The Power of the CrowdSourcing

InnoCentive & SAP Innovation and Technology
                 Pavilion

 “Synergy between e...
Crowdsourcing
                   “Una nuova filosofia per un nuovo business”



    Il valore partecipativo della folla co...
Jeff Howe


Jeff Howe è un redattore di Wired Magazine, dove,tra le altre materie ricopre il settore media e
intrattenimen...
Jeff Howe

Dopo il successo dell'articolo pubblicato sul Wired,ha continuato
a trattare il fenomeno nel suo blog, crowdsou...
Crowdsourcing
                    “Una nuova filosofia per un nuovo business”


La differenza, più che altro, sta nell'app...
Crowdsourcing
               “Una nuova filosofia per un nuovo business”
In principio era semplicemente condivisione delle...
ESP GAME
Crowdsourcing
                   “Una nuova filosofia per un nuovo business”


GOOGLE IMAGE LABELER:non è un gioco progett...
Crowdsourcing
              “Una nuova filosofia per un nuovo business”


GOOGLE IMAGE LABELER:
Crowdsourcing
                   “Una nuova filosofia per un nuovo business”

LAZYWEB:è un gruppo di utenti su Identi.ca, ...
Crowdsourcing
                   “Una nuova filosofia per un nuovo business”

Curiosità:

nel quartiere storico della citt...
Crowdsourcing
                     “Una nuova filosofia per un nuovo business”
Curiosità:

"Lo scambio è stato progettato ...
Crowdsourcing
                   “Una nuova filosofia per un nuovo business”



Il Crowdsourcing offre dei significativi m...
Crowdsourcing
                   “Una nuova filosofia per un nuovo business”

Il valore partecipativo della massa nel Crow...
Breve Storia

L'idea di InnoCentive è venuta a Alpheus Bingham e Aaron Schacht, nel 1998,
   mentre lavoravano insieme all...
Breve Storia
Tra i 150 clienti di Innocentive vi sono società come:

-Boeing, la più grande costruttrice statunitense di a...
Breve Storia
Nel dicembre 2006 la società ha siglato un accordo con la Fondazione
  Rockefeller, una delle più attive orga...
Cos'è?
 "InnoCentive is where organizations turn to solve problems that matter"
Innocentive è una società che prende i pro...
I protagonisti
Seekers
Sono organizzazioni, aziende pubbliche e private, grandi e piccole, Istituti governativi e
   organ...
Diamo i numeri
Fin dalla sua istituzione nel 2001, InnoCentive  ha avuto un impatto positivo sul mondo.
   Date un'occhiat...
Totale Solvers : più di 200.000 da 200 paesi
                      16%




                                 2%            ...
Un esempio italiano

" Pulire piatti sporchi e vestiti macchiati può diventare piuttosto redditizio. Con l'aiuto di
   int...
CrowdSourcing
CrowdSourcing
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

CrowdSourcing

1,241

Published on

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,241
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
38
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

