• Save
Mobile App o Mobile Web? Quale scelta per il mio business?
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

Mobile App o Mobile Web? Quale scelta per il mio business?

  • 386 views
Uploaded on

Presentazione tenuta il 27-03-2014 a B com - bcomexpo.com da Francesco Ronchi di Synesthesia srl http://www.synesthesia.it/

Presentazione tenuta il 27-03-2014 a B com - bcomexpo.com da Francesco Ronchi di Synesthesia srl http://www.synesthesia.it/

More in: Mobile
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
386
On Slideshare
386
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
5

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. MOBILE SITE O MOBILE APP? Francesco Ronchi - Synesthesia srl ! ! ! ! ! ! B com 2014 twitter: @qba75 @synesthesiait #bcomexpo
  • 2. MOBILE ? • non ci sono più dubbi 
 sul se esserci • un canale estremamente efficace 
 (v. presentazione Bcom 2013 http://goo.gl/pS7a5o) • se non ora, quando?
  • 3. MOBILE ! • mi basta fare un sito (o rendere il mio) fruibile da Mobile? • mi conviene fare anche una App? • quali approcci? quali tecnologie? best practices?
  • 4. DISTRICHIAMOCI NELLA JUNGLA…
  • 5. http://www.fvm.withgoogle.com/ IL MIO SITO È FRUIBILE DA MOBILE? http://goo.gl/Fsr5tt
  • 6. IL MIO SITO È MOBILE-FRIENDLY? NO
  • 7. MOBILE SITE? • DOMANDA: il mio sito oggi è ottimizzato per Mobile? • sì, il mio sito è ottimizzato per Mobile e dispongo di una APP • sì, il mio sito è ottimizzato per Mobile e NON dispongo di una APP • no, non è ottimizzato Mobile ma comunque visibile • no, non è ottimizzato Mobile e NON visibile (es. sito in Flash) • no, non è ottimizzato Mobile, ma pianifichiamo di renderlo tale entro l’anno • no, non è ottimizzato Mobile, e NON pianifichiamo di renderlo tale nel breve periodo
  • 8. LA STRADA DEL MOBILE WEB • Preistoria: il WAP (1997) • I primi siti mobile: m-site e .mobi 
 (2004/2005) • La rivoluzione dell’iPhone (2007-2008)
  • 9. OGGI: M-SITE, RESPONSIVE,ADAPTIVE
  • 10. • un sito separato da quello “desktop” 
 (può condividere alcuni elementi) • ottimizzato solo per il mobile • redirezione automatica in base al dispositivo M-SITE, RESPONSIVE,ADAPTIVE
  • 11. • quando è consigliato: • esiste già il sito “desktop” e non si vuole/può modificare • gli obiettivi (e le funzionalità) tra “standard” e “mobile” differiscono sensibilmente M-SITE, RESPONSIVE,ADAPTIVE
  • 12. Case: M-Site 
 FrancorossoVirtualTours M-SITE, RESPONSIVE,ADAPTIVE http://goo.gl/5NEjHz
  • 13. • una unica base per sito “desktop” e “mobile” • si adatta automaticamente e fluidamente alla dimensione di schermo (smartphone, tablet, desktop) • è il frontend ad adattarsi, grazie ad HTML5/JS M-SITE, RESPONSIVE,ADAPTIVE
  • 14. • quando è consigliato • quando si crea un sito ex-novo • se non ci sono sostanziali differenze nella tipologia di contenuti, struttura e funzionalità tra “desktop” e “mobile” M-SITE, RESPONSIVE,ADAPTIVE
  • 15. ! ! ! ! • esempio www.officinesuperbike.com/ M-SITE, RESPONSIVE,ADAPTIVE
  • 16. • similmente a Responsive, si adatta automaticamente al tipo di schermo • l’adattamento viene fatto (anche) lato server • più complesso (costoso) rispetto a Responsive M-SITE, RESPONSIVE, ADAPTIVE
  • 17. • quando si usa • quando ci sono molte differenze tra le versioni e/ o tra i contenuti che voglio trasmettere • se si vuole un estremo controllo e ottimizzazione dei dati trasferiti • se si vogliono gestire devices speciali o molto datati M-SITE, RESPONSIVE, ADAPTIVE
  • 18. • voglio (ri)fare un nuovo sito: 
 lo faccio Responsive!
 (eventualmente/in parte Adaptive se è necessario) • esiste già un sito “tradizionale” che non posso o non voglio rifare: 
 creo un M-Site
 (ma potrebbe essere l’occasione per un redesign!…) RIASSUMENDO, IN GENERE:
