• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Gli Open data - Uno strumento a servizio dei beni culturali
 

Gli Open data - Uno strumento a servizio dei beni culturali

on

  • 517 views

Gli Open data - Uno strumento a servizio dei beni culturali

Gli Open data - Uno strumento a servizio dei beni culturali

Statistics

Views

Total Views
517
Views on SlideShare
435
Embed Views
82

Actions

Likes
0
Downloads
2
Comments
0

2 Embeds 82

http://www.democraziadigitale.eu 41
http://opendataunicam.wordpress.com 41

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Gli Open data - Uno strumento a servizio dei beni culturali Gli Open data - Uno strumento a servizio dei beni culturali Presentation Transcript

    • www.democraziadigitale.eu Ascoli Piceno, 23 aprile 2013 Gli open dataUno strumento a servizio dei beni culturali Francesco Ciclosi Presidente Democrazia Digitale Membro Unicam Open Data Group
    • www.democraziadigitale.eu Open Content: cenni Il concetto di opera libera (o di opera a contenuto libero) trae la sua ispirazione da quello di Open Source (sorgente libera) Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Open Content Vs Open Source In un’opera di contenuti su Internet è liberamente disponibile ed utilizzabile: • NO  il codice sorgente del programma software che li genera • SI  i contenuti editoriali generati dal programma, quali testi, immagini, musica e video Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu I «dati» (1) Sono un’elementare porzione di informazione caratterizzata da: • essere una descrizione diretta di fatti, o a loro chiaramente collegabile; • appartenere a un sistema di conoscenze o informazione più ampia; • acquisire maggiore valore se contestualizzato e correlato con informazioni aggiuntive; Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu I «dati» (2) Ma anche, caratterizzata da: • essere riproducibile senza ambiguità, noti in dettaglio i metodi utilizzati per la sua generazione; • essere archiviata in formati digitali; • essere in grado di generare nuova conoscenza, mediante sua elaborazione con applicazioni software Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Attenzione!!! Non tutti i dati possono pervenire allo status di informazione MA Solo quelli che, elaborati, organizzati, strutturati e contestualizzati, diventano effettivamente utilizzabili. Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Definizione di «Conoscenza Aperta» Definita dalla Open Knowledge Foundation Indicata una svariata serie di informazioni diverse dal software, quali: • Musica • Film • Libri • dati (di qualsiasi forma e/o natura) • informazioni del settore pubblico (PSI) Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu OPERA Aperta (Oggetto o elemento di conoscenza) Se la modalità di distribuzione soddisfa i requisiti: • accesso • ridistribuzione e riuso • assenza di restrizioni tecnologiche • attribuzione ed integrità • assenza di discriminazioni • modalità di licenza Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Requisito di «accesso» essere disponibile, preferibilmente tramite il download gratuito via Internet: • nella sua interezza • a un costo di riproduzione ragionevole • in un formato comodo e modificabile Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Requisito di «Ridistribuzione e riuso» le modalità di licensing non devono porre nessuna limitazione alla distribuzione (a titolo oneroso o gratuito) dell’opera • sia in forma singola • sia facente parte di un pacchetto integrante più opere di diversa provenienza Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Requisito di «Assenza di restrizioni tecnologiche» Deve essere distribuita in un formato aperto ovvero Un formato le cui specifiche siano pubblicamente e liberamente disponibili e che non imponga nessuna restrizione al suo utilizzo Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Requisito di «attribuzione ed integrità» La modalità di licenza può richiedere, come condizioni per la sua ridistribuzione ed il suo riutilizzo: • sia la citazione dei vari contributori e creatori dell’opera • sia lindicazione di un nome o di un numero di versione diverso dall’opera originaria Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.euRequisito di «assenza di discriminazioni» La modalità di licenza adottata non deve limitare lutilizzo dell’opera in un determinato settore d’attività, né discriminare persone o