• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Accordi gd 07   1988 - 1989  pag 148 - 174
 

Accordi gd 07 1988 - 1989 pag 148 - 174

on

  • 340 views

 

Statistics

Views

Total Views
340
Views on SlideShare
340
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Accordi gd 07   1988 - 1989  pag 148 - 174 Accordi gd 07 1988 - 1989 pag 148 - 174 Document Transcript

    • ACCORDO AZIENDALE 1988 4 febbraio 1988Tra la Direzione della G.D SPA rappresentata dal Dr. Albino Tagliani e dal Dr. Arturo Martinelli e ilConsiglio di Fabbrica dellAzienda con lassistenza dei signori Stefano Borgatti, Gianguido Naldi eValentino Minarelli per la FIOM - CGIL, dei signori Giovanni Arcari e Gilberto Berzeri perla FIM – CISLe dei signori Franco Chini, Paolo Sartori e Gaetano Cesario per la UILM - UIL, si conviene quanto segue:1 - POLITICA INDUSTRIALEA)STRUTTURA DI RICERCA Nel quadro complessivo dellinformativa industriale lazienda conferma la precisa volontà e lintenzione didare evidenza ai programmi di aggiornamento e di sviluppo dei propri prodotti sia sotto il profilo tecnicoche sotto laspetto di mercato. In questo ambito puntualizza il proprio impegno a mantenere e valorizzare il patrimonio tecnico dellareadel "tradizionale", impegnandosi a diffondere e sviluppare in esso lesperienza derivata dalle tecnologie piùavanzate che si sono sviluppate nellarea del «tabacco». Onde prevenire le future esigenze e anche allo scopo di mantenersi allavanguardia nellarea delle tecnichedi prodotto, lazienda costituirà nellambito del proprio ufficio tecnico, unorganizzazione finalizzata alla"Ricerca e Sviluppo" che opererà prevalentemente sia nel settore del "tabacco" che in quello del"tradizionale". I risultati e le esperienze potranno essere messi a disposizione di settori di altre aziende del gruppo aventile medesime problematiche.B)ASSETTO PRODUTTIVO Premesso che 1 azienda ritiene determinante un pieno e razionale utilizzo delle tecnologie produttive edella loro dislocazione, come di seguito illustrato: a) La nuova costruzione «ex Bolelli» sarà finalizzata ad una migliore e più efficiente organizzazione deisistemi di magazzino e si presume potrà diventare operativa entro il 1988. b)Con la disponibilità di spazi così realizzata si potrà ampliare larea del montaggio permettendo quindi ilrientro dell’unità oggi provvisoriamente dislocata in GD 3. c)Lo stabilimento GD 3, dove già opera il settore tecnico progettuale della macchina MAKER, verràutilizzato anche per il montaggio di detta macchina, trattandosi di un prodotto con caratteristiche tecnichesostanzialmente differenti dalla nostra produzione precedente. d) Per quanto detto in premessa, la produzione dei ricambi continuerà a rimanere nellambito dellusualeciclo di produzione. 148
    • e) l’Azienda prevede di continuare, un programma di razionalizzazione degli uffici, di cui ha fornitoinformazione al CdF, per riportare a maggior efficienza e capacità di lavoro questo settore operativodellazienda. 149
    • Le parti convengono di verificare le condizioni di lavoro e dambiente attraverso appositi incontri con lemodalità già in uso in azienda.C) INFORMAZIONI INDUSTRIALILAzienda fornirà al CdF e alle 00.SS. , anche su richiesta degli stessi, informazioni preventive, dicontenuto chiaro anche ai non esperti, sulle più sostanziali modifiche tecnologiche quando abbiano rilevanticonseguenze sull’organizzazione del lavoro, loccupazione , lambiente, in modo tale da esaminarle.Prima della fase operativa del progetto, e senza che ciò costituisca un impedimento dello stesso, e nelrispetto delle reciproche autonomie decisionali, il Consiglio di Fabbrica e la FIM-FIOM-UILM potrannoillustrare il proprio parere e relative proposte; il tutto finalizzato ad eliminare occasioni di conflittoponendosi come obiettivo il raggiungimento di comuni convergenze.Viene riconosciuto e salvaguardato il dovere tassativo per tutti i partecipanti a questi incontri alla massimariservatezza sulle informazioni ricevute in tale sede.D) DECENTRAMENTOLAzienda si impegna alla valorizzazione delle proprie capacità di produzione interne al fine di potermantenere anche in questo settore una posizione di avanguardia.Quanto sopra allo scopo di fare in modo che venga privilegiata la produzione interna in caso di eventualiproblemi negativi di mercato.Si concorda quindi che le funzioni strategiche inerenti alle tecnologie di prodotto e di processocontinueranno ad essere patrimonio e cultura aziendale.Fermi restando gli accordi e le procedure di informazioni relative al decentramento già in uso in azienda,esse saranno arricchite da notizie concernenti eventuali aspetti di nocività.Nota a verbale dellAziendaE di vitale importanza mantenere competitività economica al sistema produttivo generale aziendale e in taleambito il decentramento produttivo rappresenta un indispensabile fattore di equilibrio dei costi aziendali edelle necessità operative.2 - SALUTE E AMBIENTELazienda si impegna ad attuare gli interventi richiesti dalle Unità Sanitarie Locali ed a procedere, mediantescambio di informazioni con il C.d.F., nellanalisi dei problemi inerenti allaspetto salute/ambiente nei nostristabilimenti. Lazienda si impegna inoltre a continuare a fornire al C.d.F. lelenco delle sostanze usate neiprocessi di lavorazione e dei materiali impiegati.Lazienda si impegna ad analizzare il problema di migliorare la climatizzazione esistente dei repartiproduttivi e della mensa ed a fornire al C.d.F. entro il 30.06.1988 informazioni riguardo alle relativepossibili applicazioni.Le parti convengono di contenere lesposizione a video per i lavori più ripetitivi e prolungati, (per es. dataentry), evitando un lavoro continuo sul video e in modo orientativo non superiore nel complesso alle 5 oregiornaliere. 150
