• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Definizione ed execution della strategia per il settore vitivinicolo
 

Definizione ed execution della strategia per il settore vitivinicolo

on

  • 693 views

Come definire una pianificazione strategica nel settore vitivinicolo.Alcune domande alle quali queste slide intendono rispondere: ...

Come definire una pianificazione strategica nel settore vitivinicolo.Alcune domande alle quali queste slide intendono rispondere:
Come si può essere diversi rispetto ai concorrenti?
Come si pianificano gli obiettivi a medio/lungo
termine?
Come si mette in pratica la strategia?
Come si monitora il raggiungimento degli obiettivi?

Statistics

Views

Total Views
693
Views on SlideShare
692
Embed Views
1

Actions

Likes
0
Downloads
11
Comments
0

1 Embed 1

http://www.linkedin.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Definizione ed execution della strategia per il settore vitivinicolo Definizione ed execution della strategia per il settore vitivinicolo Presentation Transcript

    • Workshop Tradizione, passione ed intuizione di una famiglia: Il caso di Marchesi Antinori Definizione ed execution della strategia per il settore vitivinicolo Diego Campagnolo, PhD Ricercatore di Strategia e Organizzazione Aziendale – Università di Padova Direttore Scientifico International Training Map – Fondazione CUOA Vice Direttore Scientifico MBA Imprenditori – Fondazione CUOA diego.campagnolo@unipd.it Twitter: @diegocampagnolo Altavilla Vicentina, 14 novembre 2013
    • I Paesi che apprezzano il “valore aggiunto” italiano Fonte, OECD, 2013 2
    • Le destinazioni del nostro export alimentare
    • I competitor internazionali
    • Export e competitor internazionali Fonte: SACE, 2010 •  •  Italia è il settimo esportatore al mondo di prodotti agroalimentari: quota di mercato pari al 4% Anche se tra il 2004 e il 2009, il nostro export nel settore è cresciuto ad un tasso medio annuo inferiore a quello medio mondiale;
    • La pianificazione strategica Formulare la strategia significa descrivere gli obiettivi e le azioni conseguenti finalizzate alla ricerca e al sostenimento di un vantaggio competitivo nel lungo termine L’essenza della strategia è nella “diversità” rispetto ai concorrenti Ø  Il posizionamento strategico richiede di risolvere trade-off q  Ecco perché formulare la strategia ha a che vedere con la scelta di ciò che si vuole essere e di ciò che NON si vuole essere o fare Deve essere la base di tutte le scelte dell’impresa: espansione geografica, integrazione verticale, diversificazione, operazioni di acquisizione, ingresso in un nuovo canale distributivo 6
    • Le domande chiave 1.  Come si può essere diversi rispetto ai concorrenti? 2.  Come si pianificano gli obiettivi a medio/lungo termine? 3.  Come si mette in pratica la strategia? 4.  Come si monitora il raggiungimento degli obiettivi? 7
    • Analisi esterna Analisi del contesto competitivo •  definizione del contesto competitivo rilevante •  •  analisi delle “forze” che incidono sul contesto competitivo •  •  Quale è il mio settore di riferimento? Con chi mi confronto? Forze di carattere settoriale, competizione, evoluzione tecnologica, aspetti istituzionali Analisi delle tendenze evolutive •  Come cambiano le forze che incidono sul contesto competitivo di riferimento? 8
    • Analisi delle risorse e competenze dell’impresa Sono il secondo pilastro della pianificazione strategica Valutazione delle caratteristiche rispetto ai fattori critici di successo del settore Risorse intangibili sono in grado di rendere il vantaggio dell’impresa più difendibile Analisi storiche, comparative, di benchmarking del portafoglio di risorse 9
    • Dalla strategia al modello di business La realizzazione della strategia passa attraverso la progettazione del modello di business Il BM esprime l’insieme delle attività che un’impresa fa, come le fa, e quando le fa, attraverso l’impiego di risorse, dato il settore in cui opera, al fine di creare valore per il cliente e mettersi nella condizione di appropriarsi di (parte) del valore 10
    • Un quadro di sintesi – il modello RCOV [Fonte: Demil e Lecocq (2010)]
    • Il controllo della strategia Ø  Determinare Ø  Fissare il processo oggetto di controllo obiettivi, standard di risultato e tolleranze Ø  Misurare i risultati Ø  Confrontare Ø  Cercare risultati con gli standard le cause degli scostamenti Ø  Intraprendere le azioni correttive, per es q cambiare i risultati attesi q cambiare i comportamenti
    • In ultima analisi La strategia non può essere un programma dettagliato o un programma di istruzioni e nemmeno il semplice risultato di una intuizione Una strategia di successo si basa sulla definizione di obiettivi semplici, coerenti e di lungo termine, sull’analisi attenta dell’ambiente competitivo, sulla valutazione obiettiva delle risorse interne, e sull’efficacia dell’implementazione 13