Your SlideShare is downloading. ×
Silla Grava
Assessore alla Cultura
del Comune di Revine Lago
revine LAGO
Focus Assessorato alla Cultura
FEBBRaio
P.zza Vit...
SPETTACOLO - CINEMA
CULTURA - TEATRO
FESTE - FOLKLORE
SPORT - NATURA Manda una mail a consorziopieve@venetando.it
Se vuoi ...
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Eventi febbraio

212

Published on

anticipazione delle linee programmatiche del 2012 ...

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
212
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Transcript of "Eventi febbraio"

  1. 1. Silla Grava Assessore alla Cultura del Comune di Revine Lago revine LAGO Focus Assessorato alla Cultura FEBBRaio P.zza Vittorio Emanuele II, 31053 Pieve di Soligo (TV) Tel. 0438.980699 Fax 0438.985718 consorziopieve@venetando.it Via Convento, 1 31051 Follina (TV) Tel. 0438.971666 Fax 0438.971666 agenzia@ondaverdeviaggi.it ARTE SACRA Revine L a go Il paese e il paesaggio di Revine sono dominati dal santuario di San Francesco da Paola, fatto costruire tra il 1677 e il 1702 dal parroco don Domenico Cumano, che vi volle anche essere sepolto. Il Cumano, protonotario apostolico e uomo oltreché molto religioso anche molto colto, arricchì il santuario con moltissime opere di maestranze locali: dipinti di Cremsl, Sasso, Tacco, Lazzarini, solo per citarne alcuni. Il santuario fu strutturato anche per essere la sua abitazione e infatti vi è un piano superiore in cui si trovano una cucina, una camera e alcuni ambienti di servizio. In particolare, si segnala l’interessante ciclo pittorico che adorna le pareti di quella che è conosciuta come la camera di don Cumano, posta sopra la sagrestia. Si tratta di affreschi eseguiti nel 1718 dal pittore fregonese Francesco Da Re, rappresentanti i cinque Misteri Gaudiosi del Rosario. Le immagini sono rappresentate entro riquadri ornati da finte cornici di marmo e intervallate da scenette di genere e paesaggi. Sulla parete ovest, dopo l’ingresso, si può ammirare una Annunciazione dell’angelo a Maria, seguita sulla parete sud dalla Visita di Maria a santa Elisabetta e dalla Natività, mentre la parete ad est ospita la Presentazione e il Ritrovamento di Gesù al tempio. La sequenza figurativa termina con la Crocifissione sul lato nord. Tracce di affreschi, ancora da investigare, sono visibili anche nel corridoio. Note: dopo i restauri del santuario avvenuti nel 1995 con il contributo della Banca Prealpi, anche il ciclo pittorico del Da Re è stato recuperato nel 2002 grazie al paziente lavoro delle restauratrici Emanuela Ruggio ed Elena Dal Moro di Cinabrum, reso anch’esso possibile da un ulteriore finanziamento dello stesso istituto di credito. Per la visita: il santuario è aperto da metà giugno a metà settembre nei giorni di domenica dalle 16.00 alle 18.00 e il giovedì per la SS. Messa delle ore 20.00. Per visite in altri momenti è possibile contattare la parrocchia di Revine, tel. 0438-583422. Nei dintorni si consiglia: una passeggiata al castello di monte Frascon (XII sec.), poco a nord del santuario, dove, nelle abitazioni ancora esistenti si individuano vari resti della fortificazione medievale. Scendendo nel centro dell’abitato si trova la chiesa parrocchiale dedicata a San Matteo, risalente al ‘300, fortemente rimaneggiata a partire dal ‘600. Vi si conserva una pala del cisonese Egidio Dall’Oglio. Tutto l’abitato di Revine è caratterizzato dalle tipiche case rurali in pietra e legno. Così anche a Lago dove si trovano la vecchia (ora salone della comunità) e la nuova chiesa parrocchiale di San Giorgio. In quest’ultima si possono ammirare un’altra pala del Dall’Oglio, raffigurante la Madonna del Rosario col Bambino e i Santi, e la cinquecentesca Incoronazione della Vergine tra San Giorgio, San Biagio, Santa Apollonia e Santa Maddalena di Francesco da Milano. Poco distante è il parco archeologico del Livelet, che organizza interessanti attività didattiche. A Santa Maria di Lago si trova l’antica chiesa di S. Maria, attestata