    • 3 - OCCUPAZIONE E MERCATO DEL LAVOROa)Lazienda prevede di utilizzare prevalentemente le nuove assunzioni ai fini di migliorare le caratteristichedi qualità professionale e/o scolarità delle aree interessate; di conseguenza lazienda prevede di continuare afar uso in tutte le aree dello strumento dei contratti di formazione e lavoro che fino ad ora ha fornito risultatipositivi, valorizzando, in contesto di pari opportunità, figure professionali femminili.Lazienda conferma che opererà al fine di trasformare il rapporto di lavoro a tempo indeterminato.Qualora non si ravvisassero le condizioni per la trasformazione del contratto a tempo indeterminato, le partisi incontreranno per fare in tempi utili unanalisi che permetta di renderne chiari i motivi.b)In caso di ricerca di personale riferita a posizioni di lavoro scoperte, lazienda terrà conto, in viaprioritaria, della possibile utilizzazione di personale interno fornito di idonee caratteristiche e conoscenzeprofessionali.c) Nellambito dellabituale prassi aziendale ed in condizioni di pari opportunità, lazienda valuteràlinserimento di lavoratori provenienti da aziende dichiarate in crisi e in ristrutturazione ed extossicodipendenti che abbiano curriculum professionali corrispondenti alle posizioni di lavoro necessarie.d) RECUPERO SOCIALE EX-TOSSICODIPENDENTILe parti convengono sul valore sociale di un impegno per il recupero al lavoro di ex-tossicodipendenti; diconseguenza lazienda si impegna a contribuire con uomini e mezzi adeguati alla formazione equalificazione professionale di ex-tossicodipendenti.Inoltre lazienda si impegna a considerare con priorità la segnalazione di richiesta di lavoro proveniente o dacomunità per il recupero o dalle apposite strutture delle USL, garantendo comunque parità di diritto fraquesti ed altri lavoratori.Di conseguenza, in caso di eventuali assunzioni, lazienda riserverà una quota fino ad un massimo del 15%di dette assunzioni ai lavoratori di cui sopra.Nota a verbale dellAzienda:Alla luce delle situazioni di mercato e di prodotto, anche recentemente illustrate nellambito delleinformazioni industriali al C.d.F., lazienda ritiene di vitale importanza il perseguimento di un obiettivo dicontenimento degli organici complessivi.Nota a verbale delle 00.SSLe 00.SS presenteranno allAzienda una lista di aziende dichiarate in crisi e in ristrutturazione. 151
    • 4 - FORMAZIONE PROFESSIONALENel corso dell1informazione annuale, lAzienda indicherà i lineamenti e le più rilevanti iniziative diformazione che prevede di realizzare durante lanno. In questambito, i contenuti, le modalità di esecuzionee i risultati dei corsi saranno oggetto di analisi con il C.d.F.I criteri ispiratori delle iniziative di formazione sono:a) temi ed argomenti saranno finalizzati a concrete esigenze riscontrabili oggi nei reparti e/o negli uffici, inmodo da consentire ai fruitori dei corsi una immediata applicazione e verifica delle cose apprese.b) temi ed argomenti dovranno rispondere da una parte al controllo dellevoluzione delle tecnologie edallaltra alle esigenze di aggiornamento e sviluppo professionale dei singoli lavoratori.c) Le occasioni di formazione si concentreranno sulle esigenze più vive ed immediate, tenendo anche contodella disponibilità delle persone e delle compatibilità con le esigenze produttive; di conseguenza si valuteràdi volta in volta la modalità oraria di svolgimento.Al fine di assicurare una efficace fruizione delle occasioni di formazione, i lavoratori interessati sarannocoinvolti nella valutazione del contenuto e delle modalità di esecuzione dei corsi.In particolare modo lazienda si impegna a curare le iniziative di formazione rivolte al personaledellOfficina, dellufficio Tecnico e del Montaggio che, esemplificando, seguiranno i seguenti lineamenti:- Officina : si seguirà lo schema esperienza/affiancamento- corso - esperienza, in modo da consentirelaggiornamento sullevoluzione delle tecniche di lavorazione a CN. I corsi avranno prevalentementecarattere monografico e potranno estendersi a problematiche di trattamentitermici, tempi e metodi, tecnologie di produzione.- Ufficio Tecnico: Le iniziative di formazione saranno rivolte allesame e discussione delle esperienze diprogettazione più avanzate e allaggiornamento/informazione su temi monografici ai specifico interesse deidisegnatori.- Montaggio: Il problema della conoscenza funzionale della parte elettronica verrà affrontato con specificheiniziative di formazione - aggiornamento, da studiare e realizzare nel corso del 1988.Tali iniziative saranno finalizzate allacquisizione di conoscenze e capacità utili ad una corretta gestione deicollaudi e della messa a regime delle macchine, ad un utilizzo funzionale della diagnostica e,complessivamente, ad un più proficuo dialogo fra specialisti meccanici ed elettronici, per la valorizzazionedelle specifiche competenze di entrambi.5 - ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO- Le parti convengono: a) che le modifiche organizzative devono permettere di ottenere, oltre ad uno sviluppo professionale siaorizzontale che verticale dei lavoratori, un miglioramento delle condizioni di lavoro, dellefficienzadellimpresa e dellefficacia delle sue funzioni. 152
    • b) Che le modifiche di cui sopra si considerano soggette a sperimentazione e che avranno come supportounadeguata documentazione tecnica che permetta di analizzarne in maniera oggettiva i risultati. c) Che sono importanti, a supporto di quanto in oggetto, sia una ampia circolazione delle informazioni, cheiniziative di formazione complete e specifiche, finalizzate a permettere alle persone coinvolte le miglioricondizioni per raggiungere i traguardi sopra esposti. Criteri e modalità verranno definiti nei rispettivi puntidellaccordo.In base a guanto sopra lazienda concorda di sperimentare in particolare gli interventi organizzativi neireparti di lavorazioni meccaniche, montaggio ed uffici tecnici.PRODUZIONELe parti si danno atto che lutilizzo ottimale, anche in assenza delloperatore, delle macchine presenti efuture, costituisce elemento determinante per ogni forma organizzativa del lavoro e che i necessariinvestimenti dovranno essere legati alle possibilità di essere utilizzati in forma corrispondente al loropotenziale tecnologico. Di conseguenza si concorda che, allo scopo di un migliore utilizzo del potenzialetecnologico delle macchine utensili che possono operare non custodite per periodi