Mobile App o Mobile Web? Quale scelta per il mio business?

  • 277 views
Uploaded on

Presentazione tenuta il 27-03-2014 a B com - bcomexpo.com da Francesco Ronchi di Synesthesia srl http://www.synesthesia.it/

Presentazione tenuta il 27-03-2014 a B com - bcomexpo.com da Francesco Ronchi di Synesthesia srl http://www.synesthesia.it/

More in: Mobile
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
277
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
5

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. MOBILE SITE O MOBILE APP? Francesco Ronchi - Synesthesia srl ! ! ! ! ! ! B com 2014 twitter: @qba75 @synesthesiait #bcomexpo
  • 2. MOBILE ? • non ci sono più dubbi 
 sul se esserci • un canale estremamente efficace 
 (v. presentazione Bcom 2013 http://goo.gl/pS7a5o) • se non ora, quando?
  • 3. MOBILE ! • mi basta fare un sito (o rendere il mio) fruibile da Mobile? • mi conviene fare anche una App? • quali approcci? quali tecnologie? best practices?
  • 4. DISTRICHIAMOCI NELLA JUNGLA…
  • 5. http://www.fvm.withgoogle.com/ IL MIO SITO È FRUIBILE DA MOBILE? http://goo.gl/Fsr5tt
  • 6. IL MIO SITO È MOBILE-FRIENDLY? NO
  • 7. MOBILE SITE? • DOMANDA: il mio sito oggi è ottimizzato per Mobile? • sì, il mio sito è ottimizzato per Mobile e dispongo di una APP • sì, il mio sito è ottimizzato per Mobile e NON dispongo di una APP • no, non è ottimizzato Mobile ma comunque visibile • no, non è ottimizzato Mobile e NON visibile (es. sito in Flash) • no, non è ottimizzato Mobile, ma pianifichiamo di renderlo tale entro l’anno • no, non è ottimizzato Mobile, e NON pianifichiamo di renderlo tale nel breve periodo
  • 8. LA STRADA DEL MOBILE WEB • Preistoria: il WAP (1997) • I primi siti mobile: m-site e .mobi 
 (2004/2005) • La rivoluzione dell’iPhone (2007-2008)
  • 9. OGGI: M-SITE, RESPONSIVE,ADAPTIVE
  • 10. • un sito separato da quello “desktop” 
 (può condividere alcuni elementi) • ottimizzato solo per il mobile • redirezione automatica in base al dispositivo M-SITE, RESPONSIVE,ADAPTIVE
  • 11. • quando è consigliato: • esiste già il sito “desktop” e non si vuole/può modificare • gli obiettivi (e le funzionalità) tra “standard” e “mobile” differiscono sensibilmente M-SITE, RESPONSIVE,ADAPTIVE
  • 12. Case: M-Site 
 FrancorossoVirtualTours M-SITE, RESPONSIVE,ADAPTIVE http://goo.gl/5NEjHz
  • 13. • una unica base per sito “desktop” e “mobile” • si adatta automaticamente e fluidamente alla dimensione di schermo (smartphone, tablet, desktop) • è il frontend ad adattarsi, grazie ad HTML5/JS M-SITE, RESPONSIVE,ADAPTIVE
  • 14. • quando è consigliato • quando si crea un sito ex-novo • se non ci sono sostanziali differenze nella tipologia di contenuti, struttura e funzionalità tra “desktop” e “mobile” M-SITE, RESPONSIVE,ADAPTIVE
  • 15. ! ! ! ! • esempio www.officinesuperbike.com/ M-SITE, RESPONSIVE,ADAPTIVE
  • 16. • similmente a Responsive, si adatta automaticamente al tipo di schermo • l’adattamento viene fatto (anche) lato server • più complesso (costoso) rispetto a Responsive M-SITE, RESPONSIVE, ADAPTIVE
  • 17. • quando si usa • quando ci sono molte differenze tra le versioni e/ o tra i contenuti che voglio trasmettere • se si vuole un estremo controllo e ottimizzazione dei dati trasferiti • se si vogliono gestire devices speciali o molto datati M-SITE, RESPONSIVE, ADAPTIVE
  • 18. • voglio (ri)fare un nuovo sito: 
 lo faccio Responsive!
 (eventualmente/in parte Adaptive se è necessario) • esiste già un sito “tradizionale” che non posso o non voglio rifare: 
 creo un M-Site
 (ma potrebbe essere l’occasione per un redesign!…) RIASSUMENDO, IN GENERE:
  • 19. • oggi è indispensabile progettare un sito anche per il Mobile • una buona strategia è quella di progettare prima per il Mobile (e poi estendere) • (oggi alcuni business nascono Mobile only…) IN OGNI CASO…
