25 anni di immagini satellitari su Chernobyl

1,568 views
1,485 views

Published on

Astrium fa una presentazione di alcune delle immagini di Chernobyl più significative rilevate dai satelliti. Assieme a questo sguardo sull'evoluzione del disastro, affianca una presentazione dei vari satelliti che hanno permesso l'acquisizione di suddette immagini.

Published in: Technology
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
1,568
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
3
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

25 anni di immagini satellitari su Chernobyl

  1. 1. 25 anni di immagini satellitari su ChernobylQuesta è una traduzione amatoriale non ufficiale, tutti i diritti riguardo le informazionicontenute in questa presentazione rimangono di Astrium.Presentazione originale :http://www.slideshare.net/SpotImage/nuclear-25-years-of-satellite-imagery-over-chernobyl Picturing terrain with precision – December 2010
  2. 2. 25 anni di immagini satellitari dellarea di Chernobyl Come i satelliti per losservazione della Terra (Earth-Imaging) hanno seguito i cambiamenti durante gli ultimi 25 anni, a seguito dellincidente Nucleare di Chernobyl. 26 Aprile 1986 – Disastro Nucleare 6 May 1986 – Immagine dallo SPOT 1 Il 26 Aprile 1986, esplose il reattore n°4, nella centrale nucleare di Chernobyl in Ucraina. Dieci giorni dopo, il satellite SPOT 1 – nel suo secondo mese di operatività – acquisì unimmagine di un ambiente in quel momento ostile, sullaltro lato della Cortina di Ferro. Questa immagine dimostrò lutilità dei satelliti Earth-Imaging, nel gestire ed attenuare i disastri causati dalla natura e dalluomo. 1986-1988 – Decontaminazione della centrale nucleare Per 25 anni, la serie dei satelliti SPOT è cresciuta e sono stati lanciati nuovi tipi di satelliti. La centrale nucleare Ucraina è diventata lesempio della globalizzazione dei problemi ecologici. I lavori sono continuati nella zona radioattiva, messi in risalto dalle sempre più 1986 – Si interrompono le attività legate allagricoltura precise e dettagliate immagini del satellite. 1988 – Un nuovo ambiente radioattivo 1986-1988 – Nuove strade 1996 – Contenimento del fiume Pripyat 1996-2005 – Rimboschimento 1986-2005 – Eliminazione dei rifiuti radioattivi 2007 – Nuovi lavori di costruzione sul luogo SPOT 1 immagine acquisita il 6 Questa immagine radar, maggio 1986 alla risoluzione di 20 proveniente dal TerraSAR-X, del 3 metri, 10 giorni dopo lincidente aprile 2011 mostra la centrale Pripyat – Una città fantasma della centrale nucleare di nucleare di Chernobyl coperta dalla Chernobyl. neve. Acquisita 25 anni dopo lincidente, limmagine rappresenta la gamma e le prestazioni sempre più alte delle tecnologie e delle applicazioni satellitari Picturing terrain with precision – December 2010Pagina 2 www.astrium-geo.com
  3. 3. Picturing terrain with precision – December 2010Pagina 3 www.astrium-geo.com
  4. 4. 26 Aprile 1986 – Disastro Nucleare 6 Maggio 1986 – Immagine dello SPOT 1 115000 persone furono fatte evacuare da unarea di 30 km attorno alla centrale nucleare. Questa “zona di esclusione” coprì 2400 km quadrati comprendendo Ucraina e Bielorussia. Questa zona di esclusione è ancora in vigore al giorno doggi. E attualmente ununità amministrativa bilaterale e la prima riserva ecologica radioattiva del mondo. SPOT 1, 2 e 3 I pionieriIl lancio della prima generazione di satelliti SPOT ad alta risoluzione,fu intrapreso dallagenzia spaziale Francese CNES nel 1978, incollaborazione con il Belgio e la Svezia.I vantaggi chiave dei primi satelliti SPOT furono le sezioni trasversalidimmagine (andane) di 60 