Accordi gd 04 1977 - 1979 pag 73 - 92

347 views

Published on

0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total views
347
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
2
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Accordi gd 04 1977 - 1979 pag 73 - 92

  1. 1. ACCORDO AZIENDALE 1977 20 Dicembre 1977TRA la ditta G.D Società per Azioni eil C. di F. e la F.L.M. Provinciale si concorda quanto segue1) PROSPETTIVE PRODUTTIVE E INVESTIMENTILe parti concordano sullesigenza di riportare un equilibrio tra le produzioni dellAzienda e chedetto equilibrio si ottenga attraverso il potenziamento produttivo dei settori diversi dal tabacco.In relazione allelevato livello tecnologico presente, lAzienda ritiene di poter svolgere ricerchetecniche e di mercato per accertare leventuale possibilità di utilizzo di tale tecnologia in settoridiversi, come ad esempio quello agro - alimentare.Per attuare quanto sopra, lazienda prende impegno ad utilizzare circa il 50% della struttura diricerca (tecnica e di mercato) nei settori diversi dal tabacco, iniziando dai programmi già previsti edillustrati in sede di "Informazioni Industriali" doc. n. 1 del 20 dicembre 1977 e proseguendo con losviluppo degli stessi fino ad impegnarla in nuove macchine e/o nuovi settori in unaprogrammazione di medio periodo (circa quattro anni).A questo scopo lazienda prende impegno che un numero di almeno 4 progettisti verrà utilizzato, inquesto periodo di tempo, nello studio e nella ricerca di settori e/o macchine nuove.Su quanto sopra si prevedono verifiche annuali oppure occasionali in relazione ad esigenzeimprevedibili.Per dimensionare la struttura tecnica a detti programmi, sarà realizzato un potenziamento minimo diN. 16 unità così ripartite: 1) 4 progettisti meccanici di gruppi e di complessi. 2) 1 progettista elettrico. 3) 7 disegnatori (di formati e di particolari). 4) 4 tecnici - montatori (in appoggio alla ricerca).Laumento di questa struttura avverrà in modo graduale con le seguenti scadenze: - 5 unità entro febbraio 1978 - 5 unità entro giugno 1978 - 6 unità entro dicembre 1978utilizzando in via preferenziale personale già alle dipendenze della azienda e da rimpiazzare connuove assunzioni.Si conviene altresì sulla necessità di una riorganizzazione tesa al potenziamento del servizio ricambie a tale scopo le parti convengono di riprendere a breve termine un confronto in sede aziendale daconcludersi entro aprile 1978.Si conviene inoltre sulla necessità di una riorganizzazione e di un potenziamento dellassistenzatecnica esterna, con particolare cura verso il settore "macchine tradizionali" (vedi definizione delpunto al capitolo "Organizzazione del lavoro nellarea montaggio"). 73
  2. 2. 2) OCCUPAZIONEGli impegni di investimenti e di riequilibrio della struttura produttiva sono finalizzati ad aumentarela base produttiva e quindi loccupazioneIn questo ambito lAzienda si impegna ad aumentare lorganico entro il 1978 di almeno 45 unità dicui 29 nei settori produttivi e almeno 16 per far fronte a quanto concordato al punto 1) finalizzatoallaumento della ricerca.Pertanto, alla fine del 1978 lorganico sarà di almeno 845 unità, esclusi i dirigenti.Laumento di cui sopra e il rimpiazzo del turn - over verranno effettuati privilegiando loccupazionegiovanile con lutilizzo della legge n. 285.In questo ambito, i giovani assunti con "Contratto di formazione e lavoro" saranno almeno 24 unità,di cui 12 da richiedere entro il 31.12.1977, e gli altri 12 entro il 15.7.1978. Inoltre lAziendaassumerà gradualmente almeno altri 18 giovani dalle liste speciali con "Contratto a tempoindeterminato" entro il 1978.La richiesta delle persone di cui sopra sarà numerica. Delle assunzioni effettuate tramite le listespeciali verrà data comunicazione al Consiglio di Fabbrica. In riferimento allinserimento nei repartiproduttivi dei giovani di cui sopra, prevedendo una presenza anche di manodopera femminile, siconcorda che, pur individuando nei reparti di collaudo, aggiustaggio e