Come finanziare il futuro?

Come finanziare il futuro?
Roberto Calugi
Consorzio Camerale per il credito e la finanza

Udin...
Come finanziare il futuro?

2012
Paese

% debiti bancari

Leverage

Italia

83

66,5

48,0

Francia

109

37,0

34,1

Germ...
Come finanziare il futuro?

Italia
Prestiti a residenti
Prestiti alle imprese
dalle banche

- 2,2% (+2,5% nel 2011)
- 2,5%...
Come finanziare il futuro?

La contrazione del credito bancario ha
interessato sia le imprese medio-grandi che
quelle di p...
Come finanziare il futuro?

Impieghi a favore delle imprese con meno di 20 addetti: la classifica
delle Regioni

La
contra...
Come finanziare il futuro?

Tassi medi applicati a nuove erogazioni per le imprese

4,0

3,5

3,5

Il costo del
credito

3...
Come finanziare il futuro?

Imprese italiane con poco patrimonio
Composizione % del passivo, imprese non finanziarie anno ...
Come finanziare il futuro?

In Italia poca Borsa - Valori in % del Pil
Capitalizzazione di Borsa

I numeri delle
quotate i...
Come finanziare il futuro?

Grazie per l’attenzione!

Roberto Calugi
Coordinatore
Consorzio camerale per il credito e la f...
Upcoming SlideShare
Loading in …5
×

Roberto Calugi - - Future Forum 2013

414 views
331 views

Published on

Responsabile dell’Area “Sviluppo delle imprese” alla Camera di Commercio di Milano, dove si occupa di accesso al credito, innovazione e internazionalizzazione delle aziende. Per Promos, l’Azienda Speciale della Camera di Commercio di Milano per le attività internazionali, ha seguito lo sviluppo di innovativi strumenti finanziari per l’internazionalizzazione di impresa e la promozione delle aziende milanesi nei Paesi Arabi. Responsabile per la Camera di Commercio di importanti eventi internazionali, ha curato la realizzazione delle prime sette edizioni della Conferenza Euromediterranea. Ha tenuto corsi presso le Università Bocconi, Cattolica del Sacro Cuore e Politecnico di Milano.

Published in: Business
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
414
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
105
Actions
Shares
0
Downloads
6
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Roberto Calugi - - Future Forum 2013

