• Like
Torino greco acquavirtuale2012
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

Torino greco acquavirtuale2012

  • 424 views
Published

Acqua Virtuale Francesca Greco Virtual water

Acqua Virtuale Francesca Greco Virtual water

Published in Education
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
424
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
2
Comments
1
Likes
0

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. L’ACQUA VIRTUALE E L’IMPRONTAIDRICA: IMPLICAZIONI POLITICHE,STILI DI VITA, TENDENZE GLOBALI, IMPLICAZIONI LOCALI Francesca Greco, M.Sc London Water Research Group PhD Candidate - King’s College London, UK 17 Maggio 2012 , Torino “CONFLUENZE “ Associazioni, saperi e tecniche di animazione si incontrano in un percorso di formazione e azione sull’acqua 1
  • 2. STRUTTURA INTERVENTOPRIMA PARTE1) ACQUA VIRTUALE• Definizione• storia del London Water Research Group e del concetto di acqua virtuale: dal rigetto al mainstreaming• tipologie: non tutte le gocce d’acqua sono uguali: acqua verde e acqua blu, zcqua rinnovabile e acqua non rinnovabile• Tendenze globali: perché non ci sono le guerre per l’acqua : il commercio di acqua virtuale viene “silenziato” dai governi• Implicazioni politiche del concetto: sicurezza alimentare in Medio Oriente ma anche in Italia2) WATER FOOTPRINT• Definizione• conseguenze socio-economiche del calcolo dell’impronta idrica• legami con l’etica dell’acqua• esempio di uso del concetto di acqua virtuale e impronta idrica: CAMPAGNA FAO 2012 : water & food• Stili di vita : perché mangiare è una scelta politica: non tutti i pomodori sono uguali• Implicazioni locali: il chilometro zero ; come e dove potremmo cambiare i nostri “pattern” di consumi: non sempre è un crimine mangiare una bisteccaSECONDA PARTE1) QUARTO RAPPORTO ONU SULLE RISORSE IDRICHE MONDIALI : WWDR4• breve panoramica : discussione dei punti-chiave e dei messaggi principali• Questione di genere e “gender mainstreaming” all’interno del rapporto WWDR4• Questione di genere e sviluppo dei prossimi indicatori idrici disaggregati per sesso presso le maggiori agenzie ONU( Unicef, UNESCO, WHO, UNDP).• POST - Obbiettivi del millennio: quali indicatori per lacqua?• Quali indicatori per l’acqua: l’esempio di AMCOW 2
  • 3. ACQUA VIRTUALEDEFINIZIONE:“L’acqua virtuale è ilvolume di acquadolce usata perprodurre un certoprodotto”• Nel contesto di commercio di prodottialimentari, è l’acqua dolce usata per farcrescere le piante che poi verrannoutilizzate nei cibi, ma anche quella pernutrire gli animali che mangeremo• “ Virtuale perchè l’acquaeffettivamente contenutain un chicco di grano non rappresentatutta l’acqua che è servita a produrre quelchicco di grano. Quindi, l’acqua non è piùpresente nel chicco di grano in sè, ma lo èin modo virtuale”. Tony Allan 3
  • 4. ACQUA VIRTUALE: BREVE STORIA• Il concetto è stato teorizzato nel 1993 dal professor Tony Allan del King’s College London e School of Oriental and African Studies• Il prof.Tony Allan ha poi fondato, nel 2003, il “London Water Research Group” , tuttora attivo• Tony Allan viene insignito del premio Stockholm Water Prize nel marzo del 2008• L’acqua virtuale diventa “mainstreaming” : cioè concetto inglobato nei dibattiti istituzionali da parte di governi, ONU, Banca Mondiale, ma anche e soprattutto da parte delle maggiori ONG internazionali come WWF, WaterAid, Slow Food International. 4
  • 5. ACQUA VIRTUALE: TIPOLOGIE“Si somigliano comedue gocce d’acqua?”“Non proprio! ”OVVERO “Non tutte le gocced’acqua sono uguali”:differenze tra acquablu, verde, grigia,rinnovabile e nonrinnovabile. Fonte disegno: http://www.disegnoepittura.it/dipingere-una-goccia/ 5
