Vinitaly 2014 - La sostenibilità ambientale della filiera vinicola Intervento di Viviana Salieri, Sustainability Consultant per GC&P, MBA CUOA 2013
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Like this? Share it with your network

Share

Vinitaly 2014 - La sostenibilità ambientale della filiera vinicola Intervento di Viviana Salieri, Sustainability Consultant per GC&P, MBA CUOA 2013

on

  • 382 views

Presentazione di Viviana Salieri,

Presentazione di Viviana Salieri,
sulla sostenibilità ambientale della filiera vitivinicola.
Evento Fondazione CUOA a Vinitaly 2014.

Statistics

Views

Total Views
382
Views on SlideShare
382
Embed Views
0

Actions

Likes
1
Downloads
10
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Vinitaly 2014 - La sostenibilità ambientale della filiera vinicola Intervento di Viviana Salieri, Sustainability Consultant per GC&P, MBA CUOA 2013 Presentation Transcript

  • 1. LA SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE DELLA FILIERA VINICOLA ITALIANA Fondazione CUOA - Vinitaly 2014 SEMINARIO SULL’ECOSTENIBILITA’ DELLA FILIERA VITIVINICOLA ITALIANA Viviana Salieri - Gianesin, Canepari & Partners - 8 Aprile 2014
  • 2. Agenda •  Sostenibilità e mercati q  Sostenibilità: perché? q  Eco-innovazione in Italia q  Export – Innovazione – Crescita q  Consumatori •  Viticoltura sostenibile: strategia d’impresa q  Definizione OIV q  Gestione dei rischi ambientali q  Situazione in Italia q  Atteggiamento delle imprese q  Visione strategica d’impresa q  Viticolture a confronto q  Indici di performance q  Comunicazione q  Programmi e premi nazionali
  • 3. Sostenibilità: perché? •  Entro il 2030 ci saranno circa 3 miliardi di nuovi consumatori appartenenti alla classe media, con conseguente aumento della domanda di risorse •  Gli attuali modello di sviluppo e consumo non sono sostenibili: necessità di eco-innovazione, basata sull’efficienza della risorse •  Nell’economia lineare circa il 60-80% di risorse viene sprecato. Solo nel settore dei beni di largo consumo il passaggio ad un’economia circolare promette il risparmio di circa 700 b$ (McKinsey, 2013) Economia Lineare Economia Circolare
  • 4. Eco-innovazione in Italia Il 22% delle imprese ha investito in tecnologie e prodotti eco-innovativi tra il 2008 e il 2013 generando quasi il 40% della domanda di lavoro totale. 18,0% 9,4% 8,6% Lombardia Veneto Emilia Romagna Regioni eco-innovative GREENITALY | RAPPORTO 2013 - sul totale delle imprese, per provincia Fonte: Centro Studi Unioncamere - - - - Fonte: Centro Studi Unioncamere POS. PROVINCE INCIDENZA % SU TOTALE IMPRESE IMPRESE ChE INVESTONO NEL GREEN POS. PROVINCE INCIDENZA % SU TOTALE IMPRESE IMPRESE ChE INVESTONO NEL GREEN 2 Milano 8 9 Modena Fonte: Centro Studi Unioncamere, 2013
  • 5. 17,4% 23,0% 17,0% 10,0% 11,0% 12,0% Export Innovazione Fatturato Imprese che investono nel green Imprese che non investono nel green 42,0% 30,4% 21,0% 25,4% 16,8% 15,0% Export Innovazione Fatturato Imprese Manifatturiere Innovazione - Export - Crescita Le imprese che hanno investito nel 2013 in eco innovazione hanno esportato di più, si sono rilevate le più innovatrici e le più competitive, anche a livello di micro e piccole imprese. Fonte: Centro Studi Unioncamere, 2013
  • 6. Consumatori •  Accantonamento delle logiche consumistiche di acquisto •  Nascita e diffusione di nuovi modelli di consumo, responsabili e consapevoli (es. Sharing Economy, Buy local) •  Per l’88% degli Italiani, +5% rispetto alla media globale, è importante che le aziende si impegnino a migliorare l’ambiente attraverso: Ø  packaging riciclabili (90%, +3% rispetto alla media globale) Ø  prodotti ad alta efficienza energetica (85%) Ø  prodotti fabbricati localmente (86% vs 83%) Ø  prodotti acquistati presso i farmer’s market (84% vs 83%) Ø  prodotti con poco o senza packaging (79% vs 69%) Ø  prodotti biologici (63%) Nel 2013 in Italia il 44% dei consumatori è disposto a pagare di più per prodotti e servizi di imprese eco – sostenibili: +6% rispetto al 2011, +8% rispetto alla media europea. La media globale è pari al 50%. (Nielsen, 2013)