di tempo rilevanti,durante tali periodi ai lavoratori interessati verranno assegnati compiti di ottimizzazione ed esecuzione deiprogrammi, e/o compiti di controllo.GRUPPI DI PRODUZIONE:a) REPARTI DI MACCHINE OMOGENEE (TORNIO - FRESA)Fra le parti si conviene di realizzare sperimentalmente nei rispettivi reparti, una lavorazione di gruppoarticolato su 6 macchine (di cui 3 a CN e 3 tradizionali) che comporteranno limpegno di 9 lavoratori, di cui6 a turno e 3 normalisti.I gruppi hanno lo scopo di conseguire, con lo sviluppo professionale polifunzionale dei lavoratori, lutilizzoprioritario delle macchine a CN" che eseguono i cicli più complessi e che hanno un carico di lavoro piùcritico.Il gruppo risponde nel suo insieme alle strutture aziendali.Dal 15.04.88 i lavoratori inizieranno la rotazione sulle diverse macchine del gruppo.I lavoratori interessati al gruppo, e allo stesso modo per i successivi, verranno individuati con le modalitàgià in uso in azienda e tenendo conto della volontarietà.b) GRUPPO DI PRODUZIONE ESISTENTEPer quanto concerne il gruppo di produzione esistente nellOfficina GD 1 le parti concordano di ampliarlofinalizzandolo anche allesecuzione di lavorazioni complete di famiglie di alberi, cremagliere e di particolariurgenti.In relazione a ciò si conviene laumento del nucleo produttivo da 6 a 9 lavoratori di cui 6 a turno e 3normalisti.Verranno eseguite allinterno le lavorazioni di aggiustaggio a completamento di tornio e fresa.Il gruppo, mantenendo le caratteristiche di autogestione proprie, si rapporterà con le strutture tecnicheesterne. 153
    • c) CAMMESLe parti convengono di realizzare un ciclo di lavorazione delle cammes completo di copiatura,aggiustaggio, adattamento, collaudo finale e numerazione.A partire dal 15.04.88 i lavoratori interessati, sia in GD 1 che in GD 2, individuati tenendo conto dellavolontarietà, svilupperanno la loro professionalità al fine di conseguire una capacità di lav oro polivalente.d) OPERATORI SU LASERLe parti convengono che gli operatori su laser per il taglio lamiera potranno arricchire la loro mansionemediante lottimizzazione e la modifica di programmi. Se il carico di lavoro sul laser sarà tale da nonrichiedere un pieno utilizzo della macchina, le funzioni dell’operatore saranno integrate con compiti diaggiustaggio.e) OPERATORI SU ROBOTLe parti convengono che gli operatori su robot, nellambito del reparto trapani, potranno arricchire le loromansioni con funzioni di ottimizzazione e di esecuzione dei programmi della macchina. Di fronte a carichidi lavoro tali da non richiedere il pieno utilizzo della macchina o a periodi consistenti in cui la macchinapuò funzionare senza sorveglianza, ai lavoratori interessati verranno affidate mansioni di foratura.f) CENTRI DI LAVOROIn relazione ad investimenti aziendali in centri di lavoro già effettuati ed in programma, fra le parti siconviene di costituire un gruppo di lavoro dedicato.Ai componenti del gruppo verranno assegnate, anche in relazione alla possibilità di consistenti periodi incui le macchine operano non custodite, funzioni di ottimizzazione e di esecuzioni di programmi e dipreparazione delle stesse macchine.UFFICIO TECNICOa) In relazione a quanto previsto dai precedenti accordi aziendali, si conviene che lorganizzazione degliuffici tecnici sia articolata per sezioni e per progetto.Le sezioni hanno lo scopo di unificare esperienze e competenze per gruppi di macchine sufficientementeomogenee.Il concetto di progetto ha lo scopo di finalizzare ad una singola realizzazione il lavoro di più persone; aquesto proposito il progetto può articolarsi su due livelli informativi/operativi:- Gruppi di lavoro di progetto- Gruppi di lavoro per la progettazione interdisciplinare.Limpianto organizzativo cosi definito corrisponde alle comuni esigenze per raggiungere obiettivi diflessibilità/variabilità a seconda dei progetti.In relazione a ciò si conviene che le caratteristiche specifiche dei diversi livelli (componenti, durata,obiettivi) definite in via schematica nellallegato vanno considerate non in termini di vincolo, ma in terminidi possibilità da verificare in forma speriment ale con il concorso delle parti e dei lavoratori interessati. 154
    • Tale sperimentazione troverà, ad esempio, un primo importante momento di verifica nella progettazionedella nuova X2. Al fine di fornire ai lavoratori gli strumenti idonei, fra le parti si conviene sulla necessità disperimentare nel corso del 1988 una iniziativa di formazione rivolta a 2 gruppi di lavoratori di 6°-7° livelloavente come argomento la tematica della comunicazione interpersonale.La sperimentazione è rivolta alla definizione del contenuto dei corsi e delle modalità di fruizione; taledefinizione avverrà con il concorso dei lavoratori interessati e secondo i criteri definiti nel capitoloformazione professionale.b) UFFICI CATALOGHIPer consentire una migliore efficienza globale del servizio cataloghi, attraverso un aumento dello sviluppoprofessionale e un migliore utilizzo delle tecnologie impiegate, si concorda di istituire gruppi di lavorosecondo il criterio "linee di macchine".Per acquisire gli elementi professionali necessari, allinterno dei gruppi si concorda che la rotazione dellemansioni su compiti diversi (ricambi, istruzioni, manuali) e su macchine diverse, avverrà sulla base di unaconsolidata esperienza acquisita su un compito o su una macchina; la formazione alluso del CAD è aperta atutto il personale, secondo i criteri previsti nel capitolo formazione professionale del presente accordo.c) SERVIZIO COPIEAl fine di migliorare la qualità del servizio archivio e copie e per favorire il miglioramento professionaledei lavoratori interessati, si concorda di avviare la rotazione dei lavoratori addetti alle copie sulle mansionidi archivio entro marzo 88 secondo un programma da definire fra le parti.d) SERVIZIO SUPPORTO DATILazienda costituirà presso ogni sezione dellufficio Tecnico un servizio documentazione, in parte susupporto cartaceo e in parte su supporto EDP, costituito dai seguenti strumenti:- libri istruzione- modifiche tecniche- brevetti: verrà curata una selezione dei brevetti di interesse della sezione, finalizzata ai progetti svolti.- procedure CAD- documentazione tecnicaIl criterio di accesso alla Banca Dati è quello della finalizzazione delle informazioni allo svolgimento deicompiti affidati. 155
