• Save
Finanza aziendale
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Finanza aziendale

on

  • 678 views

Tre fattori influenzano il tasso ottimale di crescita: ...

Tre fattori influenzano il tasso ottimale di crescita:
1) fattore finanziario;
2) fattore mercato / o economico;
3) fattore manageriale
Qui analizzeremo il fattore finanziario

Statistics

Views

Total Views
678
Views on SlideShare
540
Embed Views
138

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

2 Embeds 138

http://www.centocinquanta.it 134
http://centocinquanta.it 4

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Finanza aziendale Finanza aziendale Presentation Transcript

  • *abitdifferent
  • La Vision: CentoCinquanta crea valore per leimprese, condividendo le sfide dimprenditorie manager e costruendo rapporti dipartnership di lunga durata.CentoCinquanta è una società di consulenza strategica chesupporta i propri clienti nell’individuazione di soluzioni concrete esostenibili affiancandoli nelle principali decisioni attinenti le areedell’Organizzazione, della Finanza, del Controllo.
  • Le  nostre  mission  
  • Essere  al  fianco   dei  tuoi  obie3vi   Questa  è  il  nostro  slogan   È  quel  plus  di  umanità,  di  compenetrazione  e  compartecipazione  che  noi  vogliamo   me:ere  in  ogni  proge:o:   noi  siamo  insieme  al  cliente;  fin  quando  la  consulenza  è  in  vigore  parleremo  dell’azienda,  dei  suoi  obie?vi  e  dei  suoi   sogni  come  se  fosse  la  nostra.  
  • A cosa miriamoa)  Creare una cultura aziendale incline alla proattività, alla leadership collettiva, al cambiamento continuob)  Rilasciare un metodo che renda stabile e continuo il miglioramentoc)  Implementare efficaci sistemi di controllo di gestioned)  Implementare sistemi di gestione dei flussi di cassa
  • Troppo  ovvio  per  essere  notato:  il  pesce  è  l’ul3mo   ad  accorgersi  dell’acqua.   Se  chiediamo  ad  una  persona  di  descrivere  ciò  che   vede  nella  stanza  dove  si  trova,  essa  tenderà  a  tralasciare  gli  ogge?  ovvi:  un  pavimento,  il  soffiAo,  pare3,  porte,  finestre.  Può  accadere  che  non  si  no3   ciò  che  ci  interessa  semplicemente  perché  troppo   vicino  per  essere  notato.  (Norman)  
  • Consulenza  nelle  aree   dell’Organizzazione  ,  Finanza,  Controllo Perché • Per garantire un tasso di crescita ottimale farlo • Tramite il dialogo con l’interaCome farlo struttura aziendaleCosa resta • Nuovi processi, nuovi prodotti, nuovi metodi, nuovi sistemi di valutazionein azienda
  • Tre fattori influenzano il tasso ottimale di crescita:1)  fattore finanziario;2)  fattore mercato / o economico;3)  fattore manageriale
  • Fattore finanziario;1) La sostenibilità finanziaria è unindicatore molto usato, se il cash flowdiviene negativo l’azienda rischia di nonpoter rimborsare i prestiti che ha richiesto.
  • Fattore mercato / o economico;2) La crescita aziendale costantemente aldi sopra della crescita del mercato può essereottenuta tramite l’acquisizione oppureattraverso la diversificazione o un mix delledue strategie. Un forte numero diacquisizioni così come un’elevatadiversificazione, sono negativamentecorrelate con le performance.
  • Fattore manageriale3) L’abilità a seguire più progetticontemporaneamente è funzione dellastruttura organizzativa, dei meccanismi dipremialità per i lavoratori più meritevoli, dellecaratteristiche della leadership nel team.
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale Il fattore finanziario
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale EQUILIBRIO FINANZIARIO
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale SQUILIBRIO FINANZIARIO  quando nell’azienda i debiti a breve superano i crediti a breve compresi tutti gli altri debiti e quando il patrimonio netto (capitale sociale e riserve) è troppo esiguo.  nei casi più gravi: difficoltà a seguire e ad affrontare le scadenze e conseguente ritardo di alcune categorie di pagamenti (fornitori, rate di prestiti, contributi previdenziali, fino al caso limite delle retribuzioni ai dipendenti)
