Your SlideShare is downloading. ×
Focus Group Open Source 10.3.2010 Consip
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Focus Group Open Source 10.3.2010 Consip

970
views

Published on

"Desktop services - Le iniziative Consip sull’Open Source"

"Desktop services - Le iniziative Consip sull’Open Source"

Published in: Technology, Business

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
970
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Desktop services Le iniziative Consip sull’Open Source Roma, 10 marzo 2010
  • 2. 2 Premessa La strategia Consip: segmentazione e modalità di adozione Il Centro di Competenza Consip per l’OS La diffusione di OpenOffice.org La diffusione di OpenCMSPA Il Mercato Elettronico della PA I Servizi “Desktop OS” I servizi ICT su MEPA L’Accordo quadro Desktop outsourcing Agenda
  • 3. 3 La necessità della razionalizzazione della spesa IT e il livello ormai elevato di qualità raggiunto dal software libero spingono la PA verso l’adozione di soluzioni Open Source. Questa tendenza è sostenuta da aspettative di beneficio tecnico-economico Indipendenza dai vendor (no lock in) Abbattimento del costo delle licenze Sicurezza e trasparenza (controllo completo del codice) ma è frenata da barriere di approccio e di know how Immaturità o carenza di garanzie Difficoltà ad operare e motivare le scelte (responsabilità) Resistenza al cambiamento da parte degli utenti finali. Premessa
  • 4. 4 Segmentazione e modalità di adozione Differenti ambiti di destinazione dell’OS pongono differenti problematiche e richiedono specifici approcci di adozione. OS da adottare in piattaforme di gestione sistemi e reti 1 AsisChange 2 OS di informatica individuale (Browser, Posta elettronica, strumenti Office) 3 OS orientato all’utente IT professional (back office tool) 4 OS da integrare in soluzioni applicativo/gestionali per l’utente business SEMPLICE FRUIZIONE PARTE ATTIVA COMMUNITY OS RIUSO Adottato da altri Pubblicato Riservato Condivisione - Personalizzazione Change Integrazione Adottato AS IS 1 2 3 4 … possono andare dalla semplice fruizione alla partecipazione attiva a Community con il rilascio del software modificato. Wiki italiano elenca oltre 250 prodotti suddivisi in 20 categorie
  • 5. 5 Team interdirezionale, creato nel 2008, con il compito di: definire una roadmap di adozione supportare le Linee nel governo dei fornitori su commesse OS monitorare il mercato, sperimentare prodotti e soluzioni stabilire ed evolvere uno standard di software selection, effettuare benchmark adottare, produrre, evolvere linee guida a favore di gare e progetti produrre standard, specifiche di capitolato, clausole di contratto predisporre licenze ad hoc per le soluzioni OS censire, sviluppare e diffondere le best practice aziendali supportare lo scambio di esperienze e i risultati progettuali sottoporre al “vaglio OS” ogni soluzione IT o del Programma di Razionalizzazione in via definizione Avviare l’utilizzo sperimentale in Consip di prodotti OS Promuovere e sostenere iniziative di adozione in ambito IT in ambito acquisti in rete per la PA Il Centro di Competenza Consip per l’OS
  • 6. 6 Segmento informatica individuale: la diffusione di OpenOffice.org Consip, attraverso sperimentazioni e adozione pilota su un significativo numero di utenti e reparti appositamente selezionati, ha accertato l’adeguatezza delle funzionalità offerte dalla suite OpenOffice.org alle esigenze dell’azienda. E’ stata pertanto scelta una strategia di adozione. Essa prevede comunque la “convivenza” con software proprietari, in più tiene conto del ruolo svolto dall’azienda verso il mercato della fornitura. Piccole e medie imprese, infatti, già adottano diffusamente OpenOffice.org ed è emersa l’opportunità di diversificare i formati dei documenti pubblicati, come pure dei file richiesti per la presentazione di offerte economiche e di cataloghi MEPA, finora supportati solo in formato Microsoft.
  • 7. 7 Segmento IT professional: OpenCMSPA Consip negli ultimi quattro anni ha sviluppato diverse soluzioni per il MEF basate su software OS. In particolare, ha avviato un progetto per la realizzazione di una piattaforma di gestione dei contenuti di portali (Content Management System). La soluzione si avvale del software OpenCMS, opportunamente integrato con funzioni sviluppate per conto del MEF. E’ stata creata una “server farm”, che ospiterà entro fine anno i Siti Internet DT, G8 Finance, OCSE, SPT, Cdc, Dipartimento Politiche di Sviluppo, Consip, il Portale Acquisti in rete e la Intranet di Cdc. In prospettiva sarà utilizzata da tutti i siti del MEF.
  • 8. 8 E’ stata individuata una modalità per rendere disponibile la soluzione MEF (e, in prospettiva, tutte le soluzioni basate su software OS integrato) alle Pubbliche Amministrazioni che ne abbiano l’esigenza, salvaguardando il rispetto della licenza d’uso che accompagna il software OS “nativo” la proprietà del MEF relativamente alla componente del software realizzata ad hoc. Segmento IT professional: la diffusione di OpenCMSPA
