10alimentazionedigiuno
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

10alimentazionedigiuno

on

  • 633 views

 

Statistics

Views

Total Views
633
Views on SlideShare
633
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
41
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

10alimentazionedigiuno 10alimentazionedigiuno Presentation Transcript

  • CICLOALIMENTA
  • Fabbisogno energetico UOMINI DONNE Pes Pes o o (kg) Fabbisogno (kcal/giorno) (kg) Fabbisogno (kcal/giorno) Attività Attività legger Attività Attività legger Attività Attività    a moderata pesante   a moderata pesante 55 - 2140 - 2575 - 3045 - 40 - 1540 - 1690 - 1875 - 60 2250 2715 3205 45 1730 1900 2110 60 - 2220 - 2675 - 3160 - 45 - 1645 - 1805 - 2000 - 65 2360 2840 3360 50 1795 1970 2185 65 - 2300 - 2770 - 3280 - 50 - 1750 - 1920 - 2130 - 70 2465 2975 3515 55 1855 2040 2260 70 - 2380 - 2870 - 3395 - 55 - 1855 - 2035 - 2260 - 75 2575 3100 3670 60 1960 2150 2385 75 - 2465 - 2970 - 3510 - 60 - 1920 - 2105 - 2340 - 80 2680 3230 3825 65 2060 2265 2510 80 - 2545 - 3070 - 3630 - 65 - 1980 - 2175 - 2410 -
  • METABOLISMO NELLA FASE DI ALIMENTAZIONE
  • Effetti insulina +
  • GLI ORMONI REGOLANO IL METABOLISMO INFLUENZANDO LAFOSFORILAZIONE DI ENZIMI CHIAVE Glucagone Adrenalina Insulina
  • Stato dialimentazione:De-fosforilazione1-glicogenofosforilasi2-glicogenosintetasi3-PFK-II-kinasi3-PFK-II-Pasi4- PiruvicoKinasi5-PiruvicoDeHydrog6-AcCoACarbossilasi
  • chilomicroniTessuto adiposo Lipoproteina lipasi
  • Regolazione metabolicaGLUGLU6P GLICOGENO + Fosforilasi cinasi + Ca++
  • Regolazioni metaboliche
  • MALONYL CoA carboxylase
  • Enzimi indottinel fegato inalimentazione
  • • Glicemia – Variazioni fisologiche (a digiuno 70-110 mg/dl; aumento post- prandiale, generalmente < 140 mg/dl; diminuzione con l’esercizio fisico)• Glicosuria – Definizione: presenza di glucosio nelle urine – Generalmente patologica, si verifica quando viene superata la soglia di riassorbimento renale del glucosio (circa 180 mg/dl) – Se abbondante determina aumento del volume urinario  poliuria (diuresi > 2500 cc/24h circa )• Emoglobina glicosilata (HbA1c) – Frazione dell’emoglobina capace di legare il glucosio, utilizzata come marker dei valori medi di glicemia nelle ultime settimane
  • (75grammi)
  • Criteri diagnostici (ADA, 1997)• Il diabete mellito (DM) può essere definito da uno dei seguenti criteri:• In base alla glicemia – Glicemia a digiuno > 126 mg/dl – Oppure: in presenza di sintomatologia tipica qualsiasi valore di glicemia > 200 mg/dl• In base al test di carico orale con glucosio 75 g (= OGTT o “curva glicemica” con misurazione della glicemia ogni 30’ per 2 ore) – Glicemia 2 ore dopo carico orale > 200 mg/dl
  • Altre definizioni (ADA, 1997) Glicemia Glicemia • Normale tolleranza ai carboidrati (NT) 2 ore post- a digiuno – Glicemia a digiuno < 100 mg/dl carico orale – OGTT: glicemia 2 ore dopo carico orale < 140 mg/dl DM DM • Intolleranza ai carboidrati (IGT) 200 – OGTT: glicemia 2 ore dopo carico orale > 140 IGT mg/dl e < 200 mg/dl 140126100 IFG • Alterata glicemia a digiuno (IFG) NT N – Glicemia a digiuno < 100 mg/dl (mg/dl) (mg/dl)
