Collio Colline Tra 2 Nazioni

817 views

Published on

Published in: Business, Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
817
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
28
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Collio Colline Tra 2 Nazioni

  1. 1. COLLIO COLLINE TRA 2 NAZIONI A.I.S. SEZ TIGULLIO
  2. 3. <ul><li>COLLIO PROFONDO Sulle sue alture e dinanzi a panorami sempre vasti si alternano leggende, castelli, chiese solitarie e poesie in varie lingue... il Collio profondo, nel tempo, si rivela anche nel suo paesaggio storico e culturale mosso e variegato di contrasti che ne fanno un territorio originale e unico. Unico in Europa perché non esiste altrove una terra con un nome usato per molti secoli, dai suoi abitanti, allo stesso tempo in lingua germanica, slava e romanza. </li></ul>
  3. 4. <ul><li>Collio - nell'Ottocento si scriveva Coglio - è ancora Cuei e Brda, ma in passato era anche In den Ecken. E quest'ultima è forse una delle sue più antiche menzioni cartografiche. Era così per i signori feudali tedeschi qui presenti per tutto il Medioevo e per la nobiltà di cultura austriaca sino a tutto l'Ottocento. </li></ul>
  4. 5. <ul><li>Benché la coltura della vite fosse antecedente alla loro venuta, ai Romani va riconosciuto tuttavia il merito di aver introdotto tecniche più razionali e dato maggior sviluppo alla viticoltura. La produzione dei vini intorno alla metà del terzo secolo d.C. era così diffusa da consentire all'Imperatore Massimino, proveniente dalla Tracia e diretto all'assedio di Aquileia, di requisire in Collio una tal quantità di botti e tini da ricavarne legname sufficiente a costruire un ponte sull'Isonzo alla Mainizza, presso Gorizia, per il transito delle sue legioni . </li></ul>
  5. 6. <ul><li>La moderna viticoltura nasce in Collio nella seconda metà del 1800, principalmente ad opera del Conte Teodoro Latour, proprietario di una vasta Tenuta che oggi, in altre mani, ancora produce rinomati vini, cui si deve l'introduzione di pregiate varietà di uve da vino francesi e tedesche, che andarono a sostituire alcuni vecchi vitigni locali di minor interesse sotto l'aspetto qualitativo. Fu tuttavia mantenuta la coltura di alcune varietà tradizionali più rinomate tutt'oggi presenti ed ancora coltivate con successo. </li></ul>
  6. 7. <ul><li>Un'altra pietra miliare della viticoltura del Collio è rappresentata dal Decreto del Presidente della Repubblica del 24 maggio 1968 con cui, tra i primi in Italia, a questi vini veniva riconosciuta la Denominazione di Origine Controllata. Con questo atto venivano inoltre sancite le norme relative alla produzione ed al commercio, contenute in un severo disciplinare proposto dallo stesso Consorzio per la Tutela dei Vini &quot;Collio&quot;, costituito nel 1965 tra gli operatori della zona. Fu delimitata la zona di produzione che interessa, in tutto od in parte, il territorio di otto comuni: Gorizia, Capriva del Friuli, Cormòns, Dolegna del Collio, Farra d'Isonzo, Mossa, San Lorenzo Isontino e San Floriano del Collio. </li></ul>
  7. 9. Parte del Collio si trova in territorio Sloveno <ul><li>Le guerre ed altri avvenimenti politici hanno spesso cambiato i confini degli stati, ma chiaramente l' unita' morfologica e culturale di un' area resistono meglio delle umane convenzioni... </li></ul>
  8. 10. COLLIO SLOVENO <ul><li>delimitato dai fiumi Isonzo e Idrijca, si sviluppa il Collio Sloveno. Capoluogo del Collio sloveno è Dobrovo . </li></ul><ul><li>Il clima è mite, grazie al gradevole influsso mediterraneo, la terra sullo strato di Flysch (complesso sedimentario composto da roccia sedimentaria) è fertile e così la raccolta può essere ricca sia nei vigneti che nei fruttetti </li></ul><ul><li>Coltivazione vinicola circa 1800 ettari </li></ul>
  9. 11. Vini e vitigni <ul><li>Bianco </li></ul><ul><li>Chardonnay </li></ul><ul><li>Malvasia Istriana </li></ul><ul><li>Muller Thurgau </li></ul><ul><li>Piccolit Amabile/dolce </li></ul><ul><li>Pinot Grigio </li></ul><ul><li>Pinot Bianco </li></ul><ul><li>Ribolla </li></ul><ul><li>Sauvignon </li></ul><ul><li>Friulano </li></ul><ul><li>Traminer aromatico </li></ul>
  10. 12. Vini e Vitigni <ul><li>Rosso </li></ul><ul><li>Cabernet Franc </li></ul><ul><li>Cabernet Sauvignon </li></ul><ul><li>Merlot </li></ul><ul><li>Pinot nero </li></ul>
  11. 13. <ul><li>Grazie dell’attenzione </li></ul><ul><li>e…buona degustazione!! </li></ul>

×