La formazione nel cambiamento

  • 3,354 views
Uploaded on

Presentazione di Mauro Fanan al trainerscampVicenza, 31/03/07

Presentazione di Mauro Fanan al trainerscampVicenza, 31/03/07

More in: Business
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
3,354
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
0
Comments
0
Likes
3

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. La formazione nel cambiamento Mauro Fanan Socio ASSOCHANGE 31 Marzo 2007
  • 2. Obiettivi
    • Presentare Assochange e le sue attività
    • Condividere l’esperienza di Cambiamento Organizzativo in Banca Modenese nell’ottica delle esigenze formative
    Obiettivi dell’incontro BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 2/22
  • 3. Che cos’e’ il change management
    • Con Change Management intendiamo:
    • “ l’efficace governo dei processi di cambiamento attraverso lo sviluppo integrato, e costantemente monitorato, delle persone, della cultura, dei processi organizzativi, delle strutture e delle tecnologie.
    • L’obiettivo del change management è di far accadere le cose...”
    “ OLTRE IL BUON SENSO” BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 3/22
  • 4. La missione di ASSOCHANGE Organizzare incontri e attività di ricerca sul cambiamento e l’innovazione aperti a imprese, istituzioni, professionisti, università italiane e straniere ASSOCHANGE Diffondere la cultura del Benchmarking e delle “best practices”, dei successi e degli insuccessi, dei modelli e degli strumenti adottati nell’affrontare il cambiamento Offire documentazione, tesi e stage a studenti che ricerchino un orientamento su questi temi BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 4/22 Consolidare una “via italiana alla gestione del cambiamento” che, valorizzando le migliori esperienze anglosassoni, tenga conto delle specificità sociali e culturali del nostro paese Contribuire a generare una cultura del cambiamento per le imprese, le istituzioni pubbliche, la scuola Sensibilizzare i vertici delle istituzioni e delle aziende italiane sul contributo del Change Management alla crescita e all’innovazione Costituire occasioni di confronto sistematico di esperienze, metodi, pratiche e modelli applicati in Italia e in altri paesi
  • 5. Ad oggi Assochange ha prodotto significativi risultati accessibili agli associati
    • Gruppi di Lavoro:
      • “ L’efficacia dell’utilizzo dei modelli di gestione del cambiamento nel contesto italiano”
      • “ L’aspetto psicologico del change management ed il cambiamento individuale”
      • “ Sistemi ed indicatori di misurazione e monitoraggio del cambiamento”
      • “ Workforce ageing”
    • Ricerche:
      • La misurazione del cambiamento nelle PMI
      • L’approccio al workforce ageing nelle imprese Italiane
    • Convegni:
      • 2005: Governare il cambiamento “Oltre il Buon Senso”
      • 2006: Il Change Management che Innova
    BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 5/22
  • 6. Le linee guida del programma 2007 Value Proposition Palinsesto Crescita Associativa Interlocutore di riferimento Partecipazione attiva associati I principi guida BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 6/22
  • 7.
    • Intensificazione momenti di incontro
      • Eventi/Roadshow (Gruppi di Lavoro/ Ricerche, etc)
      • Convegno annuale
      • Think Tank locali / Incontri di confronto a tema
      • Pubblicazioni/articoli
      • Lancio Nuovi Gruppi di Lavoro ( Internazionalizzazione, Il Cambiamento nel Settore Pubblico, Il Passaggio Generazionale )
      • Evento Assochange per i CEO (Comitato Sponsor)
    • Comunicazione continua
      • Speech/testimonianze c/o Associazioni esterne
      • Passaggi sui media
      • Newsletter periodica
      • Aggiornamento Sito
      • Indagini on-line
    • Network internazionale
    La “Value Proposition” 2007 BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 7/22
  • 8. Il Comitato Scientifico, costituito da esperti sul tema del cambiamento, contribuisce a valorizzare il contenuto scientifico dell’Associazione
    • Prof. Massimo Merlino Ingegneria, Bergamo - Presidente
    • Prof. Federico Butera Bicocca, Milano
    • Prof. Giovanni Costa Economia e Commercio, Padova
    • Dott. Maurizio De Castri Tor Vergata e Luiss, Roma
    • Ing. Franco Ferrario Politecnico, Milano
    • Prof. Alessandro Grandi Ingegneria, Bologna
    • Prof. Gianfranco Rebora Rettore Liuc Castellanza
    • Prof. Giuseppe Soda Bocconi Milano
    • Dott. Gianni Maria Strada Liuc, Castellanza
    • Dott. Giuseppe Varchetta Bicocca, Milano
    BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 8/22