  • Alterazioni biochimiche dei tessuti secondarie all’iperglicemia cronica• Glicosilazione di numerosi proteine cellulari e extra-cellulari – Emoglobina glicosilata e fruttosamina circolanti (markers di equilibrio glicemico) – Glicosilazione di collagene e proteine a lunga vita con formazione di complessi AGE che alterano la matrice vascolare  contribuiscono a microangiopatia /glomerulopatia.• Stress ossidativo . – Aumentata produzione di ione superossido (0 ) a livello della catena respiratoria mitocondriale, di radicali liberi, con diminuzione di NO  disfuzione endoteliale che favorisce l’ateroma e le sue complicanze.• Aumentata produzione di sorbitolo (via dei polioli) – Glucosio  sorbitolo poco diffusibile  rigonfiamento cellulare osmotico  es: cataratta
  • Emoglobina A1 + glucosio  Emoglobina glicosilata A1c (non enzimatica)
  • Glucosio sorbitolo fruttosio
  • EPATOCITAFONTE.energetica:acidi grassi, aa N energia glicogeno AGlucosio –Glu6P pentosi 5P D acidi grassi -TAG P glicolisi - acetilCoA colesterolo H
  • MUSCOLO SCHELETRICOFONTE: acidi grassi, glucosio, aa, corpi chetoniciA riposo o bassa attività: 85% acidi grassi ,In fase di intensa contrazione.Glicogeno glucosio glicolisi > ciclo Krebsglucosio - lattatoCreatina fosfato
  • MUSCOLO CARDIACOFONTE: metabolismo aerobico;acidi grassi,glucosio, no glicogeno,
  • CERVELLOFONTI: glucosio (100-120g/die) no acidi grassiUTILIZZO: 60%mantenimento potenziale di membrana pertrasmissione impulso nervosoAltro per sintetizzare neurotrasmettitori
  • ERITROCITIFONTI: glucosio glic. Anaerobia (ac. Lattico) in parte via pentoso fosfati  NADPH no acidi grassi
  • Eccesso di alimenti  Obesità
  • GLUCOSIO Piruvico (Citosol) Coenzimi ridotti ADP+P Coenzimi i ossidati ATP
  • Eccesso di AA grassi Acidi grassi (nel citosol)
  • TRIGLICERIDI COLESTEROLO
  • Digiuno notturno Ormone : glucagone
  • Digiuno prolungato: adrenalina, cortisolo, glucagone
  • Glu6P <--> Glu1P Glicogeno(n+1) Pi Glicogeno fosforilasi a (fosforilata/attiva) adrenalina Glu6P <--> Glu1P Glicogeno(n+1)
  • cortisolo
  • AA e GLUCONEOGENESIGLUCOSE
  • Stato di digiuno: fosforilazione1-glicogenofosforilasi2-glicogenosintetasi3-PFK-II-kinasi3-PFK-II-Pasi4- PiruvicoKinasi5-PiruvicoDeHydrog6-AcCoACarbossilasi
  • EPATOCITAFONTE.energetica: acidi grassi, aaenergiaPiruvato, ala, lattato glicerolo –gluconeogenesi - Glu6P – GluAcidi grassi – acilCoA-acetilCoA-corpi chetonici
  • MUSCOLO SCHELETRICOFONTE:A riposo o bassa attività: 85% acidi grassi ,glucosio, aaIn parte corpi chetonici,In fase di intensa contrazione.Glicogeno glucosio glicolisi > ciclo Krebsglucosio - lattatoCreatina fosfato
  • MUSCOLO CARDIACOFONTE: metabolismo aerobico;acidi grassi,glucosio, no glicogeno,Corpi chetonici
  • CERVELLOFONTI: glucosio corpi chetonici: rimpiazzano parzialmente il glu nel digiuno prolungato no acidi grassi in parte corpi chetoniciUTILIZZO: 60%mantenimento potenziale di membrana pertrasmissione impulso nervosoAltro per sintetizzare neurotrasmettitori
  • ERITROCITIFONTI: glucosio glic. Anaerobia (ac. Lattico) in parte via pentoso fosfati  NADPH no acidi grassi
  • ADIPOCITA
  • Stress e lesioni