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale RISULTATO Le piccole e medie imprese risultano essere sottocapitalizzate.
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale LA NON AMMISSIONE L’errore più diffuso fra gli imprenditori è quello di non volere ammettere la caratteristica strutturale della crisi e di pensare di rivolgersi al credito cercando di “mettere una pezza” ad una situazione già irrimediabilmente compromessa. Un rialzo dei tassi d’interesse, anche minimo, diventa un grosso colpo per la finanza dell’azienda. Le banche cominciano a dubitare dell’attendibilità delle redditività espresse in bilancio quando i flussi finanziari che il cliente fa transitare indicano invece l’esatto opposto. Ne consegue il restringersi del credito da parte di una prima banca seguita poi dalle altre.
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale COSA FARE?•  E’ fondamentale che l’azienda svolga un continuo monitoraggio dei propri flussi di cassa in modo da percepire tempestivamente i sintomi di rigidità finanziaria e intraprendere conseguentemente le opportune azioni correttive. Se un’azienda si dà l’autodisciplina di tenere aggiornata real-time la contabilità, dalla stesura di bilanci mensili si possono periodicamente effettuare le analisi che danno le informazioni sulla sua effettiva posizione finanziaria.
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale CONTROLLO DI GESTIONE Fra i vari termini utilizzati, il termine “controllo di gestione” rappresenta probabilmente quello più ricorrente e diffuso nella prassi aziendale del nostro Paese, anche se poi il suo utilizzo ha lasciato ampi spazi a interpretazioni soggettive. Spesso infatti il termine “controllo” viene associato a un momento di verifica o di ispezione, entrambi caratterizzati da connotazioni negative, e che si svolge comunque ex post, ovvero dopo il verificarsi di una serie di eventi. Non è questo MA: Si tratta del processo attraverso il quale il vertice aziendale cerca di influenzare i comportamenti delle persone al fine di raggiungere i risultati desiderati, dando attuazione alla strategia.
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale PREVENIRE Nel controllo di gestione l’enfasi dovrebbe essere sul “prevenire”, sul progettare e preparare il futuro, sul controllare prima (ex ante) e non dopo. il SCG deve favorire il raggiungimento dei seguenti obiettivi:   na corretta definizione degli scenari futuri a supporto delle decisioni u strategiche e dei piani previsionali   llineamento dell’organizzazione aziendale a  a possibilità di decidere con tempestività le necessarie azioni l correttive in rapporto agli obiettivi che si stanno perseguendo e alle azioni che si era deciso di intraprendere   a ultimo, una corretta ed esaustiva comunicazione aziendale d rivolta all’esterno (mercato finanziario, stakeholder, istituzioni e organismi di controllo, media)
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale LE FASI DEL CONTROLLO DI GESTIONE IL MECCANISMO TIPICO DEL CONTROLLO DI GESTIONE CONSENTE DI INDIVIDUARE TRE FASI DURANTE LE QUALI SI ESERCITA IL CONTROLLO STESSO: •  PRIMA DELLA GESTIONE = CONTROLLO PREVENTIVO •  DURANTE LA GESTIONE = CONTROLLO CONCOMITANTE •  DOPO LA GESTIONE = CONTROLLO CONSUNTIVO
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale Le componenti del master budget Budget Operativo Budget Budget di Altri Budget degli commerciale produzione Budget investimenti Progetti minori Conto Economico di budget CondizioniCondizioni di di incassopagamento Budget di cassa Stato Patrimoniale di budget
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale BUDGET ANNO BUDGET ACTUAL DELTA COSTO DEL VENDUTO ANNO 2011 VOCI 2011 2012 Cons.Giugno Delta 2012 RICAVI RICAVI Costo del venduto
  • Costi CommercialiSpese Generali Margine OperativoOneri Finanziari
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale •  QUALE’ L’OBIETTIVO DELL’IMPRESA? IL FATTURATO? L’EBITDA ? o ……. Piuttosto FARE SOLDI?
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale •  OBIETTIVO DELL’IMPRESA: FARE SOLDI = CREARE VALORE PER GLI AZIONISTI