km e la possibilità di puntare i loro sensoriinclinati di 30° su entrambi i lati del terreno direttamente sotto il satellite,offrendo così una grande flessibilità di acquisizione e di rivisitazione diuna regione di interesse ogni 3 o 4 giorni.Orbita: quasi polare, eliosincrona, ad unaltitudine di 822 km.Risoluzione:§ 10 metri in modalità pancromatica (B&W)§ 20 metri in modalità 3-band multispettrale (rosso, verde e il vicino infrarosso)Missioni:§ SPOT 1 lanciato il 22 Febbraio 1986, deorbitato nel 2003§ SPOT 2 lanciato il 22 Gennaio 1990, deorbitato nel Luglio 2009 dopo 20 anni di attività, durante i quali acquisì 6 milioni e mezzo di immagini coprendo un totale di 23,4 bilioni di km quadrati§ SPOT 3 lanciato il 26 Settembre 1993, attività cessata nel Novembre 1996 Picturing terrain with precision – December 2010 Pagina 4 www.astrium-geo.com
  5. 5. Nella centrale nucleare di Chernobyl fu prevista loperatività di seireattori RBMK, ognuno con la capacità di generare 1000 MW di potenza.I primi quattro reattori furono allineati in coppie, in una disposizionesimmetrica. Il reattore n°4 è quello più ad ovest (sinistra). Entrò in servizio nel1984 ed esplose il 26 Aprile 1986. Lesplosione scagliò macerie fino a 400metri dal reattore. Picturing terrain with precision – December 2010 Pagina 5 www.astrium-geo.com
  6. 6. 1986-1988 – Decontaminazione della Centrale Nucleare Questa immagine del 1988 mostra: i lavori di decontaminazione demergenza attorno alla centrale nucleare, il primo luogo di smaltimento dei rifiuti radioattivi e le infrastrutture di accesso, quale la nuova stazione. Nel 1988 cominciò la costruzione del sarcofago sopra il reattore n°4. I reattori n°1, 2 e 3 sono ancora operativi. Larea di decontaminazione è evidenziata in giallo (pag 7). SPOT 4 AgricolturaSPOT 4 fu costruito sulla stessa linea della precedente generazionedi satelliti, ma la sua dotazione di apparecchiature fu aggiornata perconsentire gli impieghi nel controllo dellagricoltura e dellambiente.La combinazione di immagini multispettrali ed in bianco e nero permettedi generare automaticamente risultati di fusione di colori con risoluzione di10 metri.Risoluzione:§ 10 metri in bianco e nero (frequenze rosse)§ 20 metri multispettrale (4 -band: rosso, verde, vicino infrarosso e infrarosso ad onde corte)SPOT 4 fu lanciato il 23 Marzo 1998, con due nuove apparecchiature:§ VEGETATION-1, che offre una risoluzione di 1 km, unandana di 2250 km e rivisite giornaliere alle latitudini temperate§ PASTEL: uno dei due terminali ottici dotati di tecnologia laser che compongono il sistema di comunicazione SILEX tra satelliti Picturing terrain with precision – December 2010Pagina 6 www.astrium-geo.com
  7. 7. Le foreste sono state abbattute e lo strato superficiale del terreno èstato asportato dalle ruspe fino ad una profondità di 10-15centimetri. Il terreno così scoperto è bianco nellimmagine dalsatellite. I lavori sono continuati nella zona riservata ai reattori n°5 e 6,soprattutto linterruzione dei canali di approvvigionamento dellacqua.Durante le trattative, le autorità Russe misero a bilancio linterofabbisogno energetico della regione e non fermarono immediatamente lacostruzione di questi nuovi reattori. Picturing terrain with precision – December 2010 Pagina 7 www.astrium-geo.com
