Il Piano di Sviluppo Locale 2007_2013 del GAL Marghine in sintesi

516 views
444 views

Published on

Presentazione di sintesi del PSL del Gal Marghine - Fondazione di Partecipazione

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
516
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Il Piano di Sviluppo Locale 2007_2013 del GAL Marghine in sintesi

  1. 1. Il Piano di Sviluppo Locale 2007-2013 “S’Abbreschida de su Marghine” GAL Marghine Fondazione di Partecipazione Presentazione di sintesi
  2. 2. GAL Marghine Fondazione di Partecipazione Il territorioL’area comprende 10comunie s t e n s i o n ecomplessiva: Kmq 534Popolazione residente(2001): 25.030 abitantiPopolazione residente(2007): 23.883 abitantidimensione media deicomuni: di 2.388 ab.
  3. 3. GAL Marghine Fondazione di Partecipazione Problematiche, criticità1. Spopolamento 1.142 abitanti in meno nel periodo 2000-20072. Servizi per la Progressivo invecchiamento della popolazione e popolazione rurale servizi inadeguati alle nuove esigenze Bassa occupazione femminile; Elevata disoccupazione giovanile;3. D e b o l e z z a d e l tessuto economico Bassi livelli di scolarizzazione; locale Limitata dimensione delle imprese; Difficoltà di accesso al credito;4. I n a d e g u a t a Difficoltà di creare luoghi di confronto tra le imprese, la governance locale società civile e le istituzioni locali.
  4. 4. GAL Marghine Fondazione di Partecipazione Risorse e opportunità Le aree SIC di pregio ambientale, i paesaggi, leL’ambiente naturale biodiversità, le risorse idriche, i boschi. Villaggi nuragici, nuraghi, tombe dei giganti, necropoli,Il patrimonio archeologico dolmen solo per citarne alcuni. Quella lattiero casearia e quella della lavorazioneL’industria agroalimentare delle carni. I formaggi, i dolci, i pani tradizionali, la liquoristica, laL’agroalimentare tipico sapa, il miele, l’olio, ecc. il tessile, il legno, il ferro battuto, l’oreficeria, laL’artigianato tradizionale pelletteria, la lavorazione delle pietre, ecc. caratterizzato dalla importante presenza di cooperativeIl dinamismo in ambito sociale ed associazioni di volontariato. Con i suoi collegamenti viari e ferroviari rappresentaLa centralità del Marghine una importante opportunità per la valorizzazione delle peculiarità locali e per lo sviluppo del territorio.
  5. 5. GAL Marghine Fondazione di Partecipazione Il Piano di Sviluppo LocaleIndividua:1.L’analisi di contesto2.Punti di forza, di debolezza,opportunità, minacce3.La strategia di sviluppo (obiettivi,misure, azioni)4.Le risorse
  6. 6. GAL Marghine Fondazione di Partecipazione Gli obiettivi del PSL Obiettivi generali: Obiettivi specifici:Potenziare i servizi alla 1.Aumentare i servizi alla personapopolazione ed alleimprese 2.Incrementare i servizi alle imprese 3.Rafforzare l’economia locale nei settori agricoltura, artigianato, turismo, servizi e commercioDiversificazionedell’economia rurale 4.Rendere fruibile l’ambiente e il territorio 5.Aumentare la collaborazione tra le imprese le istituzioni e la società civile
  7. 7. GAL Marghine Fondazione di Partecipazione Gli obiettivi del PSL Obiettivo: La Strategia 1.Valorizzare il ruolo multifunzionale dell’impresa agricola 2.Mettere in relazione imprese agricole e sistema1. Aumentare i servizi sociale alla persona 3.Interventi di conciliazione 4.Sviluppare servizi con l’ausilio del TIC
  8. 8. GAL Marghine Fondazione di Partecipazione Gli obiettivi del PSL Obiettivo: La Strategia 1.Accompagnamento alla nascita di nuove microimprese 2.Rafforzamento delle microimprese esistenti2. Incrementare i servizi alle imprese 3.Rafforzamento delle reti di cooperazione 4.Sviluppo di forme per la facilitazione dell’accesso al credito
  9. 9. GAL Marghine Fondazione di Partecipazione Gli obiettivi del PSL Obiettivo: La Strategia 1.Valorizzazione del ruolo multifunzionale dell’impresa agricola 2.Favorire la creazione di nuove microimprese in collegamento con l’ambiente, il sistema sociale e le3. R a f f o r z a r e specificità territoriali l’economia locale nei settori agricoltura, 3.Incrementando la competitività delle imprese artigianato, turismo, esistenti servizi e commercio 4.Incrementando i livelli di occupazione femminile e giovanile 5.Approccio integrato che metta in relazione le imprese e le istituzioni locali