dal XII sec., che ospita due paliotti di E. Dall’Oglio e l’opera di F. Da Milano raffigurante l’Incoronazione della Vergine tra san Giovanni Battista e san Giorgio. Vi è presente, inoltre, una pregevole statua lignea della Madonna con Bambino di autore ignoto. All’esterno, ai piedi della scalinata una singolare cassetta delle elemosine in pietra. Sulla vecchia strada fra S. Maria e Lago miseri resti murari dell’antica chiesa di San Martino. contatti: mail: eventi@fondazionefrancescofabbri.it facebook: FFF eventi Fondazione Fabbri nellafoto:affrescodell’Annunciazione foto testata: Santuario San Francesco Da Paola ArrendeteVi, anche in quest’anno sapremo catturare la Vostra attenzione! Ad un anno dal nuovo corso che ne ha ridefinito la mission e gli ambiti di azione, FONDAZIONE FRANCESCO FABBRI si sta delineando sempre più come soggetto propositivo di tematiche e iniziative culturali legate alla contemporaneità, perché lo scopo non è di promuovere un uso meramente speculativo della Cultura ma bensì di porsi come soggetto responsabile e propositivo sul piano scientifico, di proporre riflessioni sulle buone pratiche culturali, sociali ed economiche. Per affrontare tali sfide la Fondazione non intende attuare una semplice attività di sostegno agli eventi ma di vero stabilizzatore di piattaforme complesse, siano esse rappresentate da festival (come momenti di incontro e socializzazione delle idee), mostre (come fattori di elaborazione e diffusione culturale di temi ritenuti significativi), convegni, workshop, seminari e incontri di studio (come occasione di confronto operativo su tematiche culturali), pubblicazioni (come sedimentazione e costruzione del proprio patrimonio di idee e di esperienze). Le linee programmatiche individuate da Fondazione Francesco Fabbri per il 2012 sono: LA SOCIETÀ • I TERRITORI Fondazione Francesco Fabbri intende proporsi come soggetto contenitore di tutte quelle informazioni, elaborazioni, dati e ricerche che riguardano gli aspetti politici, sociali ed economici relativi ai territori dell’Alta Marca Trevigiana, al fine di accreditarsi quale punto di riferimento per tutti coloro che intendono promuovere iniziative utili ai processi di innovazione e di sviluppo. IL PAESAGGIO • I PAESAGGI I territori acquistano senso e fisionomia diventando paesaggi; l’Alta Marca ha molti paesaggi perché ha molte comunità abitanti: paesaggi culturali; paesaggi socio-economici; paesaggi politici; paesaggi della tradizione, della storia, della memoria; paesaggi dell’arte; paesaggi della spiritualità, paesaggi amati e rifiutati; paesaggi dell’identità e della appartenenza; paesaggi enogastronomici; paesaggi della cultura materiale, e così di seguito. Fondazione Francesco Fabbri intende favorire il radicamento di un dialogo permanente sulle “trasformazioni in paesaggio” che necessariamente animano i suoi molti territori, avendo presente la formulazione data dalla Convenzione Europea del Paesaggio nel 2000, nella quale si definisce il paesaggio come “una determinata parte di territorio, cosi come è percepita dalle popolazioni, il cui carattere deriva dall’azione di fattori naturali e/o umani e dalle loro interrelazioni”. L’ARTE • LE ARTI L’arte in tutte le sue manifestazioni è il modo in cui una comunità si rappresenta, si esprime e si racconta; ma è anche il modo in cui la stessa comunità si apre al possibile e indica la possibilità che il mondo sia altro (migliore?) da com’è. I fenomeni artistici contemporanei rappresentano uno straordinario banco di prova per il “superamento dei generi” e Fondazione Francesco Fabbri intende quindi rivolgersi a tutte le arti (pittura, scultura, architettura, poesia, teatro, cinema, video, fotografia, danza …) come momento di una creatività diffusa per interrogare il passato, per aprirsi alla contemporaneità e provare a progettare il futuro. LA POLITICA • LE POLITICHE La politica è il momento fondamentale per la valutazione del presente e per la progettualità per il futuro. La