  • 6. ACQUA VIRTUALE- TIPOLOGIE : ACQUA BLU, VERDE, GRIGIA• L’acqua blu : rappresenta l’acqua normalmente chiamata in italiano acqua corrente, sia di sorgente che di lago che di falda sotterranea. La nostra “acqua dolce” per intenderci.• L’acqua verde è l’ ammontare totale di acqua piovana evaporata dal terreno durante il periodo di crescita delle colture (include la traspirazione della piante e altre forme di evaporazione) e tutta l’acqua che rimane nel terreno ( soil mosture) senza arrivare in falda. E’ la fonte, per capirci, di tutte le colture non irrigate ( vite, grano ecc…). E’una grandissima componente dell’acqua che nutre “ il nostro cibo” , ma che non viene MAI contabilizzata.• L’acqua grigia rappresenta il volume d’acqua che viene inquinata nel corso del processo produttivo. Questa componente può essere quantificata calcolando il volume d’acqua necessario per diluire gli agenti inquinanti immessi nel sistema idrico durante il processo produttivo. Questo concetto viene utilizzato non solo per la produzione di cibo ( e quindi nelle calcolo dell’acqua virtuale) ma anche nei processi produttivi di altri beni commerciati globalmente. Prodotti industriali. Questo concetto lo riprenderemo nel concetto di IMPRONTA IDRICA perché non gioca un forte ruolo nel calcolo dell’acqua virtuale dei cibi, ma nel processo di lavorazione e confezionamento degli stessi. FONTE: DELLE DEFINIZIONI TRADOTTE IN ITALIANO http://www.barillacfn.com 6
  • 7. ACQUA VIRTUALE: TIPOLOGIE ACQUA RINNOVABILE E NON• Acqua rinnovabile: l’acqua dolce che viene rinnovata attraverso le precipitazioni piovose e nevose, più la ricarica naturale delle falde acquifere sotterranee• Acqua non rinnovabile: acqua presente nelle falde sotterranee cosiddette “non rinnovabili” in genere di natura fossile 7
  • 8. L’ACQUA VIRTUALE: IMPLICAZIONIPOLITICHE IN MEDIO ORIENTE E NON SOLOPrimi passi verso l’uso del concetto in senso politico:• All’inizio si partì dall’idea che scarsità idrica significasse obbligatoriamente conflitto ( Tragedy of the commons)• Poi si iniziarono ad analizzare i conflitti in Medio Oriente, e si capì che l’acqua non era che una delle carte in tavola nelle negoziazioni multilaterali , ma mai il principale nodo della questione• Come spiegare quindi l’assenza di conflitti armati per l’acqua , nelle zone più aride del mondo?• Ecco che si fece spazio , nel gruppo di ricerca, una teoria più ampia del mero “commercio di acqua virtuale”:una teoria che iniziò a minare le fondamenta del discorso intorno alla tanto agognata “sicurezza alimentare” dei paesi mediorientali, e non solo• L’acqua virtuale , il commercio internazionale di cibo, di fatto crea una situazione di sicurezza alimentare :celata dai governi, “silenziata”, imbavagliata, imbarazzante per i maggiori beneficiari.• L’Italia stessa è un importatore NETTO di acqua virtuale Fonte: http://lwrg.org/about-us.html London Water Research Group :traduzione dell’autrice 8
  • 9. IMPLICAZIONI GLOBALI: I FLUSSI DI ACQUA VIRTUALE• L’interscambio di cibo e di acqua virtuale nel mondo è oggi inarrestabile vista la continua crescita del commercio internazionale.• Tutto ciò è molto rischioso in quanto , come visto in precedenza, non tutte le acque sono uguali, e alcune hanno più valore , etico ed economico, di altre.• Il paese che importa scarica gli effetti dello sfruttamento dell’acqua virtuale sul paese esportatore, causando, per esempio,scarsità idrica, inquinamento, o semplice deperimento di falde non rinnovabili.• Il valore dell’acqua virtuale non viene affatto percepito dai consumatori finali• L’acqua usata in agricoltura viene pagata molto meno rispetto al suo reale valore, in tutto il mondo, in via generale.• L’acqua virtuale è molto utile se esportata da paesi ricchi dal punto di vista idrico e se importata da paesi che non hanno sicurezza alimentare ( Medio Oriente) in quanto riduce conflitti potenziali legati alle risorse idriche in 9 zone desertiche
  • 10. Esempi vari 10Source : http://virtualwater.eu/ Source: www.fao.org
  • 11. Implicazioni locali:• il chilometro zero : il consumo avviene nello stesso bacino idrico di coltivazione del cibo: acqua virtuale eticamente sostenibile al 100% perché non implica nemmeno costi ambientali di trasporto• come e dove potremmo cambiare i nostri “percorsi di consumo di cibo”: verso il vegetarianesimo, verso le carni bianche,verso cibi provenienti da paesi non aridi • in ogni caso, non sempre è un crimine mangiare una bistecca: se l’acqua virtuale in essa contenuta è verde e non blu( esempio: bovino a pascolo libero e bovino di batteria a nutrizione con mangime): basta informarsi11!
