Facebook per il settore vitivinicolo

490 views
404 views

Published on

Presentazione di Claudia Zarabara al seminario 'Usare facebook per aumentare le vendite del vino. Social network e vino:qual è il legame?'

0 Comments
1 Like
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
490
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
4
Actions
Shares
0
Downloads
25
Comments
0
Likes
1
Embeds 0
No embeds

No notes for slide
  • Tre ambiti:professionale, amicizia e relazioni amorose. Anche evoluzione delle web-radio. Non solo download. Pandora.com, Lastfm.it, musicovery.com, creano community.
  • Facebook per il settore vitivinicolo

    1. 1. Facebook per il settoreFacebook per il settorevitivinicolovitivinicoloA cura di Claudia Zarabara – czarabara@cuoa.it
    2. 2. Dal Web 1.0 al WebDal Web 1.0 al Web2.02.0“Col termine Web 2.0 generalmente ci si riferisce ad una secondagenerazione di servizi disponibili sul WWW che consentono di collaboraree condividere informazioni online” tratto daWikipedia.comWEB 1.0USO LA RETEWEB 2.0SONO IN RETEWEB 2.0SIAMO IN RETEWEB 2.0SIAMO LA RETE
    3. 3. L’evoluzioneL’evoluzionedell’informazionedell’informazioneWeb 1.0: sono pagine create“istituzionalmente” per fornireinformazioniWeb 2.0: fornisce leinformazioni in modo tale che gliutenti le possano prendere emodificare. L’informazioneviaggia in modo destrutturato.User generated data: leinformazioni sono create,rimaneggiate, condivise,distribuite dagli utenti.
    4. 4. Come vede ed usa ilCome vede ed usa ilweb l’utente?web l’utente?Sposare il “modo di vedere digitale” del consumatore, dando ascoltoalla sua voce, alle sue necessità, al suo modo di concepire il webIl sistema digitale dell’azienda Quello del consumatore
    5. 5. Il web 2.0 e ilIl web 2.0 e ilclientecliente• Prima dell’acquisto: usa la rete per conoscere, pianificare, decidere,confrontare, scoprire.• Dopo l’acquisto: condivide, esprime le sue opinioni, crea feedback, aggiorna icontenuti. O almeno questo auspichiamo... Percentualmente gli scontenti scrivonopiù dei contenti! Occorre controllare la e-reputation: cosa pensa la gente del tuoservizio?• Guidiamo i commenti. “Sei stato soddisfattodel prodotto? Per favore, metti in commentonella nostra pagina Facebook”
    6. 6. Social networkSocial network E’ un gruppo di persone connesse tra loro. Si tratta di servizi web che consentono agli utenti di: costruire un profilo pubblico o semi-pubblico all’interno di un sistema chiuso; articolare una lista di altri utenti del sistema con i quali si condivide uncollegamento; consultare e “navigare” la propria lista di contatti e quelle create da altriall’interno del sistema. Esplosero nel 2003. Per entrare in un social network online occorre costruire il proprio profilo. poi si invitano amici, che fanno lo stesso, per allargare il network Si costruiscono community tematiche, aggregando utenti che condividono: Relazioni professionali (lobby, reti informali e formali di contatti): Linkedin Amicizia (ricerca amici, viaggi, scambio informazioni): FaceBook, NetLog etc. Foto VIdeo: Flickr, Picasa, YouTube etc.
    7. 7. GliGli ingredientiingredientiLa tecnologia: facile da reperire, alla portatadi tutti, facilmente usabileLa gente: potenzialmente facile daraggiungere, ma come conquistarla? E,soprattutto, come mantenerla?Il messaggio: scrivere e’ semplice, scriverequalcosa di originale e condivisibile èmeno scontato!
    8. 8. Da doveDa dovecominciamo?cominciamo? Non esistono regole, non esistono strategie preconfigurate:esistono degli strumenti innovativi da utilizzare, deiprodotti/Servizi da promuovere una STRATEGIA DAINVENTARE partendo da: Il vostro prodotto: il vino!
    9. 9. Un’idea!Un’idea!Facebook…Facebook…Perché Facebook:- Economico- Universale- Internazionale- Facile da utilizzare- Facile da aggiornare- Indicizzato da Google- Diffuso sui dispositivi mobili- Attenzione: create la pagina e non il profilo.Si comincia da quihttp://www.facebook.com/pages/create.php
    10. 10. Un’idea per Vino eUn’idea per Vino eWeb2.0Web2.0 Il prodotto vinicolo si presta ai Social Network: target eterogeneo legato al territorio legato all’esperienza legato alla “passione” Può essere oggetto di condivisione: immagini commenti esperienze Un’informazione postata da un “pari” vale più del miglior redazionale sul migliorprodotto editoriale! Valorizzare i commenti degli utenti Avviare iniziative per lanciare la partecipazione degli utenti Monitorare e gestire ciò che si dice su questo tema Gestire il reclamo Studiare la concorrenza e trarre degli spunti Ascoltare sempre il cliente La regola più importante: COLLABORAZIONE E COOPERAZIONE!
    11. 11. Cosa poteteCosa potetecomunicare?comunicare?
    12. 12. Per comunicare bene occorrePer comunicare bene occorrestabilire gli obiettivistabilire gli obiettiviIl vostro obiettivo è:farvi conosceremantenere il contatto con chi vi ha conosciuto(fidelizzare)indurre i vostri utenti Facebook (fan) a condividere ivostri post con i loro amici (viral marketing)Questo su Facebook si misura in:N, MI PIACEN. condivisioni EFFETTO VIRALEN. di commenti
    13. 13. Comunicate ilComunicate ilquotidiano!quotidiano!Comunicate: quello che fate (iniziative, manifestazioni etc.) le stagioni/il tempo la natura la cura del prodotto le tradizioni Il biologico le degustazioniRICORDATE: QUELLO CHE PER VOI E’ SCONTATO NONLO E’ PER CHI NON VIVE IL VOSTRO QUOTIDIANO
    14. 14. Alcune regole daAlcune regole daseguireseguire Occhio alla privacy (chiedeteautorizzazione) Non siate troppo commerciali (ogni10 post 1 o due sono commerciali) Ricordate che le foto piaccionomolto! Non postate troppo: 1 o due post algiorno sono sufficienti! Gli orari migliori per postare: alle 9o alle 12.30 o alle 14.00 o alle 18.00
    15. 15. Cosa ciCosa ciguadagnate?guadagnate?LeadershipTrafficoVisibilitàRecensioni/commentiSegnalazioni
    16. 16. Quindi?Quindi? Nel Social Network bisognaesserci Occorre scegliere quelli giusti Occorre gestire lacomunicazione guidando evalorizzando l’utente Occorre sentirsi parte delnetwork e partecipare Bisogna gestire i contenutiottimizzando anche per i motori diricerca Occorre monitore ciò che si dicedi noi (e-reputation). La reteoffre strumenti ad hoc anche perquesto!
    17. 17. Grazie perGrazie perl’attenzione!l’attenzione!Per infowww.cuoa.it/Per domande utilizza la paginaFacebookwww.facebook.com/cuoaxte

    ×