Fondazione, seguendo il dettato di Francesco Fabbri, intende proporsi come luogo di riflessione e incubazione delle buone pratiche e di valutazione delle criticità presenti nei territori dell’Alta Marca Trevigiana, sapendo che tale atteggiamento attiva le stesse categorie fondamentali del politico: democrazia, legittimità, potere, rappresentanza. Fondazione Francesco Fabbri intende quindi proporsi come luogo di valutazione dell’immediato e del necessario, ma anche come momento di riflessione collettiva sugli aspetti teoreticamente significativi della politica. Ci sono opere artistiche, di artisti famosi o locali, nel suo Comune, meritevoli di essere valorizzate e conosciute sia nei luoghi sacri come negli altri edifici fruibili dal pubblico? C’è artigianato artistico? I luoghi da visitare più noti sono: Santuario di San Francesco di Paola posto sopra l’abitato, ospita 35 opere di Mathias Cremsl, G.Venanzio, A.Sasso, C.M.Cialdelli, A.Tacco, A.Lazzarini. Di particolare interesse sono anche gli affreschi di Francesco Da Re che si trovano in una delle stanze sopra la sacrestia che rappresentano i cinque misteri gaudiosi. Il Santuario è aperto solo nelle domeniche d’estate, o su richiesta. A Santa Maria è di interesse artistico la chiesa che, ricordata già nel testamento di Sofia di Collalto (1170), è una delle più antiche della zona. All’interno vi sono opere di Francesco da Milano e di Egidio Dall’Oglio. In che modo l’amministrazione intende promuovere la cultura e il patrimonio artistico del Suo Comune? Attraverso la cartografia comunale, le attività culturali e i testi a stampa, in quanto molte località del Comune sono citate in brochure, guide e testi a diffusione locale e nazionale. Se dovesse accompagnare un gruppo di persone che, da fuori, vuole vedere qualcosa di caratteristico nel Suo Comune, dove lo porterebbe? Lo porterei a vedere i seguenti luoghi: Il Livelet, Parco archeologico didattico che sorge sulla sponda occidentale del lago di Lago, realizzato con il contributo della Provincia di Treviso. I luoghi di culto, Santuario di S. Francesco di Paola, la chiesa arcipretale di S. Matteo, Chiesa di San Giorgio, la chiesa di S. Maria; Chiesetta di S. Marco, Oratorio di S. Biagio, Chiesetta della Madonna della neve. Le Lame, “particolare lavatoio” e i Borghi tipici di Lago, Revine, Sottocroda e Santa Maria con vie strette, case in pietra e caratteristici “Porteghi”. I Castelli di Revine, il Castello del M. Frascon e le tracce dei castelli di Castegna Maor e Salt del Casin. Inoltre, sono aperti i locali adiacenti i Laghi a valle e presso il “Pian delle Femene”, rimangono percorribili le suggestive Vie dei borghi antichi di Lago e Revine (le Andreone) e funzionali i percorsi sentieristici. Infine, non dimentichiamo la Biblioteca Comunale con appositi servizi di prestito, info point e accessi internet; ed il Centro Culturale presso l’ex canonica,“Villa Veneta”, dove è locato il nuovo centro P3@ Casa canonica di Lago e dove si tengono: convegni, studi ed eventi culturali. Qual è la tradizione popolare del suo territorio che più le sta a cuore e che difenderebbe ad ogni costo? Le tradizioni più importanti sono le seguenti: • A settembre, la sagra di San Matteo a Revine con la classica Mostra mercato del Libro, la “Musada” (corsa delle ‘Musse’-slitte di una volta, tradizionale sfilata con costumi d’epoca, canti, veci mestieri e veci mezzi di trasporto tipici dell’ area montana) ed altri giochi ed intrattenimenti per adulti e bambini. • Dal 26 dicembre al 6/8 gennaio, (Rappresentazione Natività e adorazione dei Magi), “rappresentazione vivente del Presepio a Revine”. Periodo pasquale (domenica delle Palme e venerdì santo) sacra rappresentazione della Passione di Cristo dal sagrato della Chiesa di Revine fino al Santuario di Francesco. Luglio (seconda domenica), per la “MAGNALONGA”, presso Agriturismo Casera Vecia in “Pian delle Femene”, si ripropone la “FIENAGIONE” (questo vecchio mestiere lo rappresenta il Gruppo dei Revinot).
