Il primo Novecento
Situazione storico-socialeDal governo Giolitti alla Grande Guerra                                Sviluppo industriale nell...
La nuova “rivoluzione copernicana”                         Einstein: la relatività e la crisi delle scienze “positive”    ...
Albert EinsteinCon la teoria della relativitàannunciata per la prima volta nel1905, Albert Einstein (1879-1955)dimostrava ...
Sigmund FreudCon la psicanalisi, fra Otto eNovecento, Sigmund Freud(1856-1939) liquiderà le vecchieconcezioni psichiatrich...
Friedrich NietzscheFriedrich Nietzsche (1844-1900)offre un esempio straordinario diquel pensiero negativo easistematico ch...
Henry BergsonIl francese Henry Bergson (1859-1941) èstato importante nella cultura del primoNovecento per le sue teorie fo...
Benedetto CroceIl più importante e influentefilosofo e intellettuale italianodel tempo è Benedetto Croce,filsofo che, recu...
L’età delle riviste.                       LEONARDO (Papini e Prezzolini, Firenze, 1903-1907)                             ...
Avanguardia Il concetto di   “Fare terra bruciata       Arte rivoluzionaria,“Avanguardia”        del passato”          dis...
Le avanguardie europee                  Futurismo italiano (1909)Contestazione dell’ideologia         Rifiuto della cultur...
Futurismo ItalianoFilippo Tommaso     Marinetti                Aldo Palazzeschi   (Alessandria               (Firenze, 188...
I Manifesti delle Avanguardie                       Manifesto del Futurismo (Marinetti, 1909) – Contro l’amore e il       ...
tutti i secoli  Majakovskij                           dei secoli                                        e così sia        ...
G. Apollinaire   I calligrammi
Crepuscolari                  “una voce crepuscolare, una                 voce di una gloriosa poesia che                 ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Avanguardie

1,420

Published on

Presentazione didattica sulle avanguardie di primo novecento.

Published in: Education
0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total Views
1,420
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
54
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Avanguardie

