• Like
L’evoluzione del ruolo della Direzione ICT
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

L’evoluzione del ruolo della Direzione ICT

  • 773 views
Published

Intervento di Cecilia Rossignoli, Professore di Organizzazione Aziendale, Università degli Studi di Verona e Referente Scientifico Forum ICT, al Convegno del Forum ICT "Business Management e ICT …

Intervento di Cecilia Rossignoli, Professore di Organizzazione Aziendale, Università degli Studi di Verona e Referente Scientifico Forum ICT, al Convegno del Forum ICT "Business Management e ICT Manager: un dialogo possibile?" - 26 settembre al CUO

Published in Investor Relations
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
No Downloads

Views

Total Views
773
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0

Actions

Shares
Downloads
24
Comments
0
Likes
1

Embeds 0

No embeds

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. ConvegnoBusiness Management e ICT Manager: un dialogo possibile? 26 settembre 2012, Fondazione CUOA Villa Valmarana Morosini, Altavilla Vicentina (VI)
  • 2. Il ruolo chiave dell’informazione nell’impresa modernaINFORMAZIONE:•E’ la risorsa più preziosa e difficile da gestire per raggiungere in modo efficace gliobiettivi di business.•E’ determinante per assumere decisioni razionali, responsabili e coerenti con gli obiettiviprefissati.•Deve essere di qualità e attendibile in modo da poter compiere le giuste sceltestrategiche. DIVENTA CRUCIALE LA GESTIONE DELL’INFORMAZIONE ALL’INTERNO DELLA CORPORATE GOVERNANCE
  • 3. Evoluzione dell’ICTDa ELEMENTO DI SUPPORTO a STRUMENTO CHIAVE per migliorare la gestionedel cliente. Introduzione del ruolo dell’CIO come responsabile della gestione dell’informazione
  • 4. La figura del CIOIl termine Chief Information Officer fu introdotto per la prima volta nel 1981 da WilliamSynnott, il quale ne diede la seguente definizione:• è il dirigente responsabile per la definizione delle politiche aziendali che riguardano lagestione dell’informazione, degli standard e del controllo di tutte le risorse informative.Altre definizioni di Chief Information Officer:• è il dirigente di più alto livello la cui responsabilità principale riguarda la gestione delleinformazioni.• è il dirigente di più alto livello della funzione IS che tipicamente ricopre ruoli managerialiche richiedono una comunicazione efficace con il top management ed elevate abilitànella gestione delle informazioni presenti all’interno dell’organizzazione. Il CIO ha inoltrela capacità di influenzare la strategia aziendale ed è coinvolto nella pianificazione dellestrategie IT per far fronte all’ambiente competitivo in cui è inserita l’azienda.SYNNOT R.W., (1987).The emerging chief information officer. Information Manager Review, Vol.3, Issue 1.VARUN GROVER, SEUNG-RYUL JEONG, KETTINGER W.J. and LEE C.C. The chief information officer: a study of Managerial Role , Journal ofManagement Information Systems (Fall 1993), Vol. 10, No. 2, pp 107-130
  • 5. Il valore strategico dell’ITINFORMATION TECNOLOGY:Componente fondamentale all’interno di un’organizzazione poiché può essere sfruttataper migliorare il servizio ai clienti, per modificare le dinamiche di mercato e creare nuovicanali di distribuzione.IT CREA VALORE STRATEGICODEF: is the organizational performance impact of Information Technology at both theintermediate process level and the organization-wide level, and comprising bothefficiency impacts and competitive impact.MELVILLE, N., K. KRAEMER, and V. GURBAXANI, Review: Information Technology and OrganizationalPerformance: An Integrative Model of IT Business Value, MIS Quarterly (2004)JARVENPAA, S.L., Information Technology and Corporate Strategy: A View from the Top, Information Systems Research (1990)
  • 6. Paramenti di misurazione del valore strategico dell’IT• FINANZIARI: – Accounting centric measures Sono delle misurazioni retrospettive nel senso che riflettono performance riguardanti il passato. possiamo individuare: inventory turnover, gross margin, cash flow, market share, sales growth, ROI, ROA, ROS. – Stock market centric measures sono misurazioni forward-looking (lungimiranti) e riflettono i rendimenti generati dagli investimenti in IT. Possiamo riconoscere: market-adjusted return and Tobin’s q.• NON FINANZIARI soddisfazione del cliente che emerge dal confronto tra le aspettative con cui il cliente si accosta al prodotto/servizio e la percezione del prodotto/servizio.SANGNO LEE, JAEKI SONG, JEFF BAKER, YOUNGJIN KIM, JAMES C. WETHERBE, The Commoditization of IT: Evidence from a LongitudinalText Mining Study, Communication of the Association for Information Systems (2011)
