• Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
484
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. L’OPEN SOURCE SUL MERCATO ELETTRONICO DELLA PAUN’OPPORTUNITÀ PER PA E IMPRESE Open Source & MEPA - Profili negoziali Avv. Alessandro Di Maggio Roma 17/11/2010
  • 2. AGENDA • Introduzione al MEPA • Gli acquisti sul MEPA • L’Open Source nel MEPA • Caso pratico1
  • 3. Chi può utilizzare il MEPA? Amministrazioni: tutti i soggetti, gli enti e gli organismi tenuti allapplicazione delle normative nazionali e comunitarie in tema di appalti pubblici, ivi comprese le regioni, le province, le città metropolitane, i comuni e le comunità montane che abbiano disposto, nellambito della propria autonomia, di applicare le procedure telematiche di cui al Decreto del Presidente della Repubblica n. 101/2002 (es. amministrazioni centrali e periferiche dello Stato, enti locali, organismi di diritto pubblico) Operatori economici: i fornitori di beni o i prestatori di servizi abilitati a partecipare alle procedure di acquisto del MEPA.2
  • 4. Cosa si può acquistare/vendere nel MEPA? Art. 11 - D.P.R. 4 aprile 2002, n. 101 (art. 328 reg. att. cod. contr. pubb.) 1. Le unità ordinanti delle amministrazioni, avvalendosi del mercato elettronico, possono effettuare acquisti di beni e servizi, al di sotto della soglia di rilievo comunitario (…) Amministrazioni Centrali 125.000 euro altre Amministrazioni 193.000 euro3
  • 5. Come si può acquistare/vendere nel MEPA? Art. 11 - D.P.R. 4 aprile 2002, n. 101 3. Le amministrazioni abilitano, al mercato elettronico, i fornitori di beni e servizi tramite uno o più bandi pubblicati in conformità della normativa vigente. 4. Il bando di abilitazione al mercato elettronico contiene in Particolare: a) le categorie merceologiche per settori di prodotti e servizi in cui è organizzato il mercato elettronico; b) le specifiche tecniche, costruttive e di qualità dei beni, nonché i livelli dei servizi cui raffrontare i beni e servizi offerti ai fini dellabilitazione dei fornitori; c) le modalità ed i requisiti, soggettivi ed oggettivi, necessari per le domande di abilitazione ed i principi di valutazione delle stesse, nonché lindicazione delle eventuali procedure automatiche per la loro valutazione;4
  • 6. Capitolato Tecnico (Software e Servizi Open Source) Bando di Abilitazione a) Capacità professionale: Servizi elementari che a1) iscrizione presso il Registro delle Imprese per attività attinenti Attualmente sono supportano le Pubbliche all’oggetto del presente Bando e attivi 16 Bandi e Amministrazioni relativo nulla osta antimafia di cui all’art. 9, comma 1, del D.P.R. relative categorie nell’adozione e nella 252/1998, o iscrizione presso registri merceologiche. gestione di strumenti commerciali e professionali equipollenti dello stato estero di informatici basati su residenza se si tratta di Stato UE; ICT2009 software a codice a2) assenza di cause di esclusione ex art. 38 D.Lgs. 163/2006; (Prodotti e Servizi per sorgente a3) adempiere, all’interno della lInformatica e le aperto, ovvero Open propria azienda, agli obblighi di sicurezza previsti dalla vigente Telecomunicazioni) Source. normativa in materia; Categorie Specifiche Requisiti permerceologiche tecniche l’Abilitazione5
  • 7. Capitolato Tecnico (Software e Servizi Open Source) Servizi elementari che Attualmente sono supportano le Pubbliche attivi 16 Bandi e Amministrazioni relative categorie nell’adozione e nella Bando di Abilitazione merceologiche. gestione di strumenti b) capacità economico-finanziaria: informatici basati su b1) fatturato specifico, realizzato ICT2009 software a codice nell’anno precedente alla presentazione della Domanda, (Prodotti e Servizi per sorgente relativo alla fornitura dei Prodotti e lInformatica e le aperto, ovvero Open Servizi oggetto del presente bando, non inferiore a Euro 25.000,00 Telecomunicazioni) Source. (venticinquemila/00) Categorie Specifiche Requisiti permerceologiche tecniche l’Abilitazione6
  • 8. • DOCUMENTAZIONE DEL BANDO ICT2009 – Bando di Abilitazione – Capitolato Tecnico – Condizioni Generali di Contratto7
  • 9. • CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO: – Il documento contenente le clausole contrattuali uniformi standardizzate che disciplinano il Contratto tra Punto Ordinante e Fornitore.8
  • 10. • DOCUMENTAZIONE DEL BANDO ICT2009 – Bando di Abilitazione – Capitolato Tecnico – Condizioni Generali di Contratto – Regole di Accesso e di utilizzo del Mercato Elettronico9
  • 11. Art. 11 - D.P.R. 4 aprile 2002, n. 101 4. Il bando di abilitazione al mercato elettronico contiene in Particolare: … e) lindicazione del sito nel quale sono rese disponibili al pubblico ulteriori informazioni, con particolare riferimento (…) alle informazioni sul funzionamento del mercato elettronico (…).10
  • 12. • REGOLE DEL MEPA: – il documento che definisce i termini e le condizioni che disciplinano l’accesso e l’utilizzo del Mercato Elettronico di Fornitori ed Amministrazioni e che disciplina i Bandi di abilitazione emanati da Consip e le procedure di acquisto svolte dalle Amministrazioni nell’ambito del Mercato Elettronico.11
  • 13. 12
