Your SlideShare is downloading. ×
Focus Group Open Source 25.1.2012 Gianni Dominici
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Focus Group Open Source 25.1.2012 Gianni Dominici

472
views

Published on

Published in: Technology

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
472
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Focus Group Open Source: incontro sugli Open Data 25 gennaio 2012 La via italiana agli Open Data Gianni Dominici, Direttore generale FORUM PA
  • 2. Tim Berners-Lee le precondizioni per la politica degli top, it has to start in the middleOpen data: “It has to start at theand it has to start at the bottom.”
  • 3. Tutti gli attori sono scesi in campo
  • 4. At the Bottom
  • 5. In the Middle
  • 6. At the Top
  • 7. • L Art. 21 della legge 69/2009 (trasparenza dei curricula e degli stipendi);l Art. 11 del d.lgs 150/2009 (la sezione trasparenza valutazione e merito sui siti pubblici);• la Delibera n.105/2010 della Civit (la trasparenza dinamica e l’elenco dei dati che le amministrazioni devono esporre sui loro siti);• l Art. 52 comma 1-bis del Codice dell’Amministrazione Digitale, d.lgs 82/05 e d.lgs 235/2010 (promozione della diffusione e dell’utilizzo dei dati, obbligo di esporre i dati in formato aperto);• le Linee Guida per i Siti Web della PA – 2011(è lo strumento per il miglioramento continuo della qualità dei siti web pubblici e specifica le caratteristiche dei dati aperti);• le Linee Guida per la stesura di convenzioni per la fruibilità di dati delle pubbliche amministrazioni - art. 58 comma 2 del CAD" (indicano le modalità per consentire la fruibilità dei dati fra amministrazioni)
  • 8. La trasparenza “è intesa come accessibilità totale (...) delle informazioniconcernenti ogni aspetto dell’organizzazione, degli indicatori relativi agli andamenti gestionali e all’utilizzo dellerisorse per il perseguimento delle funzioni istituzionali, dei risultati dell’attività di misurazione e valutazione(...)” (articolo 11, comma 1). Si tratta di una nozione diversa da quella contenuta negli articoli 22 e seguenti dellalegge 7 agosto 1990, n. 241, dove la trasparenza è considerata nei più ristretti termini di diritto di accesso aidocumenti amministrativi, qualificato dalla titolarità di un interesse e sottoposto a specifici requisiti e limiti.
  • 9. Vademecum su Open DataIl Vademecum è destinato ad amministratori, dirigenti e dipendenti pubblici,nonché a fornitori e consulenti delle pubbliche amministrazioni chevogliono approfondire il tema dei dati aperti e avviare un processo di apertura deidati del settore pubblico. Il documento è a sua volta strutturato in due partiprincipali:Parte I - PA e dati aperti, introduce il concetto di Open Government, la prassidellOpen Data e presenta un approfondito quadro normativo sui due temi.Questa prima parte si articola nei seguenti quattro capitoli: Open Government;Open Data; Quadro Normativo; Come avviare il processo di apertura dei datiParte II – Come procedere per aprire i dati della PA, contiene la descrizionedegli aspetti tecnici, organizzativi e giuridici da affrontare prima di renderedisponibili i dati dell’Amministrazione. La seconda parte si articola nei seguenticinque capitoli: Organizzarsi per l’apertura dei dati; Identificazione dei dati;Analisi dei dataset; Pubblicazione del Dataset; Diffusione del Dataset
  • 10. Innamorati degliOpen Data?
  • 11. 1. Saranno ricondotte allinterno di unesplicita politica basta sullopengovernment. A un impegno politico, cioè, aidiversi livelli, volto a instaurare un nuovorapporto tra chi governa e chi è governatobasato su trasparenza, partecipazione ecollaborazione.
  • 12. 2. I diversi soggettiafferenti ai tre diversilivelli di intervento e, cioè,singoli cittadini, associazioni, imprese,istituzioni e governocollaboreranno, pur nei diversiruoli e dalle diverse prospettive, allacreazione di una cultura del dato condivisoe della partecipazione civica nellacreazione di valore pubblico;
  • 13. 3. Le esperienze di open data non silimiteranno a rimanere il fiore allocchiello dialcune fra le istituzioni più virtuose elimpegno di pochi innovatori contribuendo,anche su questo tema, a creare unItalia a piùvelocità e cittadini discriminati nei diritti.E necessario sostenere limpegno dei territorimeno avanzati e fare in modo che la cultura deldato, e del dato aperto si diffonda sia allinternodelle istituzioni (tramite azioni di capacity building)sia tra la popolazione che ne è la verabeneficiaria.
  • 14. Graziedellattenzioneg.dominici@forumpa.itQuesta presentazione, nelle sue parti originali, è coperta da licenza CreativeCommons Attribuzione, Non commerciale,