    • ALLEGATO UFFICIO TECNICOa) Gruppo di lavoro di progetto- Ambito di riferimento: una singola sezione.- Componenti: capo progetto, gruppisti, particolaristi.- Durata: solo per lesecuzione del progetto affidato.- Obiettivi: - far circolare al proprio interno le informazioni sul progetto in possesso del capo progetto.- A questo proposito verrà individuato un gruppo per ogni sezione con il quale cominciare lasperimentazione di questa autonomia gestionale.- Il tutor esercita la propria funzione (fare crescere i giovani) nei momenti di verifica.b) Gruppo di lavoro per la progettazione interdisciplinare- Ambito di riferimento: più sezioni o più uffici della Direzione Tecnica.- Componenti: capi sezione capi progetto Uffici normalizzazione, CAD, Segreteria Tecnica.- Durata: Si conviene che la riunione sarà lo strumento di lavoro interdisciplinare utilizzato per definire losvolgersi dei lavori e per mettere in comune le esperienze.Durata, partecipazione e tempificazione delle riunioni verranno definite in base alle effettive esigenze delprogetto.- Obiettivi: - coordinare la progettazione fra i vari settori della Direzione.- Fornire un regolare flusso di informazioni ai gruppi di lavoro di progetto.- Integrare le varie fasi progettuali.- Per gli obiettivi di cui sopra si ritiene fondamentale istituire dei seminari interni, aventi come argomentolo sviluppo delle tecnologie di officina e dellelettronica applicabile allautomazione, tenute da tecniciMONTAGGIOLa funzione strategica del montaggio macchine consiste nellassicurare la qualità del montaggiocomplessivo dei gruppi e nel conservare la conoscenza completa delle macchine oggi in produzione.Inoltre si conferma la volontà dellazienda a valorizzare lattuale potenzialità produttiva del repartomontaggio macchine confermando che si considera condizione eccezionale il decentramento di macchinenuove.Si conviene che il reparto montaggio macchine venga strutturato in 7 squadre che montano macchine egruppi, delle quali i dedicata al montaggio di gruppi e alla preparazione di formati destinati allatrasformazione di macchine presso il cliente. 156
    • La composizione numerica delle squadre dipende dal numero di macchine e/o gruppi da montare e ruoteràattorno ad una media di 5 persone.Allinterno di ogni squadra saranno presenti persone con lunga esperienza professionale e giovani di recenteassunzione, in modo da assicurare, sul lungo periodo, una conoscenza diffusa delle esigenze e delleproblematiche del montaggio macchine. In questo ambito verranno particolarmente valorizzate le personecon più lunga esperienza professionale.Almeno su due squadre, saranno presenti anche montatori con esperienza di formato, al fine di consentireun aggiornamento ed un completamento delle esperienze di montaggio; i montatori con esperienza diformato verranno sostituiti da montatori con esperienza di montaggio macchine; in questo ambito potrannoessere individuati elementi di flessibilità.MONTAGGIO FORMATILe parti sottolineano limportanza che al momento attuale e sempre più in futuro avranno:a) una conoscenza il più possibile estesa della vasta gamma dei materiali di incarto utilizzati dai clienti,problema che verrà affrontato riservando particolare attenzione a questo argomento allinterno del sistemainformativo previsto nel presente accordo e particolarmente con le "note tecniche".b) una conoscenza funzionale, da parte dei tecnici addetti ai collaudi, delle più importanti apparecchiatureelettroniche applicate sulle macchine, come già descritto al capitolo "formazione professionale".Nellambito della prossima ristrutturazione del reparto montaggio, verrà prevista una sistemazionefunzionale del magazzino attrezzi e degli impianti di servizio.Lazienda conferma la prassi di utilizzo dellufficio Tecnico di Officina per la progettazione di eventualiattrezzi di montaggio.SERVIZIO SUPPORTO DATI DEL MONTAGGIOLazienda costituirà un database del reparto con lintendimento di favorire sia il necessario processo diaggiornamento permanente dei lavoratori che la raccolta e la diffusione delle informazioni.Tale strumento sarà articolato sui seguenti contenuti:a) relazioni sulle trasferteb) rapporti scritti su esperienze tecniche significativec) libri di istruzioned) manuali di istruzione per lavori specifici 157
    • e) note tecniche di montaggio (cioè brevi descrizioni di piccoli problemi tecnici e corrispondenti soluzioniadottate).f) informazioni utili per la trasferta (c.d. busta del montatore).e gestito mediante lutilizzo di un archivio centrale in funzione di supporto informatico.Il criterio di accesso alla banca dati è quello della finalizzazione delle informazioni allo svolgimento deicompiti affidati.Nota a verbaleLe parti convengono di rimandare in sede aziendale lesame dei problemi produttivi e organizzativi presentinelle richieste e non affrontati in questa sede.ANALISI DELLESPERIENZA E DEI RISULTATIIn relazione - a quanto convenuto nella premessa generale - al notevole impegno conseguente alle sperimentazioni e modifiche organizzative sopra descritte econcordate, fra le parti si conviene di esaminare lo svolgimento e i risultati di norma semestralmente, salvoquanto specificamente definito nei singoli punti.Tale esame fra il C.d.F. e la Direzione Aziendale, volto a superare eventuali problemi ed a consolidare irisultati, farà riferimento ad idonea documentazione basata sugli elementi di valutazione in uso in azienda, epotrà essere demandato, per lapprofondimento di punti specifici, ad appositi incontri.6 - SALARIOLe parti convengono sullobiettivo di consolidare i livelli di efficienza e produttività aziendali.Si concordano i seguenti aumenti del superminimo aziendale con le decorrenze sotto indicate:Livello Parametro Aumento Compl. Dal Dal Mensile lordo 01.01.88 01.10.882° 114 84.600 59.000 25.6003° 124 92.000 64.000 28.0004° 134 99.400 69.200 30.2005° 155 115.000 80.000 35.0005°/S 178 132.000 92.000 40.0006° 210 156.000 108.400 47.6007° 243 180.000 125.500 54.500 158