  • 14. Art. 11 - D.P.R. 4 aprile 2002, n. 101 1. Le unità ordinanti delle amministrazioni, avvalendosi del mercato elettronico, possono effettuare acquisti di beni e servizi, al di sotto della soglia di rilievo comunitario, direttamente dai cataloghi predisposti dagli utenti (…) 2. Il mercato elettronico consente altresì di richiedere ulteriori offerte agli utenti.13
  • 15. • ORDINE DIRETTO: – Procedura veloce e snella (acquisto dal catalogo) – Particolarmente indicata per i Prodotti, meno per i Servizi – Non richiede (non è possibile) alcuna attività di integrazione della documentazione • RICHIESTA DI ACQUISTO: – Procedura più simile ad una gara / cottimo fiduciario – Possibilità di personalizzare l’acquisizione inserendo ulteriori requisiti soggettivi, informazioni per la personalizzazione della fornitura/servizi, stabilendo ulteriori clausole contrattuali – Possibilità di spuntare un offerta più vantaggiosa14
  • 16. Ordine Diretto (Ordine) Richiesta di Offerta (RdO) Il responsabile degli acquisti dell’Amministrazione esegue Il responsabile degli acquisti dell’Amministrazione ha la un acquisto diretto attraverso l’utilizzo del catalogo possibilità di emettere Richieste d’Offerta per i prodotti o elettronico. servizi presenti nel catalogo. Ordini di Acquisto diretto Ordine Richieste di Offerta (RdO) Ordine diretto diretto I beni presenti in catalogo È possibile inviare richieste di costituiscono offerte offerta, a fornitori selezionati irrevocabili di vendita da tra quelli abilitati, per parte dei fornitori e possono stabilire dei requisiti o delle essere acquistati mediante Richieste di condizioni di fornitura diversi Richieste di emissione on-line di OdA. Offerta da quelle standard. Offerta (RdO) (RdO) Consultando il catalogo Inviando a fornitori selezionati, costituito dalle offerte dei Emissione tra quelli abilitati, RdO per i Ricerca Prodotti Emissione Ricerca Prodotti diversi fornitori Richieste d’offerta prodotti presenti nel catalogo Richieste d’offerta Valutando, con il supporto del Selezionandoli nel catalogo in Confronto Prodotti Confronto Offerte sistema, quelle ricevute entro i Confronto Prodotti base alle loro caratteristiche Confronto Offerte termini prefissati Aggiudicazione Selezionando quella più Riempiendo un “carrello Aggiudicazione Emissione Ordini conveniente per la propria Emissione Ordini virtuale” ed inviando l’ordine Offerta Offerta Amministrazione15
  • 17. • DOCUMENTAZIONE DEL BANDO ICT2009 – Bando di Abilitazione – Capitolato Tecnico – Condizioni Generali di Contratto – Regole di Accesso e di utilizzo del Mercato Elettronico – Documenti allegati alla RDO16
  • 18. • DOCUMENTI ALLEGATI ALLA RDO – Condizioni relative alla procedura (es. disciplinare) – I criteri sulla base dei quali intende valutare le Offerte – Ulteriori requisiti o garanzie richieste ai Fornitori – Condizioni Particolari Di Contratto17
  • 19. 18
  • 20. • Acquisizione di Software e/o Servizi open – Ulteriori e specifici requisiti soggettivi – La garanzia per vizi o malfunzionamenti – L’iscrizione alla community di riferimento – …19
  • 21. • Richiesta di ulteriori requisiti soggettivi – Fatturato specifico per i servizi Open Source – Particolari certificazioni in materia – Comprovata esperienza in materia di formazione – Aver lavorato con la PA20
  • 22. • La garanzia per vizi o malfunzionamenti – Caratteristica comune alle licenze FLOSS, è quella di contenere clausole volte ad escludere la Fornitura da qualsiasi forma di garanzia per vizi/malfunzionamenti del programma e lassunzione di responsabilità per i danni eventualmente provocati da questultimo.21
  • 23. • Esclusione della garanzia e della responsabilità – Software concesso in licenza “così comè” (no garanzia) – DISCLAIMER per la responsabilità ad es. per danni da perdita di avviamento, da interruzione del lavoro, da guasto o malfunzionamento dellelaboratore, da perdita di dati e da qualsiasi danno commerciale (no esclusione responsabilità in caso di DOLO o COLPA GRAVE – art. 1229 c.c.)22
  • 24. • Soluzione: – Possibilità di stipulare pattuizioni aggiuntive al fine di offrire, a titolo oneroso, assistenza, garanzia, indennità o assumere altre responsabilità o fornire altri servizi compatibili con la Licenza (cfr. EUPL v. 1.1 - art. 9)23
  • 25. • Richiesta di accreditamento alla community – Conoscenza delle regole della community – Non consigliabile inserirlo come requisito di partecipazione – Prevedere alcune clausole nelle Condizioni Particolari24
  • 26. 25
  • 27. • Non è comprovabile l’iscrizione alla community • Pochissimi italiani iscritti nell’elenco degli sviluppatori con accesso in scrittura • Resistenza, all’iscrizione alla community, delle aziende26
  • 28. 1. L’Impresa si obbliga a fornire all’Amministrazione, senza oneri aggiuntivi e previa espressa richiesta, tutto il supporto necessario affinché questa possa interagire con la comunità open source della piattaforma LMS Moodle. 2. A tal fine l’impresa dovrà, personalmente o attraverso soggetti da essa incaricati, assicurare, per tutta la durata del presente contratto, l’iscrizione di un soggetto qualificato “sviluppatore”, dotato delle necessarie autorizzazioni per poter condividere presso la community open source “Moodle” gli eventuali sviluppi e/o le modifiche apportate alla piattaforma LMS Moodle.27
  • 29. GRAZIE PER L’ATTENZIONE28