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale OBIETTIVO DELL’IMPRESA: IL VALORE PER GLI AZIONISTI si crea GENERANDO FLUSSI DI CASSA ADEGUATI
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale FINANZA E PIANIFICAZIONE FINANZIARIA Gli strumenti: il Budget Finanziario Ricezione dati economici Trasformazione in dati monetari Ricezione Stato Patrimoniale al 31 / 12 Accorpamento dati economici e patrimoniali Calcolo giorni medi incasso (anno precedente) Calcolo giorni medi pagamento (anno precedente) Pianificazione Investimenti Elaborazione Budget Finanziario mensile Predisposizione manovra finanziaria Elaborazione e verifica Calcolo Oneri finanziari
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale La dimensione finanziaria STIPENDI VENDITE ACQUISTI ENTRATE & USCITE ALTRI COSTI CREDITI VERSO CLIENTI DEBITI VERSO FORNITORI ACCENSIONI E INVESTIMENTI RIMBORSI DEBITI
  • BUDGET FINANZIARIO 2011 TOTALE 2010 GEN FEB MAR APR MAG GIUIncassi Clienti 2.000.000 212.333 212.333 212.333 212.333 212.333 212.333 TOTALE INCASSI CLIENTI 2.000.000 212.333 212.333 212.333 212.333 212.333 212.333Incassi Contributi in C/capitale -Incassi Erogazioni Mutui TOTALE INCASSI FINANZIARI VARI - - - - - - - TOTALE ENTRATE 2.000.000 212.333 212.333 212.333 212.333 212.333 212.333Pagamento Fornitori Produzione 383.477 31.956 31.956 31.956 31.956 31.956 31.956Pagamento Fornitori BeniStrumentali 188.000 46.000 32.000Pag. Fornitori energia/telefoniche/acqua 25.600 2.1332.133 2.133 2.133 2.133 2.133Pagamento Fornitori Leasing 67.991 5.666 5.666 5.666 5.666 5.666 5.666Pagamento FornitoriProfessionisti 37.370 3.114 3.114 3.114 3.114 3.114 3.114Pagamento Fornitori x provvigioni - - - - - - -Pagamento Fornitori trasporti 81.585 6.799 6.799 6.799 6.799 6.799 6.799Pagamento Fornitori x marketing -Pag.Fornitori x pubblicità e fiere eomaggi - - - - - - -Pagamento Fornitori vari 111.918 9.326 9.326 9.326 9.326 9.326 9.326Pagamento Fornitori imballaggi - TOTALE PAGAMENTI FORNITORI 895.941 58.995 58.995 104.995 58.995 58.995 90.995
  • Interessi Mutui - 2.843 2.843Interssi passivi a breve 14.400 5.900 5.900Oneri Bancari - 2.375 2.375 2.375 2.375 2.375 2.375Altri interessi -Rate Mutuo 95.316 7.943 7.943 7.943 7.943 7.943 7.943 TOTALE PAGAMENTI FINANZIARI 109.716 10.318 10.318 19.061 10.318 10.318 19.061Oneri Vari - TOTALE ONERI VARI -Pagamento Stipendi 600.000 50.000 50.000 50.000 50.000 50.000 50.000Pagamento Contributi 103.375 8.615 8.615 8.615 8.615 8.615 8.615Pagamento TFR - TOT. PAGAMENTI AL PERSONALE 703.375 58.615 58.615 58.615 58.615 58.615 58.615varie -Pagamenti Tributari Vari 500.000 41.667 41.667 41.667 41.667 41.667 41.667 TOTALE PAGAMENTO IMPOSTE 500.000 TOTALE USCITE 2.209.032 127.928 127.928 182.671 127.928 127.928 168.671 DELTA -209.132 38.739 77.478 61.474 100.213 138.952 136.948FIDI CONCESSIcassa 30.000,00 300.000,00 300.000,00 300.000,00 300.000,00 300.000,00 300.000,00sbf 80.000,00 200.000,00 200.000,00 200.000,00 200.000,00 200.000,00 200.000,00in valuta 50.000,00 400.000,00 400.000,00 400.000,00 400.000,00 400.000,00 400.000,00TOTALI FIDI CONCESSI 160.000,00 900.000,00 900.000,00 900.000,00 900.000,00 900.000,00 900.000,00FABBISOGNO 1 -49.132,00MANOVRA FINANZIARIA 100.000,00FABBISOGNO 2/DISPONIBILITA 50.868,00
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale OBIETTIVO: CREDIBILITA’ GLOBALE DELL’ IMPRESA
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale Chiarire Vision e Mission •  La vision deve essere il “sogno impossibile” che illumina e motiva l’azienda nel futuro. Non ha tempo, non ha luogo: è la filosofia stessa dell’azienda. •  Una vision efficace coglie lo sforzo compiuto dall’azienda per assecondare tutti gli stakeholder. ( i clienti, i finanziatori, i fornitori, i dipendenti)