  • 7. Viticoltura sostenibile: Una strategia d’impresa
  • 8. Approccio globale Viticoltura sostenibile “Approccio su scala globale dei sistemi di produzione e di trasformazione delle uve, associando contemporaneamente la perennità economica delle strutture e dei territori, l’ottenimento di prodotti di qualità, la presa in considerazione delle esigenze di una viticoltura di precisione, dei rischi legati all’ambiente, alla sicurezza dei prodotti e alla salute dei consumatori e la valorizzazione degli aspetti patrimoniali, storici, culturali, ecologici e paesaggistici ” (Definizione OIV, Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino, 2008) Visione economica di lungo termine Qualità Rischio Ambientale! Sicurezza dei prodotti Salute dei consumatori Valorizzazione Viticultura di precisione !
  • 9. Gestione dei rischi ambientali •  Minimizzare: Ø  il consumo di risorse (materie prime, acqua, energia) Ø  la produzione dei rifiuti (riutilizzo, riciclo, recupero degli scarti di lavorazione) Ø  l’uso di sostanze pericolose (pesticidi, fitofarmaci, fertilizzanti) Ø  le emissioni di gas serra (es.CO2) attraverso una gestione efficiente dell’energia e utilizzo di fonti rinnovabili •  Approccio esteso il ciclo di produzione e trasformazione del vino: fase di approvvigionamento delle materie prime, processi di coltivazione delle vigne, di vinificazione, di imbottigliamento, di produzione del packaging, di distribuzione, fino alla gestione ultima del fine vita di bottiglie, tappi ed etichette
  • 10. Gestione dei rischi ambientali 62% 71% 72% 82% Risparmio idrico Riduzione dei rifiuti e dei reflui Riduzione utilizzo prodotti inquinanti Risparmio energetico Percezione  delle  priorità  per  le  imprese  vi2vinicole   Fonti: Jones, OIV 2012; Atti del Seminario Sostenibilità Ambientale, Sociale ed Economica della filiera vinicola, 2013
  • 11. Situazione in Italia Studio preliminare per individuare le criticità della filiera condotto su 11 aziende rappresentative (Ministero dell’Ambiente, 2011): Ø  Gestione acqua: attenzione in vigneto; non sempre adeguata in cantina Ø  Gestione energia: fonti rinnovabili (solare), gestione abbastanza efficiente dei processi in cantina. Ancora scarsa attenzione al riutilizzo energetico delle biomasse provenienti dal processo di trasformazione delle uve In Italia nel 2012 quasi il 50% delle imprese agricole con dipendenti ha effettuato interventi per la riduzione del consumo di acqua ed energia (41% risparmio combustibili, 7% risparmio energia elettrica) Fonte: Centro Studi Unioncamere, 2013
  • 12. Atteggiamento delle imprese •  Scelta di adesione volontaria che solitamente rispecchia un’etica imprenditoriale basata su rispetto di ambiente e comunità locali •  Risposta all’esigenza manageriale di ridurre i costi di produzione, di innovare prodotti e processi, rendendoli più efficienti •  Risposta a precise richieste di mercato. Nel settore agro alimentare la sostenibilità ambientale, soprattutto nei mercati internazionali, viene percepita come indice di qualità •  Reputazione, per i “marketing oriented” •  Riduzione del rischio operativo, due diligence
  • 13. Visione strategica d’impresa La viticoltura eco sostenibile è una visione strategica d’impresa che si fonda necessariamente su strategie economiche di medio - lungo termine nonché sul miglioramento continuo e sull’innovazione di processi e prodotti. La viticoltura eco sostenibile fa della sostenibilità ambientale un valore economico direttamente spendibile nei mercati COME RIDURRE IL PROPRIO IMPATTO AMBIENTALE? Esempio: l’eco-innovazione e l’eco-concezzione I prodotti, i beni di consumo I processi , Gli strumenti di produzione Eco conception Eco innovazione I servizi I metodi manageriali Eco-innovazione: Produzione, assimilazione o lo sfruttamento della novità nei prodotti, processi, servizi o metodi manageriali. Obiettivo: Prevenire o ridurre i rischi ambientali, inquinamento e altri impatti negativi associati con l'uso delle risorse. Fonte disegno: Desseigne J.M,Penavayre S. Institut Francais de la Vigne et du Vin, 2012
