Presentazione Bando Misura 312 "Sostegno alla creazione e allo sviluppo di micro-imprese"

2,386 views
2,308 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,386
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Presentazione Bando Misura 312 "Sostegno alla creazione e allo sviluppo di micro-imprese"

  1. 1. Programma di Sviluppo Rurale 2007 -2013Asse 4 “Attuazione dell’approccio Leader”Misura 312Sostegno alla creazione e allo sviluppo dellemicroimpresePresentazione del BandoBolotana 14 Febbraio 2012 Piano di Animazione Laore 2007 - 2013
  2. 2. Misura 312 Obiettivi e finalità della MisuraLa misura contribuisce a conseguire gli obiettivi di: “Rafforzare leconomia locale nei settori dellagricoltura, artigianato, turismo, servizi ecommercio“Puntando al sostegno delle imprese esistenti ed alla creazione di nuove microimprese neisettori dellartigianato tipico, del commercio e dei servizi ed allaggregazione per larealizzazione di microcircuiti di distribuzione locale.- “Aumentare i servizi alla persona”Favorendo la sperimentazione di modelli imprenditoriali innovativi e di accompagnamento allacreazione di nuove imprese che integrino la dimensione produttiva anche con quella sociale.-“Rendere fruibile lambiente ed il territorio”Favorendo lo sviluppo di attività di servizio rivolte alla tutela e promozione del territorio edellambiente.- “Incrementare i servizi alle imprese”Attraverso il sostegno allo sviluppo di attività di servizio per la consulenza elaccompagnamento alla nascita e potenziamento alle imprese.Piano di animazione Laore 2007-2013
  3. 3. Misura 312 Le azioni Azione 1 Sviluppo delle attività artigianali Lazione è volta alla creazione di nuove microimprese o allo sviluppo di quelle esistenti nel settore dellartigianato tipico locale basato sui processi di lavorazione tradizionali nel mondo rurale ed in particolare di quello agricolo e forestale.Piano di animazione Laore 2007-2013
  4. 4. Misura 312 Le azioniAzione 2 Sviluppo delle attività commercialiLazione tende alla integrazione del sistemaeconomico rurale con il settore delcommercio dei prodotti artigianali tipici, deiprodotti biologici e/o di qualità certificata,favorendo la creazione di nuove microimprese,la qualificazione di quelle già esistenti e/o la loroaggregazione anche attraverso lattivazione dimicrocircuito di distribuzione locale.Piano di animazione Laore 2007-2013
  5. 5. Misura 312 Le azioni Azione 3 Sviluppo delle attività di servizio Lazione è finalizzata allavvio di nuove attività imprenditoriali e allo sviluppo di quelle esistenti che forniscono: – servizi di consulenza e accompagnamento alla nascita e allo sviluppo dimpresa (elaborazione di business plan, piani di marketing, etc.) e di supporto ai processi di sviluppo locali e di comunicazione, promozione, ricerca, etc.; – servizi alla persona nei settori socio- assistenziale, turistico, culturale, ricreativo, sportivo, etc.; – servizi rivolti ad attività di tutela e promozione del territorio e dellambiente.Piano di animazione Laore 2007-2013
  6. 6. Misura 312 Risorse finanziarie Dotazione Volume degli Contributo IntensitàAzione finanziaria investimenti massimo dell’aiutoazione 1 600.000,00 1.200.000,00 125.000,00azione 2 400.000,00 800.000,00 65.000,00 50%azione 3 300.000,00 600.000,00 65.000,00TOTALE 1.300.000,00 2.600.000,00 Il sostegno è calcolato ed erogato alle condizioni previste dal Regolamento (CE) n. 1998/2006, relativo all’applicazione degli articoli 87 e 88 del Trattato agli aiuti d’importanza minore (de minimis) che prevede un limite complessivo di aiuti concessi ad una medesima impresa non superiore a € 200.000,00 nell’arco di tre esercizi finanziari (esercizio finanziario in corso e i due precedenti). Piano di animazione Laore 2007-2013
  7. 7. Misura 312 Criteri di ammissibilità Ambito territorialeSaranno finanziati gli interventilocalizzati nei Comuni C1 e D1 facentiparte del GAL:Sindia, Bortigali, Silanus, Lei,Bolotana, Noragugume, Dualchi,Borore.Piano di animazione Laore 2007-2013