  8. 8. 1986 – Si ferma lagricoltura 1988 – Un nuovo ambiente radioattivo Un confronto tra le immagini del 1986 e del 1988 mette in mostra che le attività agricole si sono fermate allinterno dei 30 km della “zona di esclusione”. I campi coltivati hanno ceduto il passo ad uno strato uniforme di prateria. Le attività agricole sono proseguite, fuori da questa zona, a nord-est e a sud. I botanici hanno registrato segni di recupero ambientale nel 1989. Quellanno gli alberi di pino danneggiati dallincidente cominciarono a produrre nuovamente pigne e cominciò a proliferare la popolazione dei roditori, che era scomparsa. SPOT 5 apre la viaLa combinazione di unampia andana dimmagine (60 km) e dellaltarisoluzione (2,5 m) dello SPOT 5 lo hanno reso il leader nella suacategoria.La capacità di stereo-acquisizione dellapparecchiatura HRS del satellitelo annette al mondo del 3D e delle immagini di rilievo.I risultati a colori con una risoluzione di 2,5 metri che coprono una fasciadi 60 km sono generati in Supermode.Lo SPOT 5 offre inoltre modelli digitali di elevazione (DEMs) e unagamma di risultati di riferimento 3D provenienti dai dati HRS (HighResolution Stereoscopic)Risoluzione:§ 2,5 m e 5 m in bianco e nero o in modalità Fusione di colori§ 10 m in modalità 4-band multispettrale (rosso, verde, vicino infrarosso e infrarossi a onde corte)§ Apparecchiatura HRS: acquisizione di stereofotogrammi ad una risluzione di 10m lungo unarea di 120 x 60 kmSPOT 5 fu lanciato il 3 Marzo 2002, il satellite comprendeva anchelapparecchiatura VEGETATION-2. Picturing terrain with precision – December 2010Pagina 8 www.astrium-geo.com
  9. 9. I primi segni di ristabilimento sono già evidenti nelle immagini del 1988. Il ripristino della capacità di fotosintesi è chiaramente visibile, in particolare nelle foreste segnate in rosso scuro. La zona di esclusione attorno a Chernobyl si è sviluppata in autonomia, senza lintervento umano. Ad oggi, è la prima riserva ecologica al mondo ad essere radioattiva. Le piante stanno crescendo e gli animali girano liberamente. Orsi e lupi hanno sostituito gli uomini come predatori in cima alla catena alimentare. Picturing terrain with precision – December 2010Pagina 9 www.astrium-geo.com
  10. 10. 1986-1988 – Nuove strade Nuove strade furono pianificate per facilitare laccesso al luogo del disastro. Nellimmagine del 1988, queste strade si possono notare tra il lago artificiale e la città di Chernobyl. Il raccordo autostradale e il futuro ponte aggirano la città contaminata. Sono stati presi diversi tipi di provvedimenti per designare la zona degli addeti ai lavori su una ex fattoria dove la decontaminazione è semplice da attuare. Envisat Il gigante Envisat è il più grande satellite per le rilevazioni a terra mai costruito, misura 26 metri in lunghezza e pesa 8,5 tonnellate. La costruzione ha richiesto più di 10 anni e ha coinvolto 100 imprese appartenenti a 14 paesi diversi. Envisat è equipaggiato con 10 apparecchiature scientifiche, incluso il MERIS e il radar di immagine ASAR. ASAR sarà poi sostituito da SENTINEL, la futura costellazione di 5 satelliti radar. Risoluzioni del radar dimmagine: § Modalità immagine: da 30 a 150 m § Modalità ad ampia andana (ScanSAR): 150 m § Modalità ad onda (Wave mode): 400 m § Modalità di monitoraggio globale (Global monitoring mode): 1 km Envisat fu messo in orbita il 1 Marzo 2002 per garantire la continuità di dati delle missioni ERS e contribuire allo studio dellambiente della Terra. Picturing terrain with precision – December 2010Pagina 10 www.astrium-geo.com
  11. 11. La strada porta verso la città di Slavutich, costruita dopoil disastro per ospitare la popolazione evacuata dallazona di esclusione.Molte persone provenienti dalla nuova città, lavorarono sulluogo della ex centrale nucleare, controllandola emantenendola in buone condizioni, ed anche per scopiscientifici. Le persone si recavano a lavoro utilizzando lanuova strada o il treno. Picturing terrain with precision – December 2010 Pagina 11 www.astrium-geo.com
