• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Comunità Scolastiche Sostenibili 2007
 

Comunità Scolastiche Sostenibili 2007

on

  • 1,561 views

Un'altro anno di passione per migliorare l'impronta ecologica della scuola

Un'altro anno di passione per migliorare l'impronta ecologica della scuola

Statistics

Views

Total Views
1,561
Views on SlideShare
1,561
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
9
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

CC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike LicenseCC Attribution-NonCommercial-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Comunità Scolastiche Sostenibili 2007 Comunità Scolastiche Sostenibili 2007 Presentation Transcript

    • Comunità Scolastiche Sostenibili 2007/2008 Riduciamo l’impronta ecologica della nostra scuola
    • Inizio anno
      • Prima dell’inizio delle lezioni, i professori referenti (Del Fante e Floris) hanno:
        • preso atto che la raccolta differenziata, dopo l’avvio sperimentale, avrebbe potuto essere diffusa a tutta la scuola;
        • installato nelle classi prime i cestini della raccolta differenziata;
        • verificata la presenza dei cestini nel punto di raccolta centrale;
        • preparato le istruzioni della raccolta differenziata da distribuire alla commissione accoglienza;
        • presentato al nuovo Dirigente il progetto e la raccolta differenziata;
        • presentato al Collegio di settembre il progetto e la raccolta differenziata (per informare i nuovi docenti e consolidare l’esperienza per quelli che già la conoscevano, informare la commissione accoglienza e invitare i coordinatori di classe a vigilare sul corretto utilizzo dei cestini);
    • Inizio della lezioni
      • La commissione accoglienza ha informato i nuovi studenti
      • Allo scopo di partire subito bene, il gruppo di studenti partecipanti al progetto si è riunito i primi giorni ed ha installato i cestini per la raccolta differenziata in tutte le classi, portando e illustrando in ciascuna il foglio di istruzioni a colori da appendere ed il foglio dei turni per il conferimento settimanale degli studenti al punto di raccolta
    • Primi giorni di scuola
      • I due insegnanti coordinatori del progetto hanno compilato una proposta per il Consiglio di Istituto in modo da rendere questa pratica attività strutturale della scuola definendo modalità e ruoli.
      • Su suggerimento del Dirigente si è pensato di proporre al Comune di Firenze di estendere l’iniziativa di riduzione della tassa sui rifiuti per quelle scuole che partecipano alla raccolta differenziata “Raccogliamo Diversamente” anche alle Superiori. Attendiamo risposta (Dott.ssa Poggesi, 055/262.57.91).
      • La scuola ha partecipato alla giornata organizzata alla Stazione Leopolda dalla Provincia di Firenze dove sarebbe stato possibile presentare l’iniziativa alle altre scuole (ma così non è stato per carenze organizzative gravi)
      • Il Dirigente ha sottoposto all’attenzione del gruppo la proposta della Provincia di partecipare ad un Bando “Il Sole a Scuola” per l’installazione di Pannelli Solari. Si è deciso di aderire.
    • Progettazione del nuovo percorso incontro del 10 ottobre 2007
      • Tempesta di idee degli studenti (le loro proposte sul nuovo da farsi per l’anno successive). Alcune di queste sono emerse dopo che hanno potuto vedere cosa avevano fatto i loro “colleghi” delle altre scuole.
      • Tempesta di idee dei coordinatori di progetto assieme agli operatori del Laboratorio di Didattica Ambientale della Provincia (Irene L’Abate, Loredana Carminati)
    • Progettazione del nuovo percorso
      • TEMPESTA DI IDEE DEGLI STUDENTI Gli studenti hanno elencato (senza ordine di priorità) quel che secondo loro andava fatto all’inizio del nuovo anno:
        • Installare i contenitori della raccolta differenziata e i cartelli di spiegazione in tutta la scuola (FATTO)