  8. 8. Misura 312 Criteri di ammissibilità BeneficiariPossono accedere ai finanziamenti:Microimprese non agricole, secondo quanto previsto dall’art. 54 Reg. (CE)1698/2005 e come definite nella raccomandazione 2003/361/CE, già operanti o dinuova costituzione.Una microimpresa è definita come unimpresa il cui organico sia inferiore a 10persone e il cui fatturato o il totale di bilancio annuale non superi 2 milioni di euro.Il richiedente dovrà dimostrare la disponibilità giuridica dei beni immobili nei quali siintendono effettuare gli investimenti per un periodo non inferiore a 10 anni adecorrere dalla presentazione della domanda daiuto (Allegato A).E consentito presentare domanda per una sola Azione.Piano di animazione Laore 2007-2013
  9. 9. Misura 312 Criteri di ammissibilità RequisitiIl beneficiario deve garantire il possesso dei requisiti di accesso al finanziamentoe di quelli che determinano punteggi e priorità per almeno 5 anni dalla data dellaconcessione dell’aiuto, fatte salve le cause di forza maggiore, pena la esclusionedal sostegno con revoca del provvedimento concessivo e recupero degli importierogati.I controlli possono essere di tipo amministrativo, in loco ed ex post.Piano di animazione Laore 2007-2013
  10. 10. Misura 312 Esclusioni specificheNon potranno essere beneficiarie le imprese in difficoltà ai sensi degliorientamenti comunitari sugli aiuti di stato per il salvataggio e laristrutturazione di imprese in difficoltà; in particolare, sono esclusi i soggettiin stato di fallimento, liquidazione, concordato preventivo oamministrazione controllata.Piano di animazione Laore 2007-2013
  11. 11. Azione 1 Sviluppo delle attività artigianali
  12. 12. Azione 1: Sviluppo delle attività artigianaliCondizioni di ammissibilità L’attività d’impresa deve essere finalizzata alla produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti non compresi nell’allegato I del Trattato, basati su processi di lavorazione artigianale tipici del mondo rurale. Le strutture devono essere destinate alla produzione, trasformazione e/o commercializzazione di prodotti tipici e tradizionali del territorio del GAL Marghine, non compresi nell’allegato I del Trattato. A titolo di esempio: pani, dolci, pasta, liquori, prodotti dell’apicoltura escluso il miele, produzione di oli essenziali, artigianato artistico, tessitura, sartoria, pelletteria, oreficeria, intreccio, coltelli, lavorazione del legno, del ferro, del sughero (lavorazioni tradizionali ed artistiche, oggettistica, utensileria), lavorazione delle pietre. Piano di animazione Laore 2007-2013
  13. 13. Azione 1: Sviluppo delle attività artigianaliCondizioni di ammissibilità Gli interventi devono essere realizzati nel rispetto delle caratteristiche strutturali ed architettoniche tipiche della zona e dell’ambiente rurale con l’utilizzo dei materiali, delle forme e delle tecniche costruttive delle tradizioni locali. Piano di animazione Laore 2007-2013
  14. 14. Azione 1: Sviluppo delle attività artigianaliCondizioni di ammissibilità I richiedenti dovranno rispettare i seguenti requisiti: essere microimpresa iscritta all’albo delle imprese artigiane della C.C.I.A.A. e, per la microimpresa di nuova costituzione, limpegno all’iscrizione (Impegno alla costituzione di nuova impresa secondo lAllegato A1); avere la disponibilità giuridica dei beni immobili nei quali si intendono effettuare gli investimenti per un periodo non inferiore a 10 anni a decorrere dalla presentazione della domanda daiuto. In caso di immobili non di proprietà, di possedere lautorizzazione del/i proprietario/i alla realizzazione degli interventi (Allegato B). Piano di animazione Laore 2007-2013
