Lez. 3   Menopausa
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Lez. 3 Menopausa

on

  • 3,804 views

Lezione sull\'alimentazione in menopausa

Lezione sull\'alimentazione in menopausa

Statistics

Views

Total Views
3,804
Views on SlideShare
3,791
Embed Views
13

Actions

Likes
0
Downloads
30
Comments
0

3 Embeds 13

http://www.slideshare.net 9
http://www.linkedin.com 3
https://www.linkedin.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Lez. 3 Menopausa Presentation Transcript

  • 1. Gianluca Tognon Biologo, specialista in scienza dell’alimentazione
  • 2.
    • Ipertensione arteriosa
    • Obesità
    • Dislipidemie
    • Osteoporosi
  • 3.
    • Un elevato introito di cloruro di sodio contribuisce all’innalzamento della pressione arteriosa
    • L’intensità dell’effetto del sale sulla pressione aumenta con l‘età
    • Anche l’introito di sodio nei primi mesi di vita può avere un effetto più avanti
    • Una maggiore o minore sensibilità al sodio può essere geneticamente determinata
  • 4.
    • INSCATOLATI (estratti di carne, salse, conserve, carni conservate, salamoie)
    • FORMAGGI STAGIONATI (taleggio, gorgonzola)
    • ALIMENTI CONSERVATI (insaccati, pesce affumicato)
  • 5. Valori di circonferenza vita considerati a rischio dall’OMS: > 88 cm per le donne > 102 cm per gli uomini Indice di massa corporea (IMC) Categoria di IMC IMC (kg/m2) Sottopeso < 18.5 Normopeso 18.5 - 24.9 Sovrappeso 25.0 - 29.9 Obeso I grado 30.0 - 34.9 Obeso II grado 35.0 - 39.9 Obeso III grado (obesità morbigena) > 40
  • 6.
    • Molti studi mostrano che l’obesità addominale (la classica “pancia”) è associata:
      • ad un aumentato rischio cardiovascolare
      • allo sviluppo di DIABETE, che a sua volta aumenta il rischio cardiovascolare -
    La minaccia per il cuore viene dal grasso in eccesso all’interno dell’addome (adiposità intra-addominale)
  • 7.
    • Attenzione agli alimenti ad elevata densità energetica , ricchi di grassi e poveri di fibre ( Ad esempio: Dolci a base di creme, piatti elaborati e molto conditi con olio, burro o altri grassi), privilegiando quelli a bassa densità energetica ( Ad esempio: frutta, verdura o pesce)
    • Ridurre i cibi ad alto indice glicemico , che contengono molti zuccheri semplici e poche fibre ( Ad esempio: dolci industriali, bibite dolci)
    • No alla sedentarietà (anche d’inverno!)
  • 8.
    • Fumo, ipertensione e diabete aumenta-no il rischio
    • Nelle donne in post menopausa, la perdita di estrogeni predispone all’aumento del colesterolo
  • 9.
    • Consumare pochi prodotti di origine animale e prodotti vegetali ricchi di grassi saturi ( Ad esempio: oli di palma o cocco, margarine)
    • Preferire come unico grasso per cucinare e condire l’olio extravergine di oliva!!
    • Aumentare l’attività fisica ( Ad esempio: 30-40 minuti di passeggiata al giorno)
    • Tenere sotto controllo il peso
    • Consumare più frutta e verdura di stagione (gli antiossidanti riducono il rischio cardiovascolare)
    • Eliminare il fumo, ridurre l’alcol e l’uso del sale
  • 10.
    • Menopausa precoce
    • Ridotto introito di calcio
    • Dieta iperproteiche (soprattutto proteine animali)
    • Consumo eccessivo di alcolici
    • Consumo eccessivo di caffè
    • Fumo
    • Razza bianca
    • Età
    • Costituzione gracile
    • Ridotta massa adiposa
    • Sedentarietà
    • Uso di cortisonici
  • 11.
    • Sufficiente apporto durante l’infanzia e l’adolescenza per il raggiungimento di un’ossificazione ottimale
    • Mantenimento di un sufficiente apporto di calcio dai 20 anni alla menopausa, accompagnato da una sufficiente attività fisica
    • Attività fisica e sufficiente apporto di calcio durante la menopausa
  • 12.
    • Non c’è accordo fra gli esperti sulle quantità raccomandabili e sulla necessità di raccomandare degli integratori
    • Il problema è apportare calcio senza esagerare con il sodio ( Ad esempio: formaggi) e con le proteine animali ( Ad esempio: latticini in generale)
    • Un aiuto viene dato dalle acque ricche di calcio, ma non va sottovalutato l’apporto di vitamina D che ne facilita l’assorbimento e l’utilizzo ( Ad esempio: pesce e esposizione solare)
  • 13.
    • Tra i cereali: riso integrale orzo avena frumento integrale
    • Tra i frutti: fichi e altra frutta secca uvetta arance prugne
    • Tra la verdura: broccoli, cavoli e altri simili zucca patata dolce carote, sedano, cipolle, lattuga
    • Tra la frutta a guscio: cacao mandorle pinoli sesamo
    • Tra i legumi: soia fagioli fagiolini tutti gli altri
    • Tra gli alimenti di origine animale: latte e latticini pesce, soprattutto azzurro crostacei e molluschi uova
  • 14.
    • Un’attività fisica regolare è un elemento irrinunciabile nella prevenzione dell’ osteoporosi in menopausa
    • La sedentarietà può annullare i benefici rappresentati da altri trattamenti per la mancanza di spinta alla deposizione di calcio nelle ossa
    • Sono consigliabili esercizi a carico naturale o con pesi leggeri ed a resistenza elastica progressiva
  • 15.
    • Camminata sostenuta per 30-40 min
    • Nuoto per 20 min
    • Bicicletta per 30 min
    • Falciare il prato per 30 min
    • Ballo per 30 min
    • Pallavolo per 45 min
    • N.B.: La raccomandazione è di scegliere una di queste attività ogni giorno!
  • 16.
    • Gianluca Tognon
    • Biologo, Specialista in Scienza dell’Alimentazione