rettifica le aree preferenzialidi primo inserimento, alle donne saranno aperte le possibilità… di sviluppo e mobilità professionalea parità di condizioni con gli uomini.In relazione allinserimento di manodopera femminile a partire dalla data del presente accordolAzienda si impegna ad adeguare le strutture necessarie (servizi, spogliatoi, ecc.).Per quanto riguarda i corsi di formazione professionale, se nel periodo successivo allassunzione deigiovani interessati non saranno operanti le strutture previste, le parti valuteranno concordementepossibili soluzioni alternative.3) DECENTRAMENTOa) A integrazione di quanto previsto dal CCNL art. 2 sez. la. lAzienda fornirà al Consiglio diFabbrica uninformazione consuntiva trimestrale di tutte le aziende che lavorano permanentementesu disegno G.D specificando fornitore, indirizzo, tipo di lavorazione, monte ore o equivalenteeseguito.Per tutte le altre che lavorano occasionalmente con le predette modalità, verrà fornita puretrimestralmente, uninformazione consuntiva contenente numero globale di ore e nominativi delleaziende. Verranno inoltre fornite informazioni preventive nel caso in cui,per qualsiasi motivo, lAzienda decida di decentrare nuove significative lavorazioni rispetto al cicloproduttivo, ai livelli di professionalità e ai problemi ambientali. 74
  3. 3. b) LAzienda si impegna a garantire, almeno a tutto il 1979, allincirca un volume produttivo pari aquello eseguito nel 1977 alle aziende che posseggono tutti i seguenti requisiti: - aziende che svolgono lavorazioni eseguibili alla G.D; - aziende che impegnano per la G.D oltre il 50% del loro potenziale produttivo; - aziende che hanno dipendenti.Le aziende di cui sopra vanno individuate allinizio di ogni anno (primo bimestre) nel corso di unincontro tra Direzione e C.d.F. La garanzia di cui sopra è operativa per le aziende indicate, fattosalvo che non modifichino, nel periodo di riferimento, in maniera abnorme tecnologie e struttureproduttive.c) Le parti nel riconoscere la necessità di un potenziamento della struttura produttiva interna e dellaComesca, per far fronte al previsto aumento della produzione negli anni 1978-1979, convengonosulla possibilità di riportare le quote del decentramento vicino a quelle medie degli ultimi anni(circa 240.000 ore esclusa la Comesca).Pertanto lAzienda si impegna a non superare le 270.000 ore nel 1978 e a ridimensionare nel 1979dette ore, che non supereranno le 260.000.Le scelte per arrivare a tale ridimensionamento e a quelli futuri saranno oggetto di valutazione fra leparti entro il 1978. Il medesimo schema di contenimento vale anche per le lavorazioni montaggio ecablaggio elettrico e verniciatura.Eventuali punte di lavoro che rendessero necessario un incremento di produzione esterna oltre illimite convenuto, saranno valutate dalle parti alla stregua di richieste di lavoro straordinario pereccezionali eventi produttivi.d) LAzienda si impegna a non fornire ulteriormente materiali e attrezzi a dipendenti per svolgerelavoro esterno per conto dellAzienda.e) Le lavorazioni di montaggio meccanico saranno congelate nel 1978 alle quote del 1977.Peraltro entro la fine del 1978 si procederà ad una verifica per concordare le modalità del rientro ela sostituzione eventuale con altre lavorazioni, in relazione anche alle acquisite capacità dellaComesca di eseguire lavorazioni di montaggio meccanico.4) COMESCAIn relazione ai rapporti produttivi e gestionali e tenuto conto di quanto previsto nellaccordoaziendale Comesca del 4 novembre 1977, lAzienda si impegna come previsto al punto 3)Decentramento, a garantire alla Comesca un maggior volume produttivo ed a fornire gradualmentelavorazioni di montaggio tali da favorire una maggiore completezza produttiva.In relazione a quanto sopra, lAzienda riconosce alle 00.SS. e ai rispettivi Consigli di Fabbrica lapossibilità di incontri e contatti presso la propria sede su problemi produttivi e occupazionalicomuni. 75
