Open Data Day 2013 - Centro di Accesso Nazionale alla Trasparenza Amministrativa

1,387 views

Published on

Francesco Ciclosi, Presidente di Democrazia Digitale e membro del gruppo Unicam Open Data, presenta il CANTA (Centro di Accesso Nazionale alla Trasparenza Amministrativa), nell'ambito dell'Open Data Day Marche 2013, tenutosi sabato 23 febbraio 2013 a Tolentino (MC), presso il Castello della Rancia.

Published in: News & Politics
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,387
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
861
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Open Data Day 2013 - Centro di Accesso Nazionale alla Trasparenza Amministrativa

  1. 1. Tolentino, 23 febbraio 2012Open Data Day Marche 2013 In viaggio verso il C.A.N.T.A.Centro di Accesso Nazionale alla Trasparenza Amministrativa Francesco Ciclosi Presidente Democrazia Digitale
  2. 2. Il principio democratico Afferma la sovranità popolare Si esplicita al momento delle elezioni con la scelta dei rappresentanti dei cittadini In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  3. 3. Il modello di democrazia rappresentativa è … Diritto di accesso alle Stato di diritto informazioni BASE e FONDAMENTO In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  4. 4. Il diritto di accesso e d’informazione Prima della legge n. 241/1990 … L’attività della PubblicaAmministrazione era «segretata» I cittadini erano privati del diritto di conoscere la genesi delle decisioni Violazione del Principio Democratico In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  5. 5. I criteri di trasparenza e pubblicità …Senza informazioni il Popolo non può decidere Viene depauperato della sua sovranità In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  6. 6. Diritto all’informazione e non al «gossip» Possono accedere ai documenti amministrativi solo i portatori di un interesse «diretto, concreto ed attuale» • No ad un controllo generalizzato della P.A. A livello locale è possibile prevedere forme di accesso più ampie • Superamento in meglio dei livelli prestazionali concernenti i diritti civili e sociali (ex art. 117, Cost.) Il 15/2/2013 il C.d.M. ha ATTENZIONE rivoluzionato tutto In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  7. 7. Scopo della legge 5/7/1982 n. 441 Regolare la materia inerente la pubblicizzazione: • della situazione economico-patrimoniale • delle potenziali aree d’interesse di molteplici soggetti: • rappresentanti del popolo • legali rappresentanti di Istituti ed Enti Pubblici • legali rappresentanti di Società di cui la P.A. detiene almeno una porzione del capitale In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  8. 8. La «svolta» del Governo Monti La Legge 7 dicembre 2012 n. 213 di conversione del DL 10/10/2012 n. 174 sancisce all’art. 3 la modifica del TUEL mediante il nuovo Art. 41-bis: • Gli enti locali con popolazione superiore a 15.000 abitanti sono tenuti a disciplinare: • le modalità di pubblicità e trasparenza dello stato patrimoniale dei titolari di cariche pubbliche elettive e di governo di loro competenza. In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  9. 9. Obblighi previsti dalla Legge 213/2012• Pubblicazione sul sito Internet dell’ente informazioni su: o dati di reddito e di patrimonio con particolare riferimento ai redditi annualmente dichiarati; o beni immobili e mobili registrati posseduti; o partecipazioni in società quotate e non quotate; o consistenza degli investimenti in titoli obbligazionari, titoli di Stato, o in altre utilità finanziarie detenute anche tramite fondi di investimento, sicav o intestazioni fiduciarie.• Annualmente, all’inizio e alla fine del mandato In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  10. 10. L. 213/2012 : meccanismo sanzionatorio Gli enti locali dovranno prevedere sanzioni amministrative per gli inadempienti totali o parziali L’importo sanzionabile andrà da €.2000 a €. 20.000 RIFLESSIONE + L’introduzione di un meccanismo sanzionatorio - La scelta di sanzioni solo pecuniarie In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  11. 11. Normative a confrontoLegge 5/7/1982 n. 441 Legge 7/12/2012 n. 213Pubblicazione su appositi Pubblicazione su InternetbollettiniSi applica agli enti locali Si applica agli enti locali concapoluogo o con almeno almeno 15000 abitanti50000 abitantiSanzioni inefficaci («lista nera» Sanzioni pecuniarieper soli addetti ai lavori) In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  12. 12. Ecco la vera Ratio della legge Garantire trasparenza nella situazione patrimoniale di chi concorre alla vita politica Rendere conoscibili le modalità di reperimento delle risorse necessarie a svolgere l’attività politica NO a una semplice conoscenza morbosa di informazioni personali SI al recupero del rapporto diretto tra eletto ed elettore In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  13. 13. Un meccanismo virtuoso Accesso aperto alle informazioni pubbliche Trasparenza Controllo (come coinvolgimento) Sviluppano la partecipazione attiva dei cittadini alle iniziative di governo In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  14. 14. Una soluzione unilaterale  APE L’Anagrafe Pubblica degli Eletti è un repository pubblico contenente informazioni formalmente già disponibili ma Sostanzialmente non fruibili In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  15. 15. APE: primo blocco informativo È un set di informazioni estensivo dell’anagrafe patrimoniale Dati anagrafici Situazione reddituale Situazione patrimoniale Registro dei finanziamenti Modalità di svolgimento del Registro delle spese mandato In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  16. 16. APE: secondo blocco informativo Documentazione economico- Dati dell’APE finanziaria Registro delle delibere Archivio degli attiArchivio dei bandi e degli esiti Proprietà immobiliari di gara Registro delle societàRegistro degli incarichi esterni controllate Pubblicizzazione dei lavori Albo pretorio telematico consiliariIn viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  17. 