Your SlideShare is downloading. ×
Guerra  Tra  I  Degli  Atti  E  I Chiaravalle
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Introducing the official SlideShare app

Stunning, full-screen experience for iPhone and Android

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Guerra Tra I Degli Atti E I Chiaravalle

418
views

Published on

Published in: Travel, Business

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
418
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. GUERRA TRA I DEGLI ATTI E I CHIARAVALLE
  • 2. Tutto il XV secolo è caratterizzato dalla lotta tra comuni guelfi, che parteggiano per il Papa, e comuni ghibellini, dalla parte dell’imperatore.
    A todi questa opposizione si risolse nello scontro tra i degli Atti e i Chiaravalle.
  • 3. Inizia la battaglia …
    Lo scontro iniziò nel 1473 quando i Chiaravalle attaccarono i degli Atti signori di Todi.Bartolomeo D’Alviano interviene in soccorso di questi ultimi con il cardinale Giuliano della Rovere (il futuro papa Giulio II). Costringe gli avversari a desistere dall'assedio di Montecastelli e toglie loro molti castelli.
    Papa Giulio III
    Bartolomeo d’Alviano
  • 4. … Il secondo scontro …
    AltobelloChiaravalle, signore di Canale, con il fratello Vittorio, a capo di ghibellini, entrarono in Todi nel 1487, bruciando case guelfe, gettando Andrea Degli Atti dalla finestra, uccidendo il fratello Onofrio.
    Bartolomeo corse da Roma entrò con forza a Todi: Altobello e Vittorio fuggirono da Todi travestiti, egli distrusse Canale e il papa lo nominò governatore e castellano di Todi.
    Bartolomeo avrebbe potuto trasformarsi in signore, ma dopo un anno lasciò la città.
  • 5. …Il terzo scontro…
    Nel 1494 Vittorio Altobello riprese Todi con l'aiuto di Foligno, Terni e Amelia, con strage di nemici.
    Bartolomeo piomba su Montecchio, che è chiaravallese, lo incendia e uccide molti, subendo tuttavia una tremenda falcidia.
    Assedia Todi e solo l'intervento del vescovo risparmia il peggio: Altobello fugge e Vittorio viene tratto prigioniero e fatto languire per tre anni nei sotterranei della rocca d'Alviano
  • 6. …La fine della guerra
    Nel 1496 il pontefice Alessandro VIpose
    fine alla disputa chiarandoguerra ad
    AltobelloChiaravalle, ghibellino;
    Questi venne sconfitto definitivamente ad Acquasparta nell'agosto del 1500.
    Alessandro VI assegnò al governo diretto dei chierici alcune castella delle Terre Arnolfe, fra cui Montecastrilli, sottratto al controllo di Todi.
    A causa delle innumerevoli richieste della città per ottenere nuovamente il paese da cui era stato separato, il papa Giulio II pose nuovamente Montecastrilli sotto la giurisdizione dell'autorità tuderte nel 1512