0
I pericoli naturali in Ticino
Giorgio Beatrizotti
SUPSI
Istituto di Scienze della Terra
Approccio al problema
 La nozione di pericolo
 I fenomeni considerati
 Identificazione delle zone esposte a pericolo
 ...
La nozione di pericolo
 Pericolosità alta
 le persone sono in pericolo all’interno delle costruzioni e
le costruzioni st...
I fenomeni (1)
 Crolli
 Caduta di pietre e
blocchi
 Crolli s.s. (volume 100
- 100000 m3
)
 Valanghe di detrito
 Scivo...
I fenomeni (2)
 Lave torrentizie
 Inondazioni
 Erosioni di sponda
 Valanghe
Identificazione
delle zone
 Documenti di base
 Osservazioni
 Misure
 Documentazione degli
eventi verificatisi
 Cartog...
La pericolosità
 Frequenza e intensità
Pericolosità
 Frequenza
 Alta: Periodo di ritorno: 30 anni
 Media: Periodo di ritorno: 30 - 100 anni
 Bassa: Periodo d...
Pericolosità
 Probabilità (probabilità di accadimento di un
evento con un determinato periodo di ritorno,
nel periodo di ...
Pericolosità
 Probabilità
 Alta 100 - 82 %
 Media 82 - 40 %
 Bassa 40 - 15 %
Intensità
 Fenomeno
 Caduta pietre e blocchi
 Crolli
 Grandezza fisica
 Energia cinetica (E) kJ
 Intensità alta: E >...
Intensità
 Fenomeno
 Valanghe, valanghe di roccia, scivolamenti
superficiali, colate, lave torrentizie
 Grandezza fisic...
Intensità
 Fenomeno
 Inondazioni
 Grandezza fisica
 Altezza (h) m
 Velocità x altezza (m2
/s)
 Intensità alta: h > 2...
Intensità
 Fenomeno
 Erosione di sponda
 Grandezza fisica
 Spessore (d) m
 Intensità alta: d > 2.0 m
 Intensità medi...
Misure di protezione
 Pianificazione del territorio
 Interventi costruttivi
 Sistema di allarme
Pianificazione del Territorio
 Pericolo: alto
 Nuove zone edificabili: -
 Nuovi edifici: -
 Nuove costruzioni - (m,n,o...
Pianificazione del territorio
 Pericolo: medio
 Nuove zone edificabili: - (n, o, p)
 Nuovi edifici: -
 Nuove costruzio...
Pianificazione del territorio
 Pericolo: basso
 Nuove zone edificabili: + p
 Nuovi edifici: + p
 Nuove costruzioni + p...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Ticino pericoli naturali

300

Published on

Descrizione dell'approccio a

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
300
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Ticino pericoli naturali"

  1. 1. I pericoli naturali in Ticino Giorgio Beatrizotti SUPSI Istituto di Scienze della Terra
  2. 2. Approccio al problema  La nozione di pericolo  I fenomeni considerati  Identificazione delle zone esposte a pericolo  Valutazione della pericolosità  Misure di protezione
  3. 3. La nozione di pericolo  Pericolosità alta  le persone sono in pericolo all’interno delle costruzioni e le costruzioni stesse possono essere distrutte o subire gravi danni  Pericolosità media  le persone sono in pericolo fuori dalle costruzioni e le costruzioni stesse possono essere danneggiate  Pericolosità bassa  danni per le persone deboli o inesistenti, danni ridotti alle costruzioni
  4. 4. I fenomeni (1)  Crolli  Caduta di pietre e blocchi  Crolli s.s. (volume 100 - 100000 m3 )  Valanghe di detrito  Scivolamenti  superficiali  profondi  Colate
  5. 5. I fenomeni (2)  Lave torrentizie  Inondazioni  Erosioni di sponda  Valanghe
  6. 6. Identificazione delle zone  Documenti di base  Osservazioni  Misure  Documentazione degli eventi verificatisi  Cartografia
  7. 7. La pericolosità  Frequenza e intensità
  8. 8. Pericolosità  Frequenza  Alta: Periodo di ritorno: 30 anni  Media: Periodo di ritorno: 30 - 100 anni  Bassa: Periodo di ritorno: 100 - 300 anni
  9. 9. Pericolosità  Probabilità (probabilità di accadimento di un evento con un determinato periodo di ritorno, nel periodo di esistenza di un’opera) p = 1 - (1-1/T)n  n = Durata dell’opera (es 30 - 50 anni)  T = Periodo di ritorno dell’evento (es. piena centenaria)  p = Probabilità di un evento uguale o maggiore di quello indicato da T
  10. 10. Pericolosità  Probabilità  Alta 100 - 82 %  Media 82 - 40 %  Bassa 40 - 15 %
  11. 11. Intensità  Fenomeno  Caduta pietre e blocchi  Crolli  Grandezza fisica  Energia cinetica (E) kJ  Intensità alta: E > 300 kJ  Intensità media: 30 kJ < E < 300 kJ  Intensità bassa: E < 30 kJ
  12. 12. Intensità  Fenomeno  Valanghe, valanghe di roccia, scivolamenti superficiali, colate, lave torrentizie  Grandezza fisica  Pressione (P) kPa  Intensità alta: P > 30 kPa  Intensità media: 3 kPa < P < 30 kPa  Intensità bassa: P < 3 kPa
  13. 13. Intensità  Fenomeno  Inondazioni  Grandezza fisica  Altezza (h) m  Velocità x altezza (m2 /s)  Intensità alta: h > 2 m v x h > 2 m2 /s  Intensità media: h > 0.5 m v x h > 2 m2 /s  Intensità bassa: h < 0.5 m v x h > 0.5 m2 /s
  14. 14. Intensità  Fenomeno  Erosione di sponda  Grandezza fisica  Spessore (d) m  Intensità alta: d > 2.0 m  Intensità media: d > 0.5 m  Intensità bassa: d < 0.5 m
  15. 15. Misure di protezione  Pianificazione del territorio  Interventi costruttivi  Sistema di allarme
  16. 16. Pianificazione del Territorio  Pericolo: alto  Nuove zone edificabili: -  Nuovi edifici: -  Nuove costruzioni - (m,n,o,p)  Cambiamento di destinazione - (n, o, p)  Modifiche senza camb. destin. + (n, o, p)  Costruzione accessi e posteggi + (p) m: ubicazione vincolata n: basso numero di persone a rischio o: organizzazione di allarme p: misure costruttive di protezione
  17. 17. Pianificazione del territorio  Pericolo: medio  Nuove zone edificabili: - (n, o, p)  Nuovi edifici: -  Nuove costruzioni + (n, o, p)  Cambiamento di destinazione + (n, o, p)  Modifiche senza camb. destin. + (n, o, p)  Costruzione accessi e posteggi + (p) n: basso numero di persone a rischio o: organizzazione di allarme p: misure costruttive di protezione
  18. 18. Pianificazione del territorio  Pericolo: basso  Nuove zone edificabili: + p  Nuovi edifici: + p  Nuove costruzioni + p  Cambiamento di destinazione + p  Modifiche senza camb. destin. + p  Costruzione accessi e posteggi + p p: misure costruttive di protezione
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×