CrowdSourcing

  1. 1. The Power of the CrowdSourcing InnoCentive & SAP Innovation and Technology Pavilion “Synergy between enterprise and the crowd”
  2. 2. Crowdsourcing “Una nuova filosofia per un nuovo business” Il valore partecipativo della folla come risorsa per il futuro del lavoro (Jeff Howe) Il termine "crowdsourcing" è stato coniato,nel 2006, da Jeff Howe in un articolo per Wired Magazine di giugno, "The Rise of Crowdsourcing". In quest'articolo, Howe dimostra come il divario tra professionisti e dilettanti si sia affievolito grazie ai progressi tecnologici e all'elettronica di consumo a buon mercato. Le aziende sono quindi in grado di sfruttare il talento del pubblico non parlando più di "outsourcing" ma di "crowdsourcing".
  3. 3. Jeff Howe Jeff Howe è un redattore di Wired Magazine, dove,tra le altre materie ricopre il settore media e intrattenimento. Prima di Wired è stato redattore capo presso Inside.com e uno scrittore al Village Voice. Nei suoi quindici anni come giornalista ha viaggiato in tutto il mondo e lavorato su storie che vanno dall'incombente crisi idrica in Asia centrale alle implicazioni di brevettazione dei geni. Ha scritto per la rivista Time, US News & World Report, The Washington Post, Mother Jones e numerose altre pubblicazioni.
  4. 4. Jeff Howe Dopo il successo dell'articolo pubblicato sul Wired,ha continuato a trattare il fenomeno nel suo blog, crowdsourcing.com, e pubblicato un libro sul tema per Libri Crown nel settembre 2008. Descrive il processo attraverso il quale il potere dei molti può essere sfruttato per compiere imprese che una volta erano la provincia dei pochi specializzati. Howe insiste nel non sottovalutare la saggezza della folla, perché questa,oltre a trasformarsi in talento e creatività,è straordinariamente produttiva. Crowdsourcing attiva il potere di trasformazione della tecnologia di oggi,liberando il potenziale latente in tutti noi. Si tratta di una meritocrazia perfetta, in cui fattori come età,sesso,razza,educazione e posto di lavoro perdono di significato,ed è la qualità del lavoro a contare veramente.
  5. 5. Crowdsourcing “Una nuova filosofia per un nuovo business” La differenza, più che altro, sta nell'approccio con il quale gli utenti si rivolgono al Web, che passa fondamentalmente dalla semplice consultazione (seppure supportata da efficienti strumenti di ricerca, selezione e aggregazione) alla possibilità di contribuire popolando e alimentando il Web con propri contenuti. Si tende ad indicare come "Web 2.0" l'insieme di tutte quelle applicazioni online,che permettono uno spiccato livello di interazione sito-utente (blog, forum, chat, sistemi quali Wikipedia, Youtube, Facebook, Myspace, Twitter, Gmail, Wordpress, Tripadvisor ecc.)
  6. 6. Crowdsourcing “Una nuova filosofia per un nuovo business” In principio era semplicemente condivisione delle informazioni, nata spontaneamente dai web surfer,ma ci sono stati molti progetti esemplari che per diversi anni antecedevano la delineazione del termine. Alcuni esempi più rilevanti, che si avvalgono di intelligenza di gruppo, sono il "LazyWeb" o "Luis von Ahn's ESP Game". Luis von Ahn's ESP GAME: ✔ The Game ESP è un idea in informatica per affrontare il problema della creazione di metadati. L'idea di base è quella di utilizzare la potenza di calcolo degli esseri umani a svolgere un compito che i computer non possono ancora fare (in origine, il riconoscimento di immagini) e confezionare il tutto sotto forma di gioco. E 'stato originariamente concepito da Luis von Ahn della Carnegie Mellon University. Google ha acquistato una licenza per creare la propria versione del gioco nel 2006, al fine di restituire i risultati di ricerca migliori per le sue immagini on-line.
  7. 7. ESP GAME
