GEOGRAFIA ECONOMICA   LOCALIZZAZIONE     INDUSTRIE   TEORIA DI WEBER                     di Francesco Piluso
FASE PRECEDENTE ALLARIVOLUZIONE INDUSTRIALE E ALL’INTRODUZIONE DELLA   MACCHINA A VAPORE LE FABBRICHE (GENERALMENTE TESSIL...
L’INVENZIONE DELLA                 MACCHINA A VAPORE                        1705L’invenzione della macchina a vapore è dov...
LA SCELTA DEL   POSIZIONAMENTO DELLA  FABBRICA TUTTAVIA DEVEANCORA ESSERE EFFETTUATA   SECONDO RAGIONI BEN          PRECISE:
   DISPONIBILITA’ IN LOCO DI       MANODOPERA A BASSO COSTO           VICINANZA AL LUOGO DI       APPROVVIGIONAMENTO DEL...
PERCHÉ ERA NECESSARIO   RESTARE VICINI A TUTTI IFATTORI DI CUI SI PARLAVA???
RISPOSTE    Poiché il costo di trasporto era all’epoca molto          più oneroso (per certe materie prime in     partico...
AL FINE DI OTTIMIZZARE I  PROCESSI, RIDUCENDO ICOSTI, DUNQUE BISOGNAVASCEGLIERE ESATTAMENTE IL LUOGO IN CUI COSTRUIREL’IND...
IL TRIANGOLO LOCAZIONALE ESISTE UNA RAPPRESENTAZIONE   GRAFICA CHE ASSIEME AD UNAFORMULA MATEMATICA CONSENTE DI      SCEG...
   dati su un piano i vertici A e B nei quali si    trovano le materie prime e le fonti di    energia, e il vertice C in ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Geografia economica - localizzazione

346

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
346
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
1
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Geografia economica - localizzazione

  1. 1. GEOGRAFIA ECONOMICA LOCALIZZAZIONE INDUSTRIE TEORIA DI WEBER di Francesco Piluso
  2. 2. FASE PRECEDENTE ALLARIVOLUZIONE INDUSTRIALE E ALL’INTRODUZIONE DELLA MACCHINA A VAPORE LE FABBRICHE (GENERALMENTE TESSILI) DOVANO SORGERE LUNGO LE SPONDE DI UN CORSO D’ACQUA così DA PERMETTERE IL FUNZIONAMENTO DEI MACCHINARI!
  3. 3. L’INVENZIONE DELLA MACCHINA A VAPORE 1705L’invenzione della macchina a vapore è dovuta principalmente al tecnico ingleseThomas Newcomen (1663-1729) che nel 1705, assieme ad altri, realizzò una macchinanella quale il vapore surriscaldato, generato portando all’ebollizione dell’acqua in unacaldaia, agiva su una delle facce di uno stantuffo metallico mobile all’interno di uncilindro e comunicante mediante l’altra faccia direttamente con l’atmosfera esterna.Questa macchina, del tipo a semplice effetto in quanto il vapore agiva solo su una dellefacce dello stantuffo, fu perfezionata dall’inventore scozzese James Watt (1736-1819 QUESTA INVENZIONE RENDE POSSIBILE LOCALIZZARE LE FABBRICHE ANCHE LONTANO DAI CORSI D’ACQUA!
  4. 4. LA SCELTA DEL POSIZIONAMENTO DELLA FABBRICA TUTTAVIA DEVEANCORA ESSERE EFFETTUATA SECONDO RAGIONI BEN PRECISE:
  5. 5.  DISPONIBILITA’ IN LOCO DI MANODOPERA A BASSO COSTO  VICINANZA AL LUOGO DI APPROVVIGIONAMENTO DELLE MATERIE PRIME VICINANZA ALLA RETE DI TRASPORTO  VICINANZA AL MERCATO DI DESTINAZIONE PER LA VENDITA DEI PRODOTTI REALIZZATI
  6. 6. PERCHÉ ERA NECESSARIO RESTARE VICINI A TUTTI IFATTORI DI CUI SI PARLAVA???
  7. 7. RISPOSTE Poiché il costo di trasporto era all’epoca molto più oneroso (per certe materie prime in particolare, voluminose e pesanti le industrie di base tendevano a localizzarsi presso i giacimenti o nei luoghi d’arrivo dei materiali importati) Le vie di trasporto erano pochissime (in principio le merci viaggiavano sugli unici mezzi allora a disposizione: i treni. Dunque bisognava trovarsi vicini alle rotaie)
  8. 8. AL FINE DI OTTIMIZZARE I PROCESSI, RIDUCENDO ICOSTI, DUNQUE BISOGNAVASCEGLIERE ESATTAMENTE IL LUOGO IN CUI COSTRUIREL’INDUSTRIA E QUESTA NON POTEVA POI ESSERE SPOSTATA
  9. 9. IL TRIANGOLO LOCAZIONALE ESISTE UNA RAPPRESENTAZIONE GRAFICA CHE ASSIEME AD UNAFORMULA MATEMATICA CONSENTE DI SCEGLIERE LA MIGLIORE LOCALIZZAZIONE POSSIBILE VEDIAMO DI COSA SI TRATTA:
  10. 10.  dati su un piano i vertici A e B nei quali si trovano le materie prime e le fonti di energia, e il vertice C in cui si trova il mercato dei prodotti finiti, si ottiene il triangolo di localizzazione: la posizione ottimale della fabbrica sarà quel punto del piano in cui la somma dei prodotti delle distanze della fabbrica dai tre vertici per i pesi applicati agli stessi, vertici è la minima possibile. FP
  1. A particular slide catching your eye?

    Clipping is a handy way to collect important slides you want to go back to later.

×