% 66,0% 57,5% 65,4% 63,5%Tasso di occupazione totale 2009 67,8% 68,5% 66,3% 57,5% 65,9% 64,6%Tasso di disoccupazione femminile 2005 5,4% 5,3% 5,6% 10,1% 8,9% 9,6%Tasso di disoccupazione femminile 2009 7,7% 5,5% 5,8% 9,3% 9,0% 8,9%Tasso di disoccupazione totale 2005 4,2% 3,8% 4,0% 7,7% 8,2% 8,9%Tasso di disoccupazione totale 2009 5,3% 4,8% 4,7% 7,8% 9,1% 8,9% Ns elaborazioni su dati Istat ed Eurostat 18
  19. 19. ANALISI DI SCENARIO> Quadro di sintesi delle ricerche sul Fattore D 19
  20. 20. La convenienza economica del FATTORE DUna effettiva eguaglianza sulmercato del lavoro dei duegeneri (parità di livellioccupazionali, parità di salarioe stessa percentuale dicontratti part time)porterebbe una crescitamedia del PIL degli Statimembri del 27%Ricerca presidenza svedese , 2009 20
  21. 21. Studi e ricerche analizzate Ricerca “Womenomics” della Goldman Sachs (2005) Articolo dell’Economist “Una guida alla Womenomics. Il futuro dell’economia mondiale è sempre più nelle mani delle donne” (2006) Libro “Rivoluzione Womenomics - Perché le donne sono il motore dell’economia” (2010) Ricerca “Imprese ‘in rosa’: le piccole soffrono nel 2009, ma tengono più degli uomini” (2010) Ricerca “Le donne al comando della Imprese: il fattore D” (2010) Ricerca “Girl Power: female Participation in Top Management and Firm Performance” (2008) Ricerca “EPWN Board Women Monitor” (2010) Ricerca “The Female FTS Board Report 2010” (2010) Libro “Il Fattore D, perché il lavoro delle donne farà crescere l’Italia” (2009) Libro “Donne in attesa, l’Italia delle disparità di genere” (2010) Libro “Eveolution: le otto verità del marketing al femminile” Libro “Rivoluzione Womenomics - Perché le donne sono il motore dell’economia”, capitolo 3 (2010) Libro “Marketing to women” (2003) 21
  22. 22. 8 ISTRUZIONI PREZIOSE DA TENERE A MENTEMaggiore partecipazione delle donne all’economia di un paese = più crescita economicaValorizzare il talento femminile non è più solo un principio etico imprescindibile, ma è oramai anche unaquestione di efficienza economica e un vantaggio di business.La crescita economica è sempre più correlata alla crescita dell’occupazione femminileLe donne che lavorano fanno anche più figliAumentano le donne nei board delle imprese, anche in Europa: ma sono sempre una minoranza.Le donne decidono l’80% degli acquisti.Le donne consumatrici sono più profittevoli: fedeli, tramandano l’affetto per il brand di madre in figlia enella propria rete socialeLe imprese devono imparare a comunicare e interagire con le donne, bypassare stereotipi e comportamenti‘al maschile’, valorizzare la differenza di genere. 22
  23. 23. ANALISI DI SCENARIO> Il Fattore D: confronti con l’Europa 23
