• Save
Focus Group Open Source 25.1.2012 Gianni Dominici
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Focus Group Open Source 25.1.2012 Gianni Dominici

on

  • 671 views

 

Statistics

Views

Total Views
671
Views on SlideShare
563
Embed Views
108

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

1 Embed 108

http://focusgroupopensource.wordpress.com 108

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-NoDerivs LicenseCC Attribution-NonCommercial-NoDerivs LicenseCC Attribution-NonCommercial-NoDerivs License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Focus Group Open Source 25.1.2012 Gianni Dominici Focus Group Open Source 25.1.2012 Gianni Dominici Presentation Transcript

  • Focus Group Open Source: incontro sugli Open Data 25 gennaio 2012 La via italiana agli Open Data Gianni Dominici, Direttore generale FORUM PA
  • Tim Berners-Lee le precondizioni per la politica degli top, it has to start in the middleOpen data: “It has to start at theand it has to start at the bottom.”
  • Tutti gli attori sono scesi in campo
  • At the Bottom
  • In the Middle
  • At the Top
  • • L Art. 21 della legge 69/2009 (trasparenza dei curricula e degli stipendi);l Art. 11 del d.lgs 150/2009 (la sezione trasparenza valutazione e merito sui siti pubblici);• la Delibera n.105/2010 della Civit (la trasparenza dinamica e l’elenco dei dati che le amministrazioni devono esporre sui loro siti);• l Art. 52 comma 1-bis del Codice dell’Amministrazione Digitale, d.lgs 82/05 e d.lgs 235/2010 (promozione della diffusione e dell’utilizzo dei dati, obbligo di esporre i dati in formato aperto);• le Linee Guida per i Siti Web della PA – 2011(è lo strumento per il miglioramento continuo della qualità dei siti web pubblici e specifica le caratteristiche dei dati aperti);• le Linee Guida per la stesura di convenzioni per la fruibilità di dati delle pubbliche amministrazioni - art. 58 comma 2 del CAD" (indicano le modalità per consentire la fruibilità dei dati fra amministrazioni)
  • La trasparenza “è intesa come accessibilità totale (...) delle informazioniconcernenti ogni aspetto dell’organizzazione, degli indicatori relativi agli andamenti gestionali e all’utilizzo dellerisorse per il perseguimento delle funzioni istituzionali, dei risultati dell’attività di misurazione e valutazione(...)” (articolo 11, comma 1). Si tratta di una nozione diversa da quella contenuta negli articoli 22 e seguenti dellalegge 7 agosto 1990, n. 241, dove la trasparenza è considerata nei più ristretti termini di diritto di accesso aidocumenti amministrativi, qualificato dalla titolarità di un interesse e sottoposto a specifici requisiti e limiti.
  • Vademecum su Open DataIl Vademecum è destinato ad amministratori, dirigenti e dipendenti pubblici,nonché a fornitori e consulenti delle pubbliche amministrazioni chevogliono approfondire il tema dei dati aperti e avviare un processo di apertura deidati del settore pubblico. Il documento è a sua volta strutturato in due partiprincipali:Parte I - PA e dati aperti, introduce il concetto di Open Government, la prassidellOpen Data e presenta un approfondito quadro normativo sui due temi.Questa prima parte si articola nei seguenti quattro capitoli: Open Government;Open Data; Quadro Normativo; Come avviare il processo di apertura dei datiParte II – Come procedere per aprire i dati della PA, contiene la descrizionedegli aspetti tecnici, organizzativi e giuridici da affrontare prima di renderedisponibili i dati dell’Amministrazione. La seconda parte si articola nei seguenticinque capitoli: Organizzarsi per l’apertura dei dati; Identificazione dei dati;Analisi dei dataset; Pubblicazione del Dataset; Diffusione del Dataset
  • Innamorati degliOpen Data?
  • 1. Saranno ricondotte allinterno di unesplicita politica basta sullopengovernment. A un impegno politico, cioè, aidiversi livelli, volto a instaurare un nuovorapporto tra chi governa e chi è governatobasato su trasparenza, partecipazione ecollaborazione.
  • 2. I diversi soggettiafferenti ai tre diversilivelli di intervento e, cioè,singoli cittadini, associazioni, imprese,istituzioni e governocollaboreranno, pur nei diversiruoli e dalle diverse prospettive, allacreazione di una cultura del dato condivisoe della partecipazione civica nellacreazione di valore pubblico;
  • 3. Le esperienze di open data non silimiteranno a rimanere il fiore allocchiello dialcune fra le istituzioni più virtuose elimpegno di pochi innovatori contribuendo,anche su questo tema, a creare unItalia a piùvelocità e cittadini discriminati nei diritti.E necessario sostenere limpegno dei territorimeno avanzati e fare in modo che la cultura deldato, e del dato aperto si diffonda sia allinternodelle istituzioni (tramite azioni di capacity building)sia tra la popolazione che ne è la verabeneficiaria.
  • Graziedellattenzioneg.dominici@forumpa.itQuesta presentazione, nelle sue parti originali, è coperta da licenza CreativeCommons Attribuzione, Non commerciale,