  2. 2. SPETTACOLO - CINEMA CULTURA - TEATRO FESTE - FOLKLORE SPORT - NATURA Manda una mail a consorziopieve@venetando.it Se vuoi segnalare un evento manda una mail a: eventi@venetando.it Vuoiarricchireiltuositointernet? Richiedi di inserire nel tuo spazio il nostro pulsante che ti permette di conoscere gli eventi in programma nel Quartier del Piave e Vallata. mer 01 gio 02 ven 03 sab 04 dom 05 ven 10 lun 06 mer 08 sab 11 dom 12 mer 15 gio 16 lun 20 mar 21 mer 22 ven 24 sab 25 dom 26 lun 27 mar 28 mer 29 mar 07 gio 09 ven 17 gio 23 sab 18 dom 19 ERIKA FOLLADOR Responsabile UNPLI per il Parco del Livelet gio 01 ven 02 sab 03 dom 04 anteprima Vidor Pro Loco Colbertaldo e Vidor – fino a domenica 11 marzo Primavera del Prosecco: 33° Mostra del Prosecco Doc di Colbertaldo e Vidor Vidor Pro Loco Colbertaldo e Vidor – fino a domenica 11 marzo Mostra di pittura di Mauro Masin Vidor Pro Loco Colbertaldo e Vidor – fino a domenica 11 marzo Primavera del Prosecco: 33° Mostra del Prosecco Doc di Colbertaldo e Vidor Vidor Pro Loco Colbertaldo e Vidor – fino a domenica 11 marzo Primavera del Prosecco: 33° Mostra del Prosecco Doc di Colbertaldo e Vidor Vidor Pro Loco Colbertaldo e Vidor – fino a domenica 11 marzo Primavera del Prosecco: 33° Mostra del Prosecco Doc di Colbertaldo e Vidor ore 10.00 1° “Trofeo Primavera del Prosecco DOCG” gara MTB cross country, per info www.vidorbike.it Intervista a... di MICHELE PAGOS marzo lun 13 mar 14 L’Unpli di Treviso da 4 anni si è preso in carico la gestione del Parco del Livelet, di proprietà della Provincia di Treviso. Il Parco Archeologico Didattico del Livelet sorge nel comune di Revine Lago, nell’incantevole scenario della Vallata del Soligo, sulle rive di due laghi glaciali. La struttura propone la ricostruzione di un villaggio palafitticolo che illustra le abitudini di vita degli uomini che hanno abitato questo territorio fin dal tardo Neolitico, secondo quanto documentato dai resti archeologici rinvenuti nella vicina località di Colmaggiore di Tarzo. Al Livelet è possibile immergersi in un vero e proprio viaggio nella preistoria, dove il tempo è scandito dalla visita alle tre strutture abitative ricostruite che rappresentano rispettivamente il Neolitico, l’Età del Rame e l’Età del Bronzo, dove il visitatore ha la possibilità di osservare le riproduzioni di utensili e strumenti simili a quelli usati quotidianamente migliaia di anni fa. Il Parco viene scelto da numerose scuole provenienti da tutta la Regione come meta di gite formative e d’estate ospita grest e centri estivi, mentre tutte le domeniche dal 25 marzo al 28 ottobre 2012 apre le porte al pubblico e alle famiglie. Durante le festività del calendario nazionale vengono inoltre organizzate delle feste a tema legate a prodotti tipici della vallata e ogni terza domenica del mese si svolgerà la rassegna “Preistoria in tutti i sensi”, durante la quale sarà possibile partecipare a diverse attività didattiche che diventeranno veicolo per la trasmissione di argomenti scientifici, con un approccio divertente e multisensoriale. In queste occasioni sarà possibile non solo visitare il villaggio palafitticolo, ma anche svolgere laboratori e attività di archeologia imitativa. Infine, per chi volesse trascorrere l’estate in modo insolito e avventuroso il Livelet offre diverse possibilità: i week-end preistorici, l’Archeoavventura e il centro estivo Vivi da Preistorico. Un tuffo nel passato! Per ulteriori informazioni visitate il sito: http://livelet.provincia.treviso.it o telefonate allo 0438.21230 (dal mar. al ven. 09.30-12.30) Tarzo Assessorato alla Cultura - fino al 2 febbraio Mostra del libro, biblioteca comunale Pieve di Soligo Amministrazione comunale e IUAV– fino al 12 febbraio PaesAgire: Paesaggio in attesa. Mostra dei progetti di restauro del paesaggio su un’area post industriale di Barbisano. Villa Brandolini Pieve di