        • Spiegare agli studenti come funziona la raccolta differenziata in vari modi (magari organizzando qualche evento)
        • Proporre una alternativa alla carta oleata per confezionare i panini della scuola
        • Sprecare meno carta
        • Incentivare il reso (bottigliette)
        • Nominare un tutor ecologico per ciascuna classe
        • Installare dei sensori di presenza nella classe in modo da far spengere la luce quando non c’è nessuno
        • Istruire il personale delle pulizie affinché spengano luci e apparecchi rimasti accesi
        • Incontrare i tecnici della Provincia per definire delle azioni di risparmio energetico
        • Ridurre il consumo di acqua
        • Installare sciacquoni per il water con doppio pulsante e riparare quelli guasti
        • Installare un contenitore per riporre la carta utilizzata in una sola facciata (senza informazioni sensibili) accanto a ciascuna fotocopiatrice e stampante presente a scuola
        • Acquistare carta riciclata per gli uffici
    • Progettazione del nuovo percorso
      • Tempesta di idee dei coordinatori
        • (Irene) organizzare un incontro con gli uffici tecnici della Provincia per permettere agli studenti di confrontarsi sulla problematiche rilevate (edilizia, ambiente, energia)
        • (Irene) presentare in forma ordinata agli studenti le risposte pervenute dai tecnici della Provincia relativamente alle loro richieste circa i consumi della scuola, il funzionamento del riscaldamento e l’aspetto energetico in genere
        • (Galilei) consolidare/rafforzare le conoscenze acquisite su sostenibilità e impronta ecologica
        • (Galilei) assecondare le loro richieste
        • (Galilei) organizzare una uscita di conoscenza, per esempio a Case Passerini, impianto di compostaggio e raccolta rifiuti
        • (Loredana) utiizzare i percorsi proposta dalla provincia nell’ambito del progetto “Camminare nel Verde” per l’uscita a Case Passerini
    • I.T.C. “G. GALILEI” Comunità Scolastica sostenibile 2007/2008 1° 25/10 2° 20/11 3° 31/1 4° 20/2 5° 28/2 6° 8/3 7° Aprile 8° Mag 9° Giu Avvio. Mettiamo insieme i pezzi e facciamo il punto della situazione Mumble, mumble… Cos’è l’impronta ecologica. Cos’è la sostenibilità? Perché i rifiuti sono importanti? Andiamo a visitare una discarica! Inventiamo un modo per raccontare quel che facciamo ai nostri compagni La nostra giornata di didattica alternativa! Non stiamo mica con le mani in mano. Passiamo all’azione! Energia. Incontriamo gli esperti della Provincia su riscaldamento e elettricità Fine anno. Ci incontriamo con gli studenti delle altre scuole. Valutazione finale del progetto
    • Bozza di progetto 6 ore Febbraio Del Fante 4° Incontro con provincia 1 ora Giugno Del Fante Floris 9° Valutazione finale 6 ore Maggio Loredana 8° Incontro con le scuole al Laboratorio 2 ore Arile Del fante Floris 7° Nuove azioni e consolidamento raccolta differenziata 3 ore Marzo Irene 6° Avvio nuove azioni e preparazione 3 ore Febbraio Loredana 4° preparazione giornata didattica e cartelloni 5 ore (2 mattino 3 pomeriggio) Dicembre Loredana 3° Visita a discarica 3 ore matt 2 ORE pom 20 Novembre Impronta ecologica “ Una scomoda verità” Loredana 2° Consolidamento conoscenze 3 ore Ottobre (30 Martedi) Del Fante Floris Loredana 1° Avvio
    • I.T.C. “G. GALILEI” Comunità Scolastica sostenibile 2007/2008 1° 25/10 2° 20/11 3° 31/1 4° 20/2 5° 28/2 6° 8/3 7° Aprile 8° Mag 9° Giu Avvio. Mettiamo insieme i pezzi e facciamo il punto della situazione
    • 25 ottobre -1° incontro
      • Rimettiamo assieme i pezzi e facciamo il punto della situazione
        • Accogliere i nuovi del gruppo
        • Distribuire il libretto realizzato lo scorso anno
        • Proporre candidatura per il Consiglio di Istituto ai componenti del gruppo