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale Per creare le diverse Mission è necessario 1.  Definire un elenco di obiettivi da perseguire 2.  Distinguere gli obiettivi in due gruppi: –  Innovazione per la cui esecuzione sono coinvolti l’azienda e i suoi dipendenti –  Innovazione per la cui esecuzione non sono coinvolti l’azienda e i suoi dipendenti 3.  Definire il grado di radicalità dell’innovazione e il tempo atteso per ottenere l’obiettivo 4.  Individuare le competenze necessarie ad ottenere l’obiettivo (discernere se presenti internamente o meno) 5.  Creare una scala di priorità 6.  Far confluire tutte le mission coerenti con l’azienda nella mappa strategica
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore managerialeProspettiva DomandeProspettiva economico finanziaria Quali sono i risultati che desideriamo ottenere per soddisfare gli azionisti economico finanziaria dellorganizzazione?Prospettiva dei clienti Per raggiungere questi risultati quale proposta di valore per il cliente dovremo generare?Prospettiva dei processi interni Per generare una proposta di valore per i nostri clienti che ci permetta diottenere i risultati finanziari desiderati, in quali processi interni dovremo eccellere?Prospettiva della crescita edell’apprendimento Come dovranno essere le persone, la tecnologia informatica ed il clima di azione per eccellere in quei processi che ci consentiranno di generare una proposta di valore ai nostri clienti tale da permetterci di raggiungere i risultati finanziari auspicati?
  • Mappa strategica
  • Link
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale Dalla mappa strategica alla balance scorecard Dimensione Iniziativa Fattori Obiettivi Team o critici del individuo successo Economico finanziaria Clienti Processi interni Apprendime nto e crescita
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale Cos’è la balanced scorecard La Balanced Scorecard è un sistema di gestione delle performance che può essere utilizzato in ogni tipologia di organizzazione per allineare la vision e la mission con le richieste che provengono dalla clientela e dal lavoro giornaliero.
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale A che serveGestisce e valuta le strategie di business,monitora l’efficienza delle innovazioniintrodotte e comunica I progressi a tutti gliimpiegati. La scorecard permette di misurareI risultati finanziari, di gradimento sullaclientela e la capacità dell’organizzazione.
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale Il sistema di Balanced Scorecard ci permette di vedere tre differenti dimensioni delle performance organizzative: 1)  isultati (finanziari e per i clienti) R 2)  unzionamento (processi e procedure) F 3)  apacità (limiti, attitudini, know how, strumenti) C
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale La balanced scorecard per le imprese (profit driven)
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale Creazione dei KPI
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale Marginalità di prodotto Marginalità per classi BEP In Bilancio Kpi e margini Ciao ciao S.r.l. Legenda: come leggere gli indici di bilancio SPA = Stato Patrimoniale Attivo   SPP = Stato Patrimoniale Passivo CE = Conto Economico = Bene, bravo, avanti così = Niente allarmismi ma un po di attenzione = Molta attenzione, veirficare le ragioni del valore INDICE AT.A.G. VALORE FORMULA IN BILANCIO COME LEGGERLO, COSA RAPPRESENTA Lindice mostra quanto lazienda sia in grado di coprire gli investimenti con il capitale proprio e quindi di Margine Primario di Struttura   € 2.549.839,00 Patrimonio Netto - SPP.A-SPA.B essere autonoma dal punto di vista finanziario. Immobilizzazioni Equivale allEquity Asset Ratio sebbene espresso in forma di sottrazione [SPP.A+[(SPP.B)+(SPP.C)+ (SPP.D.1b+SPP.D.2b+SPP.D.3b +SPP.D.4b+SPP.D.5b+SPP.D.6b Cos come il margine primario di struttura lindice Margine Secondario di Struttura   € 3.880.568,00 (Patrimonio Netto + Passivo evidenzia come lazienda abbia coperto i propri +SPP.D.7b+SPP.D.8b+SPP.D.9b Consolidato) - Immobilizzazioni +SPP.D.10b+SPP.D.11b+SPP.D. investimenti. Valori positivi dellindice mostrano un 12b+SPP.D.13b+SPP.D.14b)]]- buon equilibrio patrimoniale SPA.B [(SPA.C.III+SPA.C.IV)]-[(SPP.D. Rappresenta la capacità dellazienda di far fronte al 1a+SPP.D.2a+SPP.D.3a+SPP.D.4a passivo corrente (debiti a breve) con la sola liquidità Liquidità Immediata - Passivo +SPP.D.5a+SPP.D.6a+SPP.D.7a immediata. Lindice assumerà difficilmente valori > 0 Margine Primario di Tesoreria   -€ 30.198.280,00 Corrente +SPP.D.8a+SPP.D.9a+SPP.D.10a (zero). Una buona chiave di lettura è il rapporto con il +SPP.D.11a+SPP.D.12a+SPP.D. Capitale circolante Lordo. E uguale allAcid Test 13a+SPP.D.14a)] sebbene espresso in forma di sottrazione. Mauro Juvara