  24. 24. I «numeri» delle donne in Italia, il 51,4%della popolazione46,2% delle donne tra i 15 e i 64 anni lavora Su 100 laureati, 60 sono donne• siamo al penultimo posto in Europa (media Ma a un anno dalla laurea (dati Alma Laurea): 58,6% UE) • 32,4% delle donne ha un lavoro stabile• 56,5% media nelle regioni del Nord • 45,1% degli uomini ha un lavoro stabile• 52% nel Centro • 49, 3% delle femmine ha un lavoro atipico • 37,1% dei maschi ha un lavoro atipico• 30,6% nel Sud • 984 euro mensili il guadagno di una donna• 27,1% delle donne abbandona il lavoro dopo la maternità. • 1263 euro mensili il guadagno di un uomo• 12% delle donne è occupato con un A cinque anni dalla laurea contratto atipico contro il 7,6% degli uomini • 78,4% delle donne lavora • 86% degli uomini lavora 24
  25. 25. Il ranking dell’Italia nel Gender Gap Index 2010 Il divario di genere in termini di opportunità? Italia al 74esimo posto su 134 Paesi I Paesi del Nord Europa si posizionano ai vertici: Islanda (1°), Norvegia (2°), Finlandia (3°) e Svezia (4°) continuando a dimostrare una forte sensibilità e attenzione verso la parità di genere Rank Paese Punteggio* Rank 2010 2009 1 Islanda 85% 1 2 Norvegia 84% 2 3 Finlandia 82.6% 3 4 Svezia 80.2% 4 5 N. Zelanda 78.1% 5 6 Irlanda 77.7% 8 7 Danimarca 77.2% 7 8 Lesotho 76.8% 10 9 Filippine 76.5% 9 10 Svizzera 75.6% 13 … … … … 73 Rep. Dominicana 67.7% 67 74 Italia 67.6% 72 75 Gambia 67,2% 75 … … … … 134 Yemen 46% 134 25
  26. 26. Statistiche – Italia a confronto con l’Europa dei 15* Correlazione tra partecipazione femminile al mercato del lavoro e tasso di fertilità Le donne che lavorano fanno più figli 90 Nell’analisi sull’Europa a 15 l’Italia è Tasso di partecipazione femminile al mercato del lavoro all’ultimo posto Islanda 80 Danimarca Svezia Paesi bassi Germania Norvegia Portogallo Finlandia 70 UK Austria Spagna Francia Irlanda 60 Belgio Grecia Lussemburgo Italia 50 40 1 1,2 1,4 1,6 1,8 2 2,2 Tasso di fertilitàNs. Elaborazioni su fonte “Rapporto Gender Gap Index 2010” del World Economic Forum*NB. Per queste statistiche, oltre ai 15 paesi storici dell’UE abbiamo voluto aggiungere, in considerazione delle loro elevate performance su questi temi, anche altri due paesieuropei, lslanda e Norvegia 26
  27. 27. Statistiche – Italia a confronto con l’Europa dei 15 Tasso di disoccupazione femminile 14 13 Tasso di disoccupazione femminile Tasso di disoccupazione maschile 12 11 10 10 9 9 8 8 8 8 7 7 7 7 7 7 7 6 6 6 6 6 6 5 5 5 4 4 4 4 4 3 3 3 3 3 3 2 2 0 a i ca go dia ci a llo ia da ia a o ia na ss ia o ia li nd lgi nit an str ec ez Ita ga ar eg Ba r an ag la n an bu Be a oU Gr n im m Au Sv to rv Isl Irl Sp Fr i em F in r r es No gn Ge Po Da Pa ss Re Lu Ns. Elaborazioni su fonte “Rapporto Gender Gap Index 2010” del World Economic ForumItalia al quart’ultimo posto. Fanno peggio solo Grecia, Spagna e Portogallo• In Norvegia, Irlanda e Regno Unito il tasso di disoccupazione femminile è inferiore a quello maschile 27
  28. 28. Statistiche – Italia a confronto con l’Europa dei 15 % di donne che partecipano al mercato del lavoro – 2006 e 201090 77 76 76 2006 201080 74 74 71 69 69 6870 65 64 63 63 61 59 59 59 57 56 56 55 5560 53 51 50 52 4850 45 44 45 43 37403020100 go ia llo ito na a ia ria da li a g ia c ia o ia si ia lgi arc nd as an r ga Un Ita ez rec ag st an bu an ve Be nla Au rm iB r to nim Sv Sp Ir l G o em Fr r No Ge gn Fi es Po Da ss Pa Re Lu Ns. Elaborazioni su fonte “Rapporto Gender Gap Index 2010” del World Economic Forum Italia è ultima 28