  4. 4. 5) ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO E PROFESSIONALITAIn concomitanza con le richieste di investimento ed occupazionali si concorda:a) SCHEMA DI NUOVO METODO DI LAVORO NEGLI UFFICI TECNICI PremessaLa modifica dellorganizzazione del lavoro degli uffici tecnici si rende necessaria per affrontare leesigenze di sviluppo e riequilibrio produttivo concordate, allo scopo di pervenire ad unorganicaprogrammazione della ricerca, basata anche su livelli di maggiore professionalità dei lavoratori.In relazione al fatto che il lavoro dellufficio tecnico è strettamente collegato allandamento dellevendite, alle esigenze dei singoli clienti, alle modifiche e ad altri elementi non esattamentevalutabili,. resta inteso che il nuovo metodo di lavoro consente alla Direzione possibilità diintervento per modifiche alla composizione dei gruppi di lavoro, informazione sullandamento dellaricerca, variazioni di indirizzo e coordinamento con i programmi generali o s ettoriali e, in ogni caso,per il superamento di problemi e difficoltà particolari.Fasi essenziali del lavoro di ricercaPer la realizzazione pratica delle esigenze di progettazione di nuove macchine o di importantimodifiche si farà generalmente riferimento ai seguenti criteriParte comune agli Uffici Tecnici -1) La decisione di carattere generale, nei suoi vari aspetti tecnici, economici, commerciali, ecc., diiniziare la progettazione di una nuova macchina o importante modifica e le ricerche preliminarirelative alla valutazione delle possibilità di realizzazione, continuano ad essere competenza eresponsabilità della Direzione dellAzienda, fatti salvi gli accordi nel merito delle prospettiveproduttive aziendali che intercorrono fra le parti.2) Le decisioni di carattere tecnico-operativo riguardanti il programma di massima di lavoro delgruppo e lo schema generale della macchina, verranno adottate a seguito di una o più riunioni fraDirezione Tecnica, progettisti coinvolti degli uffici (a seconda delle esigenze: tecnico - meccanico,formati, elettrico) e, se del caso, altri esperti di problemi tecnici (brevetti, segreteria tecnica).Nel corso di tali riunioni si stabiliranno confronti e scambi collettivi di idee fra i partecipanti, alloscopo di accertare le più valide alternative di soluzione. In questa fase i progettisti saranno informatidelle esigenze dei clienti, della tecnologia usata dalla concorrenza, dei brevetti esistenti ed in base aqueste ed altre informazioni verrà discusso e deciso lo schema della macchina e le caratteristicheessenziali della ricerca (distribuzione delle parti del progetto, rapporto fra meccanica ed elettronica,ecc.), avendo cura di evitare unesasperata specializzazione.3) In stretto rapporto con la Direzione Tecnica, il progettista/i coinvolto/i possono procedere allarealizzazione delle prime prove di parti del progetto, in caso di macchine di caratteristichecomplesse che richiedano tale sviluppo di indagine. A seguito dellesito delle prove eseguite sistabilisce un confronto collettivo di idee e informazione a conclusione del quale viene deciso dipassare alla fase esecutiva della ricerca o di cambiare indirizzo alla medesima. 76
  5. 5. In questa fase vengono definiti i collaboratori (aiuto - progettisti, gruppisti , particolaristi) dei variprogettisti che formeranno il gruppo di lavoro tenendo conto di eventuali accordi disperimentazione o di esigenze di sviluppo professionale comunque contrattate.4) Esecuzione della ricerca - Ufficio Tecnico Meccanico -Si concorda che il/i progettista/i siano responsabili dello sviluppo del programma stabilito per laparte loro affidata. In tale veste orientano il lavoro del gruppo alla luce delle indicazioni contenutenel programma e della loro esperienza professionale. Informano in modo esauriente i collaboratori,con il contributo dei quali concordano l’avanzamento del lavoro.5) I progettisti, previa informazione alla Direzione Tecnica, potranno seguire lo sviluppo della partedi lavoro loro affidata nella fase sperimentale di costruzione, a partire dai problemilegati alle