  • 20. MOBILE FIRST
  • 21. MOBILE FIRST • mi concentro prima sulla versione mobile • mi permette di semplificare la progettazione • estendere la versione “mobile” è più facile che ridurre quella “desktop”
  • 22. • accessibile da “qualunque” device con un browser (sufficientemente recente) • sono raggiungibile dai motori di ricerca, posso fare SEO, deep linking • l’utente non deve installare nulla (a volte è uno svantaggio), facile uso “estemporaneo” VANTAGGI DI UN SITO MOBILE SU UNA APP (1/2)
  • 23. • non devo sottostare ad approvazioni o linee guida (es.Apple Store) • più rapido da creare e in genere più economico di una App VANTAGGI DI UN SITO MOBILE SU UNA APP (2/2)
  • 24. • in assenza di connettività, non è accessibile (può essere un deal breaker in alcuni casi) • non si può accedere a molte delle funzionalità “smart” degli smartphones (e tablet), come le notifiche push e l’accesso all’hardware • anche se HTML5 sta migliorando… …E GLI SVANTAGGI (1/2)
  • 25. • …non potrà mai competere con una App nativa in termini di rapidità, funzioni, user interface • fornisce una user experience “omologata” per tutte le piattaforme …E GLI SVANTAGGI (2/2)
  • 26. MI SERVE UNA APP? http://www.fvm.withgoogle.com/http://goo.gl/hoF8gL
  • 27. MI SERVE UNA APP! http://www.fvm.withgoogle.com/http://goo.gl/hoF8gL
  • 28. MOBILE APP? • DOMANDA: il mio business oggi: • ha realizzato una o più mobile Apps per smartphone o tablet • non ha realizzato mobile Apps ma intende farlo nel 2014 • non ha realizzato mobile Apps e non intende realizzarne nel breve periodo
  • 29. • Applicazioni vere e proprie, installate sul device • Scaricate attraverso gli Application Store • Vari modelli di business: gratuite, a pagamento, freemium, ad-supported • Soddisfano generalmente uno o più scopi ben precisi (intrattenimento, informazione, utilità …) TUTTI SAPPIAMO COSA SONO, NO? :-)
  • 30. • lanciate da Apple con iPhone (2008) • Successivamente è entrato in gioco Google con Android, e altri player • Sono diventate un fenomeno mondiale (milioni di app create, miliardi di download) BREVE STORIA DELE APP
  • 31. • Microsoft con Windows Phone • Blackberry con Blackberry OS PIATTAFORME • Apple con iOS • Google con Android
  • 32. PRINCIPALI PIATTAFORME 95% degli accessi web da mobile in Italia • Apple con iOS • Google con Android
  • 33. • le App sono realizzate per le specifiche piattaforme • è importante quindi sapere quali sono le più utilizzate dal nostro target • per decidere possiamo affidarci alle analytics specifiche (es. gli accessi al sito) o trend generali APP E PIATTAFORME
  • 34. • NATIVO • HTML5, Ibrido, Crossplatform… QUALE APPROCCIO ALLO SVILUPPO DI UNA APP?
  • 35. • Massima qualità: performance, user experience, libertà di sfruttare hardware e software senza nessun compromesso. • Specifiche: vanno (ri)scritte per ogni singola piattaforma da supportare APP NATIVE (COSA SONO?)
  • 36. • sono sempre da preferire, se ho il budget, per le piattaforme principali • un must quando la user experience è importante • alcune cose si possono fare solo in linguaggio nativo APP NATIVE (QUANDO USARLE?)
  • 37. • in alcuni casi vengono proposte per ridurre tempi e costi • sono utili soprattutto in casi specifici (es. app B2B o games) • bisogna avere ben chiari pro/contro: hanno controindicazioni e limiti • il cross-platform vero, su mobile è una chimera APP HTML5 / IBRIDE / CROSPLATFORM
  • 38. • App “HTML5 pure web” • App scritte in HTML5 (linguaggio del web) • Vengono fruite via web, esattamente come un sito • Sfruttano HTML5 per funzioni avanzate e spesso imitano l’interfaccia delle App native • sono più limitate e più lente delle App native TIPI DI SVILUPPO