  • 19. • oggi è indispensabile progettare un sito anche per il Mobile • una buona strategia è quella di progettare prima per il Mobile (e poi estendere) • (oggi alcuni business nascono Mobile only…) IN OGNI CASO…
  • 20. MOBILE FIRST
  • 21. MOBILE FIRST • mi concentro prima sulla versione mobile • mi permette di semplificare la progettazione • estendere la versione “mobile” è più facile che ridurre quella “desktop”
  • 22. • accessibile da “qualunque” device con un browser (sufficientemente recente) • sono raggiungibile dai motori di ricerca, posso fare SEO, deep linking • l’utente non deve installare nulla (a volte è uno svantaggio), facile uso “estemporaneo” VANTAGGI DI UN SITO MOBILE SU UNA APP (1/2)
  • 23. • non devo sottostare ad approvazioni o linee guida (es.Apple Store) • più rapido da creare e in genere più economico di una App VANTAGGI DI UN SITO MOBILE SU UNA APP (2/2)
  • 24. • in assenza di connettività, non è accessibile (può essere un deal breaker in alcuni casi) • non si può accedere a molte delle funzionalità “smart” degli smartphones (e tablet), come le notifiche push e l’accesso all’hardware • anche se HTML5 sta migliorando… …E GLI SVANTAGGI (1/2)
  • 25. • …non potrà mai competere con una App nativa in termini di rapidità, funzioni, user interface • fornisce una user experience “omologata” per tutte le piattaforme …E GLI SVANTAGGI (2/2)
  • 26. MI SERVE UNA APP? http://www.fvm.withgoogle.com/http://goo.gl/hoF8gL
  • 27. MI SERVE UNA APP! http://www.fvm.withgoogle.com/http://goo.gl/hoF8gL
  • 28. MOBILE APP? • DOMANDA: il mio business oggi: • ha realizzato una o più mobile Apps per smartphone o tablet • non ha realizzato mobile Apps ma intende farlo nel 2014 • non ha realizzato mobile Apps e non intende realizzarne nel breve periodo
  • 29. • Applicazioni vere e proprie, installate sul device • Scaricate attraverso gli Application Store • Vari modelli di business: gratuite, a pagamento, freemium, ad-supported • Soddisfano generalmente uno o più scopi ben precisi (intrattenimento, informazione, utilità …) TUTTI SAPPIAMO COSA SONO, NO? :-)
  • 30. • lanciate da Apple con iPhone (2008) • Successivamente è entrato in gioco Google con Android, e altri player • Sono diventate un fenomeno mondiale (milioni di app create, miliardi di download) BREVE STORIA DELE APP
  • 31. • Microsoft con Windows Phone • Blackberry con Blackberry OS PIATTAFORME • Apple con iOS • Google con Android
  • 32. PRINCIPALI PIATTAFORME 95% degli accessi web da mobile in Italia • Apple con iOS • Google con Android
  • 33. • le App sono realizzate per le specifiche piattaforme • è importante quindi sapere quali sono le più utilizzate dal nostro target • per decidere possiamo affidarci alle analytics specifiche (es. gli accessi al sito) o trend generali APP E PIATTAFORME
  • 34. • NATIVO • HTML5, Ibrido, Crossplatform… QUALE APPROCCIO ALLO SVILUPPO DI UNA APP?
  • 35. • Massima qualità: performance, user experience, libertà di sfruttare hardware e software senza nessun compromesso. • Specifiche: vanno (ri)scritte per ogni singola piattaforma da supportare APP NATIVE (COSA SONO?)
  • 36. • sono sempre da preferire, se ho il budget, per le piattaforme principali • un must quando la user experience è importante • alcune cose si possono fare solo in linguaggio nativo APP NATIVE (QUANDO USARLE?)
  • 37. • in alcuni casi vengono proposte per ridurre tempi e costi • sono utili soprattutto in casi specifici (es. app B2B o games) • bisogna avere ben chiari pro/contro: hanno controindicazioni e limiti • il cross-platform vero, su mobile è una chimera APP HTML5 / IBRIDE / CROSPLATFORM
  • 38. • App “HTML5 pure web” • App scritte in HTML5 (linguaggio del web) • Vengono fruite via web, esattamente come un sito • Sfruttano HTML5 per funzioni avanzate e spesso imitano l’interfaccia delle App native • sono più limitate e più lente delle App native TIPI DI SVILUPPO