    • SALARIO PRODUTTIVITALe parti prevedono, in conseguenza allimpegno per utilizzare al meglio le modifiche organizzative previstedal presente accordo nonché‚ degli investimenti previsti, il raggiungimento di migliori condizioni di lavoroe di maggiore produttività.In relazione a ciò, si conviene che la riduzione del tempo di attraversamento del prodotto ed altri eventualiindici, ne saranno gli strumenti di misura.Di conseguenza si farà fra laltro riferimento ad un elemento produttivo presente in ogni macchinadenominato "basamento" dal momento iniziale dellordine fino alla spedizione della prima macchinacompleta di formato.Considerando il fatto di non poter disporre in tempi brevi di riferimenti statistici particolareggiati, le particonvengono di esaminare entro il 1988 i dati storicamente impiegati per la realizzazione di commesseconfrontabili per qualità e quantità, onde poter definire un parametro di riduzione che misuri l’entità delladiminuzione valida come obiettivo per lanno 1989.Pertanto al raggiungimento dellobiettivo come verrà definito, entro il 10.01.89 le parti si incontreranno perdefinire lammontare del premio annuo strutturale riparametrato.7 - LAVORATORI TURNISTISi concorda che lattuale premio turno giornaliero e le maggiorazioni previste dal CCNL sarannocomputate, a partire dalla data del presente accordo ai fini del calcolo della indennità di malattia e diinfortunio sul lavoro, della gratifica natalizia, delle festività, delle ferie , dei permessi contrattuali e sindacaliretribuiti, dei permessi per i donatori di sangue.8 - FLESSIBILITA’Ferme restando le condizioni in atto per luso delle normative contrattuali, si concorda che di fronte asituazioni di carattere eccezionale che richiedano rilevanti prestazioni di lavoro straordinario o regimidiversi di turnazione, lazienda informerà preventivamente il C.d.F. al fine di concordare le modalità dieffettuazione di dette prestazioni.In particolare, si conviene la possibilità di concordare, a fronte di comprovate necessità, regimi diversi diturnazione che:a)Siano dovuti ad esigenze tecniche ed organizzative che richiedano strutturalmente e sul lungo periododiversi sistemi di utilizzo degli impianti.Entro il mese di marzo 1988 le parti si incontreranno a livello aziendale per definire le modalità ancheorarie di effettuazione del terzo turno della sala operativa del CED.b)Siano dovuti ad esigenze impreviste di carattere temporaneo che richiedano un intenso utilizzo degliimpianti, degli spazi e della forza lavoro. 159
    • TEMPO PARZIALECon riferimento alla normativa di legge esistente (legge 19 dicembre 1984 n. 863), si concorda di applicarelistituto del tempo parziale in via sperimentale con le seguenti modalità:a)Ne potranno fare richiesta i lavoratori tutti (esclusi i turnisti, trasfertisti ed impiegati con funzionidirettive, fatti salvi i casi di inequivocabile eccezionalità) nella misura del 2% del personale a tempo pieno.b) La richiesta va’ inoltrata per iscritto, con preavviso di tre mesi, alla Direzione Aziendale che ne valuteràla compatibilità con le esigenze di lavoro dellazienda.Tale richiesta dovrà essere giustificata da motivi di salute, necessità familiari e studio.c) La durata del periodo a tempo parziale non potrà essere, di norma, superiore a 12 mesi e non inferiore a 6mesi, rinnovabile consensualmented) La reversibilità della scelta resta reciprocamente garant ita e le richieste di modifica del rapporto di lavorodovranno pervenire per iscritto, di norma con preavviso di 3 mesi, per verificarne la compatibilità con leesigenze aziendali.e) Lorario di lavoro sarà articolato su 4 ore giornaliere per 5 giorni settimanali e 20 ore complessive (tempoparziale orizzontale).f) Il trattamento economico e gli istituti normativi (ferie, riduzione orario, 13a mensilità, premio diproduzione) saranno riproporzionati corrispondentemente alla prestazione effettuata rispetto allorarionormale previsto dal vigente Contratto Nazionale.Nota a verbale dellAziendaPer la sostituzione del lavoratore, ove ne ricorra la necessità, si fa rà uso dello strumento del contratto atermine.9 - INQUADRAMENTOa)Anche in relazione a quanto previsto al punto 5 del presente accordo ("organizzazione del lavoro"), al finedi un corretto inserimento categoriale del personale le parti presteranno la massima attenzione ai livelli diprofessionalità acquisita, che potranno richiedere, anche per effetto di particolari e significativi aspettitecnologici ed organizzativi, leventuale ridefinizione di profili professionali aziendali.b)Per quanto riguarda i "Quadri" lazienda si impegna ad illustrare i criteri che sono stati applicati. 160
    • 10 - SERVIZIO FACILITAZIONE ACQUISTILazienda si impegna ad esperire in proprio iniziative atte a segnalare al Circolo Aziendale nuovi negozidisposti a convenzionarsi con esso ed inoltre assume a proprio carico la predisposizione di documenti diriconoscimento per laccesso a negozi convenzionati.11 - PENSIONI INTEGRATIVESi conviene di esaminare modalità ed elementi di fattibilità entro il mese di giugno 1988, al fine di investirein fondi o convenzioni che risultino, ad un esame congiunto di C.d.F. e Direzione Aziendale, maggiormente convenienti per i dipendenti.Si conviene che le somme messe a disposizione dallAzienda a questo titolo non debbano superare unamisura pari al 30% del TFR individuale da accantonare per il futuro e comunque entro il limite di importomassimo annuale di L. 400.000 pro capite e, che il contributo individuale debba essere di importo almenopari a quello prelevato dal TFR.Viene inoltre fatta comunque salva la volontarietà di adesione individuale del lavoratore alliniziativaconcordata.Si stabilisce che lintesa decollerà a tutti gli effetti non appena il quadro normativo sarà chiaro e definito.Per il Consiglio di Fabbrica per l’Aziendaper la FIOM - CGILper la ,FIM - CISLper la UILM - UILBologna, 4 Febbraio 1988 161
    • 162