  • 39. • App “HTML5 ibride” • come le App HTML5 pure web, ma: • Vengono inserite in “contenitori” nativi che estendono le funzionalità disponibili e permettono di distribuirle attraverso gli store • attraverso il “contenitore” possono accedere anche alle funzioni native TIPI DI SVILUPPO
  • 40. • App HTML5 (ibride o pure web) • se la qualità estetica e la responsività non sono prioritarie • se voglio evitare la validazione degli store (app pure web) e lavorare solo online non è un limite • app B2B o app che interagiscono poco con le funzioni del telefono COME SCELGO ILTIPO DI SVILUPPO?
  • 41. • App “multipiattaforma” • La “chimera” dell’industria del mobile • Tante soluzioni disponibili, ma nessuna definitiva • caso per caso si possono valutare, in genere sono più adatte a ambiti specifici come il B2B o i giochi TIPI DI SVILUPPO
  • 42. • Quando voglio interattività, multimedia, grafica avanzata (non solo per i giochi!). • Quando voglio user interface e user experience raffinata. • Quando voglio sfruttare le caratteristiche (vantaggi) proprie del mezzo mobile, in particolare delle App, ovvero… IN GENERALE, QUANDO PREFERIRE UNA APP A UN MOBILE SITE?
  • 43. • Immediatezza e Comodità: sono sempre con noi, una App è attivabile in pochi secondi, più comodamente che aprire il browser, cercare aspettare… • Personalizzazione: una App è più personalizzabile con le preferenze legate all’utente (senza bisogno di fare log-in…) CARATTERISTICHE (VANTAGGI) DI UNA APP (1/3)
  • 44. • Interazione: con le notifiche push l'interazione è bidirezionale, da e verso l'utente • Localizzazione: geolocation (GPS) e proximity (iBeacons/BLE, NFC) • Utilizzo dei sensori, della fotocamera e in generale dell’hardware del dispositivo CARATTERISTICHE (VANTAGGI) DI UNA APP (2/3)
  • 45. • Si possono utilizzare soluzioni più avanzate di Mobile Payment rispetto al mobile web • Utilizzo di gateway di mobile payment in app • Acquisto della app o di contenuti in-app dallo Store* (in-app=76% degli introiti totali **) CARATTERISTICHE (VANTAGGI) DI UNA APP (3/3) * 30% fee su app & in-app purchase ** fonte Distmo http://goo.gl/OthnV
  • 46. QUINDI: PRIMA DITUTTO GLI OBIETTIVI crescita visibilità, brand awareness creazione di database di utenti relazione e comunicazione diretta con gli utenti loyalty, engagement, intrattenimento fornitura di servizi e contenuti free e premium incremento di traffico verso store e sito web mobile ecommerce
  • 47. POI: I CONTENUTI Content is
 (always :-) 
 the King
  • 48. INFINE: GLI STRUMENTI • Vantaggi e Punti di forza • Svantaggi e Limitazioni • Analisi concorrenza: cosa fanno i miei competitor?
  • 49. UN CASO SPECIFICO: RETAIL • Obiettivi: 1. vendita diretta (e indiretta) 2. presenza e diffusione del brand 3. loyalty, fidelizzazione, promozione
  • 50. UN CASO SPECIFICO: RETAIL • Sito eCommerce Responsive 
 (o sito desktop + m-site): • E’ una vetrina, e permette la vendita diretta da mobile o indiretta cross-device • per l’ecommerce mobile “puro”, un sito ottimizzato è spesso preferibile a una App. • Ma una App può dare molto valore aggiunto…
  • 51. UN CASO SPECIFICO: RETAIL • Valore aggiunto di una Mobile App (1/2) • presenza e diffusione del brand con info istituzionali, store locator (negozio più vicino), interazione con i social network • link al sito responsive/m-site per l’acquisto online
  • 52. UN CASO SPECIFICO: RETAIL • Valore aggiunto di una Mobile App (2/2) • loyalty: offerte speciali 
 push personalizzate, 
 coupon, fidelity card 
 online e in-store
 (proximity) • anche indoor location, 
 pagamenti diretti, marketing, gamification
  • 53. ESTIMOTE (IBEACONS/BLE PROXIMITY) http://goo.gl/QExDUU
  • 54. GRAZIE! Francesco Ronchi - Synesthesia srl ! ! ! ! ! ! B com 2014 twitter: @qba75 @synesthesiait #bcomexpo Distribuito in licenza Creative Commons BY-NC - http://creativecommons.org/licenses/by-nc/3.0/it/