  10. 10. GAL Marghine Fondazione di Partecipazione Gli obiettivi del PSL Obiettivo: La Strategia 1.Valorizzazione degli attrattori ambientali e del patrimonio rurale 2.Attivazione di un sistema turistico integrato (reti) con la realizzazione di itinerari4. Rendere fruibile 3.Promozione del territorio (marketing territoriale) l’ambiente e il territorio 4.Creazione di piccole infrastrutture per il turismo 5.Messa in rete delle strutture ricettive 6.Miglioramento dei servizi
  11. 11. GAL Marghine Fondazione di Partecipazione Gli obiettivi del PSL Obiettivo: La Strategia 1.Favorire l’integrazione dei soggetti e aumentare la loro partecipazione ai processi decisionali5. Aumentare la 2.Creare occasioni di confronto tra le istituzioni, le collaborazione tra le imprese e la società civile imprese, le istituzioni e la società civile 3.Integrazione tra i diversi settori per la valorizzazione delle specificità locali
  12. 12. GAL Marghine Fondazione di Partecipazione Risultati attesi1.Incremento del reddito a seguito della diversificazione dell’economia locale;2.Incremento dell’occupazione (in particolare giovanile e femminile) nei settori deiservizi (turistici sociali culturali), nelle produzioni tipiche e dell’artigianato, nelcommercio delle produzioni locali;3.Incremento della qualità e del numero dei servizi a favore delle Comunità locali;4.Aumentano le reti di cooperazione finalizzate alla valorizzazione delle produzionilocali ed alla tutela e promozione del territorio;5.Aumento del flusso di visitatori nei segmenti turismo archeologico, ambientale,culturale e gastronomico.
  13. 13. GAL Marghine Fondazione di Partecipazione Lo StatutoLa Fondazione si propone il seguente scopo:“La crescita economica, sociale e culturaledelle comunità della Regione Storica Marghinemediante la valorizzazione in generale dellerisorse specifiche locale ed in particolare dellezone rurali attraverso un piano di sviluppolocale con una strategia territoriale condivisa”.
  14. 14. GAL Marghine Fondazione di Partecipazione Gli OrganiConsiglio di AmministrazioneAssemblea di IndirizzoComitato Tecnico Scientifico
  15. 15. GAL Marghine Fondazione di Partecipazione Il Gruppo di Azione LocaleSoci del GAL 167Privati 154Agricoltori 25Artigiani 20Commercianti 19Operatori dei servizi compreso il turismo 26Altro (Società civile, volontariato, ecc.) 64Donne 28,7%Giovani (età inferiore ai 40 anni) 35,3%
  16. 16. GAL Marghine Fondazione di Partecipazione I Tavoli tematici  Creazione degli itinerari e circuiti;  Valorizzazione del paesaggistico rurale, del patrimonio ambientale,Turismo Rurale: delle biodiversità, delle tradizioni e cultura locali;  Miglioramento dei servizi per la fruizione ambientale, naturalistica, ricreativa.  Sostegno al consumo delle produzioni locali e i mercati diVendita diretta : prossimità: mercati dei produttori, gruppi di acquisto solidale, la ristorazione collettiva.  Rete di collaborazione fra impresa agricola (fattoria sociale),L’agricoltura impresa sociale, volontariato sociale per migliorare la qualità e sociale: l’offerta dei servizi a favore delle fasce deboli (inserimento lavorativo, terapia assistita, servizi di conciliazione).
  17. 17. GAL Marghine Fondazione di Partecipazione I Tavoli tematici  Rafforzare l’economia locale nei settori agricoltura, artigianato, turismo, servizi e commercio; Sostegno alle imprese:  Rafforzare le reti di cooperazione fra imprese;  Sostenere l’accesso al credito delle microimprese, Attivare i servizi di orientamento e consulenza imprenditoriale;  Favorire l’utilizzo delle TIC.  Facilitare il coordinamento tra istituzioni locali, imprese, società civile;Rafforzare la  Promuovere la partecipazione della comunità ai processigovernance decisionali per programmare lo sviluppo del territorio attraverso la valorizzazione delle risorse locali; locale:  Individuare una struttura tecnica dedicata di supporto

×