    • 08.02. 88 ORGANIZZAZIONE DELLE TRASFERTE (08-02-88)PREMESSALazienda riconferma gli impegni espressi nellaccordo aziendale del 04.02.88, in particolare allavoce "montaggio formati", impegni finalizzati allo sviluppo delle conoscenze tecniche e funzionali e perle attività di formazione e sviluppo professionali.Si ribadisco altresì la necessità dellapplicazione di strumenti che valorizzino 1’apporto professionaledei lavoratori come la banca dati del montaggio, definita nel medesimo accordo aziendale e che conterràanche gli elementi informativi funzionali alle necessità organizzative ed attività dì trasferta.a) Visite mediche e controlli.Le parti richiamano il contratto aziendale del 1977 e in modo particolare il punto 7 del paragrafo b)MONTAGGIO avente ad oggetto le visite e i controlli medici.In caso di ricovero ospedaliero avvenuto durante la trasferta il montatore non perde il diritto al.premio trasferta fino al suo rientro in sede.b) Permessi retribuiti per riposo compensativo.In relazione alla durata del viaggio e allo sfasamento orario conseguente, si concorda lattribuzione diun giorno ai riposo se il volo comporta un tempo superiore a cinque fusi orari o se _i viaggio aereocomunque risulta di durata effettiva superiore a cinque ore, escluse le soste intermedie.Viene inoltre concordato il godimento di un altro giorno di riposo nei casi di trasferte estere di duratasuperiore ai 30 giorni senza rientro intermedio.I permessi di cui sopra sono fruibili immediatamente dopo il rientro dalla trasferta.c) L’Azienda concorda sull’opportunità che installazioni di complessi particolarmente impegnativi checomportano trasferte lunghe siano affidate a due tecnici meccanici.A questo scopo l’azienda si adoprerà per ottenere l’assenso preventivo del cliente e per inserire questecondizioni nella programmazione delle attività di reparto.Quanto sopra compatibilmente con le disponibilità effettive di personale.d) Massimali dell’assicurazione infortuni.La polizza accesa dall’azienda copre i rischi di morte e di inabilità permanente dei tecnici per una somma diL.200.000.000.=, a favore del lavoratore o dei suoi eredi legittimi con decorrenza 1° novembre 1987, inaggiunta alla copertura dellINAIL.e) Relazioni tecniche sulle trasferteFermo quanto previsto da accordi precedenti sulle relazioni tecniche, si conviene che le stessedebbano essere possibilmente scritte, almeno come primo appunto sintetico, sul posto di lavoro edirettamente sulla macchina, allo scopo di conseguire la più precisa e completa esposizione dei fattitecnici interessanti. 163
    • Inoltre nel comune intendimento di sviluppare tale strumento di conoscenza ed informazione e diutilizzarne i possibili contenuti nel modo più efficace, si concorda che il nucleo essenziale delle relazionipotrà essere oggetto di commento verbale in sede tra il tecnico, la direzione e i responsabili tecnici delmontaggio e, in caso di utilità, dellufficio tecnico.In tale occasione la relazione potrà essere ampliata, chiarita e completata in maniera che ne restiutile memoria per successivi aggiornamenti del personale nelle ulteriori trasferte con problemi tecnicisimilari.f) Per i viaggi aerei di particolare lunghezza lazienda conviene di ricercare attraverso le proprie strutturecompetenti le condizioni di compagnie aeree che offrono garanzie di migliore comfort per il personalein trasferta.RIMBORSO SPESE VIAGGIO E INDENNITA DI TRASFERTATra la Direzione e il Consiglio di Fabbrica, si conviene quanto segue a decorrere dal 09.02.1988:1. verranno rimborsate solo ed unicamente le spese accompagnate da idonei documenti giustificativi;2. le piccole spese giornaliere, le cosi dette varie (frigobar, caffè, birra, giornale, sapone da barba, eccetera..) vengono, per comodità indicate al punto 5 e naturalmente dovranno esseregiustificate;3. il premio trasferta viene fissato nei seguenti importi giornalieri: 4/5 5/5 6/7a) USA e Canada L.16.000 18. 000 23. 000b) Europa e Oceania L.23.000 26. 000 31. 000c) Sud America e Messico L.28.000 30. 000 36. 000d) Africa e Asia L.34.000 35. 000 40. 0004. In aggiunta a quanto precede viene istituito un premio annuale nelle seguenti misure lorderapportate al numero di giorni di trasferta: 4/5 5/5 6/7 da 42 a 60 giorni 400.000 510.000 610.000 da 61 a 75 giorni 550.000 680.000 810.000 da 76 a 90 giorni 665.000 850.000 1.000.000che sarà pagato con la retribuzione del mese di gennaio successivo all’anno delle trasferte e per la primavolta nel gennaio 1989 per il 1988. 164
    • 5. Fermo restando che il dipendente dovrà scegliere un albergo di buona qualità, ma noneccessivamente costoso, vengono stabiliti i seguenti limiti massimi di spesa giornaliera; Germania Berlino USA G.Bretagna Italia Austria Grecia Yugoslavia DM DM $ Lst Portogallo Sh Spagna Est Europa Equiv. LireColazione 15 20 11 8 100Due pasti 137 150 84 46 96.000 920Piccole 10 10 5 3 80spese Svizzera Ginevra Francia Australia Olanda Svezia Fr.Sv. Fr.Sv. Fr.Fr. $A. F.Ol. KoronaColazione 14 20 50 12 20 55Due pasti 121 140 460 84 172 450Piccole 8 8 40 7 13 35spese Danimarca Belgio Norvegia EIRE Giappone Canada Lussemb.o Korona Fr.Belgi Korona Lst.Irl. Yen $canadesiColazione 55 320 60 7 1.750 12Due pasti 540 2.800 470 45 11.700 84Piccole 40 230 35 4 675 7spese6. considerando lelevata svalutazione della moneta degli altri Paesi extraeuropei, si preferiscefissare i massimali in $ U.S.A.Questi ammontari valgono quindi per tutto il Sud America, lAmerica Centrale, il Messico, lAfrica elAsia - tranne il Giappone -: Colazione Due pasti Piccole spese 10 74 57. Nel caso il cambio delle valute estere vari in più o meno di oltre il 5%, rispetto alla lira, si daràcorso ad una tempestiva revisione dei massimali indicati.Gli ammontari indicati ai punti 4 e 5 devono essere considerati dei massimi non superabili; nel caso nonfossero raggiunti - PER TRASFERTE SUPERIORI AI 2 GIORNI LAVORATIVI COMPRESO ILVIAGGIO - la differenza verrà inserita in busta paga.Condizione indispensabile all’ottenimento di quanto detto è- che il dipendente indichi chiaramente, nelle"Note varie" dell’ultimo foglio delle note spese, limporto complessivo di questa differenza e nechieda linserimento in busta paga.9. le telefonate personali, devono essere contenute in termini accettabili di durata e di frequenza. Gliabusi non verranno tollerati. In ogni caso verranno rimborsate solo lespese telefoniche documentate nei conti degli alberghi o da altra idonea e certa pezza giustificativa. 165