  12. 12. 1996 – Contenimento del fiume Pripyat Fu avviato il lavoro per canalizzare il flusso del fiume al fine di assicurare una più sicura navigazione nei pressi della centrale nucleare e impedire lo straripamento in caso di disgelo. Il lavoro di contenimento è chiaramente in atto in questa immagine del 1996, con macerie e terra che formano due strisce bianche lungo entrambe le sponde del fiume. Largine a nord è lungo 11,3 km. FORMOSAT-2 “The revisitor”Costruito da Astrium, la sua capacità “periodo di rivisitazione” lorende particolarmente appropriato per il monitoraggio del territorio eper le applicazioni di rilevazione dei cambiamenti (ChangeDetection).Il satellite è gestito dal NSPO, lagenzia spaziale nazionale dellaRepubblica di Cina, e commercializzato da Astrium Services.Orbita:Polare, Eliosincrona e geosincrona, ad una altitudine di 600 km, che offrerivisitazioni quotidiane su quasi ogni zona del globo.Risoluzione:§ 2 metri in modalità pancromatica (B&W)§ 8 metri in modalità 4-band multispettrale (rosso, blu, verde e il vicino infrarosso)§ Campo visivo al suolo (Ground footprint) di 24 km x 24 km.FORMOSAT-2 fu lanciato il 21 Maggio 2004. Picturing terrain with precision – December 2010 Pagina 12 www.astrium-geo.com
  13. 13. Il fiume Pripyat è lungo 710 km, scorre attraverso la zona di esclusioneentrando da nord-ovest ed uscendo da sud-est.Confluisce nel fiume Dnieper appena fuori dalla città di Chernobyl, in origineun piccolo porto di fiume. Il fiume straripa abbondantemente quando la nevesi scioglie in primavera e forma continuamente nuovi meandri appena il suocorso cambia direzione. Picturing terrain with precision – December 2010 Pagina 13 www.astrium-geo.com
  14. 14. 1996-2005 – Rimboschimento La crescita della foresta si può chiaramente notare già nel 1996. Le linee marcate dei confini della foresta stanno venedo meno e la struttura a mosaico dei campi è veramente difficile da vedere. Limmagine del 2005 mostra due tipi di rifioritura delle foreste. Nelle aree decontaminate attorno alla centrale, le conifere sono state piantate a linee dritte. Nelle altre aree, le specie di latifoglie stanno guadagnando terreno e stanno crescendo dove prima cerano i terreni agricoli. E autunno, le foglie sono cadute e gli alberi sono dun colore ocra, nellimmagine. KOMPSAT-2 Il satellite “One-metre”KOMPSAT-2 equipaggia applicazioni ad alta risoluzione, offrendorisultati con risoluzione di 1 metro. E gestito da KARI, lagenziaspaziale della Corea del Sud ed è commercializzato da Astrium Services.Resolution:§ 1 m in modalità pancromatica (B&W)§ 4 m in modalità 4-band multispettrale (rosso, blu, verde e vicino infrarosso)§ Campo visivo al suolo (Ground footprint) di 15 km x 15 km.KOMPSAT-2 è stato lanciato il 28 luglio 2006. Picturing terrain with precision – December 2010 Pagina 14 www.astrium-geo.com
  15. 15. La superficie forestale potrebbe occupare dal 65 % al 70% dellaregione. Le terre destinate al pascolo e le terre paludose diminuirannoin modo significativo. Questi mutamenti stanno creando uno stratostabile di vegetazione capace di resistere agli incendi. Picturing terrain with precision – December 2010 Pagina 15 www.astrium-geo.com