  • 14. Viticolture a confronto SOSTENIBILE BIOLOGICO BIODINAMICO Riferimento normativo no sì no Ente certificatore riconosciuto No (ma possibile) sì sì Numero enti certificatori riconosciuti 0 (ma possibile) 11 1 Definizione di pratiche ammesse/vietate no sì sì Carattere volontario e proattivo sì no no Approccio integrato (fattori sociali ed economici) sì no no Processo continuo sì no no Prodotti sicuri e sani sì sì sì Capacità di assicurare continuità all’attività aziendale sì no no Trasparenza sì no no Biologico, Biodinamico e Sostenibile a confronto Fonte: Toninato L., AGER
  • 15. Indici di performance Alcuni esempi: q  Consumo di acqua (litri di acqua per litro di vino) q  Consumo di risorse energetiche (MJ per litro di vino) q  Emissioni di anidride carbonica (kg CO2 per litro di vino) q  Quantità di sostanze pericolose (kg di sostanze per litro di vino) q  OSR (Overall Sustainability Ratio) OSR = Indice sulle Emissioni * Indice di Utilizzo delle Risorse * Indice di Qualità Vanno valutati per unità di prodotto (es. litro di vino, bottiglia), in funzione della resa per kg di uva e con riferimento all’intero ciclo di vita del vino (coltivazione, vinificazione e imbottigliamento, trasporto e smaltimento) Fonte: Gianesin, Canepari & Partners (2012)
  • 16. Comunicazione La sostenibilità ambientale affinché sia percepita e valorizzata dal mercato deve essere comunicata (no green washing!!)
  • 17. Programmi e premi nazionali Premi e programmi di riciclo Ø  A conferma dell’interesse della comunità per tali tematiche sono stati istituiti diversi premi per premiare le aziende vinicole che si distinguono per sostenibilità ambientale Ø  ESEMPI: “Impronte d’eccellenza. Tecniche agronomiche sostenibili per una viticoltura di valore”, “Premio eco-Friendly” del Merano Wine Festival Ø  Programma di riciclo dei tappi di sughero: “ETICO” promosso da Amorim Cork Italia, “Tappoachi?” promosso dal Consorzio Rilegno
  • 18. Conclusioni •  La reputazione delle imprese circa la sostenibilità ambientale influenza le decisioni di acquisto dei consumatori: in Italia il 44% è disposto a spendere di più per prodotti ecosostenibili o di imprese ecosostenibili •  Questo è ancor più vero nel settore agro alimentare dove la sostenibilità ambientale è viene percepita dal consumatore come garanzia di qualità del prodotto, soprattutto nei mercati internazionali •  La viticoltura sostenibile promuove un approccio globale alla gestione dei rischi ambientali, con attenzione il ciclo di vita del vino •  Si fonda su dei solidi principi economici e manageriali finalizzati alla creazione di valore nel lungo periodo attraverso l’innovazione e il miglioramento continuo dei processi e dei prodotti •  Il crescente interesse per tale tematica è confermato sia a livello nazionale che internazionale dall’implementazione di programmi ed iniziative per la diffusione di best practices nel settore vinicolo
  • 19. Bibliografia •  Unioncamere-Fondazione Symbola (2013). Green Italy, Rapporto 2013 •  McKinsey (2013). Toward Circular Economy •  UN Global Compact – Accenture (2013). CEO Study on Sustainability 2013 •  Nielsen (2013). In crescita in Italia i consumatori socialmente responsabili disposti a pagare di più per prodotti e servizi di aziende socialmente responsabili •  Risoluzione CST 1/2008 OIV •  INEA (2013). Atti del Seminario Sostenibilità Ambientale, Sociale ed Economica della filiera vinicola 2013 •  Toninato L., AGER. Come affrontare in tempi di crisi il problema della produzione di uva nel rispetto dell’ambiente, del viticoltore e del consumatore •  Gianesin,Canepari & Partners (2012). Fabbrica a zero emissioni.
  • 20. Viviana Salieri Sustainability Consultant (Gianesin, Canepari & Partners) viviana.salieri@gmail.com