  1. 1. Come finanziare il futuro? Come finanziare il futuro? Roberto Calugi Consorzio Camerale per il credito e la finanza Udine, 16 ottobre 2013
  2. 2. Come finanziare il futuro? 2012 Paese % debiti bancari Leverage Italia 83 66,5 48,0 Francia 109 37,0 34,1 Germania 58 52,7 42,0 Spagna 131 51,5 47,3 Regno Unito 108 28,5 41,6 Zona euro L’indebitamento finanziario delle imprese % debiti finanziari/PIL 99 50,0 41,5 Nei primi 3 mesi del 2013 il debito complessivo (prestiti bancari a medio/lungo termine, prestiti bancari a breve, titoli e altri prestiti) in rapporto al PIL è rimasto pressoché invariato all’81%. Fonte: Banca d’Italia
  3. 3. Come finanziare il futuro? Italia Prestiti a residenti Prestiti alle imprese dalle banche - 2,2% (+2,5% nel 2011) - 2,5% (marzo 2013) Prestiti alle imprese dalle soc. fin. - 1,5% (+4,2% nel 2011) - 2,3% (marzo 2013) Prestiti complessivi alle imprese - 2,1% (+2,7% nel 2011) - 2,5% (marzo 2013) Prestiti alle famiglie dalle banche - 1,5% (+1,9% nel 2011) - 0,2% (marzo 2013) Prestiti complessivi alle famiglie Piccole imprese*: -2,9% (dicembre 2012) –3,2% (marzo 2013) 0,0% (+3,7% nel 2011) - 0,4% (marzo 2013) Prestiti alle famiglie dalle soc. fin. Il mercato del credito nel 2012 - 0,2% (+1,9% nel 2011) - 1,3% (marzo 2013) - 0,1% (+3,5% nel 2011) - 0,3 %(marzo 2013) Imprese mediograndi: -2,0% (dicembre 2012) -2,4% marzo 2013 Cresce il factoring: Italia: +1,8% Fonte: Banca d’Italia * Secondo la definizione di Banca d’Italia, con piccole imprese si considerano società in accomandita semplice e in nome collettivo, società semplici, società di fatto e imprese individuali con meno di 20 addetti.
  4. 4. Come finanziare il futuro? La contrazione del credito bancario ha interessato sia le imprese medio-grandi che quelle di piccole dimensioni. Per le imprese di maggiori dimensioni la flessione riflette in parte la sostituzione del credito bancario con emissioni obbligazionarie che rappresentano, in particolare per le società quotate, una fonte di finanziamento alternativa. Nel 2012, le emissioni obbligazionarie, pari a 33 miliardi di euro, hanno rappresentato però solamente il 10% dei debiti finanziari e hanno interessato solo i grandi gruppi industriali. La contrazione del credito Imprese italiane che segnalano un inasprimento delle condizioni di accesso al credito Fonte: Banca d’Italia Risulta ancora elevata la percentuale di imprese che segnala di riscontrare difficoltà nell’accesso al credito: secondo il sondaggio trimestrale Banca d’Italia - Sole 24Ore è pari al 23% nel secondo trimestre 2013.
  5. 5. Come finanziare il futuro? Impieghi a favore delle imprese con meno di 20 addetti: la classifica delle Regioni La contrazione del credito per le imprese di piccole dimensioni a giugno 2013 Elaborazioni Fondazione Impresa su dati Banca d’Italia Variazioni % Stock (in milioni di Regioni giu. 2013 su euro) giu. 2011 570 -18,4 Molise 5.787 -14,3 Marche 2.433 -13,9 Calabria 5.608 -13,2 Campania 2.702 -12,9 Sardegna 18.725 -12,6 Veneto 3.391 -12,2 Abruzzo 3.104 -11,7 Umbria 16.967 -11,6 Emilia - Romagna 6.866 -11,1 Sicilia 30.815 -10,9 Lombardia 12.483 -10,8 Piemonte 3.709 -10,8 Friuli -V.G. 13.119 -10,8 Toscana 3.858 -10,6 Liguria 923 -10,4 Basilicata 6.639 -8,5 Puglia 424 -6,7 Valle d'Aosta 7.974 -6,6 Lazio 9.402 -6,3 Trentino Alto Adige
  6. 6. Come finanziare il futuro? Tassi medi applicati a nuove erogazioni per le imprese 4,0 3,5 3,5 Il costo del credito 3,0 2,8 3,0 0,9 0,8 3,1 0,7 2,4 2,5 2,0 1,0 3,8 2,6 0,6 0,4 1,9 0,2 1,5 0,0 1,0 -0,2 -0,2 0,5 -0,4 -0,5 0,0 -0,6 gen 2010 gen 2011 Italia Elaborazioni su dati Banca d’Italia Zona Euro gen 2012 gen 2013 differenziale Fino a gennaio 2011 il tasso medio dei nuovi prestiti alle imprese nell’Area Euro era maggiore rispetto a quello applicato alle imprese italiane. Il trend si è invertito a partire da gennaio 2012, arrivando ad un differenziale di tassi che a gennaio 2013 era pari a 0,9 (a sfavore delle imprese italiane). A maggio 2013 il costo medio dei nuovi prestiti alle imprese è rimasto invariato al 3,5%. Il divario tra il tasso di interesse sui nuovi finanziamenti concessi in Italia e il corrispondente dato per l’area euro è ancora intorno a 80 punti base.
  7. 7. Come finanziare il futuro? Imprese italiane con poco patrimonio Composizione % del passivo, imprese non finanziarie anno 2012 Titoli Francia 6,7 22,5 14,3 56,5 Regno Unito 12,0 27,5 5,1 55,5 Stati Uniti 14,6 14,2 16,2 55,0 Spagna 0,5 4,0 14,3 45,2 Italia 3,4 34,7 20,6 41,3 Germania Il capitale di rischio in Italia e all’estero Prestiti Debiti commerciali e altre passività 2,7 29,1 24,2 44,0 Patrimonio La quota di patrimonio delle imprese italiane è di oltre 10 punti inferiore a quella delle francesi e britanniche. Elaborazioni su dati Banca d’Italia
  8. 8. Come finanziare il futuro? In Italia poca Borsa - Valori in % del Pil Capitalizzazione di Borsa I numeri delle quotate in Italia rispetto ad altre realtà europee Numero di società quotate per 1 milione di abitanti 2009 2012 2009 2012 Italia 15,0 23,9 4,8 4,6 Germania 39,3 43,7 7,3 8,2 Stati Uniti 108,5 119,0 14,0 13,0 Francia 75,3 69,8 14,7 13,5 Regno Unito 128,1 124,0 34,6 34,6 Spagna 89,1 73,7 73,0 67,3 In un confronto internazionale, la capitalizzazione della Borsa italiana è la minore (23,9% del Pil). Vi sono solo circa 5 società quotate per ogni milione di abitanti. Fonte: World Bank
  9. 9. Come finanziare il futuro? Grazie per l’attenzione! Roberto Calugi Coordinatore Consorzio camerale per il credito e la finanza

×