  • 12. Effetti dei cambiamenti dello stile alimentare sulcontenuto virtuale della dieta media americana (litri per persona al giorno) 12
  • 13. IMPRONTA IDRICA•PERCHE’ MANGIAMO L’ACQUA DEGLI ALTRI?•NON TUTTI I POMODORI SONO UGUALIFonte: Concetto elaborato da Francesca Greco e Marta Antonelli ne “ Il libro blu dello spreco di acqua in Italia” EDIZIONI AMBIENTE 2012 in stampa 13
  • 14. IMPRONTA IDRICA: DEFINIZIONE • L’impronta idrica di un paese misura il volume totale dell’acqua che viene usata per produrre beni e servizi consumati dagli abitanti di una data nazione. •può essere calcolata non solo per ogni bene o servizio, ma anche per ogni tipologia di consumatore (un individuo, una famiglia, gli abitanti di una città, una nazione, un’industria privata, un comune) • È la somma dell’ acqua virtuale del cibo consumato, più l’acqua usata in tutti i processi industriali( acqua grigia), nel packaging, nel trasporto e in tutte le fasi produttive in generale di tutti i beni e servizi esistenti, quindi non solo nel cibo ma anche in un paio di jeans •Può essere interna ( acqua consumata all’interno di una nazione) o esterna ( acqua consumata tramite l’importazione di prodotti all’interno di quel paese).FONTE: DELLE DEFINIZIONI TRADOTTE IN ITALIANO http://www.barillacfn.com liberamente modificate/ridotte dall’autrice 14
  • 15. Impronta Idrica Esterna dell’Olanda in Beni AgricoliFonte: Hoekstra A.Y., Chapagain A.K., “Water Neutral: reducing and offsetting the impacts of water footprints”, Value of Water, Research Report Series No. 28, marzo 152008
  • 16. Due pomodori POMODORO A : POMODORO B : Irrigato in un paese del Maghreb, Irrigato con raccolta dell’acqua piovana con acqua dolce proveniente da falda e acqua proveniente da fiume , quindi sotterranea fossile, non rinnovabile, rinnovabile. In una zone con alta scarsità idrica. Consumato a 2 chilometri dal luogo di Trasportato in Italia con conseguente produzione, con conseguente basso Inquinamento e produzione di Co2. inquinamento e bassa produzione di Co2. Il consumatore sceglierà sempre quello che costa di meno. Il consumatore non è mai a conoscenza della tipologia di acqua virtuale di un prodotto. 16Fonte: Concetto elaborato da Francesca Greco e Marta Antonelli ne “ Il libro blu dello spreco di acqua in Italia” EDIZIONI AMBIENTE 2012 in stampa
  • 17. IMPLICAZIONI ETICHE DEL COMMERCIO DI ACQUA VIRTUALE• Questione etica: perché mangiamo l’acqua degli altri, per di più, di paesi poveri e con problemi di scarsità?• Sarebbe utile un processo di “etichettatura” dei prodotti , simile a quello del fair trade o del biologico? ( dibattito in corso)• Prima di sanzionare l’esportazione di un prodotto come “non sostenibile” dal punto di vista dell’acqua virtuale, bisognerebbe anche tenere conto di altri fattori, e cioè:1) Beneficio economico per le popolazioni locali che lo producono2) Trattamento salariale e sindacale dei lavoratori coinvolti nel processo di produzione3) Inquinamento del commercio di quel prodottoFonte: Concetto elaborato da Francesca Greco e Marta Antonelli ne “ Il libro blu dello spreco di acqua in Italia” 17EDIZIONI AMBIENTE 2012 in stampa
  • 18. FONTI INTERNET• LONDON WATER RESEARCH •Water Footprint Network: GROUP http://www.waterfootprint.o http://lwrg.org/about-us.html rg/?page=files/home• Transboundary water • In italiano: Barilla Center discussion list on Yahoo Group: for Food and Nutrition http://tinyurl.com/transwater ( chiedete a me l’iscrizione: http://www.barillacfn.com/up francescagreco78@gmail.com) loads/file/62/1240239363_Ba• Virtual Water App for rillaCFN_PAPER_WATER_MGT smartphones _IT.pdf http://virtualwater.eu/ • Marta Antonelli e• FAO : Francesca Greco, ne “ Il libro http://www.fao.org/nr/water/ art/2009/ppvirtual.pdf blu dello spreco di acqua in Italia” EDIZIONI AMBIENTE 2012 (in fase di stampa) 18
  • 19. GRAZIE PER L’ATTENZIONE ! CONTATTI Dott.ssa Francesca Greco francesca.greco@kcl.ac.uk francescagreco78@gmail.com Skype:frangreco Info: www.tinyurl.com/waterfra 19