  15. 15. Azione 1: Sviluppo delle attività artigianaliInterventi ammissibili adeguamenti strutturali strettamente finalizzati allo svolgimento delle attività artigianali: ristrutturazione, adeguamento e ampliamento dei locali da destinare alle attività produttive e di servizio (opere edili, infissi se non adeguati, impianti, anche per la produzione di energia solare fotovoltaica ai fini dell’autoconsumo aziendale); acquisto di hardware, software, tecnologie, servizi (es. creazione di siti web, ecc.); acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature per la creazione, l’ammodernamento, il potenziamento e l’ampliamento dell’attività; Piano di animazione Laore 2007-2013
  16. 16. Azione 1: Sviluppo delle attività artigianaliInterventi ammissibili studi di fattibilità e assistenza (solo se collegate ad investimenti materiali) finalizzati alla creazione, ammodernamento, potenziamento e ampliamento dell’attività; consulenze per innovazione tecnologica, organizzativa e commerciale; acquisto di brevetti e licenze; spese generali. Piano di animazione Laore 2007-2013
  17. 17. Azione 1: Sviluppo delle attività artigianaliInterventi non ammissibili acquisto di immobili; nuove costruzioni; acquisto di materiale, impianti, macchinari e attrezzature usate; acquisti di materiali di consumo, minuterie ed utensili di uso comune; scorte di materie prime, semilavorati e beni di consumo, imballaggi; interventi di sostituzione. Si considerano tali gli investimenti (di natura edilizia oppure consistenti nell’acquisto di macchinari) che non aumentano la capacità di produzione, non modificano sostanzialmente la natura della produzione/tecnologia utilizzata, non modificano in modo significativo i costi di gestione, non apportano consistenti vantaggi ambientali e di risparmio energetico; nel caso di leasing, i costi connessi al contratto (garanzia del concedente, costi di rifinanziamento degli interessi, spese generali, oneri assicurativi, ecc.). IVA. Piano di animazione Laore 2007-2013
  18. 18. Azione 2 Sviluppo delle attività commerciali
  19. 19. Azione 2: Sviluppo delle attività commercialiCondizioni di ammissibilità L’investimento deve essere finalizzato alla commercializzazione di prodotti non compresi nell’allegato I del Trattato, basati su processi di lavorazione artigianale tipici del mondo rurale, con particolare riferimento al comparto agricolo e/o forestale. Gli interventi devono essere realizzati nel rispetto delle caratteristiche strutturali ed architettoniche tipiche della zona e dell’ambiente rurale con l’utilizzo dei materiali, delle forme e delle tecniche costruttive delle tradizioni locali. Piano di animazione Laore 2007-2013
  20. 20. Azione 2: Sviluppo delle attività commercialiCondizioni di ammissibilità L’investimento deve essere finalizzato alla commercializzazione di prodotti non compresi nell’allegato I del Trattato, basati su processi di lavorazione artigianale tipici del mondo rurale, con particolare riferimento al comparto agricolo e/o forestale. I richiedenti dovranno rispettare i seguenti requisiti: essere microimpresa iscritta al registro delle Imprese della C.C.I.A.A. e, per la microimpresa di nuova costituzione, limpegno all’iscrizione (Impegno alla costituzione di nuova impresa secondo lAllegato A2); avere la disponibilità giuridica dei beni immobili nei quali si intendono effettuare gli investimenti per un periodo non inferiore a 10 anni a decorrere dalla presentazione della domanda daiuto. In caso di immobili non di proprietà, di possedere lautorizzazione del/i proprietario/i alla realizzazione degli interventi (Allegato B) Piano di animazione Laore 2007-2013
  21. 21. Azione 2: Sviluppo delle attività commercialiInterventi ammissibili adeguamenti strutturali strettamente finalizzati allo svolgimento delle attività commerciali: ristrutturazione, adeguamento e ampliamento dei locali da destinare alle attività produttive e di servizio (opere edili, infissi se non adeguati, impianti, anche per la produzione di energia solare fotovoltaica ai fini dell’autoconsumo aziendale); acquisto di hardware, software, tecnologie, servizi (es. creazione di siti web, ecc.); acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature per la creazione, l’ammodernamento, il potenziamento e l’ampliamento dell’attività; Piano di animazione Laore 2007-2013