17. Art. 3 della Costituzione Le distinzioni sostanziali introdotte dall’attuazione o dalla non attuazione dell’APE: 1. Introducono una sorta di diritto democratico ristretto su base territoriale 2. Configurano un trattamento differenziato non ragionevolmente giustificato dalle differenti situazioni 3. Non tutelano i cittadini più deboli, ovvero quelli a cui i rappresentanti locali negano il diritto democratico In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  18. 18. Art. 1 della Costituzione La mancanza sostanziale di un meccanismo di trasparenza nel processo decisionale: 1. Costringe il cittadino a basare la sua scelta elettorale su informazioni distorte o incomplete 2. Ne falsa la valutazione 3. Lo depaupera del potere riconosciutogli dalla Carta Costituzionale In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  19. 19. Art. 117 della Costituzione Nessun ente autonomo può dettare le norme di tutela «minima» dei diritti civili e sociali, come: 1. Il principio democratico 2. Il principio d’uguaglianza Regioni ed enti locali possono solo garantire maggiore tutela delle prerogative dei cittadini in materia di trasparenza amministrativa In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  20. 20. I principi dell’Open Government Trasparenza • Responsabilizza il popolo e i suoi rappresentanti diffondendo ogni dato sull’attività amministrativa Partecipazione • Migliora la qualità del processo decisionale realizzando l’intelligenza collettiva di Gaiana memoria Collaborazione • Garantisce il monitoraggio dell’intero procedimento In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  21. 21. Funzioni dell’Open Government Garantisce convergenza tra e-Government ed e- Democracy Non è sostitutivo delle classiche forme integrative di tipo partitico Definisce una nuova idea di politica capace di affincare ed integrare quella classica In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  22. 22. Alcune criticità … Possibile nascita di una sub-società civile oligarchica capace di sfruttare il digital-divide Potenziale rischio legato all’ambivalenza tra visibilità e garantismo e tra controllo e giustizialismoAttenzione alla «tirannia della trasparenza»!!! In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  23. 23. Soluzione: Il Sistema di Accesso alla Trasparenza AmministrativaCARTA CARTA CANTACARTA CARTA In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  24. 24. Come si articola il SATA sul territorio A livello Regionale: i CARTA • mediante adozione di apposita Legge Regionale • proposti ad alimentare il CANTA nazionale A livello comunale: i SALTA • mediante modifica dello Statuto Comunale In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  25. 25. SATA: aspetti tecnici e normativi L’impianto normativo prevede la modifica del TUEL (Testo unico degli enti locali): PER Definirvi norme di tutela minima dei diritti civili dei cittadini nel rispetto dei principi democratico e di uguaglianza formale Descrivervi finalità, scopo, caratteristiche e meccanismi sanzionatori In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  26. 26. CANTA: aspetti tecnici e normativi – (1) Il Centro di Accesso Nazionale alla Trasparenza Amministrativa raccoglierà informazioni: Relative ai soggetti che si candidano a ricoprire incarichi elettivi o direttivi negli enti locali Inerenti gli enti autonomi Centralmente ed in un’unica locazione In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  27. 27. CANTA: aspetti tecnici e normativi – (2) I soggetti interessati saranno obbligati a conferire i dati: 1. All’atto dell’accettazione della candidatura (o della nomina) 2. Annualmente all’atto di presentazione della dichiarazione dei redditi soggetti all’IRPEF Gli inadempienti saranno sottoposti a sanzioni In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  28. 28. CANTA: aspetti tecnici e normativi – (3) Il meccanismo sanzionatorio dovrà prevedere:1. Ineleggibilità • dei soggetti che all’atto della propria candidatura non hanno provveduto alla trasmissione della documentazione prevista (modifica art. 60 TUEL)2. Sospensione o decadenza di diritto • dei soggetti che omettono la presentazione annuale dei documenti prescritti (modifica art. 59 TUEL) In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  29. 29. CANTA: aspetti tecnici e normativi – (4) Il CANTA sarà collocato in seno al CNSD presso il Ministero dell’Interno Nel CANTA confluirà l’Anagrafe degli Amministratori locali e regionali Il CANTA dovrà: • Scambiare dati in formato RDF, XML e XBRL • Comunicare con l’Anagrafe nazionale della popolazione residente (ANPR) mediante XML In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  30. 30. CANTA: aspetti tecnici e normativi – (5) Il CANTA dovrà: • Elaborare automaticamente le informazioni ricevute • Esporre al pubblico le informazioni in formato aperto e Linked (LOD) Biennalmente le specifiche tecniche del CANTA saranno aggiornate mediante decreto ministeriale In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  31. 31. CANTA: aspetti tecnici e normativi – (6) Il CANTA dovrà utilizzare un modello di licenza tale da consentire il libero riuso delle informazioni esposte: Italian Open Data License v2.0 In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  32. 32. PSI: non pubblicazione ma diffusione L’utilizzo reale dei dati contenuti nelle PSI richiede competenze e capacità tecniche Piuttosto che pubblicare i dati è preferibile diffonderli con licensing aperto per favorirne l’aggregazione ed il riuso Si crea nuovo valore aggiunto per il cittadino In viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.
  33. 33. C.A.N.T.A. FINEIn viaggio verso il Centro Nazionale di Accesso alla Trasparenza Amministrativa – C. A.N.T.A. © Francesco Ciclosi – 23 febbraio 2013 – Tutti i diritti riservati.

×