"Un MOOC a scuola": approcci e prospettive

1,280 views

Published on

The presentation describes the process of creating a kind of Mooc, based on videos animated lectures, focussed on learning of the programming code.
The project, called E3 Os-Videos, "Enjoyable, Effective, Easy" Operating System Videos, aims to be useful for students and teachers of School (local level) and for lifelong learners across the world (global level), thanks to the distribution and sharing on You Tube

Published in: Education
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,280
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
10
Actions
Shares
0
Downloads
8
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • We have several working students. Studying alone at home may cause a lack of motivation, mainly due to the loss of synchronous interaction with peers and teachers. Our main goal thus became how to keep students engaged when working at home. This lead to the following high-level requirement: creating more engaging self-study material.
    Moreover, the material on the e-learning portal reached a larger population of university students, including full-time workers. The second main high-level requirement for the material was then: making online material that is usable and accessible by diverse types of university students, different in terms of background knowledge and attention span.
  • I video mostrano azioni e ciò coinvolge più di immagini o testo statico (guardando “fare” attiviamo la stessa parte del cervello che usiamo quando “facciamo”)
    Ogni video 'racconta un esercizio' e dura non piu' di 5 minuti (molto spesso soltanto 2-3)
    I video sono sviluppati con animazioni in modo da essere accessibili, “usabili” e coinvolgenti, p.es.,
    strategie visuali, come la mano per richiamare quali sono mini-esercizi da svolgere
    navigazione fluida con tab e barra laterale
    comunicazione multi-modale
    Ma come progettare un’interfaccia usabile e coinvolgente?
  • Con un approccio alla progettazione iterativa e “snella” che pone i diversi studenti al centro e vuole un prodotto che sia: (1) coinvolgente “divertendo”; (2) usabilie. Ciò comporta mini-cicli di progettazione e valutazione, con metriche o linee guida di valutazioni, p.es., valutazioni euristiche con esperti. Si veda articolo sottomesso a MIS4TEL 2014.
  • "Un MOOC a scuola": approcci e prospettive