    • 10. Spese taxi.Dovranno essere limitate e verranno rimborsate solo quando il tragitto per recarsi al lavoro non è servitoda mezzi pubblici. Tenuto conto del fatto che le spese taxi vengono addebitate ai clienti, ildipendente si assume la responsabilità degli eventualireclami del cliente stesso. Comunque l’azienda si riserva dl controllare la necessità delluso del taxi.11. Le spese dì lavanderia, opportunamente giustificate, verranno rimborsate solo per trasfertesuperiori ai quattro giorni e se inserite possibilmente nei conti degli alberghi.12. La Direzione informerà preventivamente il tecnico partenza sulle modalità di rimborso spese . Siconcorda inoltre sullopportunità di fornire massimo supporto di informazioni tecniche e logistiche sullavoro da svolgere impegnando a questo scopo le sedi estere G.D, gli agenti e gli stessi clienti.13. Per ragioni fiscali i rendiconti delle trasferte dovranno essere presentati entro 30 giorni dalrientro.La valuta rimasta dovrà essere resa immediatamente comunque non oltre il limite di cui sopraPer L’Azienda Per il C.d.F. 166
    • ALLEGATORIMBORSO SPESE E INDENNITA DI TRASFERTA – SISTEMA FORFETTARIONel caso di rimborso forfettario, si stabilisce quanto segue:1. Premio di trasferta in busta paga: come nel sistema a piè di lista - punto 3 e 4 pagina 1.2. Spese viaggio, taxi e trasporto in genere sono rimborsate in base ai giustificativi presentati. Siricorda che le spese taxi verranno successivamente addebitate al cliente e quindi il lavoratore si assume laresponsabilità degli eventuali reclami che il cliente stesso dovesse fare alla G.D.Verrà in ogni caso controllata la necessità delluso del t axi.3. Telefonate: sono rimborsate soltanto quelle correttamente documentate. In ogni caso le telefonatedevono essere contenute in limiti accettabili di durata e di frequenza.4. Rimborso forfettario onnicomprensivo, ad eccezione di quanto sopra elencato, L.66.500giornaliere nella generalità dei paesi.5. Nel caso di trasferte in sedi disagiate, e cioè in paesi con scarsi servizi, dove le spese perottenere condizioni di vita dignitose sono superiori, fermo restando il rimborso forfettario aL.66.500 giornaliere (allo stato attuale questo vale per i seguenti paesi e per i clienti ubicati in zonespecificamente indicate: Indonesia - piccoli centri, Cina - grandi centri Nigeria, Etiopia, Sudan, Grecia -piccoli centri, Bulgaria - piccoli centri, Yemen, Pakistan, Arabia Saudita, Algeria - piccoli centri) simaggiorerà il premio trasferta di L. l0.000.= giornaliere.Gli stabilimenti dei paesi di cui sopra rappresentano l’attuale parametro di riferimento di situazione didisagio.In Cina Popolare, soltanto per i piccoli centri, in considerazione del documentato grave disagio il premiodi trasferta verrà maggiorato di L.30.000 giornaliere.Gli stabilimenti della Cina Popolare, rappresentano l’attuale parametro di situazione di grave disagio.Se in futuro ne dovessero essere evidenziate altre del tutto assimilabili, si farà luogo allo stesso trattamento.per lAzienda per il C.d.F. 167
    • 09.02.88ALLEGATO A VERBALELe parti convengono sulle seguenti valutazioni:- Lattività di assistenza tecnica esterna si caratterizza sempre di più come uno degli elementistrategici per la presenza sul mercato e per lo sviluppo produttivo e occupazionale dellazienda.- Lefficacia della funzione di assistenza esterna è legata ad una disponibilità diffusa e ad unaprofessionalità dei lavoratori interessati che tenga conto della complessità di linea e non più di singolamacchina che il prodotto G.D ha.Ne consegue che la professionalità del trasfertista va preparata e aggiornata, oltre che tramitespecifica formazione, operando in sede, ove possibile, con frequenza sufficiente su un ciclo completodi conoscenze di montaggio. 168
    • Straordinari montaggio 1988VERBALE DI ACCORDOEsaurita la fase informativa sulla situazione tecnico produttiva del Montaggio formati meccanico edelettrico , si concorda di realizzare un programma di flessibilità di orario e di lavoro straordinario ,salvaguardando il criterio della volontarietà , così regolatoI - il presente accordo scade il 22 dicembre 19882- i reparti interessati sono quelli individuati nel programma dei complessi da montare con relativescadenze ( allegato 1 ) e previa informazione, i lavoratori del collaudo macchine e imballo.3- nel corso del programma sarà possibile lutilizzo , in caso di necessita, dello strumento dei turni dilavoro , così come regolati in azienda4 - le ore di straordinario saranno così regolateA- ogni lavoratore interessato potrà effettuare un massimo di 16 ore di straordinario mensileB- sarà possibile , ad ogni lavoratore che lo richieda , recuperare le ore eccedenti le 36 ne l corso del1989 a partire dal 31/3/89C- tenuto conto delle modalità del presente programma i consensi contrattuali verranno aumentati nelleseguenti misure orarie lorde da 4 livello lire 1500 5. livello 1700 5S li vello 2000 6 livello 24005- lazienda fornirà a consuntivo le risultanze di questo accordoBOLOGNA , 13 SETTEMBRE 1988Per il C.d.F. per l’aziendaPer l’R.S.A. Fim – Cisl 169
    • Calendario di lavoro 1989- RIDUZIONE ORARIO PI LAVORO PER IL 1989 -- RECUPERO EX FESTIVITA -- S. PATRONO -Come previsto dal C.C.N.L. vigente le parti convengono:1 la riduzione di orario contrattuale per i lavoratori a regime di orario normale e discontinuo vienerealizzata per il 1989 mediante godimento nel corso dellanno di 48 ore di permesso personale retribuito (40ore CCNL 1983, 8 ore CCNL 1987).Tali permessi dovranno trovare posto nella normale programmazione dei riposi e delle prestazioni ocomunque essere richiesti con congruo anticipo ai capi - reparto, salvo casi eccezionali di necessità eurgenza.La loro amministrazione sarà tenuta separata ed autonoma da quella delle ferie individuali e con voce dipaga apposita denominata "Ore riduzione orario1 bis La riduzione di orario contrattuale di 8 ore ulteriori viene realizzata per tutti i lavoratori mediantechiusura collettiva aziendale il 24 Aprile 1989.2 Le quattro ex festività lavorate saranno recuperate nelle seguenti giornate: 14 Agosto 1989 27 Dicembre 1989 28 Dicembre 1989 29 Dicembre 1989.Pertanto gli stabilimenti di Bologna e Anzola resteranno chiusi dal 23/12/89 al 1/1/90 compresi.3 La festività del S. Patrono è fissata il 4 Ottobre 1989 anche per gli stabilimenti di Anzola.Per il C.d.F. Per l’AziendaPer RAS FIM CISLBologna, 24 Febbraio 1989 170
