Fatica esercizio fisico e acido lattico nuovi scenari
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Fatica esercizio fisico e acido lattico nuovi scenari

on

  • 2,145 views

 

Statistics

Views

Total Views
2,145
Views on SlideShare
2,145
Embed Views
0

Actions

Likes
1
Downloads
51
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Fatica esercizio fisico e acido lattico nuovi scenari Fatica esercizio fisico e acido lattico nuovi scenari Presentation Transcript

  • UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA’ DI MEDICINA E CHIRURGIA Corso di laurea specialistica in Scienze e tecnica dello sport (classe 75/S)FATICA, ESERCIZIO FISICO E ACIDO LATTICO: NUOVI SCENARIRelatoreProf.ssa Chiara Tesi Tesi di laurea Mazza GiuseppeCorrelatoreDott.ssa Elena Castellini A.A. 2009/2010
  • GLICOLISI – PRODUZIONE DI LATTATO – CICLO DI CORI
  • CARATTERISTICHE CONTRATTILI ED ENERGETICHE DEI TRE TIPI DI FIBRE MUSCOLARIMassima forza isometrica Relazione F/V di accorciamento Consumo di ATP Rapporto MDH/LDH Concentrazione di glicogeno
  • MECCANISMI LATTACIDI SHUTTLE DEL LATTATO
  • LA FATICAIncapacita’ di compiere un lavoro causato dalla diminuzione delle prestazioni Diminuzione della forza muscolare; decremento della velocita’ di sviluppo della forza
  • FATICA CENTRALE Diminuzione del drive neuronale ai muscoli scheletriciRiduzione Glicemia Motivazione Aumento di NH4 + Durante un carico intenso si registra un consistente aumento dei valori ematici dellammoniaca, questo fatto aumenta le capacità dei carrier di tipo L, che, in presenza di unabbassameto dei valori ematici di BCCA, trasporteranno attraverso la barriera emato-encefalica una maggior quantità complessiva, sia di amminoacidi di tipo LNAA, che di triptofano, aumentando in tal modo la sintesi di serotonina (Cardelli-Cangiano e coll., 1984; Mans e coll, 1983).
  • FATICA PERIFERICA Deplezione di PCr?Deplezione di ATP? Accumulo di La, Deplezione di H+ , Pi, K+? Glicogeno? Riduzione del rilascio del Ca2+ dal reticolo sarcoplasmatico?
  • Siti potenziali di localizzazione della FATICA MUSCOLARE SCHELETRICA
  • Ruolo del pH nella fatica muscolare scheletrica
  • EFFETTI DELL’ACIDOSI SULLO SVILUPPO DELLA FORZA A TEMPERATURA FISIOLOGICAControllo (linea tratteggiata) e in presenza di acidificazione pari a0.5 unità pH (linea intera)↓ 30% a 12 ºC↓ 10% a 32 ºC A temperature vicine a quella fisiologica, gli effetti dell’acidosi si riducono molto e non sembrano sufficienti a giustificare la fatica
  • Ruolo del FOSFATO INORGANICO nella fatica muscolare scheletrica Pi
  • ?IL LATTATO IN TUTTO QUESTO ?
  • LATTATO IL LATTATO INTRACELLULARE PER SE NON E’ UN FATTORE DETERMINANTE DELLA FATICA MUSCOLARE PERIFERICA 23 °CFibre di mammifero demembranate Dutka &Lamb, 2000pH e osmolarità costante temperatura ambiente
  • Il lattato sembra NON sia neppure responsabile dell’ACIDIFICAZIONE MUSCOLARE durante l’esercizio Scissione dell’ATP Precedenti fasi della glicolisi INOLTRE: K+ F (La)Incubazione di 20mmol-l -1 F Senza effetti sul potenziale di membrana o sui meccanismi di ricircolo del Ca 2+ muscolare.Il lattato può avere degli effetti sul ripristino della forza contrastando alteconcentrazioni di K+ extracellulare. Nielsen et al. 2001. (in vitro)
  • Lattato come causa o conseguenza della fatica?? Lattato come segnale??? Andrew Philp, Adam L. Macdonald, and Peter W. Watt (2005)
  • RISPOSTE METABOLICHE E FATICA NEL CALCIO
  • Concentrazione di lattato nel sangue prima, durante e dopo una partita di calcio.Bangsbo J. Physiological demands of top class soccer refereeing in relation tophysical capacity and training. J Sports Sci. 2001;19:881-891.
  • Relazione tra le concentrazioni di lattato ematico e muscolare dopo un‘attività intensa (una partita). Krustrup P, Mohr M, Steensberg A, Bencke J, Kjaer M, Bangsbo J. Muscle and blood metabolites during a soccer game: implications for sprint performance. Med Sci Sports Exerc. 2006;38(6):1165-1174.
  • Contenuto relativo di glicogeno prima eimmediatamente dopo una partita di calcio.Krustrup P, Mohr M, Steensberg A, Bencke J, Kjaer M, Bangsbo J.Muscle and blood metabolites during a soccer game: implications for sprintperformance. Med Sci Sports Exerc. 2006;38(6):1165-1174.
  • Concentrazione di glucosio nel sangue prima durante e dopo una partita di calcio.Bangsbo J. The physiology of soccer with special reference tointense intermittent exercise. Acta Physiol Scand. 1994;151(suppl619):1-156.
  • Concentrazione di acidi grassi liberi di 3 giocatorinel plasma prima, durante e dopo una partita dicalcio . Bangsbo J. The physiology of soccer with special reference to intense intermittent exercise. Acta Physiol Scand. 1994;151(suppl 619):1-156.
  • ConclusioniIl LATTATO NON E’ RESPONSABILE dellafatica muscolare, e lesempio del calcio(tipica attività intermittente lattacida) lo dimostra chiaramente.
  • Conclusioni Altre sono le cause: Deplezione di Glicogeno Fattori associati all’uso del combustibile per la fornace metabolica in corso d’esercizio (acidi grassi e radicali liberi).Su questa base si può quindi concludere che lo sviluppo nei giocatori di calcio di strategie nutrizionali mirate ad elevare i livelli di glicogeno muscolare prima delle partite e di protocolli di lavoro/allenamento adeguati possano svolgere un ruolo chiavenell’identificazione di future strategie per ridurre questa perdita e contrastare lo sviluppo della fatica muscolare in questo sport.