    1. 1. Un MOOC A SCUOLA: approcci e prospettive Operating Systems Online Course Exercise No. 1 E3 OS Videos Keywords - Mooc pedagogy - OER - Lifelong learning Resources: - youtube channel - powtoon - creative commons Vincenzo Del Fatto, Gabriella Dodero, Rosella Gennari, Naomi Mastachi, Francesca Ravanelli, Bruno Franceschini, Cristina Macola Libera Università di Bolzano Facoltà di Scienze e Tecnologie Informatiche Napoli, 7, 8, 9 maggio 2014
    2. 2. Operating Systems Online Course Un Mooc a scuola NMC 2013 Keywords - Mooc pedagogy - OER - Lifelong learning NMC Horizon Report > 2013 Higher Education Edition Key Trends : 1.OPENESS (content, data, resources) 2. MOOCS (Massive, Open, Online, Courses) 3. INFORMAL –LIFELONG learning 4. LEARNING ANALYTICS 5. NEW ROLE OF EDUCATORS
    3. 3. Operating Systems Online Course Un Mooc a scuola UN MOOC perchè? Keywords - Mooc pedagogy - OER - Lifelong learning UN MOOC perché? • Centralità dello studente • Apprendimento auto-regolato • Sviluppo di competenze metacognitive • Motivazione • Intelligenze multiple – doppio canale • Personalizzazione dell’apprendimento • Peer-learning • Fruibilità dei contenuti every-where and every-time (informal learning)
    4. 4. Effetto LOCALE •Interazione Università-scuola superiore •Azione di “orientamento” •Progetto trilinguismo (italiano/tedesco/inglese) •Sperimentazione di didattiche innovative •Sperimentazione di risorse online complementari alla didattica tradizionale Operating Systems Online Course
    5. 5. Effetto GLOBALE •Lifelong learning •Open/informal learning • “crowd accelerated innovation”(Chris Andersen TED https://www.ted.com/talks/chris_anderson _how_web_video_powers_global_innovati on
    6. 6. Nello specifico… la metodologia pedagogica il prodotto e la sua progettazione il futuroIl team
    7. 7. Lassu' nel profondo Nord... La metodologia che abbiamo usato si chiama Extreme Apprenticeship, e viene dall'Universita' di Helsinki • Possiamo chiamarla apprendistato estremo? • Domanda: ma quanto, quando, e come serve una lezione di teoria? Per imparare una skill cognitiva, come ad es. la programmazione ? • Enfasi sugli esercizi, purche' ci sia scaffolding adeguato il prodotto e la sua progettazione il futuroIl teamla metodologia pedagogica
    8. 8. A BZ stiamo usando Extreme Apprenticeship da tre anni nel corso di Sistemi Operativi (OS), al secondo anno della Laurea • Noi siamo contenti, e gli studenti pure!!! • Materiale coperto: Linux, linea di comando e bash scripting – uno skill cognitivo, molto diverso dall'uso della GUI, delle app, dalla programmazione Java ... • Molto noioso! Un po' meno a Nord... il prodotto e la sua progettazione il futuroIl teamla metodologia pedagogica
    9. 9. I materiali di OS sono collaudati, e sono stati utilizzati anche in modalita' blended, per studenti-lavoratori • Perche' non fornirli alle scuole?? • Perche' non costruirci sopra “quasi un MOOC”?? Abbiamo incontrato l'ispettore, gli insegnanti, i dirigenti scolastici, gli studenti di due scuole italiane della Provincia Autonoma … Un po' meno a Nord... il prodotto e la sua progettazione il futuroIl teamla metodologia pedagogica
    10. 10. il futuroIl teamla metodologia pedagogica il prodotto e la sua progettazione Approcci pedagogico-didattici…
    11. 11. Il team Chi fa cosa? il prodotto e la sua progettazione il futurola metodologia pedagogica
    12. 12. Chi fa cosa Un MOOC si basa su filmati, quanti ne facciamo? • Uno per ogni esercizio di OS (54? per ora, solo 27!) Chi li registra/monta/distribuisce? • Una designer, non certo noi informatici! Come li distribuiamo? • Su Youtube, naturalmente ! il prodotto e la sua progettazione il futuroIl teamla metodologia pedagogica
    13. 13. Le scuole e gli insegnanti • Gestiscono i video all'interno dei loro spazi didattici • Numero di video utilizzati, tempo lasciato agli studenti per fare gli esercizi, supporto in aula, compito a casa, valutazione: dipende ! - Ad esempio una prima ITC fara' solo i primi sei esercizi (la linea di comando), le terze-quarte tutti e 27  Un percorso supportato dalla scuola e frequentato da tutta la classe, non e' piu' un MOOC?! il prodotto e la sua progettazione il futuroIl teamla metodologia pedagogica
    14. 14. Ma quanti siamo? • Tre voci narranti - Italiano, inglese e tedesco • Undici ospiti (in prevalenza studenti o ex studenti) - Da ogni esercizio estrarre una sceneggiatura, - poi "catturare" le immagini dei comandi e dei loro effetti, - infine immagini e voce di chi racconta l'esercizio il prodotto e la sua progettazione il futuroIl teamla metodologia pedagogica
    15. 15. Ma funzionerà? Il Controllo qualità viene affidato a una pedagogista • Discussioni in fase di progetto sulle implicazioni metodologiche e loro conseguenze pratiche • Interviste, durante e dopo “il Mooc”, a insegnanti delle scuole, ed a studenti, per "misurare" se e quanto funziona In più, interviste con psicologi ed esperti di didattica speciale, non appena i prototipi sono pronti il prodotto e la sua progettazione il futuroIl teamla metodologia pedagogica