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale Marginalità di prodotto Marginalità per classi BEP In Bilancio Kpi e margini Ciao ciao S.r.l. Legenda: come leggere gli indici di bilancio SPA = Stato Patrimoniale Attivo   SPP = Stato Patrimoniale Passivo CE = Conto Economico = Bene, bravo, avanti così = Niente allarmismi ma un po di attenzione = Molta attenzione, veirficare le ragioni del valore INDICE AT.A.G. VALORE FORMULA IN BILANCIO COME LEGGERLO, COSA RAPPRESENTA E Uguale allindice secondario di tesoreria (o Quick Ratio) benchè espresso in termini di sottrazione. [(SPA.C.III+SPA.C.IV)+ Rappresenta la capacità dellazienda di far fronte al (SPA.C.II.1a+SPA.C.II.2a passivo corrente (debiti a breve) con la liquidità +SPA.C.II.3a+SPA.C.II.4a immediata e con i propri crediti. Lindice assumerà +SPA.C.II.5a)]-[(SPP.D.1a+SPP.D. tipicamente un valore < o > di 0 (zero). Nel caso in Margine Secondario di Tesoreria   -€ 2.743.621,00 (Liquidità Immediata + Liquidità 2a+SPP.D.3a+SPP.D.4a+SPP.D.5a cui lindice dovesse essere > di 0 vorrà dire che la Differita) - Passivo Corrente +SPP.D.6a+SPP.D.7a+SPP.D.8a somma tra le prime du poste è superiore a tutti i debiti +SPP.D.9a+SPP.D.10a+SPP.D.11a a breve, rappresentando un buon andamento +SPP.D.12a+SPP.D.13a+SPP.D. finanziario. Il contrario qualora lindice dovesse essere 14a)] minore di zero. Valori critici si avrebbero qualora lindice scendesse in valore assoluto al di sotto del valore delle disponibilità. [(SPA.C.III+SPA.C.IV)]/[(SPP.D. Rappresenta la capacità dellazienda di far fronte al 1a+SPP.D.2a+SPP.D.3a+SPP.D.4a passivo corrente (debiti a breve) con la sola liquidità Liquidità Immediata / Passivo +SPP.D.5a+SPP.D.6a+SPP.D.7a immediata. Lindice assumerà difficilmente valori > 1 Acid Test (Indice Primario di Tesoreria)   0,0337 Corrente +SPP.D.8a+SPP.D.9a+SPP.D.10a (uno). E uguale al margine primario di tesoreria +SPP.D.11a+SPP.D.12a+SPP.D. sebbene espresso in forma di rapporto. 13a+SPP.D.14a)] Lindice mostra quanto lazienda sia in grado di coprire gli investimenti con il capitale proprio e quindi di Patrimonio Netto / essere autonoma dal punto di vista finanziario.Equity Asset Ratio (Indice primario di struttura)   1,2717 SPP.A/SPA.B Immobilizzazioni Equivale al margine primario di struttura sebbene espresso in forma di rapporto. Buoni i valori superiori ad 1 Mauro Juvara
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale Marginalità di prodotto Marginalità per classi BEP In Bilancio Kpi e margini KPI e Margini All’interno di un modello di Balanced Scorecard vengono definiti KPI tutti quegli indicatori che risultano particolarmente rilevanti al fine di indagare le performance aziendali. In un processo di BSC, all’interno della prospettiva economico finanziaria, è possibile (auspicabile) individuare dei valori di marginalità che siano KPI ed al cui raggiungimento siano ancorate determinate conseguenze (premi, incentivi, operazioni straordinarie, etc …) Mauro Juvara
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale Marginalità di prodotto Marginalità per classi BEP In Bilancio Kpi e margini Prospettiva economico finanziaria Aumento del ROI (almeno 6%) Prospettiva del Miglioramento dell’Acid test (Almeno Cliente 0,25) Miglioramento Margine secondario di • // tesoreria (Almeno > 0) • // Miglioramento del margine sul • // segmento Mangimi per Leoni (Almeno = 0) …… Prospettiva dei Prospettiva processi interni apprendimento • // • // • // • // • // • // Mauro Juvara
  • Fattore finanziario Fattore economico Fattore manageriale Marginalità di prodotto Marginalità per classi BEP In Bilancio Kpi e margini Rifinire la Balanced Scorecard tramite l’uso della Fuzzy logic