Le officine del Racconto: Il romanzo psicologico

2,163 views
1,991 views

Published on

Il romanzo psicologico rappresenta sicuramente una delle principali produzioni della letteratura novecentesca, tale da condizionare i metodi di scrittura e le analisi dei personaggi dei principali scrittori e maestri delle letteratura che vanno da Conrad a Dostoevskij, i precursori di questo genere, passando per Marcel Proust e Virginia Woolf, fino ad arrivare a Georges Simenon, Sandor Marai e Amèlie Nothomb.
L’analisi psicologica, il monologo interiore, il rapporto tra il personaggio e il tempo: questi ed altri concreti elementi di scrittura verranno approfonditi nel corso de “Le Officine del Racconto” del 14 aprile, attraverso i testi dei principali scrittori che hanno utilizzato tematicamente e strutturalmente una nuova forma di romanzo e di narrazione a partire da questo tipo di costruzione del personaggio, protagonista della vicenda.

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
2,163
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
12
Actions
Shares
0
Downloads
29
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Le officine del Racconto: Il romanzo psicologico

  1. 1. Il romanzo psicologico Le officine del racconto 1Roma, 14/4/12 Francesco Izzo 1
  2. 2. L’io allo specchio Il viaggio dell’eroeRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 2
  3. 3. Il romanzo psicologico Cronologia 1899: Henri Bergson, “Saggio sui dati immediati della coscienza”Roma, 14/4/12 Francesco Izzo 3
  4. 4. Il romanzo psicologico Cronologia 1900: Sigmund Freud, “L’interpretazione dei sogni”Roma, 14/4/12 Francesco Izzo 4
  5. 5. Il romanzo psicologico Cronologia 1905: Albert Einstein, “Teoria della relatività ristretta”Roma, 14/4/12 Francesco Izzo 5
  6. 6. Il romanzo pscicologico Cronologia 1914 - 1918: La Grande Guerra Louis-Ferdinand CélineRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 6
  7. 7. Un nuovo romanzo Forme e contenuti 2Roma, 14/4/12 Francesco Izzo 7
  8. 8. Il romanzo psicologico CaratteristicheRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 8
  9. 9. Il romanzo psicologico Il racconto autobiograficoRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 9
  10. 10. Il romanzo psicologico Il viaggio nella memoriaRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 10
  11. 11. Il romanzo psicologico Il diario Francesco Izzo 11
  12. 12. Il romanzo psicologico Il romanzo epistolareRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 12
  13. 13. Il romanzo psicologico Il caso clinicoRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 13
  14. 14. Il romanzo psicologico Il romanzo di crisiRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 14
  15. 15. Il romanzo psicologico Il flusso di coscienzaRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 15
  16. 16. Un nuovo romanzo “Alla ricerca del tempo perduto” 14 novembre 1913Roma, 14/4/12 Francesco Izzo 16
  17. 17. La costruzione del personaggio L’io diviso 3Roma, 14/4/12 Francesco Izzo 17
  18. 18. La costruzione del personaggio Il desiderio Il punto di vistaIl linguaggio Il conflittoIl passato I segretiLa complessità L’aspetto Roma, 14/4/12 Francesco Izzo 18
  19. 19. Un nuovo personaggio Rodion Romanovich RaskolnikovRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 19
  20. 20. Un nuovo personaggio Eroe e antieroeRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 20
  21. 21. L’analisi psicologica Il tempo Antefatti Flashback Anticipazioni Lo scorrere del tempoRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 21
  22. 22. L’analisi psicologica “In caso di disgrazia” di Georges SimenonRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 22
  23. 23. La camera dei segreti Il ruolo dei segreti in letteratura 4Roma, 14/4/12 Francesco Izzo 23
  24. 24. Scrivere il personaggio I segreti “Nella vita quotidiana non ci capiamo mai, non esistono né completa chiarezza né completa fiducia. Ci conosciamo approssimativamente, attraverso segni esteriori, e questi servono a sufficienza per la basi della socialità e persino per l’intimità. Ma le persone in un romanzo possono essere completamente comprese dal lettore, se l’autore lo desidera; la loro vita interiore può essere espressa come la loro vita esteriore ci è stato detto su di loro tutto ciò che può essere detto; perfino se sono imperfetti o irreali, non hanno segreti per noi, mentre i nostri amici si, e devono averne, essendo la reciproca segretezza una delle condizione dell’esistenza in questo pianeta”. Edward Morgan Forster, "Aspetti del romanzo"Roma, 14/4/12 Francesco Izzo 24
  25. 25. James Joyce: “I morti” La narrativa e i segretiRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 25
  26. 26. La camera dei segreti Un segreto inconfessabile «Dottor Jekyll e Mr. Hyde» di Robert Louis Stevenson.Roma, 14/4/12 Francesco Izzo 26
  27. 27. La camera dei segretiUna doppia vitaUn rimorso Una ferita Il passato Scrivere (per nascondere e rivelare) il segreto del personaggioRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 27
  28. 28. La costruzione del segreto Dexter Dalla letteratura alla tv La famiglia e il passato La fidanzata Il segretoRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 28
  29. 29. La costruzione della suspense Una teoria dei segreti « Il terrore non è nell’esplosione ma nell’attesa». Alfred HitchcockRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 29
  30. 30. La costruzione della suspense Elementi di baseUn demone e una paura La ambientazioni La vulnerabilitàRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 30
  31. 31. La costruzione della suspense Elementi di base L’attesa: lo sviluppo della tensione Lo ‘spessore’ dell’antagonista La seduzione del lettore fin dall’inizio della scenaRoma, 14/4/12 Francesco Izzo 31
  32. 32. La costruzione della suspense Una teoria dei segreti « Quando hai un dubbio, fai entrare un uomo con una pistola». Raymond Chandler IL COLPO DI SCENARoma, 14/4/12 Francesco Izzo 32
  33. 33. Roma, 14/4/12 Francesco Izzo 33

×