        • Consolidamento raccolta differenziata (cosa rimane da fare?)
        • Prendiamo in mano le proposte dello scorso anno
        • Presentiamo il progetto per questo anno e discutiamolo assieme
    • I.T.C. “G. GALILEI” Comunità Scolastica sostenibile 2007/2008 1° 25/10 2° 20/11 3° 31/1 4° 20/2 5° 28/2 6° 8/3 7° Aprile 8° Mag 9° Giu Mumble, mumble… Cos’è l’impronta ecologica. Cos’è la sostenibilità? Perché i rifiuti sono importanti?
    • 20 Novembre - 2° Incontro
      • Ripassiamo quanto abbiamo imparato
        • Cos’è l’impronta ecologica
        • Cosa si intende per sostenibilità
        • Cosa c’entrano i rifiuti in tutto questo
      • Preparazione alla visita della discarica di Case Passerini
      • Visione del video “Una Scomoda Verita’”, vincitore dell’Oscar 2006 che ha per protagonista il Premio Nobel per la Pace 2007 Al Gore.
    • I.T.C. “G. GALILEI” Comunità Scolastica sostenibile 2007/2008 1° 25/10 2° 20/11 3° 31/1 4° 20/2 5° 28/2 6° 8/3 7° Aprile 8° Mag 9° Giu Andiamo a visitare una discarica!
    • 31 gennaio 3° incontro
      • Visita alla discarica di Case Passerini
      • Tempesta di idee finale su quanto abbiamo visto
    •  
    •  
    • Come funziona l’impianto di Case Passerini 1/2 I camion di rifiuti INDIFFERENZIATI Una parte (l’umido stabilizzato) diventa FOS, terra per coprire le discariche Una parte va in discarica Una parte diventa CDR, combustibile per inceneritori
    • Come funziona l’impianto di Case Passerini 2/2 Lo stabilimento tratta in sede separata l’umido (dalle famiglie) e dalle potature Raccolta DIFFERENZIATA dell’umido Si produce l’AMMENDANTE (non è vero e proprio concime ma arricchisce il terreno agricolo)
    • I commenti a caldo dopo la visita a Case passerini
      • Spiegazione
        • Non chiara
        • Termini tecnici difficili (non spiegati)
        • Troppo veloce e sintetica
        • Sembravano avere un “odio represso” mentre ci parlavano
        • Sembrava che stessero continuando una discussione iniziata con altri
      • Non fanno la raccolta differenziata nei loro uffici!
        • Predicano bene ma razzolano male
    • I commenti a caldo dopo la visita a Case passerini
      • Sembra che l’aspetto economico sia piu’ importante del rispetto della natura
      • Notizie interessanti:
        • Che producono energia dalle biomasse (biogas) e la rivendono
        • Che quadrifoglio deve pagare per
          • Dare via il CDR
          • Dare via l’ammendante
      • Chi ha il rifiuto in mano ha il cerino acceso
      • Il polpo è affascinante
      • Dobbiamo ridurre i rifiuti INDIFFERENZIATI
        • per non avere il cerino in mano e quindi…
          • per risparmiare soldi pubblici
          • per rispettare e salvare l’ambiente
          • per avere un futuro pulito
      Abbiamo deciso di mandare il resoconto per lettera al Quadrifoglio S.p.A.
    • I.T.C. “G. GALILEI” Comunità Scolastica sostenibile 2007/2008 1° 25/10 2° 20/11 3° 31/1 4° 20/2 5° 28/2 6° 8/3 7° Aprile 8° Mag 9° Giu Energia. Incontriamo gli esperti della Provincia su riscaldamento e elettricità
    • 14 febbraio
      • Incontro preparatorio tra il tecnico della Provincia, ing. Tacconi e prof. Floris (missione presso gli uffici della Provincia in via Ginori).
    • 20 febbraio - 4° incontro
      • 1° monitoraggio sull’andamento raccolta differenziata nelle classi
      • Presentazione del progetto “Il Sole a Scuola”
      • Incontro con Ing. Tacconi (Provincia di Firenze, autore dello studio sui consumi energetici della scuola)
      • Visita a Centrale Termica della Scuola
      • Presenza del Dirigente Scolastico e Responsabile Amministrativo
      • Quadro della situazione della scuola sui consumi per il riscaldamento e l’elettricità
      • Individuazione azioni
    • Il sole a scuola
      • La Provincia di Firenze ha molti immobili
      • L’80% di questi sono scuole