  8. 8. Crowdsourcing “Una nuova filosofia per un nuovo business” GOOGLE IMAGE LABELER:non è un gioco progettato esclusivamente per il divertimento, anche se concepito con caratteristiche piacevoli per gli utenti, è anche un modo intelligente di Google per garantire che le sue parole chiave siano abbinate correttamente alle immagini. Ogni parola corrispondente all'immagine, aiuterà Google a creare un database accurato utilizzato da Google Image Search,per la ricerca di immagini sul web. In passato,Google Images,senza tagging umano delle immagini, ha sempre fatto valere il contesto dell'immagine. Ad esempio, una foto intitolata "Ritratto di Bill Gates" potrebbe avere "Bill Gates" associato come possibile termine di ricerca. Google Image Labeler si basa su esseri umani che riguardano il significato o contenuto dell'immagine, piuttosto che il suo contesto.
  9. 9. Crowdsourcing “Una nuova filosofia per un nuovo business” GOOGLE IMAGE LABELER:
  10. 10. Crowdsourcing “Una nuova filosofia per un nuovo business” LAZYWEB:è un gruppo di utenti su Identi.ca, un servizio di microblog basato sul software libero StatusNet. I membri di questo gruppo condividono brevi messaggi riguardo la propria vita e i propri interessi E 'difficile da definire l'esatta etimologia della parola Lazyweb, ma sembra avere un significato primario: 1. Fare una domanda al pubblico di internet nella speranza che essi saranno in grado di trovare una soluzione. 2. Mettersi in attesa di qualcuno che su internet possa scrivere/progettare un'idea che stavate cercando.
  11. 11. Crowdsourcing “Una nuova filosofia per un nuovo business” Curiosità: nel quartiere storico della città di Savannah, Georgia(Stati Uniti),possiamo imbatterci in questa targa risalente al 1887:
  12. 12. Crowdsourcing “Una nuova filosofia per un nuovo business” Curiosità: "Lo scambio è stato progettato dall'architetto di Boston,di fama nazionale, William Gibbons Preston (1844-1910). Il suo progetto ha vinto in un concorso in cui hanno partecipato altri undici architetti" Quasi 120 anni prima che Jeff Howe delineasse lo spirito del Crowdsourcing,la città di Savannah era riuscita a metterlo in pratica con successo. Senza internet e con mezzi di comunicazione molto limitati, si è stati in grado di metter su una "Crowd"(di 11 architetti), organizzato un concorso e selezionando il miglior architetto partecipante per progettare il secondo porto di cotone più grande nel mondo. Non è possibile attribuire una vera e propria data alla nascita del crowdsourcing
  13. 13. Crowdsourcing “Una nuova filosofia per un nuovo business” Il Crowdsourcing offre dei significativi miglioramenti nelle relazioni tra Clienti ed Azienda, basandosi sulla centralità del cliente. Infatti, le aziende coinvolgono il target in programmi a lunga scadenza che offrono benefici immediati e senso di appartenenza ed esclusività che legano al brand. Questo permette al Brand di ottenere un ottimo SUCCESSO SOCIALE
  14. 14. Crowdsourcing “Una nuova filosofia per un nuovo business” Il valore partecipativo della massa nel Crowdsourcing è alle stelle,rischiando,in alcuni casi,anche di esser sottovalutato. Questo avviene quando la Crowd non riesce ad avere una visione d'insieme. -Quando scrivete un articolo su Wikipedia state contribuendo anche alla ricchezza personale del fondatore Jimmy Wales. Ma quanti di voi conoscono questo dettaglio? -Quando date un'occhiata alle varie community di web marketing uno stesso utente si iscrive a tutti i forum di settore e pone la stessa domanda in tutti i forum. Il vantaggio è evidente. Sommando le risposte di tutti i moderatori l'utente approfittatore riesce ad ottenere una consulenza che altrimenti pagherebbe fior di quattrini. -Quando avete intenzione di caricare un video in rete e lo fate su YouTube.YouTube lo permette perché grazie ai vostri video avrà degli utili. Complessivamente lo scambio può dirsi equo.
  15. 15. Breve Storia L'idea di InnoCentive è venuta a Alpheus Bingham e Aaron Schacht, nel 1998, mentre lavoravano insieme alla Eli Lilly and Company multinazionale farmaceutica. L'idea di Innocentive (originariamente chiamata "Bounty Chem") nasce durante una riunione sulla applicazione di Internet all' impresa. La società è stata lanciata nel 2001 da Jill Panetta, Jeff Hensley, Darren Carroll e Alfeo Bingham, con un finanziamento di semi maggioranza da Eli Lilly and Company . La Eli Lilly è stato il primo Seeker Innocentive e ha aiutato a definire le prime sfide. Oggi InnoCentive collabora con molti differenti Seekers e si è estesa a molti altri settori, oltre a quello iniziale per rivoluzionare le pratiche di ricerca e sviluppo. Innocentive oggi dispone di oltre 200.000 membri tra cui molti scienziati.