lavorazioni di officina fino al montaggio del prototipo in sala esperimenti.6) Quando la macchina sia collocata in produzione presso il cliente, i progettisti dovranno essereinformati dei problemi e difficoltà riscontrati in produzione ed in caso di necessità di eseguiresostanziali modifiche si concorda, che, salvo occasionali problemi organizzativi, queste venganoaffidate generalmente agli stessi lavoratori che hanno sviluppato la parte o il gruppo originario.7) Ufficio Tecnico Formati - Per limpostazione del lavoro si fa riferimento ai punti 1), 2) e 3) dellaparte comune.Nel punto 4) si concorda che al progettista che ha partecipato alla discussione dello schema dellamacchina verrà affidata la responsabilità dello sviluppo definitivo del formato. In tale veste orientail lavoro di gruppo, informa in modo esauriente i collaboratori con i quali concorda lavanzamento ela distribuzione del lavoro, dagli studi di gruppo fino alla risoluzione dei disegni di costruzione.Tale schema di lavoro vale anche per attività di progettazioneI punti 5) e 6) sono validi anche per l’ufficio Formati con particolare attenzione alle esperienzeriportate dai montatori.8) Ufficio Tecnico Elettrico - Per limpostazione del lavoro si fa riferimento ai punti 1) e 2) dellaparte comune.La realizzazione del punto 3) segue le stesse modalità dell’Ufficio Tecnico specialmente in unrapporto con la sala esperimenti elettrici. Per il punto 4) vale quanto detto al punto 4) parte comune,fino allultimo periodo che viene sostituito con quanto segue: «informano in modo esauriente icollaboratori, concordano lavanzamento e la distribuzione del lavoro in modo da consentire aidisegnatori di misurarsi gradualmente con lavori di progettazione».I punti 5) e 6) seguono il riferimento della parte comune.Strumenti di qualificazione professionale1) Si ribadisce che uno degli strumenti qualificanti al fine di allargare le conoscenze professionalinel senso di cui sopra è la sperimentazione.2) In relazione al nuovo modo di lavorare sopra descritto, si concorda che le informazioninecessarie per lo sviluppo del lavoro saranno integrate dalle seguenti possibilità: 77
  6. 6. a) consultazione di riviste tecniche specializzate, nelle parti interessanti specifici argomenti diricerca, delle quali la Segreteria Tecnica curerà lestrazione di copie.b) consultazione di relazioni dei montatori esterni messe a disposizione del gruppo di lavorointeressato nella parte di specificacompetenza.c) visitare fiere italiane, tenuto conto di criteri di priorità basati su:- necessità specifica di conoscenza ai fini del lavoro;- professionalità dei lavoratori, con precedenza assoluta ai progettisti;- esigenze tecnico - organizzative;- impegno economico e organizzativo dellazienda.Al rientro in sede gli interessati dovranno presentare una relazione scritta contenente valutazioni,impressioni ed eventuali proposte su quanto visto.d) Visitare macchine nostre e della concorrenza in funzione presso i clienti italiani, compatibilmentecon la possibilità di ottenere lautorizzazione e con gli stessi limiti di cui al punto c. Anche in questocaso deve essere presentata una relazione come sopra.e) Essere informati delle potenzialità duso e delle esperienze più significative effettuate sullHp conle disponibilità del fascicolo duso e dellindice delle procedure.f) Essere informati di importanti problemi tecnici riscontrati in officina o nelle fonderie.Per lUfficio Tecnico Elettrico sono validi i punti sopra riportati per lUfficio Tecnico Meccanico,con particolare attenzione allaggiornamento tecnologico molto importante nel settore dellaelettronica.Lo schema di lavoro sopra concordato verrà applicato in relazione allinizio di nuovi progetti e,nella misura in cui è possibile, per quelli in corso di attuazione.Gli strumenti di qualificazione vengono introdotti con decorrenza immediata.NOTA: nello svolgimento del lavoro dei gruppi e nellinterscambio delle esperienze professionali,nella misura in cui lavoratori dellarea progettazione