  • 9. Il Palinsesto: I prossimi appuntamenti periodo: aprile - giugno
    • Eventi:
      • Metà Aprile, Bologna : Risultati del Gruppo di Lavoro “Gli aspetti Psicologici del Cambiamento ”, coordinato da Maurizio Cosco
      • Fine Giugno: Ancona : Evento Assochange in collaborazione con il “Club TI Marche”
    • Convegno Nazionale:
      • 6 giugno, Torino : Convegno in collaborazione con il “Center of Advanced Learning Technologies” di INSEAD
      • Il Convegno includerà i risultati del Gruppo di Lavoro sulla “Change Management Intelligence” coordinato da Kira Branchetta Fornaroli
    • Think Tank:
      • Vari incontri a partire da aprile
      • Temi proposti dagli associati
    BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 9/22
  • 10. Chi ha già aderito ad ASSOCHANGE … e molti professionisti del cambiamento BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 10/22 Università Bergamo
  • 11. Perché ASSOCHANGE ? Ci siamo iscritti ad Assochange poiché sentivamo l'esigenza di un confronto con altri interlocutori aziendali, diversi dal comparto industriale in cui operiamo, che ci permettesse di conoscere e dibattere esperienze legate al cambiamento organizzativo, manageriale e culturale; in Italia mancava un forum del genere . In questi anni come associato ho avuto modo di arricchire il mio bagaglio di conoscenze e quello dei miei collaboratori Vito Mangano - Direttore Personale e Sviluppo Organizzativo ALITALIA Per attingere ad un qualificatissimo serbatoio di informazioni sul tema del change management, vedendo Assochange come strumento per un benchmarking su temi particolarmente cari alla nostra Banca, in perenne trasformazione ed evoluzione. Assochange è un importante think tank da far crescere Mariella Liverani - Direttore Innovazione e Sviluppo BANCA AGRILEASING BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 11/22
  • 12. Perché ASSOCHANGE ? Giorgio Banfi – Responsabile del Personale T.A. Università BOCCONI Sono iscritto ad Assochange perché si cambia ogni giorno. Che lo si voglia o no. Piccoli o grandi che siano, preferisco affrontare i cambiamenti con consapevolezza e metodo , confrontandomi con chi ha le mie stesse necessità Perché gestire il cambiamento nelle organizzazioni significa combinare teoria e pratica. E’ il tema che più mi appassiona, che chiama in causa le qualità personali al di là dei ruoli predefiniti Gianfranco Rebora – Rettore Università LIUC Siamo iscritti ad Assochange perché vi abbiamo trovato una rete di persone che riflettono , che hanno competenze e che decidono, su una questione vitale per la nostra economia : come gestire il cambiamento. E questo è l'oggetto del lavoro della nostra azienda Marco Ghetti – Managing Partner MOSAIC Vittorio Lusvarghi – A.D. UNISYS Sono iscritto ad Assochange perché per vivere è necessario cambiare BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 12/22
  • 13. Perché ASSOCHANGE ? Il network Assochange rappresenta per me e per la mia Azienda una concreta opportunità di confronto e condivisione di esperienze con gli altri Associati ed uno stimolo continuo a sviluppare nuovi approcci e metodologie per sostenere al meglio la gestione del cambiamento Bernardo Lo Monaco – Direttore Organizzazione e Sistemi Inofrmativi - SIRAM Perché l'obiettivo del Change Management è di “far accadere le cose”. “ Far accadere le cose” è il mio mestiere e ASSOCHANGE mi stimola a farlo meglio e in modo sempre nuovo Solo una strategia globale orientata al "cambiamento" può garantire crescita, sviluppo e competitività all'impresa moderna. Perché Assochange? La miglior "palestra", il miglior network italiano, per definire e sviluppare la propria strategia del "cambiamento" (persone, processi, strumenti) Alberto Boccaccio – Direttore Macchina Operativa BANCA EUROMOBILIARE Pietro Berrettoni – Direttore Sistemi Informativi ANGELINI FARMACEUTICI Gianfranco Giorgini – Direttore Operation DUCATI MOTOR HOLDING Un principio fondamentale in cui credo è crescita = cambiamento. Sembra semplice, vero, eppure sepsso si perde di vista il fatto che non è possibile crescere e rimanere uguali allo stesso tempo . Vivere l’associazione significa avere dei contributi nel capire quale sia la direzione giusta e il cambiamento da intraprendere BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 13/22
  • 14. Per trarre il massimo vantaggio dall’associazione è importante sostenerne lo sviluppo, iscrivendosi e partecipando attivamente alla vita associativa
    • Le iscrizioni on–line possono essere effettuate sul sito www.assochange.it
    • Possono aderire soci collettivi (Aziende, Enti, Istituzioni, Università) e soci individuali (Professionisti e Dipendenti)