  • 9. 9 Il DPR 101/2002 ha introdotto il MEPA quale nuovo strumento d’acquisto utilizzabile da tutte le Pubbliche Amministrazioni (PP.AA.), per approvvigionamenti di importo inferiore alla soglia comunitaria. Il MEPA è un mercato digitale di tipo selettivo, cioè accessibile solo ad utenti (Amministrazioni e Fornitori) abilitati, B2G (Business to Government), su cui è possibile effettuare acquisti diretti da catalogo e richieste di offerta. I fornitori offrono i propri beni e servizi alle PP.AA. che effettuano i propri acquisti quali Punti Ordinanti. A fine 2008, il 90% dei Fornitori abilitati al MEPA, costituito da piccole e micro imprese, ha transato circa 140 milioni di euro, ovvero l’80% dell’intero transato. I Fornitori: aziende private che intendano proporre i propri articoli/servizi e divenire in questo modo potenziali fornitori della Pubblica Amministrazione Marketplace MEF/Consip Qualifica i fornitori Gestisce i Cataloghi Fornisce assistenza tecnica e formazione alla Pubblica Amministrazione e alle imprese Imprese Pubblica Amministrazione Unico soggetto acquirente: Amministrazioni Centrali, Sanità, Enti Locali, Università e Istituti di Ricerca, ecc… Il Mercato Elettronico della PA
  • 10. 10 MEPA: come funziona Qualifica fornitori Gestione catalogo Gestione documentale Reporting Ricercano prodotti Effettuano OdA Effettuano RdO (in cui possono essere richieste condizioni particolari di contratto) Confrontano offerte Pubblicano ed aggiornano il catalogo Ricevono Ordini diretti sui cataloghi (OdA) Rispondono alle Richieste d’Offerta (RdO) Bando di Abilitazione MEF/Consip Fornitori abilitati PO registrati Emette il Bando di abilitazione Abilita i fornitori Registra i Punti Ordinanti MEPA Come vendere sul MEPA Come acquistare sul MEPA
  • 11. 11 MEPA: l’interazione tra Consip e le Imprese Consip Impresa Non esercita alcuna intermediazione e non assume un ruolo attivo nella transazione commerciale Stabilisce: - requisiti soggettivi di partecipazione - regole oggettive di presentazione delle offerte - requisiti minimi che devono connotare i prodotti/servizi - le condizioni generali di fornitura alla P.A. È responsabile: - della tecnologia a supporto del popolamento e delle operazioni di acquisto - del rispetto delle procedure da effettuare per accedere al Mercato Elettronico Negozia in piena autonomia con le PP.AA. definendo ogni elemento della propria strategia commerciale (in conformità con quanto previsto dai bandi): - Numero delle offerte - Durata delle offerte - Prezzi - Area di Consegna - Tempi di consegna - Termini di pagamento - Disponibilità Requisiti per l’abilitazione: - PC, Connessione Internet, Kit firma digitale - Capacità professionale, Capacità economico-finanziaria - Requisiti specifici dei Prodotti/Servizi previsti dal Capitolato Tecnico
  • 12. 12 MEPA – L’offerta merceologica N. articoli: ~ 1.330.000 Beni e Servizi Sanità: 6.199 Dispositivi di protezione individuale: 18.819 Servizi di Igiene Ambientale: 38.226 Veicoli e Mobilità Sostenibile 26 Fonti rinnovabili 78 Materiale Elettrico: 11.848 Manutenzione Imp. Antincendio: 689 Cancelleria: 909.488 Manutenzione Termoidraulici: 6.504 Arredi e complementi di arredo: 91.918 Manutenzione Impianti Elettrici: 3.379 Manutenzione Impianti Elevatori: 1.577 Prodotti per l’ufficio: 74.370 Beni e Servizi ICT:138.032 Materiale Igienico Sanitario: 27.800 N. cataloghi: 5.477N. imprese: 3.027 DATI AL 31 GENNAIO 2010
  • 13. 13 I Servizi “Desktop OS”: il MEPA Sono in fase di definizione servizi di supporto alla progettazione di soluzioni tecnico-organizzative OS preliminari all’acquisto dei servizi già pubblicati. Da luglio 2009 sono pubblicati sul MEPA alcuni servizi IT per le Pdl che comprendono anche SO o licenze di software Open Source. Si prevede l’estensione del bando in corso alla gestione di server e reti. Già oggi, quindi, una PA potrebbe acquistare servizi OS, ma ciò appare circoscritto alle sole PA che siano in grado di profilare e configurare un ordine ritagliato sulle proprie esigenze, avendo già superato le note barriere all’adozione dell’OS. Al momento si riscontrano 60 fornitori abilitati e che hanno almeno un catalogo sul MEPA per i Servizi ICT.
  • 14. 14 E’ in fase di avvio l’AQ per il Desktop Outsourcing. In coerenza con le altre modalità di acquisizione in Consip, la fornitura prodotti/erogazione servizi viene contemplata in duplice ottica: Proprietaria e Open Source Servizi Obbligatori Gestione Pdl (IMAC, installazione sw di base, produttività, applicativi, antivirus, ecc.) SPOC (Single Point of Contact) centralizzato, ticket management, ecc. Inventario Asset Gestiti Servizi Opzionali Hardware in Noleggio/Locazione operativa Servizi evoluti di Desktop support (back up, migrazione SO, gestione LAN e WAN) Servizi evoluti per dispositivi di stampa Presidio on-site Gestione sicurezza (applicativi evoluti di sicurezza) Sincronizzazione altri dispositivi per accesso a posta e messaggistica istantanea Servizi Accessori Welcome Kit (mini-sessioni formative utilizzo base Pdl) Consulenza Specialistica (software produttività o piattaforme applicative, proprietari e OS) Formazione (per conseguimento attestati) Gestione proattiva delle configurazioni HW e SW (Scadenzario) Servizio Laboratorio (Change Certification) Supporto all’evoluzione dell’organizzazione Virtualizzazione Pdl I Servizi “Desktop OS”: l’Accordo Quadro