Your SlideShare is downloading. ×
0
Case Study: BEDESCHI S.p.A
Case Study: BEDESCHI S.p.A
Case Study: BEDESCHI S.p.A
Case Study: BEDESCHI S.p.A
Case Study: BEDESCHI S.p.A
Case Study: BEDESCHI S.p.A
Case Study: BEDESCHI S.p.A
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Case Study: BEDESCHI S.p.A

1,849

Published on

Intervento di Antonio Rotondo al convegno del Forum ICT - OLTRE IL CRM, Le nuove frontiere per l’integrazione delle attività di “relationship management” al servizio del business -

Intervento di Antonio Rotondo al convegno del Forum ICT - OLTRE IL CRM, Le nuove frontiere per l’integrazione delle attività di “relationship management” al servizio del business -

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
1,849
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
10
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Altavilla Vicentina, 19 giugno 2013OLTRE IL CRMLe nuove frontiere per l’integrazione delle attività di“relationship management” al servizio del businessCase Study: BEDESCHI S.p.AAntonio Rotondo
  • 2. Agenda1. Identificare il contesto2. Identificare l’esigenza3. Illustrare le azioni adottate4. Presentare i risultati: elementi di successo (Pro) e criticità (Contro)
  • 3. L’aziendaBedeschi S.p.A. fondata nel 1908, inizia la sua attività costruendo macchine per la produzione di laterizi.Dopo la seconda guerra mondiale, espande il suo raggio d’azione proponendo i suoi prodotti non solo inItalia ma anche nel resto del mondo, in particolare nei paesi dell’America Latina.Da qualche anno, la Bedeschi è in grado di fornire fornaci «chiavi in mano» essendo venuta in possessodella tecnologia per la costruzione di essiccatoi e forni per la cottura dei laterizi.Negli anni 70, grazie alle nuova tecnologia nella produzione del cemento (passaggio dalla «via secca»alla «via umida») entra in questo mercato con macchine per la frantumazione e gestione delle materieprime, macchine fino a quel momento dedicate alla sola argilla: ora il mercato diventa veramentemondiale.A metà degli anni 80 sviluppa una linea di macchine per la frantumazione di materiali duri proponendosicosì anche nel settore minerario.Con il nuovo secolo arrivano anche nuove soddisfazioni: le macchine utilizzate nel «material handling»trovano posto anche sulle banchine portuali e a bordo di navi attrezzate per il transhipment: nasce ilsettore marino.
  • 4. Le nuove esigenzeL’evoluzione dell’azienda, soprattutto negli ultimi anni, ha generato diverse necessità:5. Utilizzo delle nuove tecnologie per la condivisione delle informazioni1. Passaggio da una gestione «familiare» ad una gestione «manageriale»2. Sviluppo di un nuovo modello organizzativo3. Introduzione di nuove procedure operative4. Internazionalizzazione dell’infrastruttura in generale, in particolare di quella informatica
  • 5. I principali limiti del CRM esistente:1. Si era raggiunta la dimensione massima dei files di dati3. Era sviluppato con una tecnologia che non permetteva una facile integrazione con gli altricomponenti del sistema informativo (Office, sistema gestionale)6. La nuova release non conteneva tutti i nuovi requisiti richiesti2. Mancanza di cruscotti grafici personalizzabili per utente4. Integrazione con il sistema di posta non sufficiente5. Il listino non sosteneva la complessità delle macchine realizzate
  • 6. La soluzione: NUOVO CRM5. La soluzione prevede la completa migrazione dei dati, non solo le anagrafiche , ma anchetutta la corrispondenza contenuta nel CRM precedente1. A settembre 2010 Bedeschi chiude l’ordine con il partner selezionato: il 4 luglio 2011 siparte!2. Non è stato cambiato solo il CRM, ma anche gestionale, sistema di posta3. Internamente, a parte l’IT, è stato coinvolto un «key user» per ogni ufficio cheevidenziasse nuove esigenze, criticità e validasse i dati trasferiti. Il partner ha messo incampo notevoli forze ognuna specializzata nel proprio ambiente ed un project manager acoordinare tutte le risorse4. Contestualmente è stato deciso anche di virtualizzare la struttura HW
  • 7. I risultati1. Benefici consolidati:a. Nessun limite sulla quantità di dati on-lineb. Ambiente CRM assolutamente integrato con tutti gli altri SW utilizzatic. Facilità di utilizzo per i colleghi d’oltreoceanod. Cruscotti grafici personalizzati per utentee. Realizzazione di un elementare configuratore integrato nel listino di venditaf. Profonda integrazione tra CRM e Outlook3. I potenziali miglioramenti da applicare nel prossimo futuroa. Integrazione di un configuratore commerciale di terze parti2. Le criticità ancora da risolvere:a. Allegati di grandi dimensioni non archiviabili

×