    • L’iscrizione come socio collettivo dà diritto alla partecipazione a tutti gli eventi Assochange fino ad un massimo di cinque dipendenti di volta in volta definiti
    • Solo gli iscritti possono partecipare ai gruppi di lavoro e alle sessioni di Think Tank e di confronto
    Iscrizione BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 14/22
  • 15. Il Cambiamento Organizzativo in Banca Modenese
    • Situazione al 31/12/2005
      • Storia della banca
      • Situazione economico-organizzativa
      • Situazione HR
    • Il Cambiamento Organizzativo
      • Gestione del contingente e analisi dei gaps
      • Pianificazione dei cambiamenti per la copertura dei gaps
      • Formazione necessaria per la realizzazione dei cambiamenti
      • I risultati dopo un anno di lavoro
    BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 15/22
  • 16. Banca Modenese – situazione al 31/12/2005
    • Storia della banca
      • La banca nasce nel 2002 dallo spin-off di una banca di credito cooperativo, portando in dotazione 3 filiali e una ventina di persone
      • Il presidente è il maggiore azionista
        • gestisce la banca in maniera sostanzialmente padronale
        • è anche il motore dello sviluppo commerciale
      • La banca apre 4 nuovi sportelli e assume una decina di persone (al netto del turnover)
      • Ingresso nel Gruppo bancario Carife (2005) e cambio del DG
    BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 16/22
  • 17. Banca Modenese – situazione al 31/12/2005
    • Situazione economica
      • La principale massa di raccolta/impieghi della banca deriva dal Presidente e dal gruppo di azionisti che a lui fanno riferimento
      • Chiusura positiva dei bilanci 2003, 2004 e 2005
    • Situzione organizzativa
      • Presidio delle competenze economiche, contabili e tecnologiche
      • Assenza di presidio sulle competenze organizzative, processuali e procedurali
      • Mancanza di coordinamento interno
      • Gamma di prodotti limitata, scarso monitoraggio commerciale
    BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 17/22
  • 18. Banca Modenese – situazione al 31/12/2005
    • Situazione HR
      • Organico di circa 30 unità, delle quali 3 distaccate dalla Capogruppo
        • 7 Dipendenze e 4 Uffici Centrali
        • Difficoltà di sostituzione del personale per ferie e formazione
      • Età media inferiore a 40 anni
      • Anzianità di banca limitata
        • Persone provenienti da altri settori
        • Scarsa possibilità di rotazione dei ruoli e di crescita
      • Personale molto motivato, con voglia di fare e di crescere
      • Pur con qualche dissonanza, clima interno buono e costruttivo
    BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 18/22
  • 19. Il Cambiamento Organizzativo
    • Gestione del contingente e analisi dei gaps
      • Pressione da parte dell’organo di vigilanza
        • Ritardo nelle risposte per mancanza di know how interno
      • Pressioni da parte della Capogruppo
        • Avviamento back office di Gruppo
        • Mancanza di risposte per assenza di coordinamento interno
      • Esigenze della rete commerciale
        • Ampliamento ed aggiornamento della gamma prodotti
        • Chiarezza sui referenti e sui processi gestionali
    BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 19/22
  • 20. Il Cambiamento Organizzativo
    • Pianificazione dei cambiamenti per la copertura dei gaps
      • Recruiting
      • Esigenze di crescita professionale delle risorse interne
      • Avviamento del backoffice e di nuove procedure informatiche
      • Opportunità esterne (fondo FOR.TE.)
    BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 FORMAZIONE 20/22
  • 21. Il Cambiamento Organizzativo
    • Formazione necessaria per la realizzazione dei cambiamenti
      • Nel 2006 sono state erogate 1.145 ore di formazione (pari a 152 giorni/uomo)
    BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 21/22 30 Estero 79 Commerciale 83 Crediti 123 Finanza 218 Normative 237 Procedure 375 Neoassunti
  • 22. Il Cambiamento Organizzativo
    • I risultati dopo un anno di (duro) lavoro
      • clima aziendale decisamente migliorato
      • errori operativi sensibilmente diminuiti
      • forte miglioramento nella gestione del personale (minori problemi per ferie, sostituzioni, trasferimenti, gestione dei picchi di lavoro)
      • miglioramento di immagine sia a livello istituzionale che nei confronti della Clientela esistente
      • risultati 2006 in linea con l’anno precedente (miglioramento sensibile previsto dal 2007)
    BarCamp Vicenza 31 Marzo 2007 22/22