  16. 16. 1986-2005 – Deposito dei rifiuti radioattivi La centrlale fu completamente spenta il 15 Dicembre del 2000, quando il reattore numero 3 fu disattivato. Il materiale radioattivo dagli altri tre reattori smantellati fu seppellito allinterno dei 30 km della zona di esclusione, vicino ai rifiuti del reattore 4. TerraSAR-X e TanDEM-X Lavorando insiemeTerraSAR-X è un satellite radar capace di acquisire immagini inqualsiasi condizione atmosferica, durante il giorno e la notte.TerraSAR-X e TanDEM-X sono stati avviati insieme dal 2011 con lo scopodi acquisire simultaneamente dati radar interferometrici. Questi dati sonoutilizzati per generare un modello di elevazione digitale (DEM) uniforme eglobale con una precisione mai avuta prima..TerraSAR-X risoluzione:§ Modalità SpotLight: 1 m per un campo visivo di 5 km x 10 km§ Modalità StripMap: 3 m per un campo visivo di 30 km x 50 km§ Modalità ScanSAR: 18 m per un campo visivo di 100 km x 150 kmMissione:TerraSAR-X fu lanciato il 15 giugno 2007 e TanDEM-X il 21 giugno 2010. Picturing terrain with precision – December 2010 Pagina 16 www.astrium-geo.com
  17. 17. Le operazioni di pulizia generarono una grande quantità di rifiuti edequipaggiamenti contaminati da radioattività. Alcuni di questi rifiuti sonostipati in fosse o in contenitori schermati da argilla o cemento, per evitare ildilavamento nelle acque sotterranee allinterno dei 30 km della zona diesclusione. Un esame di queste strutture ha concluso che finchè lo strato diargilla rimarrà intatto, la contaminazione radioattiva delle acque sotterraneerimarrà insignificante. Picturing terrain with precision – December 2010 Pagina 17 www.astrium-geo.com
  18. 18. 2007 – Nuovi lavori di costruzione in sito Benchè le attività umane siano cessate nei 30 km della zona di esclusione, allinterno della centrale nucleare non si sono interrotte. Sono stati eretti edifici per adattare le particolari condizioni di lavoro al luogo. Sono in programma molti lavori, tra cui la costruzione di un nuovo sarcofago per contenere il reattore n° 4. Pléiades Satelliti Sub-metriciI due satelliti Pleiades forniscono prodotti a risoluzione moltoelevata in tempi record, con un periodo di rivisitazione giornaliero aqualsiasi punto del globo. Questa capacità è accessibile a tutti, per farfronte alle esigenze degli utilizzatori ed alle sfide della geoinformazionenel 21esimo secolo.Risoluzione:§ 50 cm per prodotti in bianco e nero e in fusione di colori§ 2 m in modalità 4-band multispettrale (rosso, verde, blu e il vicino infrarosso)Missione:I due satelliti Pleiades saranno lanciati tra il 2011 e il 2012. Picturing terrain with precision – December 2010 Pagina 18 www.astrium-geo.com
  19. 19. Picturing terrain with precision – December 2010Pagina 19 www.astrium-geo.com
  20. 20. Pripyat – Una città fantasma Fondata nel 1970 ed evacuata nel 1986, Pripyat era una città con una popolazione di 49960 abitanti prima del disastro. A differenza di Chernobyl, dove un certo numero di persone per lo più anziane hanno fatto ritorno alle loro case, Pripyat rimane una città fantasma. Nella piazza principale, la ruota panoramica sta arrugginendo e gli edifici in rovina sono ricoperti dalla vegetazione. Gli alberi stanno gradualmente reclamando il paesaggio urbano. SPOT 6 & 7 Le matricole del gruppoFinanziato e costruito da Astrium, SPOT 6 e SPOT 7 costituisconouna costellazione di satelliti Earth-imaging progettati per fornirecontinuità di dati a larga andana ed alta risoluzione fino al 2023,attingendo alle innovazioni tecnologiche ed operative realizzate per lacostellazione Pleiades.Risoluzione:§ 1,5 m in bianco e nero o fusione di colori§ 6 m in modalità 4-band multispettrale (rosso, verde, blu e il vicino infrarosso)§ Andana dimmagine: 60 km al NadirMissione:SPOT 6 e SPOT 7 saranno lanciati tra il 2012 e il 2013. Picturing terrain with precision – December 2010 Pagina 20 www.astrium-geo.com
  21. 21. Picturing terrain with precision – December 2010Pagina 21 www.astrium-geo.com

×