e lavoratori particolaristi assorbiranno lavorodegli insiemisti, agli stessi verrà data possibilità di misurarsi con lavori di progettazione.Per quanto riguarda il gruppo di ricerca esterno (reparto B) si concorda che continuerà questaattività di pre - ricerca fino ad una dimensione massima di 4 unità comprensive del dirigente; salvopresenze occasionali.I 3 lavoratori che collaboreranno col Dirigente saranno scelti secondo criteri di professionalità,informandone preventivamente gli uffici interessati attraverso i delegati di reparto.Prima della fase di ulteriore sviluppo (oltre le 4 unità) del gruppo, le parti si incontreranno perstabilire le modalità di rientro dell’attività nella struttura aziendale, che proseguirà secondo lemodalità previste nel punto 3) dello schema di nuovo metodo di lavoro negli Uffici Tecnici. 78
  7. 7. b) MONTAGGIOOrganizzazione delle trasferte1) Le trasferte verranno normalmente richieste almeno con una settimana di anticipo. LAzienda siimpegna a programmare nelle situazioni realmente prevedibili (manutenzioni periodiche, collaudi ascadenze precise, ecc.) un calendario di trasferte con ricerca e preavviso a certa scadenza ailavoratori interessati, fatte salve le esigenze particolari da motivare.2) Qualora le caratteristiche del lavoro lo giustifichino, per trasferte preventivabili di duratasuperiore a un mese di effettiva permanenza in luoghi particolarmente disagiati da definire di voltain volta, oppure di durata superiore ai due mesi di effettiva permanenza negli altri casi, lAziendaprogrammerà la partenza di due montatori.3) Nellambito di cui sopra, in caso di revisioni complete e trasformazioni di macchine, la coppia dimontatori sarà formata da un lavoratore con esperienza di formato e da uno del montaggiomacchine quando la natura del lavoro lo giustifichi. Le parti concordano nel ritenere questaunoccasione per potenziare forme di rotazione e di aggiornamento allinterno dellarea delmontaggio.4) Si concorda che il montatore debba essere posto a conoscenza di tutte le notizie ed informazionipiù dettagliate sulla natura del lavoro da eseguire, sulle caratteristiche delle macchine, dei materialidi incarto e relativi prodotti (cere, colla, ecc.) e sulle prestazioni in genere della macchina stessa.Le notizie di cui sopra dovranno essere fornite a cura della Segreteria Montaggio ed eventualmentecompletate anche, verbalmente dai colleghi del montatore che in precedenza hanno visitato lo stessocliente.5) Al rientro dalla trasferta il montatore deve preparare con lassistenza della Segreteria Montaggio,una relazione riassuntiva contenente lanalisi degli eventuali problemi e difficoltà tecnicheriscontrati nel corso dellintervento ed eventualmente delle difficoltà ambientali e organizzative.Tale relazione sarà messa a disposizione dei reparti interessati per opportuna conoscenza:- Reparto Montaggio formati. e Sala Esperimenti per rendere note ai montatori e tecnici interessatile soluzioni dei problemi adottate ed eventualmente confrontarne la validità con altre studiate oapplicate.- Ufficio Tecnico e Gruppi di ricerca per relazioni o estratti di specifico interesse delluno odellaltro gruppo, specialmente in caso di macchine agli inizi del lavoro in produzione di cui sirichiedono valutazioni concrete delle prestazioni.LAzienda., compatibilmente con i problemi organizzativi attuali, intende procedere alcompletamento ed all aggiornamento dei manuali di montaggio per tutte le macchine ancora inproduzione entro il 1979 e impegnerà lufficio Tecnico nellaggiornamento dei disegni dinsieme edi montaggio.6)La durata della trasferta viene definita in circa tre mesi annui, salvo impedimenti giustificati delmontatore. 79