  22. 22. Azione 2: Sviluppo delle attività commercialiInterventi ammissibili studi di fattibilità e assistenza (solo se collegate ad investimenti materiali) finalizzati alla creazione, ammodernamento, potenziamento e ampliamento dell’attività; consulenze per innovazione tecnologica, organizzativa e commerciale; acquisto di brevetti e licenze; spese generali. Piano di animazione Laore 2007-2013
  23. 23. Azione 2: Sviluppo delle attività commercialiInterventi non ammissibili acquisto di immobili; nuove costruzioni; acquisto di materiale, impianti, macchinari e attrezzature usate; acquisti di materiali di consumo, minuterie ed utensili di uso comune; scorte di materie prime, semilavorati e beni di consumo, imballaggi; interventi di sostituzione. Si considerano tali gli investimenti (di natura edilizia oppure consistenti nell’acquisto di macchinari) che non aumentano la capacità di produzione, non modificano sostanzialmente la natura della produzione/tecnologia utilizzata, non modificano in modo significativo i costi di gestione, non apportano consistenti vantaggi ambientali e di risparmio energetico; nel caso di leasing, i costi connessi al contratto (garanzia del concedente, costi di rifinanziamento degli interessi, spese generali, oneri assicurativi, ecc.). IVA. Piano di animazione Laore 2007-2013
  24. 24. Azione 3 Sviluppo delle attività di servizio
  25. 25. Azione 3: Sviluppo delle attività di servizioCondizioni di ammissibilità L’attività d’impresa deve essere finalizzata ad una delle seguenti attività di servizi: 1) servizi di consulenza e accompagnamento alla nascita e sviluppo d’impresa, di supporto ai processi locali di sviluppo e di comunicazione, promozione, ricerca, innovazione tecnologica, innovazione di processo e prodotto; 2) servizi alla persona nei settori socio-assistenziali, turistico, culturale, ricreativo, sportivo ed altro; 3) servizi relativi ad attività di tutela e promozione del territorio e dell’ambiente. Piano di animazione Laore 2007-2013
  26. 26. Azione 3: Sviluppo delle attività di servizioCondizioni di ammissibilità I richiedenti dovranno rispettare i seguenti requisiti: essere microimpresa iscritta al Registro delle imprese della C.C.I.A.A. e, per la microimpresa di nuova costituzione, impegno all’iscrizione (Impegno alla costituzione di nuova impresa secondo lAllegato A3); avere la disponibilità giuridica dei beni immobili nei quali si intendono effettuare gli investimenti per un periodo non inferiore a 10 anni a decorrere dalla presentazione della domanda daiuto. In caso di immobili non di proprietà, di possedere lautorizzazione del/i proprietario/i alla realizzazione degli interventi (Allegato B) Piano di animazione Laore 2007-2013
  27. 27. Azione 3: Sviluppo delle attività di servizioInterventi ammissibili adeguamenti strutturali strettamente finalizzati allo svolgimento delle attività: ristrutturazione, adeguamento e ampliamento dei locali da destinare alle attività di servizio (opere edili, infissi se non adeguati, impianti, anche per la produzione di energia solare fotovoltaica ai fini dell’autoconsumo aziendale); acquisto di hardware, software, tecnologie, servizi (es. creazione di siti web, ecc.); acquisto di nuovi macchinari, impianti e attrezzature per la creazione, l’ammodernamento, il potenziamento e l’ampliamento dell’attività; Piano di animazione Laore 2007-2013
  28. 28. Azione 3: Sviluppo delle attività di servizioInterventi ammissibili studi di fattibilità e assistenza (solo se collegate ad investimenti materiali) finalizzati alla creazione, ammodernamento, potenziamento e ampliamento dell’attività; consulenze per innovazione tecnologica, organizzativa e commerciale; acquisto di brevetti e licenze; spese generali. Piano di animazione Laore 2007-2013