    • ACCORDO AZIENDALE 31/7/1989(1) SALARIO - PRODUTTIVITACon riferimento a quanto stabilito con accordo del 04.02.1988 le parti convengono di realizzare , in via deltutto sperimentale per il 1989, 1990 e 1991, lapplicazione di un sistema di elementi indicativi diproduttività individuati in base alle seguenti definizioni e collegati ad aumenti salariali.ELEMEMTO A - Il parametro consiste nella riduzione dei "tempi di attraversamento" del basamento dimacchine X1 e X2 (Officina + Montaggio) come individuata da allegato diagramma:% RIDUZIONE PUNTEGGIO4% 45% 56% 67% 78% 89% 910 % 1011 % 1112 % 12ELEMENTO B - In una ulteriore valutazione sulla riduzione dei tempi di attraversamento, il parametroconsiste nella riduzione dei ritardi degli ordini di produzione rispetto ai tempi programmati, secondolobiettivo prioritario di ridurre lo scarto fra tempi programmati, considerati costanti, e i tempi reali diconsegna.% RIDUZIONE PUNTEGGIO10 - 15 % 416 - 20 % 521 - 25 % 626 - 30 % 731 - 35 % 836 - 40 % 941 - 45 % l046 - 50 % l051 - 55 % 12La somma dei risultati realizzati con i due parametri A e B darà luogo al segue nte elemento retributivolegato alla media dei punteggi conseguiti: 171
    • MEDIA PUNTEGGI VALORE SALARIALE PER IL 5° LIVELLO4 300.0005 350.0006 400.0007 475.0008 575.0009 675.00010 800.00011 925.000Le variazioni del parametro A saranno riferite ai dati statistici utilizzati per lelaborazione dei diagrammiforniti alle O.O.S.S., avendo come punto di riferimento dicembre 1988, mentre le variazioni del parametroB saranno riferite ai dati statistici medi dell87 e dell88. Tali dati di riferimento resteranno validi anche peril computo degli aumenti di produttività che verranno conseguiti negli anni 1990 e 199 1.In considerazione delle proiezioni fatte e nello spirito dellaccordo 4/2/1988, verrà corrisposta a titolo dianticipo per il 1989, con la retribuzione del mese di luglio, una quota di salario di L.400.000 riparametratacome da tabella (allegato 1) e corrispondente al punteggio 6 della scala salariale, mentre leventualeconguaglio dello stesso anno sarà effettuato a consuntivo nel febbraio 1990, al verificarsi delle ipotesi diriduzione concordate.Per gli anni 1990 e 1991 si seguirà il seguente schema:ANNO 1989 ANNO 1990 ANNO 19917/89: ant. L. 400.000 7/90: ant. L. 400.000 7/91: ant. L.400.000+ ( ec 90 - ec89):22/90: event. cong.1989 2/91: event. cong.1990 2/92: event. cong.1991Si concorda che dal 1992, con il salario del mese di luglio, verrà erogato come elemento salariale annualecomprensivo di ogni incidenza sugli istituti di legge e di contratto ed utile ai fini del calcolo del T.F.R., unaquota salariale denominata " Salario - produttività" determinata in base al seguente meccanismo:Salario - produttività 1992 = anticipo 1991 + (ec 91 - ec 89):2Tale importo salariale annuale verrà inserito a busta paga individuale, parametrato dal 5° livello sulla basedella qualifica effettiva di ogni lavoratore al 30 giugno di ogni anno solare (vedi allegato 2).Laccordo sul salario - produttività avrà durata fino al 31/12/1991. 172
    • Ci si propone di analizzare con una frequenza quadrimestrale i dati statistici sopra esposti, eventualmente,ove possibile, proiettati su di un arco temporale di 12 mesi. In questi incontri verranno evidenziate letendenze e gli aspetti funzionali critici sia in positivo che in negativo al fine di individuare le soluzioniidonee a raggiungere il miglioramento dei parametri sopraindicati e sempre nello spirito dellaccordo4/2/1988.Nel corso del 1990, in tale sede procederà ad approfondimenti tecnici per valutare la possibilità di inserirealtri eventuali indicatori a partire dallufficio tecnico e dal montaggio.Per il Consiglio di Fabbrica per l’AziendaPer l’R.S.A. FIM-CISLBologna, 31 luglio 1989 173
    • Allegato 1VALORI SALARIALI PARAMETRATI-ANTICIPOCATEGORIE PARAMETRI LORDO2a 114 294.2003a 124 320.0004a 134 345.8005a 155 400.000SS 178 459.3506a 210 542.0007a 243 627.100Allegato 2MODALITA GENERALI DI LIQUIDAZIONE E PAGAMENTO1) Per lattribuzione individuale delle quote salariali annuali di anticipo e di conguaglio, si farà riferimentoalla categoria di inquadramento dei lavoratori nel mese di giugno di ogni anno di riferimento (1989,1990 e1991).2) Il valore salariale annuale da corrispondere sarà basato sul servizio prestato e pertanto sarà attribuito inmisura intera a coloro che hanno effettuato servizio lavorativo per lintero anno solare in misura ridotta (di1/12 dellintero ammontare per ogni mese di mancato servizio) negli altri casi.Pertanto, in ciascun anno di riferimento (1989,1990 e 1991), avranno diritto alle relative quote di anticipo ilavoratori in forza al 1° gennaio e al 30 giugno.Gli assunti nel corso del 1° semestre di ciascun anno riceveranno invece lanticipo ridotto in misura pari atanti dodicesimi quanti sono i mesi di servizio non prestati.I cessati dal servizio nel corso degli anni 1990 e 1991 riceveranno tanti dodicesimi, quanti sono i mesi diservizio prestato, del premio maturato nellanno precedente in sede di liquidazione.Per lanno 1989 i cessati nel secondo semestre riceveranno tanti dodicesimi dellanticipo quanti sono i mesidi servizio prestati3) I periodi di assenza per malattia, infortunio, maternità obbligatoria, ferie e permessi retribuiti sonoconsiderati utili per la maturazione del diritto.Le aspettative non retribuite ed il servizio militare non saranno utili per la maturazione del diritto. 174