  8. 8. Oltre i tre mesi il montatore potrà rifiutare altre prestazioni in trasferta. LAzienda potrà avanzarerichieste di periodi superiori di trasferta dopo aver dato la possibilità agli altri di aver completati itre mesi . Verranno attuati criteri di rotazione che permettano ai montatori una maggiorqualificazione ed escludano, nei limiti della disponibilità, prestazioni ripetute negli stessi paesi,particolarmente nelle zone disagiate.7)Visite mediche e controlli.LAzienda si impegna a fornire informazioni preventive al montatore sulle condizioni ambientali eigienico - sanitarie locali e particolarmente sulle condizioni di lavoro allinterno della fabbrica in cuiè avviato. Al rientro dalle trasferte di durata superiore al mese in paesi di condizioni climatiche edambientali molto diverse dalle nostre, il lavoratore avrà diritto a controlli medici specifici pressoistituti pubblici.In particolare nei casi di dichiarata urgenza (certificato del medico personale dei lavoratori) o nelpericolo di malattie epidemico - contagiose, tali controlli saranno a carico dellazienda e potrannoessere effettuati eccezionalmente anche presso istituti privati. I relativi referti medici dovrannoessere sempre recapitati o ritirati dallinteressato o famigliari.8) Orario di lavoro, straordinari.Si afferma in via di principio che le parti tendono allo svolgimento di un normale orario di lavorocontrattuale. I montatori programmeranno la loro attività per conformarsi, per quanto possibile, agliorari di lavoro e ai sistemi organizzativi locali.In considerazione di quanto premesso, si concorda che le ore straordinarie potranno essere effettuateentro il limite massimo delle otto ore settimanali; a tali effetti sono escluse dal computo le ore diviaggio e le ore di lavoro effettivo prestate nei giorni considerati festivi in Italia e lavorativiallestero.Le ore eventualmente eccedenti il limite di cui sopra dovranno essere recuperate al rientro dallatrasferta, tenuto conto delle esigenze di lavoro. Le ore straordinarie effettuate in diverse trasfertenon saranno cumulabili per il recupero, cioè‚ verranno fruite di volta in volta.9) Altre modalitàPer ovvie esigenze organizzative, i fogli presenza dovranno essere compilati, firmati e timbrati dalcliente.Luso del taxi, che deve essere normalmente documentato, sarà limitato ai casi di effettiva necessitàIn caso di estrema necessità di procedere allacquisto di effetti personali durante la trasferta ilavoratori si impegnano a chiedere una preventiva autorizzazione alla Sede.Eventuali richieste di integrazione della dotazione monetaria iniziale dovranno esseretempestivamente rivolte soltanto alla Sede e non a terzi.Gli importi di "argent de poche" corrisposti dal cliente saranno dichiarati dal lavoratore e trattenutidallammontare‚ dei rimborsi al termine della trasferta. 80
  9. 9. Luso del telefono per servizio va limitato ai casi di effettiva necessità e urgenza.E consentito effettuare brevi telefonate per motivi personali in caso di trasferta di lunga durata ecomunque documentando spesa relativaPer evitare inutili spese e perdite di cambio, i lavoratori potranno ricevere istruzioni di utilizzare invia prioritaria valuta disponibile nel paese in cui operano invece che quella in dotazione.Trattamento economico delle trasferteLe parti prendono impegno a ridiscutere entro la metà del 1978 lintera materia del trattamentoeconomico di trasferta.NOTA A VERBALE DELLA DELEGAZIONE SINDACALEFino alla definizione di una nuova regolamentazione, le 00.SS. ritengono che si debba correttamenteapplicare laccordo aziendale del 1974.NOTA A VERBALE DELLAZIENDAIn attesa e preparazione di una regolamentazione concordata di tutti i problemi inerenti altrattamento economico delle trasferte, lAzienda richiederà che le spese sostenute ed esposte inoccasione di trasferte siano documentate per un minimo dell80%, ma tendendo generalmente allacompleta documentazione e secondo le seguenti modalità- I giustificativi saranno normalmente presentati su carta intestata originale degli alberghi eristoranti, con lindicazione del nome del montatore utente.La documentazione dovrà risultare attendibile per provare agli organismi di controllo che trattasi dispesa sostenuta per conto dellAzienda, essendo questa una condizione indispensabile per evitaresanzioni fiscali anche a carico dei lavoratori. 81