  29. 29. Azione 3: Sviluppo delle attività di servizioInterventi non ammissibili acquisto di immobili; nuove costruzioni; acquisto di materiale, impianti, macchinari e attrezzature usate; acquisti di materiali di consumo, minuterie ed utensili di uso comune; scorte di materie prime, semilavorati e beni di consumo, imballaggi; interventi di sostituzione. Si considerano tali gli investimenti (di natura edilizia oppure consistenti nell’acquisto di macchinari) che non aumentano la capacità di produzione, non modificano sostanzialmente la natura della produzione/tecnologia utilizzata, non modificano in modo significativo i costi di gestione, non apportano consistenti vantaggi ambientali e di risparmio energetico; nel caso di leasing, i costi connessi al contratto (garanzia del concedente, costi di rifinanziamento degli interessi, spese generali, oneri assicurativi, ecc.); IVA. Piano di animazione Laore 2007-2013
  30. 30. Misura 312 Spese ammissibili
  31. 31. Misura 312 Spese ammissibiliSaranno ritenute ammissibili le spese previste dalle “Linee guidasull’ammissibilità delle spese relative allo sviluppo rurale e a interventianaloghi” e dalla normativa nazionale e regionale vigente, sostenute dalbeneficiario successivamente alla presentazione della domanda di aiuto,fatte salve le spese propedeutiche alla presentazione della domanda stessa(progettazione, acquisizione autorizzazioni, pareri, studi di fattibilità, nullaosta, ecc.) solo se effettuate nei 12 mesi precedenti la presentazione delladomanda.La spesa massima ammissibile per le diverse voci di costo è determinatautilizzando il prezzario regionale per le opere pubbliche.Piano di animazione Laore 2007-2013
  32. 32. Misura 312 Spese ammissibiliI beni acquistati devono essere nuovi e privi di vincoli o ipoteche e sullerelative fatture deve essere indicato con chiarezza l’oggetto dell’acquisto e,in funzione della tipologia del bene, il numero seriale o di matricola.Le spese per investimenti immateriali connesse ad investimentimateriali possono essere giudicate ammissibili se direttamente legate aquesti ultimi. In tal caso, la quota complessiva delle spese immateriali,comprensiva anche delle spese generali, non possono esseresuperiori al 25% dellintero investimento.L’IVA è esclusa dalle spese ammissibili.Non sono ammissibili opere di carattere edile realizzate direttamentedal beneficiario.Piano di animazione Laore 2007-2013
  33. 33. Misura 312 Spese ammissibiliSpese generali Le spese generali direttamente collegate agli interventi ammessi, saranno riconosciute fino alla concorrenza del: – 12% del costo totale degli investimenti materiali realizzati per l‘Azione 1 – Sviluppo di attività artigianali; se il progetto riguarda esclusivamente lacquisto di beni mobili tale percentuale non potrà superare il 7%; – 10% del costo totale degli investimenti materiali realizzati per l’ Azione 2- Sviluppo attività commerciali e per l’Azione 3 – Sviluppo delle attività di servizio; se il progetto riguarda esclusivamente lacquisto di beni mobili tale percentuale non potrà superare il 5%; Rientrano tra le spese generali gli onorari di professionisti e consulenti per progettazione, consulenza tecnica e direzione dei lavori, spese per la tenuta di conto corrente (purché si tratti di c/c appositamente aperto e dedicato all’operazione). Piano di animazione Laore 2007-2013
  34. 34. Misura 312 Criteri di valutazione
  35. 35. Misura 312 Criteri di valutazioneLe istanze di finanziamento presentate verranno selezionate attraverso dellegriglie specifiche per ciascuna azione prevista dalla misura.I criteri di valutazione tengono conto dei punteggi definiti a livello regionale(punteggio RAS) a cui si sommano i punteggi definiti dal GAL Marghine, infunzione degli obiettivi del PSL (Punteggi GAL). I criteri, riguardanti priorità legateal richiedente, alle caratteristiche della microimpresa, dell’intervento proposto edell’attività sono riportati nelle seguenti tabelle:Piano di animazione Laore 2007-2013