  29. 29. Statistiche – Italia a confronto con l’Europa dei 15 % di donne nei ruoli dirigenziali (legislatori, alti funzionari, manager), confronto 2006 e 2010 45 39 38 2006 2010 40 36 35 35 33 33 33 33 32 32 32 32 31 30 30 31 31 31 30 31 30 29 29 30 28 27 28 28 26 26 27 26 24 25 21 20 15 10 7 5 0 go ito na llo ia ia li a a ia ca c ia io da g ia ia si ia nd nd str as an Un lg r Ita ga ez rec ag ar lan bu an ve Be Irla nla Au rm iB r to nim Sv Sp G o em Fr Is r No Ge gn Fi es Po Da ss Re Pa Lu Ns. Elaborazioni su fonte “Rapporto Gender Gap Index 2010” del World Economic ForumItalia al 5 posto con il 33% dei ruoli dirigenziali coperti da donneIn 4 anni ha registrato il miglior tasso di crescita passando dal 21 al 33% 29
  30. 30. Statistiche – Italia a confronto con l’Europa dei 15 % di donne in Parlamento – 2006 e 2010 60 2006 2010 50 47 46 43 41 40 40 38 38 39 40 37 37 38 36 37 35 33 32 33 32 28 27 30 22 23 21 20 21 20 19 20 17 17 13 14 12 13 10 0 ll o lia da ia o a na ia ia ia da ito cia g ia o i ia ss a rc lgi nd an urg ec ga str Ita an ez Un an ag an Ba rve Be nla Au Gr nim rm rto Irl Sv Sp b Isl Fr o em No i Ge Po Fi es gn Da ss Pa Re Lu Ns. Elaborazioni su fonte “Rapporto Gender Gap Index 2010” del World Economic ForumIn Italia solo un quinto dei parlamentari è donna: 21% nel 2010. 30
  31. 31. Statistiche – Italia a confronto con l’Europa dei 15 % di donne in posizioni ministeriali – 2006 e 2010 70 63 2006 2010 60 53 53 52 50 50 47 46 44 45 45 42 38 40 35 36 33 33 33 31 31 29 27 27 26 30 24 23 22 21 21 21 17 18 20 14 8 10 6 0 l lo ia lia da ia na a ia o ia da o cia o g ia i ia ss lg i arc nit nd an urg st r ec ga Ita an ez ag an an Ba rve Be oU nla Au rt o Gr nim rm Irl Sv Sp b Isl Fr em No i Ge Po gn Fi es Da ss Pa Re Lu Ns. Elaborazioni su fonte “Rapporto Gender Gap Index 2010” del World Economic ForumItalia al penultimo posto con il 22%. Fa peggio solo l’IrlandaFinlandia Norvegia e Spagna hanno una percentuale di donne superiore a quelladegli uomini 31
  32. 32. Statistiche – Italia a confronto con l’Europa dei 15 Rapporto % tra reddito medio femminile e maschile – 2006 e 2010 2006 2010 100 100 93 80 78 75 77 73 74 72 73 69 71 69 69 68 62 64 64 59 60 53 54 54 54 55 53 50 51 50 44 45 46 41 ll o da l ia a ia o ia na ia ia ito da cia o g ia i zia ss a rc lgi rg nd an ec ga str an Ita Un an ag an Ba bu rve e Be nla Au Gr nim rm rto Irl Sv Sp Isl Fr o em No i Ge Po Fi es gn Da ss Pa Re Lu Ns. Elaborazioni su fonte “Rapporto Gender Gap Index 2010” del World Economic ForumItalia è ultima: i valori medi dei redditi percepiti delle donne sono la metà di quellimaschiliSolo Norvegia e Lussemburgo mantengono la parità di reddito tra uomini e donne 32
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×