  • 7. Ruolo strategico dell’IT e ruolo del CIOSTRUTTURA DI REPORTINGDefinisce come il potere e il controllo sono collocati all’interno dell’aziendaIl CIO può riportare:1.the Highest-Level Executive (CEO, Chairman, President) responsabile delle strategie edella gestione dell’impresa nel suo complesso;2.the Highest-Rank Finance Executive (CFO, Vice Chairman of Finance) responsabile ditutti gli aspetti che riguardano l’ambito finanziario.YASH P. GUPTA, The chief executive officer and the chief information officer: the strategic partnership, Journal of Information Technology (1991)
  • 8. Ruolo strategico dell’IT e ruolo del CIO• STRATEGIC ORIENTATION: se il CIO riporta al CEO, il CIO è un componente del Top Management Team (TMT), viene coinvolto nella pianificazione strategica e ha un ruolo chiave.• OPERATIONAL ORIENTATION: se il CIO riporta al CFO, il CIO ha un ruolo marginale di supporto alle scelte aziendali.Raghunathan ha dimostrato che l’importanza assunta dal CIO nell’impresa è destinata a diminuire rapidamente nel caso in cui, questa figura si trovi più di due livelli gerarchici al di sotto del CEO.Watson sostiene che: the fact that the IT manager is distant from the CEO is an indication that the organization does not place a hight value on IS and IS planning.RAGHUNATHAN, B., and RAGHUNATHAN, T.S., Does the Reporting Level of the Information Systems Executive Make a Difference?, Journal ofStrategic Information Systems (1993)WATSON, R.T., Influences on the IS Manager’s Perceptions of Key Issues: Information Scanning and the Relationship with the CEO, MISQuarterly (1990)
  • 9. Posizionamento strategico e struttura di reportingSecondo Porter si può avere:•DIFFERENZIAZIONE: limpresa impone un price premium per i propri prodottisuperiore ai costi sostenuti per differenziarli, dotandoli di caratteristiche uniche cheabbiano un qualche valore per i propri clienti. STRUTTURA DI REPORTING CONSIGLIATA:CIO-CEO•LEADERSHIP DI COSTO: l’impresa produce prodotti simili o equivalenti a quelli offertidai concorrenti ad un costo minore. STRUTTURA DI REPORTNG CONSIGLIATA:CIO-CFO Il corretto posizionamento del CIO che gerarchicamente risponde al dirigente più opportuno determina migliori performance aziendaliRAJIV D. BANKER, NAN HU, PAUL A. PAVLOU, JERRY LUFTMAN, CIO Reporting Structure, Strategic Positioning, and Firm performance, MISQuarterly (2011)
  • 10. La presentazione del questionarioIL QUESTIONARIO:Il questionario è il frutto della collaborazione tra l’Università̀ degli Studi di Verona(Dipartimento di Economia Aziendale) e l’Università̀ Cattolica del Sacro Cuore di Milano,in collaborazione con il FORUM ICT della Fondazione CUOA, il CLUB TI Triveneto eFedermanager VicenzaLa ricerca è finalizzata a individuare i comportamenti manageriali che possono avere unruolo essenziale nellaumentare il valore strategico delle ICT all’interno delle imprese.Il questionario sarà completamente ANONIMO ed i dati verranno trattati in modoaggregato.
  • 11. La presentazione del questionarioIL QUESTIONARIO:Il questionario è a risposta multipla con 5 possibili risposte che vanno dal: – completo dissenso per la risposta: “non sono per nulla daccordo con questa affermazione al – completo assenso per la risposta: “sono completamente daccordo con questa affermazione” passando per – la risposta neutra: “non esprimo né accordo né disaccordo con questa affermazione”
  • 12. La presentazione del questionarioIL QUESTIONARIO:Nello specifico il questionario è suddiviso in tre macro aree:A.Prima Parte – “Informazioni generali” Parte introduttiva in cui si chiedono delle informazioni generali sul compilatoreB.Seconda Parte – “Come misurare il valore strategico generato dai sistemiinformativi nell’impresa”C.Terza ed ultima parte – “Quali comportamenti/scelte manageriali risultano essereefficaci per aumentare il valore strategico dei sistemi informativi aziendali?”
  • 13. La presentazione del questionarioIL QUESTIONARIO:Potrete trovare il questionario anche in forma elettronica all’indirizzo: http://www.surveymonkey.com/s/valore_strategico_SII risultati verranno elaborati e presentati nel primo semestre del 2013 e saranno adisposizione di tutti coloro che hanno partecipato alla ricerca in oggetto. I dati in futurosaranno anche oggetto di ulteriori analisi.Per qualsiasi informazione o chiarimento potrete far riferimento ai seguenti indirizzi email:cecilia.rossignoli@univr.it , alessandro.zardini@univr.it - Università degli Studi di Veronafrancesca.ricciardi@unicatt.it - Università Cattolica Sacro Cuore di Milano