  36. 36. Misura 312 Criteri di valutazione – Azione 1 Punteggi CRITERI DI VALUTAZIONE AZIONE 1 RAS GAL Totale1 – Caratteristiche del richiedente - Domanda daiuto presentata da: 25 12 371.a) (*) Giovani (< 40 anni) 5 4 91.b) (*) Donne 5 4 91.c) Persona disabile (**) 5 - 51.d) (*) Possesso di titolo di studio (laurea quinquennale, triennale, diploma scuola media 5 4 9superiore)1.e) Azienda che partecipa a reti tra microimprese1 5 - 52 – Caratteristiche della microimpresa 20 4 242.a) Localizzazione all’interno di siti della rete Natura 2000 (SIC e ZPS) - Azienda localizzata in 10 - 10un comune che ricomprende siti della Rete Natura 2000 (SIC e ZPS)2.b) Certificazione di qualità aziendaliAdesione ai seguenti protocolli di controllo di qualità certificati: 1) ISO 9001 – Certificazione del sistema di gestione per la qualità; 5 - 5 2) ISO 14001 – Certificazione del sistema di gestione ambientale; 3) Registrazione EMAS2.c) Creazione di imprese ex-novo – Soggetti che intendano avviare una nuova attività 5 4 9artigianali fra quelle previste dall’azione Piano di animazione Laore 2007-2013
  37. 37. Misura 312 Criteri di valutazione – Azione 1 Punteggi CRITERI DI VALUTAZIONE AZIONE 1 RAS GAL Totale3 - Caratteristiche dellintervento proposto 15 4 193.a) Intervento corredato di progetto cantierabile, completo cioè di tutte le autorizzazioni 5 - 5necessarie per l’avvio dei lavori3.b) Intervento diretto a favorire l’accesso ai disabili, con esclusione di quelli resi già obbligatoridalla normativa vigente o volti alla creazione di percorsi specifici per particolari categorie di 5 4 9disabilità (es. percorsi per non vedenti, etc.)3.c) Intervento finalizzato al risparmio energetico 5 - 54 – Caratteristiche dell’attività 15 5 204.a) Attività localizzata negli immobili di cui alla Misura 322 “Sviluppo e rinnovamento dei villaggi” 5 - 5– Azione 14.b) Attività che prevede la produzione e l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili e/o il risparmio 5 3 8idrico nel processo produttivo4.c) Attività che prevede l’utilizzo delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione 5 2 7(ITC) TOTALE 75 25 100 Piano di animazione Laore 2007-2013
  38. 38. Misura 312 Criteri di valutazione – Azione 2 Punteggi CRITERI DI VALUTAZIONE AZIONE 2 RAS GAL Totale1 – Caratteristiche del richiedente - Domanda daiuto presentata da: 25 12 371.a) (*) Giovani (< 40 anni) 5 4 91.b) (*) Donne 5 4 91.c) Persona disabile (**) 5 - 51.d) (*) Possesso di titolo di studio (laurea quinquennale, triennale, diploma scuola media 5 4 9superiore)1.e) Azienda che partecipa a reti tra microimprese1 5 - 52 – Caratteristiche della microimpresa 20 4 242.a) Localizzazione all’interno di siti della rete Natura 2000 (SIC e ZPS) - Azienda localizzata in 10 - 10un comune che ricomprende siti della Rete Natura 2000 (SIC e ZPS)2.b) Certificazione di qualità aziendaliAdesione ai seguenti protocolli di controllo di qualità certificati: 1) ISO 9001 – Certificazione del sistema di gestione per la qualità; 5 - 5 2) ISO 14001 – Certificazione del sistema di gestione ambientale; 3) Registrazione EMAS2.c) Creazione di imprese ex-novo – Soggetti che intendano avviare una nuova attività 5 4 9commerciale fra quelle previste dall’azione Piano di animazione Laore 2007-2013
  39. 39. Misura 312 Criteri di valutazione – Azione 2 Punteggi CRITERI DI VALUTAZIONE AZIONE 2 RAS GAL Totale3 - Caratteristiche dellintervento proposto 15 4 193.a) Intervento corredato di progetto cantierabile, completo cioè di tutte le autorizzazioni 5 - 5necessarie per l’avvio dei lavori3.b) Intervento diretto a favorire l’accesso ai disabili, con esclusione di quelli resi già obbligatoridalla normativa vigente o volti alla creazione di percorsi specifici per particolari categorie di 5 4 9disabilità (es. percorsi per non vedenti, etc.)3.c) Intervento finalizzato al risparmio energetico 5 - 54 – Caratteristiche dell’attività 10 3 134.a) Attività localizzata negli immobili di cui alla Misura 322 “Sviluppo e rinnovamento dei villaggi” 5 - 5– Azione 14.b) Attività che prevede l’utilizzo delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione 5 3 8nello svolgimento dell’attività (e-commerce, ecc.) TOTALE 70 23 93 Piano di animazione Laore 2007-2013