  16. 16. Breve Storia Tra i 150 clienti di Innocentive vi sono società come: -Boeing, la più grande costruttrice statunitense di aereomobili e la più grande azienda nel settore aerospaziale -Dupont, azienda chimica tra le più note al mondo - Procter & Gable complesso industriale di beni di consumo da sempre nota per l'innovazione applicata al marketing. Anche il termine soap opera deriva dalla strategia di marketing della P&G consistente nello sponsorizzare e a volte nel produrre dopo gli anni trenta spettacoli radiofonici. Una rinomata produzione della P&G è la soap opera Sentieri
  17. 17. Breve Storia Nel dicembre 2006 la società ha siglato un accordo con la Fondazione Rockefeller, una delle più attive organizzazioni filantropiche statunitensi , per aggiungere una zona no-profit finalizzata a generare soluzioni scientifiche e tecnologiche a problemi urgenti del mondo in via di sviluppo . Al l'inizio del 2007, il sito web InnoCentive riceve un Challange dalla fondazione non-profit Prize4Life, organizzazione no-profit dedicata alla ricerca di cure per la SLA, con un premio di 1 milione di dolari per trovare un biomarker che misura la progressione della malattia SLA.
  18. 18. Cos'è? "InnoCentive is where organizations turn to solve problems that matter" Innocentive è una società che prende i problemi di R&S di una vasta gamma di settori. I risolutori di successo ricevono premi in denaro che variano dai 5 mila al milione di dollari, il riconoscimento e la soddisfazione di aiutare a rendere il mondo un posto migliore. Innocentive aiuta le imprese a espandere la loro capacità di innovazione con la creazione di un approccio più collaborativo e aperto al problem solving, e fornisce gli strumenti per sfruttare le migliori menti presenti all'interno della azienda così come i migliori ricercatori e risolutori di problemi creativi in tutto il mondo.
  19. 19. I protagonisti Seekers Sono organizzazioni, aziende pubbliche e private, grandi e piccole, Istituti governativi e organizzazioni non-profit, istituti di ricerca e laboratori privati provenienti da tutto il mondo interessate alla ricerca di risposte. Solvers I Risolutori sono persone appartenenti al mondo della ricerca, professori, scienziati, ricercatori, creativi e individui altamente istruiti con un background culturale vasto e interessati a individuare soluzioni a problemi critici le quali avranno un impatto effettivo sul mondo.
  20. 20. Diamo i numeri Fin dalla sua istituzione nel 2001, InnoCentive  ha avuto un impatto positivo sul mondo. Date un'occhiata ad alcuni dei suoi numeri. (dati luglio 2010) Totale Sfide lanciate: 1044 Progetti aperti: 294.865 Totale Soluzioni presentate:19.346 Totale premi conferiti: 685 Totale premi in dollari conferiti: 24,2 milioni di dollari Gamma di premi: da 5.000 $ a $ 1 milione in base alla complessità del problema Percentuale di successo soluzioni: 50%
  21. 21. Totale Solvers : più di 200.000 da 200 paesi 16% 2% USA RUSSIA 2% GERMANIA INDIA 2% CANADA 44% UK ITALIA CINA 5% ALTRI 6% 9% 14%
  22. 22. Un esempio italiano " Pulire piatti sporchi e vestiti macchiati può diventare piuttosto redditizio. Con l'aiuto di internet. Giorgia Sgargetta è un chimico: ha 38 anni e lavora per un'azienda abruzzese. Adora le sfide. Tre anni fa ha partecipato a una competizione sul web: trovare un indicatore colorato per un detersivo. Ha lavorato per tre mesi, durante le sere di estate e nei periodi di ferie. Fino a trovare una risposta soddisfacente. E ha ricevuto un premio in denaro. Ma la storia continua. Perché l'azienda che aveva pubblicato la richiesta era Procter&Gamble. E dopo alcuni mesi ha presentato una domanda di brevetto. Giorgia Sgargetta finora ha vinto 30mila dollari (circa 21500 euro) con tre premi " (So
  1. Gostou de algum slide específico?

    Recortar slides é uma maneira fácil de colecionar informações para acessar mais tarde.

×