2013 05 19 safe host conference ta ta_a_quartucci_ presentation terra futura_ita

153 views
120 views

Published on

Sexual tourism against minors is a world plague that encompasses mainly the south east Asian region, Latin America, Africa and eastern Europe. Western countries are those which register the biggest outgoing fluxes. Sexual tourists abuse of the common channels and networks of tourism to reach their victims. Companies and workers in the sector may play an important role in the prevention and struggle against this practice. To be able to do this, they must learn how to identify and prevent it, they need to possess the knowledge and skills to identify it and have the tools to actively prevent those who exploit and those that make use of this practice from making use of tourist services to reach their victims. To Favor the establishment of a permanent social dialogue platform for tourism, encouraging the exchange and synergies between social parts throughout the whole supply chain, starting from the exchange of actions for the fight against child exploitation in the tourism sector, and the adoption of Directive 2011/92/EU. Analyze the ways in which services and tourism channels are used for illegal aims and identify changes linked with use of information and communication technologies. Evaluate good practices that social parts, individually or jointly, have enacted to prevent and fight against this phenomenon. Equip the tourism industry with innovative and practical tools for the struggle against child sexual exploitation throughout the whole supply chain.
Il turismo sessuale a danno dei minori è una piaga mondiale che attanaglia in modo particolare Sud-est asiatico, America Latina, Africa ed Europa orientale. I paesi occidentali sono quelli da cui si registrano i maggiori flussi in partenza. I turisti sessuali abusano dei canali e delle reti del turismo per raggiungere le loro vittime. Imprese e lavoratori del settore possono giocare un ruolo prezioso per prevenire e contrastare il fenomeno. Per farlo essi devono imparare a riconoscerlo e a prevenirlo, devono cioè avere le conoscenze e le competenze per identificarlo ed essere dotati di strumenti concreti per impedire a sfruttatori e clienti di utilizzare i servizi turistici per raggiungere le loro vittime. Favorire l’istituzione del tavolo di dialogo sociale europeo del turismo incoraggiando gli scambi e le sinergie tra gli attori sociali di tutta la filiera, a partire dalla condivisione di azioni per la lotta allo sfruttamento sessuale dei minori nel turismo e l’attuazione della Direttiva 2011/92/UE sul tema.Analizzare le modalità con cui i servizi e i canali del turismo vengono utilizzati per scopi impropri e identificare i cambiamenti legati all’uso delle tecnologie di informazione e comunicazione Censire le buone pratiche che le parti sociali individualmente o collegialmente hanno messo in campo per prevenire e contrastare il fenomeno. Dotare l’industria del turismo di strumenti innovativi e pratici per il contrasto allo sfruttamento sessuale dei minori lungo tutta la filiera

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
153
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