gruppi Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Requisito di «modalità di licenza» Non deve imporre restrizioni su altre opere distribuite insieme all’opera licenziata I diritti relativi all’opera devono valere per tutte le persone a cui l’opera viene ridistribuita senza che sia necessario accettare o sottostare ad alcuna licenza aggiuntiva Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Attenzione alle PSI Esistono casi in cui le Public Sector Information non possono essere disponibili in modalità completamente aperta Si vuole dunque garantire: • la protezione di sicurezza nazionale e privacy • la tutela di diritti di proprietà intellettuale • la tutela del valore aggiunto connesso con la vendita dei dati a soggetti privati per fini di lucro Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Modelli di copyright per le PSI (1) Dominio Pubblico (o Copyright free model)  l’informazione è completamente libera e chiunque può accedervi senza restrizioni • USA 1976 - Copyright Act. Copyright ampio  la maggior parte dell’informazione dello Stato è soggetta a copyright • Paesi del Commonwealth, come l’Australia, il Canada, la Gran Bretagna, Cipro e Malta. Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Modelli di copyright per le PSI (2) Modello misto, ovvero: è effettuata in modo esplicito una distinzione tra le informazioni del settore pubblico che sono libere da copyright e quelle che non lo sono • Paesi europei come l’Italia, la Francia, la Germania, la Spagna, la Svezia, la Finlandia e l’Olanda. Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu ATTENZIONE!!!1. La distribuzione dei dati pubblici nel pubblico dominio non ne garantisce la sostanziale (e non formale) apertura2. Non limitarsi alla mera pubblicazione delle informazioni, bensì provvedere alla loro diffusione con modalità di licensing che ne prevedano la libera distribuzione finalizzata anche all’aggregazione ed al riuso Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Grado di apertura dei formati elettronici Formato Può essere estratto Machine Readable? Specifiche Formato aperto? il testo? disponibili?Plain Text Si Si Si Si(.txt)Comma Separated Value Si Si Si Si(.csv, .txt)Hyper Text markup Language Si Si Si Si(.html, .htm)Extensible Markup Language Si Si Si Si(.xml)Microsoft Word Si No Si No(.doc, .docx)Microsoft Excel Si Si Si No(.xls, .xlsx)Resource Description Framework Si Si Si Si(.rdf)Portable Document Format No No Si Si(.pdf)Open Document Format Si Si Si Si(.odt, ods, …)Image files No No Si Si(.jpg, .tiff, .tif, ….) Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu LiMo Knowledge extraction Rights Use conditions Distribution conditions share remix create noDerivativeWork nonCommercial shareAlike attribution noCopyrightConditionCC by-nc-nd yes no no yes yes no yes noCC by-nd yes no no yes no no yes noCC by-nc yes yes yes no yes no yes noCC by-nc-sa yes yes yes no yes yes no noCC by-sa yes yes yes no no yes yes noIODL 1.0 yes yes yes no no yes yes noODC-By yes yes yes no no yes yes noCC by yes yes yes no no no yes noIODL 2.0 yes yes yes no no no yes noODbL v1.0 yes yes yes no no no yes noCC0 yes yes yes no no no no yesPDDL v1.0 yes yes yes no no no no yes Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.euIl business opendata passa per la licenza Equivalent Licensingche garantisce il riuso più libero e ladistribuzione più ampia. CC by-sa ≡ IODL 1.0 ≡ ODC by 6 CC by ≡ IODL 2.0 ≡ ODbL 5 v1.0 ≡ PDDL v1.0 CC0Openess 4 3 2 1 0 Serie1 Licensing Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu I principi dell’Open Government Trasparenza • Responsabilizza il popolo e i suoi rappresentanti diffondendo ogni dato sull’attività amministrativa Partecipazione • Migliora la qualità del processo decisionale realizzando l’intelligenza collettiva di Gaiana memoria Collaborazione • Garantisce il monitoraggio dell’intero procedimento Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.euGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Barack Obama L’amministrazione Obama ha messo a disposizione on-line tutti i dati pubblici in suo possesso, attraverso il principio dei «dati aperti» L’Open government directive prevede che ogni amministrazione del governo pubblichi entro 45 giorni, tutti i suoi dati pubblici su Internet Semplicemente aggiungendo “/open” all’URL Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu USA Vs ItalyGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Data.govGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu dati.gov.itGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Infografica ItaliaGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Nelle Marche  Il primo comune a pubblicare i dati aperti è stato Tolentino  Portale lanciato in occasione di ODD Marche by UnicamGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu 5  data  Tim Berners-Lee prefigura un web pensato in funzione di dati condivisi  Per rendere accessibili i dati riformulando il modo in cui li usiamoGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Il diagramma a 5 stelle Num. Stelle Caratteristiche del Linked Data Disponibile sul web (con qualsiasi formato) ma con una licenza aperta Disponibile come dato strutturato ed automaticamente processabile Disponibile come dato strutturato, automaticamente processabile e che utilizza formati aperti Disponibile come dato strutturato, automaticamente processabile e che utilizza formati aperti. Inoltre si avvale degli standard aperti definiti dal W3C (RDF e SPARQL) per identificare gli oggetti Disponibile come dato strutturato, automaticamente processabile e che utilizza formati aperti. Inoltre si avvale degli standard aperti definiti dal W3C (RDF e SPARQL) per identificare gli oggetti, nonché collega i propri dati ai dati delle altre persone al fine di definirne il contesto Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu HTMLÈ il «linguaggio» di markup solitamente usato per i documenti ipertestuali nel World Wide Web Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Criticità di HTML Non è dotato di strumenti atti ad esprimere la semantica, ovvero il significato attribuibile al tipo di relazione che lega tra di loro due differenti informazioni Non consente l’estrapolazione e la contestualizzazione delle informazioni contenute nelle pagine web, da parte di software in grado di processarle automaticamente Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Web semantico L’evoluzione del web prevede il passaggio da rete di documenti a rete di dati DOVE I documenti sono arricchiti di contenuto informativo DIVENTANO Dati processabili direttamente o indirettamente anche con strumenti automatici Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.euUniversal Resource Identifier Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu URI: istruzioni per l’uso utilizzarli come nomi per gli oggetti utilizzare gli URL (= URI + protocollo HTTP) affinché sia possibile cercare tali oggetti quando qualcuno cerca un URI, fornire informazioni utili, utilizzando gli standard (* RDF, SPARQL) includere collegamenti ad altri URI, per poter scoprire più oggetti Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Caratteristiche dei Linked Data Aperti  accessibili attraverso una varietà illimitata di applicazioni Modulari  possono essere combinati (mashed- up) con qualsiasi altra porzione di L.D. Scalabili  semplicità di aggiunta di più L.D. a quelli già esistenti, anche se i termini e le definizioni usate cambiano nel tempo Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu RDF È un formalismo utilizzabili per descrivere i dati (data model) IDENTIFICA Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Resource Description Framework Le proprietà sono RELAZIONI che legano tra di loro risorse e valori (identificate da URI) Un valore è un tipo di dato primitivo; può essere una stringa (contenente l’URI di una risorsa) Lo statement è l’unità base per rappresentare un’informazione in RDF RISORSA VALORE PROPRIETÀ Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Grafo (data set) Il data set è serializzabile mediante vari formati che comunque non alterano il data model RDF Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Esempio 1. Il Signor Ciampi vive a Roma. 2. Il Signor Ciampi ha codice fiscale CMPCLZ20T09E625V. Asserzione 1 Asserzione 2 Soggetto Il Signor Ciampi Il Signor Ciampi Predicato vive a ha codice fiscale Valore Roma CMPCLZ20T09E625V Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu  Grafo serializzato con Notation3 http://www.quirinale.it/qrnw/statico/ex-Il Signor Ciampi presidenti/Ciampi/cia-biografia.htmvive a http://it.wiktionary.org/wiki/vivereRoma http://www.comune.roma.it/index.aspha codice fiscale http://it.wikipedia.org/wiki/codice_fiscale Soggetto: <http://www.quirinale.it/presidente/ciampi.htm> Predicato: <http://it.wiktionary.org/wiki/vivere> Oggetto: <http://www.comune.roma.it/index.asp>. Soggetto: <http://www.quirinale.it/presidente/ciampi.htm> Predicato: <http://it.wikipedia.org/wiki/codice_fiscale> Oggetto: "CMPCLZ20T09E625V". Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Linked Data Cloud Update: settembre 2011Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Oltre il modello relazionale Open World Assumption  «un’informazione mancante non implica necessariamente la sua inesistenza» Nella rete semantica la conoscenza non è mai completa; si tratta di un processo in continuo divenire Il dato inizialmente mancante potrebbe rendersi poi disponibile (database globale, non finito) Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.euCosa sono i Linked Open Data (Fonte: dati.culturaitalia.it) Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Dataset in ItaliaGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.euGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu culturaitalia.it Ha predisposto un modulo per riversare ad Europeana entro l’anno, tutti i dati in RDF secondo l’Europeana Data Model Ha recentemente rilasciato i dataset dell’anagrafica delle biblioteche italiane in formato Linked Data ICCU Anagrafe delle biblioteche italiane (http://www.iccu.sbn.it/ Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.euGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu pro.europeana.euGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu anagrafe.iccu.sbn.itGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.euwww.unesco.beniculturali.itGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu sirpac.cultura.marche.itGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.euPortale storico della Camera dei Deputati Applicazione basata sui dati RDF esposti dalla Camera a dicembre 2011 e riguardanti tutte le legislature del Regno e delle Repubblica precedenti quella corrente Offre la possibilità di navigare dati e documenti prodotti durante l’attività parlamentare attraverso faccette, timeline e filtri Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu storia.camera.itGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu ReLoad (Repository for Linked Open Archival Data) Sperimenta le metodologie del semantic web e le tecnologie LOD per favorire la condivisione di informazioni archivistiche provenienti da una molteplicità di fonti È un punto di raccolta e accesso a risorse archivistiche distribuite, pubblicate in formato LOD Verificare le possibilità di creare una “rete di dati archivistici collegati” Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Reload: gli archiviGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Thesaurus Luce È un vocabolario creato per descrivere il patrimonio storico dell’Istituto Luce Conta di più di 66.000 concetti organizzati gerarchicamente è convertiti nel formato standard SKOS (Simple Knowledge Organization System) Consente di proiettare il contenuto multimediale dell‘Istituto Luce nel «web of data», attraverso mirate operazioni di allineamento semantico Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.euwww.w3.org/2004/02/skos/ Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu mappaproject.arch.unipi.itGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Casellario Politico Centrale 152589 fascicoli personali con documentazione prevalentemente compresa tra il 1894 e il 1945 I fascicoli contengono note informative, relazioni, verbali di interrogatori, provvedimenti di polizia, indicazioni di iscrizione nella Rubrica di frontiera o nel Bollettino delle ricerche e spesso una scheda biografica Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu151.12.58.148:8080/CPC/ Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu www.beniculturali.it/mibacGli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali© Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Base Dati del MiBAC DBUnico esportazione Eventi e Comunicati Siti italiani iscritti nella Lista UNESCO ICCU Anagrafe delle biblioteche italiane ArtPast - Progetto MiBAC Internet Culturale Progetto MICHAEL Polo Museale Fiorentino Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.
    • www.democraziadigitale.eu Grazie per l’attenzione per info e iscrizioni scrivete aassociazione@democraziadigitale.eu www.democraziadigitale.eu Gli open data – Uno strumento a servizio dei beni culturali © Francesco Ciclosi – 23 aprile 2013 – Tutti i diritti riservati.