Soligo Esam - fino a fine febbraio Corso di primo soccorso ore 20.30, auditorium comunale Tarzo Pro Loco Tarzo Festa della Candelora, Sante Messe, stand gastronomico, estrazione lotteria Pieve di Soligo Amministrazione comunale e IS.A.M. Per la rassegna Paesagire: “Paesaggio nella mente 2”. Nostro mare mediterraneo conversazione con Predrag Matvejevic, a seguire proiezione di Meridiano perduto di Claudio Fausti, ore 20.30, auditorium Battistella Moccia Revine Lago Pro Loco – fino a domenica 5 Festa di San Biagio, gara di briscola San Michele di Feletto Pro San Michele – fino a sabato 4 Festa di San Biagio Pieve di Soligo Amministrazione comunale e IUAV– fino al 12 febbraio PaesAgire: Paesaggio in attesa. Mostra dei progetti di restauro del paesaggio su un’area post industriale di Barbisano. Villa Brandolini Pieve di Soligo Ass. culturale Macchia Solare Spettacolo teatrale: “Ci sono bambini che…”, proiezione di cortometraggi di animazione a cura di Walter Dal Cin, ore 16.00, auditorium Battistella Moccia Revine Lago Assessorato alla Cultura sabato 4 e 11 e domenica 5 e 12 Mostra personale di Pierluigi Slis dal titolo: “All that glitters ain’t gold”, inaugurazione ore 16.00, villa veneta casa canonica Sernaglia della Battaglia Pro Loco – da sabato 4 a martedì 14 Festeggiamenti di San Valentino Farra di Soligo Parrocchia e amministrazione comunale Presentazione del cd “Dal cassetto”: serata musicale con Giorgio Fornasier e Don Attilio Menia, ore 20.30, auditorium Santo Stefano Revine Lago Pro Loco – fino a domenica 5 Festa di San Biagio San Michele di Feletto Pro San Michele Festa di San Biagio Sernaglia della Battaglia Pro Loco – fino a martedì 14 Festeggiamenti di San Valentino: ore 14.30 sfilata carri allegorici e mostra di modellismo nella presso sala comunale Revine Lago Pro Loco Festa di San Biagio, corsa dei Mus e giochi per bambini Revine Lago AssessoratoallaCulturasabato11edomenica5e12 Mostra personale di Pierluigi Slis dal titolo: “All that glitters ain’t gold”, orario apertura dalle 16.00 alle 18.30, villa veneta casa canonica Pieve di Soligo Assessorato alla Cultura Domeniche a teatro: la storia di Hänsel e Gretel, ore 16.00, teatro Careni Moriago della Battaglia Biblioteca comunale e ass. Tea Visita alla mostra “Manciu’ l’ultimo imperatore”, ore 17.00, Casa dei Carraresi di Treviso, iscrizioni presso la biblioteca comunale Tarzo Assessorato alla Cultura Lo schiaccianoci di P.I. Tchaikovsky, ore 17.00, aula magna, ingresso libero Farra di Soligo Ass. Mansueto Viezzer e amministrazione comunale Concerto in memoria di Don Mansueto Viezzer: concerto per pianoforte con Martina Stuable, ore 17.30, auditorium Santo Stefano Pieve di Soligo Esam - fino a fine febbraio Corso di primo soccorso ore 20.30, auditorium comunale Pieve di Soligo Esam - fino a fine febbraio Corso di primo soccorso ore 20.30, auditorium comunale Vidor Amministrazione comunale Nati per leggere. Presentazione del progetto a cura del Pediatra Andrea Fenato, ore 20.45, sala riunioni della biblioteca Sernaglia della Battaglia Pro Loco – fino a martedì 14 Festeggiamenti di San Valentino: Gran Galà dello sport, ore 21.30 stand Pro Loco. Proiezione filmato Storia dei Carri Allegorici, sala comunale Farra di Soligo Parrocchia e amministrazione comunale Rappresentazione teatrale: “El ben de me madona”, ore 20.30, auditorium Santo Stefano Pieve di Soligo Assessorato alla Cultura Il lago dei cigni, ore 20.45, teatro Careni Moriago della Battaglia Pro Loco Madonna di Lourdes Pieve di Soligo Amministrazione comunale e IUAV– fino al 12 febbraio PaesAgire: Paesaggio in attesa. Mostra dei progetti di restauro del paesaggio su un’area post industriale di Barbisano. Villa Brandolini Revine Lago AssessoratoallaCulturasabato11edomenica5e12 Mostra personale di Pierluigi Slis dal titolo: “All that glitters ain’t gold”, orario apertura dalle 16.00 