  40. 40. Misura 312 Criteri di valutazione – Azione 3 Punteggi CRITERI DI VALUTAZIONE AZIONE 3 RAS GAL Totale1 – Caratteristiche del richiedente - Domanda daiuto presentata da: 25 12 371.a) (*) Giovani (< 40 anni) 5 4 91.b) (*) Donne 5 4 91.c) Persona disabile (**) 5 - 51.d) (*) Possesso di titolo di studio (laurea quinquennale, triennale, diploma scuola media 5 4 9superiore)1.e) Azienda che partecipa a reti tra microimprese1 5 - 52 – Caratteristiche della microimpresa 20 4 242.a) Localizzazione all’interno di siti della rete Natura 2000 (SIC e ZPS) - Azienda localizzata in 10 - 10un comune che ricomprende siti della Rete Natura 2000 (SIC e ZPS)2.b) Certificazione di qualità aziendaliAdesione ai seguenti protocolli di controllo di qualità certificati: 1) ISO 9001 – Certificazione del sistema di gestione per la qualità; 5 - 5 2) ISO 14001 – Certificazione del sistema di gestione ambientale; 3) Registrazione EMAS2.c) Creazione di imprese ex-novo – Soggetti che intendano avviare una nuova attività di servizi 5 4 9fra quelle previste dall’azione Piano di animazione Laore 2007-2013
  41. 41. Misura 312 Criteri di valutazione – Azione 3 Punteggi CRITERI DI VALUTAZIONE AZIONE 3 RAS GAL Totale3 - Caratteristiche dellintervento proposto 15 4 193.a) Intervento corredato di progetto cantierabile, completo cioè di tutte le autorizzazioni 5 - 5necessarie per l’avvio dei lavori3.b) Intervento diretto a favorire l’accesso ai disabili, con esclusione di quelli resi già obbligatoridalla normativa vigente o volti alla creazione di percorsi specifici per particolari categorie di 5 4 9disabilità (es. percorsi per non vedenti, etc.)3.c) Intervento finalizzato al risparmio energetico 5 - 54 – Caratteristiche dell’attività 15 5 204.a) Attività rivolta ad un’utenza prevalente di persone della terza età, dell’infanzia o della 5 2 7disabilità4.b) Attività complementare allo sviluppo del turismo 5 2 74.c) Attività che prevede l’utilizzo delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione 5 1 6nello svolgimento del servizio TOTALE 75 25 100 Piano di animazione Laore 2007-2013
  42. 42. Misura 312 Iter procedurale per la concessione degli aiuti
  43. 43. Misura 312 Iter procedurale per la concessione degli aiutiDomanda di aiutoa. Costituzione del fascicolo unico aziendale;b. Presentazione delle domande di aiuto;c. Istruttoria;d. Graduatoria provvisoria delle domande;e. Presentazione dei progetti;f. Istruttoria dei progetti;g. Graduatoria definitiva. Piano di animazione Laore 2007-2013
  44. 44. Misura 312 Iter procedurale per la concessione degli aiuti Costituzione del fascicolo unico aziendaleI soggetti che intendono presentare domanda di aiuto hanno l’obbligo dicostituire/aggiornare il fascicolo aziendale di cui al D.P.R. n. 503 del01.12.1999.La costituzione/aggiornamento del fascicolo aziendale deve essere attuataprima della compilazione della domanda di aiuto presso un CentroAssistenza Agricola (CAA) autorizzato da AGEA previo conferimento dimandato scritto. Piano di animazione Laore 2007-2013
  45. 45. Misura 312 Iter procedurale per la concessione degli aiuti Presentazione delle domande di aiutoLa domanda di aiuto deve essere compilata e trasmessa/rilasciata per viatelematica utilizzando il Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN), disponibileall’indirizzo www.sian.it dal 18 gennaio 2012 al 16 aprile 2012.I soggetti abilitati alla compilazione e trasmissione/rilascio della domanda per viatelematica sono i CAA, che hanno ricevuto dai richiedenti un mandato scrittomediante apposito modulo.La domanda trasmessa per via telematica deve essere quindi stampata,sottoscritta ed inviata al GAL Marghine, corredata dalla seguentedocumentazione.Piano di animazione Laore 2007-2013