      • Spende circa 5 milioni di euro in energia
      • Circa 4 milioni di euro solo per le scuole (2,6 per energia termica, 1,5 per energia elettrica)
    • Il sole a scuola
      • È’ un bando del Ministero dell’ambiente che coinvolge le Province e le scuole;
      • prevede l’installazione di pannelli fotovoltaici alla condizione che:
        • si analizzi la scuola dal punto di vista energetico;
        • si adottino azioni di risparmio energetico (è la prima fonte di energia rinnovabile);
      • a Firenze hanno aderito 10 scuole (di cui 8 tecnici e 2 scientifici);
      • non hanno aderito Licei Classici, Artistici e Ist. D’Arte.
      • Del risparmio ottenuto il bando prevede l’assegnazione di 1/3 alla scuola e 2/3 alla Provincia.
    • Il sole al Galilei energia termica
      • Per il Galilei si spendono circa 60.000 euro per energia termica all’anno
      • La centrale è di recente ammodernamento
      • Il combustibile usato è biodisel (basso impatto ambientale)
      • Il sistema è soggetto a telecontrollo
      • Molta energia termica prodotta si disperde
        • Dagli infissi e vetri
        • Dal tetto
        • Dalle pareti
      • Le temperature nella scuola paiono non rispondenti alle esigenze (troppo caldo o troppo freddo)
      • La gestione degli orari di accensione non è molto sotto controllo
      Il sole al Galilei energia termica
    • La nostra centrale. Arrivo e dispersione dell’energia
    • La nostra centrale. Arrivo e dispersione dell’energia
      • Malgrado l’utilizzo di bio-diesel la nostra scuola ha un indice di efficienza energetica molto scadente
      Il sole al Galilei energia termica
      • E’ difficile analizzare questo aspetto dei consumi elettrici: abbiamo una bolletta unica con il Meucci.
      • Da uno studio (da approfondire) risulta comunque che sprechiamo molte risorse
      Il sole al Galilei energia elettrica
    • Il sole a scuola quali soluzioni?
      • Attivarsi per il risparmio energetico stima dal 10% al 30% della spesa: 60.000+? = costo totale in Euro (circa 100.000) risparmio da 10.000 a 30.000 euro. 1/3 alla scuola, 2/3 alla provincia
      • Monitorare il risparmio
      • Installazione pannelli fotovoltaici
    • Il sole a scuola quali soluzioni? Noi La Provincia da subito A medio/lungo termine
      • Monitorare temperature nei locali della scuola
      • Educare al consumo
      • Fare pressione alla Provincia (per modifiche strutturali)
      • Chiedere di abbassare di un 1 grado
      • Modificare impianto luci nelle aule (evitare l’incrocio)
      • Installare termoregolatore agli elementi riscaldanti in classe
      • Scegliere il fornitore di energia elettrica piu’ conveniente
      • Installare rilevatori di presenta e crepuscolari in ciascun locale (corridoi, aule)
      • Migliorare gli infissi
      • Coibentare il tetto
      • Sezionare l’impianto di riscaldamento in modo da poterlo far funzionare per aree
      • Installare l’impianto fotovoltaico
      • Continuare il progetto “Comunità Scolastiche Sostenibili”
        • un ambiente più pulito
        • 3.000/10.000 € nelle tasche della scuola (cioè di tutti noi)
      Il sole a scuola Il tutto per…
    • 5° Incontro
      • Desideriamo comunicare alla scuola quel che abbiamo fatto
        • Prepariamo una giornata di didattica alternativa
        • Prepariamo un po’ di cartelloni da presentare a scuola
    • 28 febbraio 15:30 -17:30 Incontro dei referenti delle scuole partecipanti
      • Agrario. I.T.C. “G. Galilei”, Giotto Ulivi, (Empoli), Alberti, Lab. Did. Ambientale, Associazioni.
      • Scambio di esperienze. Alcune note interessanti
        • scuola con bicchieri nominali per ciascun docente (mater-bi)
        • supermercato delle 4r di Manitese da visitare a Badia a Settimo
        • Adesivi (spengi la luce) da applicare in ciascuna stanza
