• Save
Copenhagen a Venezia
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

Copenhagen a Venezia

  • 419 views
Uploaded on

slides dell'evento "Da Copenhagen a Venezia, l'energia che serve all'ambiente". 19 febbraio 2010. Relatore: Filippo Zuliani

slides dell'evento "Da Copenhagen a Venezia, l'energia che serve all'ambiente". 19 febbraio 2010. Relatore: Filippo Zuliani

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
419
On Slideshare
419
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1.  
  • 2. Riscaldamento globale: il vertice di Copenhagen
    • Riduzione gas serra.
    • Paesi industrializzati ed emergenti: responsabilità comune ma differenziata.
    • Obiettivo: contenere l’aumento di temperatura.
    • Attori fondamentali: USA, UE, Cina.
  • 3. Copehagen: com’é finita?
    • Problema mondiale riconosciuto.
    • Innalzamento temperatura sotto i due gradi. No cap emissioni.
    • Cina e Brasile si impegnano (prima negavano il problema).
    • UE ignorata: accordo raggiunto da USA e Cina.
    • Manca struttura sovranazionale.
    • Attori protagonisti: cittadini e politica.
  • 4. Potete non credere ma…
    • “ Potete anche non credere al riscaldamento globale e alle prove che abbiamo in materia, ma questo cambia poco: investire sull’energia pulita è giusto, perché il paese che guiderà il mondo sull’energia, è il paese che guiderà il mondo in economia” .
    • Acidificazione oceani: a rischio la vita.
  • 5. Inquinamento
  • 6. Senza benzina
    • Le fonti fossili – carbone, petrolio, gas – sono in via di esaurimento.
    • Rendono sempre meno.
    • Costano sempre di più.
    • Producono gas serra.
  • 7. Nucleare? No grazie.
    • L’uranio da comperare. Si esaurisce, come il petrolio.
    • Il nucleare costa troppo. Non abbassa la bolletta.
    • Le scorie? Questione irrisolta.
    • Il nucleare non ci libera dal petrolio, produce solo energia elettrica.
    • Tempi e costi del nucleare nemmeno per transizione.
    • Efficienza energetica: più vantaggi e risparmi in bolletta.
    • Si sprecano risorse da usare per le rinnovabili.
    • Comperiamo tecnologia vecchia dai francesi, che non sanno a chi venderla.
    • Ricerca per nucleare sicuro e pulito.
  • 8. Energia rinnovabile
    • abbondanza energetica, non miseria.
    • Nuove soluzioni, rendimento elevati: eolico d’alta quota, geotermico di terza generazione, biomasse.
    • Il presente dell’energia è tutto rinnovabile.
  • 9. La miglior scelta per i cittadini
    • Efficienza energetica.
    • Vuol dire mantenere lo stesso tenore di vita con meno energia.
    • Risparmio: bollette meno care.
    • Crescita: risorse a disposizione.
  • 10. Efficienza energetica
    • Esempi: isolamento termico di casa, pannelli solari, geotermico.
    • Convengono? Quando? Quanto costano?
    • Consulenza energetica.
  • 11. Pompe di calore
    • Scaldare (inverno) o raffreddare (estate).
    • Serbatoio termico nel sottosuolo.
    • Funziona dappertutto ma richiede terminali a bassa temperatura (riscaldamento a pavimento, radianti soffitto).
    • Quando? Nuove costruzioni o ristrutturazioni, sostituendo la caldaia a gasolio o GPL.
    • Ammortizzamento differenza investimento in 3 anni (con detrazioni 55%). Poi risparmio 1300 euro all’anno.
    • Con una caldaia a metano, non conviene.
  • 12. Isolamento termico
    • Cappotto, infissi, vetrocamera.
    • Partite dal tetto: il calore sale.
    • Se il tetto non è disponibile, tocca al sottotetto. Poi, porte e finestre.
    • La regolazione del riscaldamento: conviene spegnere?
    • Temperatura costante e bassa temperature dell’acqua.
  • 13. Pannelli solari
    • Usare riscaldamento a bassa temperatura.
    • Anche con i tradizionali radiatori in ghisa.
    • Il costo è ancora abbastanza alto, valutare tempi investimento e capitale.
    • Caldaia a condensazione.
    • Solare solo per acqua calda sanitaria.
    • Solare ad integrazione riscaldamento. Connettere lavastoviglie e lavatrice.
  • 14. L’importanza della politica
    • Promuovere efficienza energetica: detrazioni 55% per i cittadini.
    • Vigilanza mercati: non vogliamo uno schianto del mercato energetico come borse economiche.
    • Promuovere produzione e crescita sostenibile.
    • Crescita e sviluppo al servizio dell’uomo, non viceversa.
    • Politiche europee unite: UE primo attore mondiale.
  • 15. Cambiare velocemente? Si può. Frigoriferi e congelatori assorbono il 30% dei consumi elettrici casalinghi.
  • 16. Proposta politica (1)
    • Etichetta SCARSITÀ MATERIALI accanto a CONSUMO ENERGIA.
  • 17. Proposta politica (2)
    • Incrociare domanda e offerta.
    • rete elettrica intelligente.
  • 18. Proposta politica (3)
    • Consulenza energetica gratuita per i cittadini: l’esempio olandese.
  • 19. Proposta politica (4)
    • Supporto alla ricerca