alle 18.30, villa veneta casa canonica Sernaglia della Battaglia ProLoco–finoamartedì14 Festeggiamenti di San Valentino Sernaglia della Battaglia Orienteering Miane 87 Asd Gara sportiva di corsa ad orientamento Sernaglia della Battaglia Pro Loco – fino a martedì 14 Festeggiamenti di San Valentino: ore 14.30 sfilata carri allegorici Pieve di Soligo Circuito Carnevali di Marca Carnevali di Marca: Sfilata dei carri allegorici, inizio sfilata ore 14.30 da via Vaccari Revine Lago Assessorato alla Cultura Mostra personale di Pierluigi Slis dal titolo: “All that glitters ain’t gold”, orario apertura dalle 16.00 alle 18.30, villa veneta casa canonica Pieve di Soligo Esam - fino a fine febbraio Corso di primo soccorso ore 20.30, auditorium comunale Sernaglia della Battaglia Pro Loco Festeggiamenti di San Valentino ore 20.00 cena degli innamorati Pieve di Soligo Esam - fino a fine febbraio Corso di primo soccorso ore 20.30, auditorium comunale Pieve di Soligo Assessorato alla Cultura Concerto: Porsche live: giovani e jazz, ore 20.45, teatro Careni Follina Amministrazione comunale e Collettivo di ricerca teatrale Un 48 a Vittorio: lettura scenica con Antonella Bolzonello, Carlo De Poi e Stefania Mazzocut, ore 20.45, presso auditorium comunale Pieve di Soligo Esam - fino a fine febbraio Corso di primo soccorso ore 20.30, auditorium comunale Moriago Pro Loco Moriago Antico Gioco del Pagalosto, dalle 13.30 alle 18.00, lungo le vie del paese Mosnigo Mosnigo Pro Loco Mosnigo Festa di Carnevale, dalle ore 20.00, centro polifunzionale Pieve di Soligo Esam - fino a fine febbraio Corso di primo soccorso, ore 20.30, auditorium comunale Pieve di Soligo Amministrazione comunale Per la rassegna Paesagire: “Da San Fior al Quartier del Piave. I Palù, una storia di confini e di paesaggio”. Paesaggio in versi. Presentazione dei risultati della rilevazione sul sito effettuata dagli studenti dell’ISISS M. Casagrande coordinata dal Prof. Walter Scalini, ore 20.30, auditorium Battistella Moccia Farra di Soligo Assessorato alla cultura e biblioteca multimediale “Leggere che spettacolo!”: lettura teatralizzata con Livio Vianello, dal titolo “L’Italia spensierata”, ore 20.45, auditorium Santo Stefano Sernaglia della Battaglia Comunità emigranti Incontro con gli allievi delle scuole Vidor Pro Loco Colbertaldo e Vidor – da sabato 25 a domenica 11 marzo Primavera del Prosecco: 33° Mostra del Prosecco Doc di Colbertaldo e Vidor Vidor Pro Loco Colbertaldo e Vidor – da sabato 25 a domenica 11 marzo Mostra di pittura di Mauro Masin Vidor Amministrazione comunale Giornata ecologica, ore 9.00, piazzale centro polifunzionale Vidor Pro Loco Colbertaldo e Vidor – fino a domenica 11 marzo Primavera del Prosecco: 33° Mostra del Prosecco Doc di Colbertaldo e Vidor, ore 10.00 Passeggiata a cavallo tra le colline del Valdobbiadene DOCG di Colbertaldo e Vidor con “Natura a cavallo”. Sernaglia della Battaglia Comunità emigranti Festa dell’emigrante, Santa Messa e pranzo sociale Pieve di Soligo Assessorato alla Cultura Domeniche a teatro: Cinderella Vampirella, ore 16.00, teatro Careni Pieve di Soligo Esam - fino a fine febbraio Corso di primo soccorso ore 20.30, auditorium comunale Vidor Pro Loco Colbertaldo e Vidor – fino a domenica 11 marzo Primavera del Prosecco: 33° Mostra del Prosecco Doc di Colbertaldo e Vidor Vidor Pro Loco Colbertaldo e Vidor – fino a domenica 11 marzo Mostra di pittura di Mauro Masin Vidor Pro Loco Colbertaldo e Vidor – fino a domenica 11 marzo Primavera del Prosecco: 33° Mostra del Prosecco Doc di Colbertaldo e Vidor Pieve di Soligo Esam - fino a fine febbraio Corso di primo soccorso ore 20.30, auditorium comunale Vidor Pro Loco Colbertaldo e Vidor – fino a domenica 11 marzo Primavera del Prosecco: 33° Mostra del Prosecco Doc di Colbertaldo e Vidor ore 20.00, serata a tema “Il Valdobbiadene DOCG incontra il… baccalà” FEBBRAIO

×