  46. 46. Misura 312 Iter procedurale per la concessione degli aiuti Allegati alla domanda di aiuto1. Copia di un documento di identità del richiedente in corso di validità;2. Nel caso di progetto presentato da società o cooperative: deliberazione dellorgano sociale competente (Assemblea dei Soci, Consiglio di Amministrazione, ecc.) di autorizzazione per il rappresentante legale a richiedere il finanziamento.3. Nel caso di domande presentate da soggetti che intendano costituirsi in forma societaria: atto, anche nella forma della scrittura privata, con il quale i potenziali soci dichiarano di impegnarsi a costituirsi, a pena di revoca del finanziamento, in società o cooperativa e danno mandato al richiedente per la presentazione delle domande di aiuto e pagamento e per la riscossione del contributo erogato.Piano di animazione Laore 2007-2013
  47. 47. Misura 312 Iter procedurale per la concessione degli aiuti Allegati alla domanda di aiuto4. Scheda tecnica di misura/azione (Allegato A1, A2, A3 a seconda che si presenti domanda di aiuto per lAzione 1, 2 o 3) contenente dichiarazione ai sensi dell’art. 46 e 47 del DPR 28 dicembre 2000 n. 445.5. Per gli investimenti da realizzarsi su beni immobili non di proprietà della microimpresa richiedente: Autorizzazione del/i proprietario/i alla realizzazione degli interventi, con allegata copia/e del/i documento/i di identità in corso di validità. L’autorizzazione dovrà essere prodotta anche nei casi di comproprietà o comunione dei beni. (Allegato B).6. Tabella Riepilogo dei costi d’investimento (Allegato C del bando).Piano di animazione Laore 2007-2013
  48. 48. Misura 312 Iter procedurale per la concessione degli aiuti Presentazione delle domande di aiutoLa domanda cartacea completa degli allegati richiesti deve esserecontenuta in un plico che deve riportare la dizione “PSR Sardegna 2007-2013 – Misura 312 – AZIONE__” (precisare l’azione per cui si presentadomanda), il CUAA e il numero di domanda assegnato dal SIANe deve pervenire al GAL Marghine, Corso Umberto I, n° 186, 08015Macomer (NU) entro le ore 18.00 del 2/05/2012 pena la suairricevibilità (non farà fede il timbro postale).Piano di animazione Laore 2007-2013
  49. 49. Grazie per l’attenzionePiano di animazione Laore 2007-2013
  50. 50. Reti di microimpreseLegge 9.4.2009, n. 33 art.3, comma 4-ter (disposizioni a sostegno dei settori industriali in crisi “decretoincentivi”), modificata dall’art.42, comma 2-bis DL n.78/2010, convertito con la L. n.122 del 30.07.2010(Misure urgenti in materia di stabilizzazione finanziaria e di competitività economica)Con il contratto di rete due o più imprese si obbligano ad esercitare in comune una o più attivitàeconomiche rientranti nei rispettivi oggetti sociali allo scopo di accrescere la reciproca capacità innovativae la competitività sul mercato. Il contratto è redatto per atto pubblico o per scrittura privata autenticata, edeve indicare:a) la denominazione sociale delle imprese aderenti alla rete;b) l`indicazione delle attività comuni poste a base della rete;c) l`individuazione di un programma di rete, che contenga l`enunciazione dei diritti e degli obblighi assunti da ciascuna impresa partecipante e le modalità di realizzazione dello scopo comune da perseguirsi attraverso l`istituzione di un fondo patrimoniale comune, in relazione al quale sono stabiliti i criteri di valutazione dei conferimenti che ciascun contraente si obbliga ad eseguire per la sua costituzione e le relative modalità di gestione, ovvero mediante ricorso alla costituzione da parte di ciascun contraente di un patrimonio destinato all`affare, ai sensi dell`articolo 2447-bis, primo comma, lettera a) del codice civile;d) la durata del contratto e le relative ipotesi di recesso;e) l`organo comune incaricato di eseguire il programma di rete, i suoi poteri anche di rappresentanza e le modalità di partecipazione di ogni impresa alla attività dell`organo.Il contratto di rete è soggetto a iscrizione nella sezione del registro delle imprese presso cui è iscrittociascun partecipante e lefficacia del contratto inizia a decorrere da quando è stata eseguita lultima delleiscrizioni prescritte a carico di tutti coloro che ne sono stati sottoscrittori originari.Piano di animazione Laore 2007-2013

×