    16. 16. Il il prodotto e la sua progettazione il futurola metodologia pedagogica Il team Cosa e come?
    17. 17. Requisiti dell’interfaccia al materiale Come fare? Come fare? il futurola metodologia pedagogica Il team il prodotto e la sua progettazione
    18. 18. Soluzione: video “ludici” per OS Immagine scatata dal video di presentazione, creato in Powtoon. http://www.youtube.com/watch?v=qkDzA1dHQuY&feature=share il futurola metodologia pedagogica Il team il prodotto e la sua progettazione
    19. 19. Soluzione: video “ludici” per OS Immagine scatata dal video di presentazione, creato in Powtoon. http://www.youtube.com/watch?v=qkDzA1dHQuY&feature=share il futurola metodologia pedagogica Il team il prodotto e la sua progettazione
    20. 20. Video ludici: come sono il futurola metodologia pedagogica Il team il prodotto e la sua progettazione teoria esercizio suggerimenti wrap-up
    21. 21. Come li abbiamo progettati? Ilink maggine http://www.emotivesystems. co.uk/ Learner Centred Design Requirements il futurola metodologia pedagogica Il team il prodotto e la sua progettazione Prototypes Evaluation Sessions
    22. 22. Dietro le quinte: strumenti cloud Powtoon ! • Licenza annuale educational (produzione video senza logo ed in numero illimitato) • Strumento utilizzabile, ma un po' limitato il futurola metodologia pedagogica Il team il prodotto e la sua progettazione
    23. 23. Licenza d'uso Creative commons BY NC SA Perche' non tutto quello che si puo' fare tecnicamente (scaricare ecc) si deve fare !!
    24. 24. Il futuro la metodologia pedagogica Il team ? ? ? il prodotto e la sua progettazione
    25. 25. Il canale youtube E3 OS Videos •Un video di introduzione •Gli esercizi •Video derivati (doppiati, sottotitolati....) creati dalle scuole, da appassionati (LUG BZ), da altre universita' (Santiago del Cile, per la versione spagnola) Altri esercizi (ne abbiamo ancora 27, sceneggiati ma ancora da girare!!) la metodologia pedagogica Il team il prodotto e la sua progettazione Il futuro
    26. 26. Il valore per le scuole • Saper usare i 'nuovi media' per imparare - Il libro di testo e' morto? • In prospettiva di lifelong learning ! • Rovesciare la classe “Flipped classroom” • Diminuire la sensazione di noia e di difficolta', soprattutto per gli studenti meno capaci/motivati, di fronte ad un argomento tecnico • Porsi delle domande sulla tecnologia: cosa potrebbe fare un "BigBrother", attraverso gli script, mentre navighiamo in rete? la metodologia pedagogica Il team il prodotto e la sua progettazione Il futuro
    27. 27. Primi feedback vi giro brevi feedbacks sulla esperienza attiva all'ITE in classe 3C, gli studenti sono entusiasti (non mento..), ognuno di loro ha iniziato in classe a fruire del video assegnato dal sottoscritto, ben presto si sono resi conto della necessità di guardare anche altri video "collegati", proseguiranno i lavori a casa. Commenti di alcuni loro: 1) molto meglio che consultare un libro 2) facile anche se in lingua 3) sono obbligato a considerare l'aspetto della lingua 4) molto utile fare l'esempio direttamente al pc 5) facendo al pc scopro errori e capisco meglio 6) argomento che mi fa venir voglia di scoprire altri compandi bash altre mie osservazioni: - sono molto motivati nell'apprendere soprattutto per il fatto di dover poi spiegare ai compagni il proprio "comando" in modo comprensibile, per questo prendono appunti mentre lavorano con il video. - grande successo del gingle "happy coding!"
    28. 28. Il valore per l’Università/progettazione • Sperimentare forme di progettazione di materiali innovativi • Attivare gruppi sinergici intorno al’Instructional Design for Learning • Avere immediatamente un feedback dal contesto di apprendimento (docenti/studenti) relativa mente all’usabilità dei prodotti multimediali ( carico cognitivo,interfaccia, usabilità, attenzione, motivazione) • Proporsi come modello per l’apprendimento continuo (EUA 2008) la metodologia pedagogica Il team il prodotto e la sua progettazione Il futuro
    29. 29. Continua??? Grazie Thank You Danke Kiitos la metodologia pedagogica Il team il prodotto e la sua progettazione Il futuro Operating Systems Online Course Exercise No. 1 E3 OS Videos Keywords - nativi digitali - bash script - terminal Resources: - youtube channel - powtoon - creative commons Contatto: francesca.ravanelli@education.un ibz.it
    30. 30. Siti Web: XA : http://www.cs.helsinki.fi/en/rage/ DBLP: Arto Vihavainen la metodologia pedagogica Il team il prodotto e la sua progettazione Il futuro Operating Systems Online Course Exercise No. 1 E3 OS Videos Keywords - nativi digitali - bash script - terminal Resources: - youtube channel - powtoon - creative commons Il nostro canale youtube: http://www.youtube.com/user/e3osvideos

    ×