2013 05 19 safe host conference ta ta_a_quartucci_ presentation terra futura_ita

  1. 1. Supporting European Social Dialogue inTaking Action against Sexual Exploitation ofChildren in TourismFIRENZE19 maggio 201319 maggio 201319 maggio 201319 maggio 2013Anna QuartucciAnna QuartucciAnna QuartucciAnna QuartucciPresidente T.a.T.A.Presidente T.a.T.A.Presidente T.a.T.A.Presidente T.a.T.A.SAFE HOST projectThis project is supported by the financial contribution of the European CommissionDG social dialogueBudget heading: 04.03.03.01Anna Quartuccitata.w.care.association@gmail.com
  2. 2. Art. 29 “È opportuno che gli Stati membripromuovano un dialogo e una comunicazioneaperti con i paesi al di fuori dell’Unione “……..Anna Quartuccitata.w.care.association@gmail.comE quindi
  3. 3. Anna Quartucci tata.w.care.association@gmail.comRappresentano la filiera dei servizi delturismo
  4. 4. Anna Quartuccitata.w.care.association@gmail.comTutti i fornitori di servizi NEL TURISMOdovrebbero essere coinvolti
  5. 5. Cosa fa .T.a.T.A.?Cosa fa .T.a.T.A.?Cosa fa .T.a.T.A.?Cosa fa .T.a.T.A.?LOGO del progettoPer comunicare:Protezione dei bambini in tutti iluoghi del turismoAnna Quartuccitata.w.care.association@gmail.com
  6. 6. LabelprogettoPer sviluppare e aumentare attenzioneconsapevolezzaverrà utilizzato dopo aver fatto il corso con il Tool kitSu tutto il materiale, contratti di viaggio, esposto inalbergo etc.In modo da identificare con il logoSafeSafeSafeSafe HostHostHostHostun luogoSicuro per i bambiniAnna Quartuccitata.w.care.association@gmail.com
  7. 7. I concetti di base su cui abbiamo lavorato sono :protezione, scudo, abbraccio,cura, barriere di difesa.Anna Quartuccitata.w.care.association@gmail.com
  8. 8. Le icone riproducono l’impronta delle maniimpregnate di colore, un gioco dei bambinima ancheTanti colori, come tante sono le nazionalità di chilavora e di chi usufruisce dei servizi turisticiIl bambino al centro con tante mani che loproteggono.Anna Quartuccitata.w.care.association@gmail.com
  9. 9. Anna Quartuccitata.w.care.association@gmail.com
  10. 10. Anna Quartuccitata.w.care.association@gmail.com
  11. 11. Materiale per formazione destinato :lavoratori del settore HORECAHotel, restaurant e catering, alle agenzie diviaggio , ai Tour Operators ai lavoratoridei Transporti etc.Anna Quartuccitata.w.care.association@gmail.com
  12. 12. Cosa conterrà il tool kit?Brochure informativiMODULI FORMAZIONERaccolti e scelti tra il materiale realizzato inquesti anniAnna Quartuccitata.w.care.association@gmail.com
  13. 13. Esempio di cosa conterràIndice Ecpat francia 1Introduzione un turismo responsabilerispettoso dei bambini-un flagello mondiale- Chi sono gli abusatori?- Delle infanzie spezzateAnna Quartuccitata.w.care.association@gmail.com
  14. 14. Esempio di cosa conterrà :Ecpat francia 2La lotta contro lo sfruttamento sessuale deibambini- Limpegno e lazione dei professionisti delturismo- Agire insiemeAnna Quartuccitata.w.care.association@gmail.com
  15. 15. Linee guidaPer le catene alberghiere,per agenzie di viaggio e tour operator, e altreimprese che operano nel turismoPer proteggerere sia I lavoratori minori che Iminori che possonoessere sfruttati sessualmenteAnna Quartuccitata.w.care.association@gmail.com
  16. 16. Anna Quartuccitata.w.care.association@gmail.com• Includere il tema “protezione dei bambini”nell’operatività dell’azienda• Vigilare la presentazione delle mete sui cataloghi• Inserire il proprio impegno per i bambini nelpacchetto informativo per clienti• Informare (e vigilare) i fornitori di servizi (supplychain) del proprio impegno
  17. 17. Anna Quartuccitata.w.care.association@gmail.com• Informare il cliente del problema, dell’impegnodell’industria (e sindacati) e della L 269/1998• Evidenziare TO/alberghi che hanno sottoscritto ilCodice Condotta• Sensibilizzare il cliente sul turismo responsabilee sostenibile – che mette in primo luogo i dirittidei bambini
  18. 18. Anna Quartuccitata.w.care.association@gmail.com• Informarsi sulle leggi in vigore• Denunciare crimini/sospetti fondati• Parlare dell’argomento con altri• Dare supporto alle iniziative di sensibilizzazione• Vigilare l’implementazione del Codice oppurepromuoverlo• Scegliere l’hotel o fornitore di servizio (f.s.) che ha unapolitica di responsabilità sociale (Codice di Condotta …)
  19. 19. Grazie per la vostra attenzione!Grazie per la vostra attenzione!Grazie per la vostra attenzione!Grazie per la vostra attenzione!Qualche domanda?Anna Quartuccitata.w.care.association@gmail.comAnna Quartuccitata.w.care.association@gmail.com

×