Your SlideShare is downloading. ×
Tecnologie per la Disabilità nella formazione ingegneristica
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×

Saving this for later?

Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime - even offline.

Text the download link to your phone

Standard text messaging rates apply

Tecnologie per la Disabilità nella formazione ingegneristica

496
views

Published on

Luicidi della mia presentazione alla tavola rotonda "Le università "producono" una cultura inclusiva?" presso Handimatica 2012 (Bologna, 23/11/2012). …

Luicidi della mia presentazione alla tavola rotonda "Le università "producono" una cultura inclusiva?" presso Handimatica 2012 (Bologna, 23/11/2012).
Nella presentazione vengono illustrati i risultati dell'erogazione del corso di Tecnologie per la Disabilità al Politecnico di Torino (tutto il materiale relativo al corso è disponibile all'indirizzo http://bit.ly/tecndisab).

Published in: Education

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
496
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
3
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Convegno:Il lavoro come integrazione di abilità Tavola rotonda: Le Università “producono” una cultura inclusiva?Tecnologie per la Disabilitànella formazione ingegneristica Fulvio Corno – Politecnico di Torino
  • 2. La nuova sfida: la formazione Formazione • Stimolare progetti di ricerca su tematiche di interesse • Favorire la collaborazione interdisciplinare (essenziale!)dei ricercatori • Esperienze dirette con disabili • Collaborazione con il mondo sanitario ed assistenziale Formazione • Specifiche normative, soluzioni tecniche, metodi progettuali • Contenuti e tecniche dipendenti dalla specializzazione (ing. civile, specialistica meccanica, elettronica, informatica, biomedica, …)Formazione di • Conoscenza del mondo della disabilità • Consapevolezza dell’importanza della progettazione universale base • Accessibilità come dimensione dello spazio di progetto (insieme a costi, tempi, materiali, tecnologie, …)2 Bologna, 23/11/2012
  • 3. La nuova sfida: la formazione Formazione • Stimolare progetti di ricerca su tematiche di interesse • Favorire la collaborazione interdisciplinare (essenziale!)dei ricercatori • Esperienze dirette con disabili • Collaborazione con il mondo sanitario ed assistenziale Introdurre quanto prima nella forma mentis del futuro Formazioneingegnere lanormative, soluzioni tecniche, metodi progettualicivile, • Specifiche necessità di concepire la progettazione biomedica, …) (ing. • Contenuti e tecniche dipendenti dalla specializzazione specialistica meccanica, elettronica,atto di tecnologica come un informatica, “inclusione”Formazione di • Conoscenza del mondo della disabilità • Consapevolezza dell’importanza della progettazione universale base • Accessibilità come dimensione dello spazio di progetto (insieme a costi, tempi, materiali, tecnologie, …)3 Bologna, 23/11/2012
  • 4. Obiettivo formativo Qual è il ruolo dell’Ingegnere?4 Bologna, 23/11/2012
  • 5. Obiettivo formativo Qual è il ruolo dell’Ingegnere?5 Bologna, 23/11/2012
  • 6. Obiettivo formativo Qual è il ruolo dell’Ingegnere?6 Bologna, 23/11/2012
  • 7. Corso “Tecnologie per la disabilità” A.A. 2010/2011 e 2011/2012 Offerto a tutte le matricole di Ingegneria. 6 crediti – 54 ore – 4 docenti di 2 dipartimenti 150-200 frequentanti – 6-8 interventi esterni. Approccio interdisciplinare  Conoscenze di base sulla disabilità, sulla progettazione universale e sugli ausili  Tecnologie coinvolte nella progettazione di soluzioni per disabili  Coinvolge diversi rami dell’ingegneria 7 Bologna, 23/11/2012
  • 8. Macro-argomenti trattati1. La disabilità  definizioni generali di disabilità secondo la ICF  concetti di design for all e di accessibilità quali strumenti progettuali  concetto di ausilio tecnologico secondo ISO-99992. Le disabilità sensoriali  analisi delle funzioni percettive e linguistiche  principali ausili, tecnologie e soluzioni adatte a tali tipologie di disabilità.3. Le disabilità motorie  funzioni posturali e motorie  principali ausili, tecnologie e soluzioni adatte a tali tipologie di disabilità4. Le disabilità cognitive5. Disabilità e sport  ruolo delle tecnologie nelle discipline sportive, soluzioni adottate da disabili fisici, sensoriali e cognitivi, risultati conseguiti. 8 Bologna, 23/11/2012
  • 9. Contenuto del corso http://www.wordle.net/show/wrdl/6052187/Tecnologie_per_la_disabilit%C3%A09 Bologna, 23/11/2012
  • 10. Innovazioni didattiche (1) Diversi piani di trattazione  Concetti teorici  Riferimenti normativi  Panoramica ausili e soluzioni  Presentazione tecnologie sottostanti  Testimonianze in prima persona Impostazione ingegneristico-progettuale già al primo anno di corso  Studio e proposte di soluzione di casi specifici individualizzati 10 Bologna, 23/11/2012
  • 11. Innovazioni didattiche (2) Collaborazione  Docenti di diverse discipline (Informatica, Meccanica)  Medici e operatori assistenziali http://bit.ly/tecndisab  Persone con disabilità  Associazioni onlus Materiale didattico on-line (licenza Creative Commons) 11 Bologna, 23/11/2012
  • 12. Esperienza e prime valutazioni Forte interesse da parte  Effettiva capacità degli studenti progettuale al primo  Iscritti: prevalentemente da anno? ing. Biomedica, ing.  Assenza di libri di testo e Informatica, Design materiali di studio Industriale  Continuità sugli Testimonianze in prima insegnamenti successivi? persona altamente coinvolgenti Forte apertura alla collaborazione da parte di colleghi 12 Bologna, 23/11/2012
  • 13. Convegno: Grazie per come integrazione di abilità Il lavorol’attenzione! Tavola rotonda:Domande? Le Università “producono” una cultura inclusiva? Tecnologie per la Disabilità nella formazione ingegneristica Fulvio Corno – Politecnico di Torino
  • 14. Licenza d’uso Queste diapositive sono distribuite con licenza Creative Commons “Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 2.5 Italia (CC BY-NC-SA 2.5)” Sei libero:  di riprodurre, distribuire, comunicare al pubblico, esporre in pubblico, rappresentare, eseguire e recitare questopera  di modificare questopera Alle seguenti condizioni:  Attribuzione — Devi attribuire la paternità dellopera agli autori originali e in modo tale da non suggerire che essi avallino te o il modo in cui tu usi lopera.  Non commerciale — Non puoi usare questopera per fini commerciali.  Condividi allo stesso modo — Se alteri o trasformi questopera, o se la usi per crearne unaltra, puoi distribuire lopera risultante solo con una licenza identica o equivalente a questa. http://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.5/it/ 14 Bologna, 23/11/2012