  • 39. • App “HTML5 ibride” • come le App HTML5 pure web, ma: • Vengono inserite in “contenitori” nativi che estendono le funzionalità disponibili e permettono di distribuirle attraverso gli store • attraverso il “contenitore” possono accedere anche alle funzioni native TIPI DI SVILUPPO
  • 40. • App HTML5 (ibride o pure web) • se la qualità estetica e la responsività non sono prioritarie • se voglio evitare la validazione degli store (app pure web) e lavorare solo online non è un limite • app B2B o app che interagiscono poco con le funzioni del telefono COME SCELGO ILTIPO DI SVILUPPO?
  • 41. • App “multipiattaforma” • La “chimera” dell’industria del mobile • Tante soluzioni disponibili, ma nessuna definitiva • caso per caso si possono valutare, in genere sono più adatte a ambiti specifici come il B2B o i giochi TIPI DI SVILUPPO
  • 42. • Quando voglio interattività, multimedia, grafica avanzata (non solo per i giochi!). • Quando voglio user interface e user experience raffinata. • Quando voglio sfruttare le caratteristiche (vantaggi) proprie del mezzo mobile, in particolare delle App, ovvero… IN GENERALE, QUANDO PREFERIRE UNA APP A UN MOBILE SITE?
  • 43. • Immediatezza e Comodità: sono sempre con noi, una App è attivabile in pochi secondi, più comodamente che aprire il browser, cercare aspettare… • Personalizzazione: una App è più personalizzabile con le preferenze legate all’utente (senza bisogno di fare log-in…) CARATTERISTICHE (VANTAGGI) DI UNA APP (1/3)
  • 44. • Interazione: con le notifiche push l'interazione è bidirezionale, da e verso l'utente • Localizzazione: geolocation (GPS) e proximity (iBeacons/BLE, NFC) • Utilizzo dei sensori, della fotocamera e in generale dell’hardware del dispositivo CARATTERISTICHE (VANTAGGI) DI UNA APP (2/3)
  • 45. • Si possono utilizzare soluzioni più avanzate di Mobile Payment rispetto al mobile web • Utilizzo di gateway di mobile payment in app • Acquisto della app o di contenuti in-app dallo Store* (in-app=76% degli introiti totali **) CARATTERISTICHE (VANTAGGI) DI UNA APP (3/3) * 30% fee su app & in-app purchase ** fonte Distmo http://goo.gl/OthnV
  • 46. QUINDI: PRIMA DITUTTO GLI OBIETTIVI crescita visibilità, brand awareness creazione di database di utenti relazione e comunicazione diretta con gli utenti loyalty, engagement, intrattenimento fornitura di servizi e contenuti free e premium incremento di traffico verso store e sito web mobile ecommerce
  • 47. POI: I CONTENUTI Content is
 (always :-) 
 the King
  • 48. INFINE: GLI STRUMENTI • Vantaggi e Punti di forza • Svantaggi e Limitazioni • Analisi concorrenza: cosa fanno i miei competitor?
  • 49. UN CASO SPECIFICO: RETAIL • Obiettivi: 1. vendita diretta (e indiretta) 2. presenza e diffusione del brand 3. loyalty, fidelizzazione, promozione
  • 50. UN CASO SPECIFICO: RETAIL • Sito eCommerce Responsive 
 (o sito desktop + m-site): • E’ una vetrina, e permette la vendita diretta da mobile o indiretta cross-device • per l’ecommerce mobile “puro”, un sito ottimizzato è spesso preferibile a una App. • Ma una App può dare molto valore aggiunto…
  • 51. UN CASO SPECIFICO: RETAIL • Valore aggiunto di una Mobile App (1/2) • presenza e diffusione del brand con info istituzionali, store locator (negozio più vicino), interazione con i social network • link al sito responsive/m-site per l’acquisto online
  • 52. UN CASO SPECIFICO: RETAIL • Valore aggiunto di una Mobile App (2/2) • loyalty: offerte speciali 
 push personalizzate, 
 coupon, fidelity card 
 online e in-store
 (proximity) • anche indoor location, 
 pagamenti diretti, marketing, gamification
  • 53. ESTIMOTE (IBEACONS/BLE PROXIMITY) http://goo.gl/QExDUU
  • 54. GRAZIE! Francesco Ronchi - Synesthesia srl ! ! ! ! ! ! B com 2014 twitter: @qba75 @synesthesiait #bcomexpo Distribuito in licenza Creative Commons BY-NC - http://creativecommons.org/licenses/by-nc/3.0/it/