  1. 1. Il primo Novecento
  2. 2. Situazione storico-socialeDal governo Giolitti alla Grande Guerra Sviluppo industriale nelle città. Emigrazione dalle campagne. Suffragio universale maschile. Movimento cattolico e socialista. L’entrata in guerra: neutralismo e interventismo
  3. 3. La nuova “rivoluzione copernicana” Einstein: la relatività e la crisi delle scienze “positive” Freud e la teoria dell’inconscio. Nietzsche e il pensiero negativo. Bergson e la vita come “slancio vitale”
  4. 4. Albert EinsteinCon la teoria della relativitàannunciata per la prima volta nel1905, Albert Einstein (1879-1955)dimostrava che anche le scienzecosiddette esatte si fondavano supresupposti convenzionali e“relativi”.Heisemberg, successivamente,teorizzerà il principio diindeterminazione, che dice chel’osservazione di un fenomeno (nellospecifico, un fenomeno subatomico)modifica la realtà osservata. Ergo:una conoscenza oggettiva èimpossibile.
  5. 5. Sigmund FreudCon la psicanalisi, fra Otto eNovecento, Sigmund Freud(1856-1939) liquiderà le vecchieconcezioni psichiatriche eantropologiche, contrapponendoloro la sua teoria dell’inconscio, cheintroduce una psicologia delprofondo ben altrimenti complessa esottile.Si passa da una visione semplice elineare (positiva) della realtà edell’uomo, a una percezione dellacomplessità del reale, maiconoscibile fino in fondo e mairiducibile ad elementi quantitativi.
  6. 6. Friedrich NietzscheFriedrich Nietzsche (1844-1900)offre un esempio straordinario diquel pensiero negativo easistematico che caratterizzerà, finoai nostri giorni, numerosi aspettidella cultura novecentesca. La suaopera confuta le certezze dellafilosofia e della scienza ufficiali,respinge i facili ottimismi delprogresso e della storia, smascherale falsità delle ideologie, demistifica ipregiudizi della moraleconvenzionale.
  7. 7. Henry BergsonIl francese Henry Bergson (1859-1941) èstato importante nella cultura del primoNovecento per le sue teorie fondate suvitalismo e intuizionismo, che insistonosu una concezione dinamica e incontinuo divenire della realtà; la vita èintesa come “slancio vitale”, unaperenne creazione che i può conosceresolo con l’intuizione, mentre la scienzadà delle cose una visione riduttiva,statica e parziale.
  8. 8. Benedetto CroceIl più importante e influentefilosofo e intellettuale italianodel tempo è Benedetto Croce,filsofo che, recuperando Hegel eanche Vico, si fa promotore diun ritorno all’idealismo. Ebbeun’influenza vastissima non soloin campo filosofico ma anchestorico e letterario.Fondamentale la sua Estetica(1902) dove Croce rifiuta l’ideadi una poesia come specchiodella realtà e prodotto dellecircostanze ambientali. La poesiaè autonoma, pura, e il suoambito è esclusivo e assoluto.L’arte non risponde a leggi chenon siano le sue.
  9. 9. L’età delle riviste. LEONARDO (Papini e Prezzolini, Firenze, 1903-1907) LA VOCE (Prezzolini, Firenze, 1908-1916) LA VOCE BIANCA (Giuseppe De Robertis, Firenze, 1914-1916) L’UNITA’ (Salvemini, Firenze, 1911-1920) LACERBA (Papini e Soffici, Firenze, 1913-1915) LA CRITICA (Croce, 1903-1944, Bari) POESIA (Marinetti, 1905-1909, Milano)
  10. 10. Avanguardia Il concetto di “Fare terra bruciata Arte rivoluzionaria,“Avanguardia” del passato” disturbante, “illeggibile” Fusione delle diverse Rinnovamento formale arti
  11. 11. Le avanguardie europee Futurismo italiano (1909)Contestazione dell’ideologia Rifiuto della cultura borghese tradizionale Posizione interventista e Sperimentazione di nuoveappoggio al regime fascista forme espressive Futurismo russo (1912): Apollinaire Majakovskij Dadaismo (1918) – Tristan Marxismo Tzara Surrealismo (1924): Breton, Surrealismo (1924): Breton, Freud Eluard, Aragon Eluard, Aragon Marxismo
  12. 12. Futurismo ItalianoFilippo Tommaso Marinetti Aldo Palazzeschi (Alessandria (Firenze, 1885 – d’Egitto, 1876 – Roma, 1974) Bellagio, 1944) Letterato poliedrico, fuTeorico del futurismo “anche” futurista (ma (Manifesti), artista eccentrico) da giovane. “scandaloso”, Poi scrive opere di vario interventista, poi tipo, anche romanzi fascista. realisti come Le sorelle Materassi
  13. 13. I Manifesti delle Avanguardie Manifesto del Futurismo (Marinetti, 1909) – Contro l’amore e il parlamentarismo – Uccidiamo il Chiaro di luna – Contro Venezia passatista – La Divina Commedia è un verminaio di glossatori – Contro i professori… I futuristi scrivono anche manifesti per le singole arti: pittura futurista, scultura, musica, teatro, cinema, architettura, cucina… poi: Il teatro futurista sintetico, La declamazione dinamica e sinottica, La pittura dei suoni, rumori e odori Manifesto del dadaismo (Tristan Tzara, 1918) Manifesto del surrealismo (Andrè Breton, 1924)
  14. 14. tutti i secoli Majakovskij dei secoli e così sia se io fossi silenziosoLe quattro come il tuonopesanti come un colpo gemerei, abbracciando ina Cesare quel chè di Cesare un tremitoa Dio, quel chè di Dio il decrepito eremose io fossi piccolo terrestrecome il grande oceano urlerò con la mia vocecamminerei sulla punta dei piedi immensadelle onde le comete torceranno le alinellalta mareasino a sfiorar la luna fiammeggiantidove trovare unamata e giù si getteranno, auguale a me capofittoangusto sarebbe il cielo per la malinconiaper potermi contenere coi raggi degli occhise io fossi povero rosicchierei le notticome un miliardario se io fossi buioche cosè il denaro per lanima come il soleè un ladro insaziabilesi annida in essa ma perché mai dovrei ioallorda di tutti i miei più sfrenati abbeveraredesideri con il mio splendorenon basterebbe loro il ventre dimagratodi tutte le Californie della terrase io potessi balbettare moriròcome Dante, o Petrarca porterò via con meaccendere lanima per una sola il mio amore immensoordinarle coi versi di bruciarele parole del mio amore sarebbero in quali nottiun arco di trionfo quali malattiepompose ed inutili da quali Golia fui generatovi passerebbero le amanti così grande così inutile
  15. 15. G. Apollinaire I calligrammi
  16. 16. Crepuscolari “una voce crepuscolare, una voce di una gloriosa poesia che si spegne” (G.A. Borgese) Guido Gozzano, poeta dello Marino Moretti. Rispetto della Sergio Corazzini. Influssi choc, atteggiamento ironico, metrica classica, masimbolisti, forte coinvolgimento artificio, straniamento, svuotamento prosaico. Tema esistenziale, negazione della consapevolezza e maestria della noia, del ricordo, della poesia stessa… formale nostalgia. La via del rifugio, Colloqui (il Poesie scritte col lapis, Dolcezze, L’amaro calice, giovenile errore, alle soglie, Poesie di tutti i giorni, Il Piccolo libro inutile il reduce) giardino dei frutti
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×