        • All'Agrario esiste un laboratorio multimediale della Provincia, disponibile per tutte le scuole (con tecnico responsabile) per creare video
      • 5 Maggio incontro a Villa Demidoff di tutte le scuole (gli studenti si devono preparare per illustrare le attività realizzate)
    • 13 marzo 5° Incontro Informiamo la scuola (e Villa Demidoff)
      • Preparazione della giornata di didattica alternativa al Galilei
        • Monitoraggio raccolta differenziata
        • Prepariamo il materiale informativo
        • Giochi nelle classi sul tema dell’impronta ecologica
        • Avvio misurazione delle temperature
    • Informiamo la scuola (e Villa Demidoff!)
      • Argomenti
        • Raccolta differenziata
          • Visita a Case Passerini e gestione dei rifiuti
          • Raccolta differenziata al Galilei
            • cosa abbiamo fatto
            • istruzioni per l’uso (cartelli sui contenitori)
        • Il sole a scuola
          • I consumi di energia nel mondo
          • i consumi di energia in italia
          • La situazione ambientale dovuta ai consumi di energia
          • I consumi di energia a scuola
          • Le azioni prossime che faremo per ridurre i consumi
        • L'acqua
          • La fontanella di acqua a scuola (cartello e presentazione)
          • Il risparmio di plastica delle bottiglie
        • L'impronta ecologica
          • Cos'è l'impronta ecologica
          • L'impronta della la nostra scuola e di tutti noi (i consumi di carta, la produzione di rifiuti, i trasporti ecc.)
    • Informiamo la scuola
      • Come
      • - Ciascun gruppo sceglie un argomento
      • - Realizzare a scelta
        • 2/3 cartelloni per la mostra
        • Opere d'arte
        • Presentazione Power Point da pubblicare nel sito o come video installazione
        • Banchino delle vendite delle cose usate (adesso o a Natale 2008)
        • Altro
      • Materiale a disposizione
        • Lavoro dello scorso anno
        • Le vostre dispense
        • Le foto realizzate
        • Laboratorio informatica e accesso a internet
        • Materiale portato dai docenti
        • Utente (impronta ecologica)
    • 6° Incontro
      • Individuiamo una nuova azione semplice da attuare nella scuola, e partiamo!
      • Pensiamo anche a controllare come va la raccolta differenziata
    • 7° Incontro (forse)
      • Come il 6°
    • 5 Maggio Lunedi, 8° Incontro
      • Tutti a Villa Demidoff, al Laboratorio di Didattica Ambientale per incontrare le altre scuole
        • Vediamo i loro progetti
        • Presentiamo il nostro
        • E poi ci si abbuffa!!! Aggrattisse!!!
    • 9° Incontro
      • Facciamo il punto della situazione,
        • Come è andata?
        • Cosa proponiamo per il prossimo anno?
    • Fine
      • Ed anche per quest’anno il pane ce lo siamo guadagnato….
    • Autori
      • Donatella Del Fante
      • Stefano Floris
    • Riferimenti
      • Laboratorio di Didattica Ambientale di Villa Demidoff, Irene L’Abate Posta: [email_address] Cellulare: 347/4333364
      • Legambiente, Loredana Carminati Posta: danacarminati@tiscali.it Cellulare: 339/7299923
    • Monitoraggio raccolta differenziata
    • Gli Eco-Ragionieri
    • Ragionieri programmatori preparati, professionali e pronti anche a rispettare e salvare l' ambiente ! ...trova nuovi comportamenti da adottare per migliorare l' impronta ecologica Ogni anno, un gruppo di noi studenti studia la situazione, analizza dati e statistiche e... Nel 2006 abbiamo iniziato la raccolta differenziata dei rifiuti. Guardate quanti contenitori in plastica e lattine stiamo recuperando!   3.600 18 1 Allumino   21.600 108 6 Plastica bicchieri machinette   10.800 54 3 Plastica Esta The   10.800 54 3 Pellicole / involucri (numero)   25.200 126 7 Carta plastificata (fogli)   54.000 270 15 Carta (fogli) 200giorni 18 classi Una classe UN CESTINO TIPO