• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Slideslez7 stoici
 

Slideslez7 stoici

on

  • 750 views

 

Statistics

Views

Total Views
750
Views on SlideShare
697
Embed Views
53

Actions

Likes
0
Downloads
1
Comments
0

1 Embed 53

http://lscgalilei.gnomio.com 53

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Slideslez7 stoici Slideslez7 stoici Presentation Transcript

    • Il portico: la logica proposizionale La Stoà: Crisippo
    • Panoramica ➲ Tre grandi scuole ad Atene: l'Accademia di Platone, il Liceo di Aristotele, il Portico di Zenone e Crisippo ➲ Stoà poikilè (portico dipinto)
    • Tre scuole ➲ Nel 156 a.C. I greci mandarono degli ambasciatori a Roma, esponenti delle tre grandi scuole. ➲ Carneade ➲ Critolao ➲ Diogene
    • Zenone e Crisippo ➲ Zenone di Cipro 300 a.C.Fu il fondatore, ma non il più importante. ➲ Crisippo di Soli (280-210 a.C.)“Senza Crisippo non ci sarebbe stata la Stoà” ➲ Crisippo, come logico, fu al livello di Aristotele
    • Crisippo ➲ Di Crisippo non ci è rimasto nulla, solo testimonianze indirette, oppure ci è rimasto qualcosa degli stoici romani (Seneca e Marco Aurelio) ➲ Era un grafomane: 500 righe al giorno, 700 libri. ➲ Fonte indiretta: Sesto Empirico, Contro i matematici, 200 d.C., e con pregiudizi anti- logici.
    • Concezione della logica ➲ Aristotele: logica è propedeutica alle scienze, Organon, uno strumento al servizio delle scienze → posizione secondaria ➲ Crisippo: la logica è una scienza a sé stante
    • Logica per Crisippo semiotica enunciato segno sintassi giudizio senso semantica proposizione significato
    • Semiotica ➲ Variabili proposizionali, p,q, r... Usano le lettere molto prima dei matematici, Cartesio) ➲ Connettivi, e,o, se → allora, non
    • Sintassi ➲ Hanno definito le formule, combinazione ben formata di variabili ➲ Gli assiomi ➲ Le regole di derivazione
    • Regole: modus ponens ➲ [(Se p → q) et p] → q ➲ Se piove allora prendo l'ombrello, ma piove; allora prendo l'ombrello
    • Modus tollens ➲ [(Se p → non q) et non q] → non p ➲ Es. Se piove allora prendo l'ombrello e non prendo l'ombrello, allora non piove ➲ E' una fallacia dire invece ➲ Se piove allora prendo l'ombrello e non piove, allora non prendo l'ombrello
    • Dimostrazione per assurdo ➲ La si conosceva prima, ma gli stoici la formalizzano ➲ Tesi: A ➲ Antitesi: non A ➲ Si deduce dall'antitesi una proposizione assurda ➲ → L'antitesi è falsa ➲ → la tesi (A) è vera
    • Consequentia mirabilis ➲ Platone : qualcosa di assoluto ci deve essere. Se così non fosse, sarebbe una verità assoluta, quindi si cade in contraddizione. ➲ E' una dimostrazione per assurdo ➲ Aristotele fa lo stesso ragionamento: qualcosa di vero ci deve essere, negarlo porta ad una contraddizione ➲ Crisippo: qualcosa è dimostrabile, se non fosse così, sarebbe la dimostrazione che qualcosa è dimostrabile.
    • Semantica ➲ Definizione dei connettivi verofunzionali Negazione : ribalta il valore di verità ➲ (il non V è F e viceversa) ➲ Congiunzione è vera se entrambi i congiunti sono veri ➲ Disgiunzione, falsa se entrambi i disgiunti sono falsi (simmetria, dualità) ➲ Implicazione, sempre vera tranne quando l'antecedente è V e il conseguente è F
    • TAVOLE DI VERITA'
    • TEOREMA DI COMPLETEZZA ➲ GLI ASSIOMI E LE REGOLE DI DERIVAZIONE SONO SUFFICIENTI A DERIVARE TUTTE E SOLE LE VERITà SEMANTICHE