  10. 10. c) SALA ESPERIMENTILe parti concordano sulla necessità di modificare le caratteristiche funzionali della sala esperimentimediante definizione della sua collocazione organizzativa, che viene individuata considerandolaparte integrante della struttura di ricerca.Al fine di trasmettere alla ricerca le esperienze maturate nellarea del montaggio esterno eviceversa, nella sala esperimenti verranno stabiliti programmi di lavoro che prevedanolavvicendamento di progettisti e montatori a provare nuove soluzioni di problemi tecnici, averificare quanto sia stato sperimentato e risolto o si sia consistentemente modificato in sedeoperativa, o in altre prove su Prototipi, modelli, macchine, ecc.Di quanto sopra verrà data informazione di massima ai delegati di reparto interessati.Nellambito del lavoro di cui sopra, particolare importanza avranno le relazioni finali dei montatori.Rimarrà comunque un minimo di organico fisso che fungerà da coordinamento delle varie attività.d) COLLAUDO MACCHINESi concorda sul principio di inserire gradualmente i lavoratori di tale gruppo nellarea delmontaggio, applicando loro i criteri di arricchimento professionale secondo le modalità dellasperimentazione.In concomitanza con quanto sopra, verrà gradualmente trasferito n ello stesso reparto anche il lavorodi pulizia e smontaggio delle macchine per tabacchi (le operazioni di preparazione di spedizione,come predisposizione di ricambi e corredi vari e il controllo finale prima dellimballo, rimangono dicompetenza del reparto collaudo), mentre il lavoro di prova e preparazione delle macchinetradizionali continuerà a svolgersi con le attuali modalità.Per i lavoratori addetti a questultimo compito, si studierà la possibilità di assegnare, in aggiuntaallattuale lavoro, altre mansioni con caratteristiche di arricchimento professionale.e) DISCONTINUIPer i lavoratori discontinui addetti alla custodia si concorda che nei periodi in cui il sostitutorimane libero dallimpegno prioritario di sostituire gli altri (per varie ragioni mancanti), sarà adibitoprevalentemente a lavori con caratteristiche professionali simili, limitando lutilizzo in attività nonqualificate dufficio. Inoltre lAzienda si impegna a regolarizzare il servizio di pesa e custodiaalluscita, riducendo la pesatura ai soli casi di necessità effettiva di controllo.Si concorda che il servizio di infermeria sarà disponibile ai lavoratori dalle ore 7,30 alle 17.Al personale addetto verrà corrisposto un trattamento retributivo pari a 9 ore per cinque giornisettimanali.Lintervallo di mensa avrà durata di mezzora e sarà utilizzato in relazione alle effettive necessità delservizio stesso. Si concorda lestensione agli autisti del trattamento trasferta. 82
  11. 11. f) LAVORO A TURNISi concorda che lintroduzione di nuovi turni di lavoro avverrà soltanto in presenza di investimentiin macchinari tecnologicamente avanzati e a fronte di aumento dell’occupazione e ne verrà datainformazione preventiva al delegato di reparto interessato. LAzienda si impegna a completare lostudio del servizio mensa serale, in modo da poterla istituire entro il l° semestre 1978. I lavoratoriinteressati potranno fruire di un solo pasto al giorno allo stesso prezzo di quelli ad orario normale.Quanto prima, in relazione alle necessità dello studio, lazienda dovrà essere informata del numerodei lavoratori disposti a consumare il pasto serale in azienda.Per quanto concerne lesistente indennità per turni, si concorda:1) il raggiungimento della quota attuale del 6° livello per tutti gli addetti (Lit. 5.226. per turnogiornaliero).2) Raggiunta la parificazione, la ripresa del meccanismo di rivalutazione limitatamente al 30%dellimporto dei futuri aumenti di contingenza, in misura uguale per tutti. Quanto precede avràluogo nel momento in cui l’indennità del 4° livello raggiungerà la cifra attuale del 6° livello, comesopra definita.3) Si concorda che l’indennità per turni venga corrisposta nei soli casi seguenti:a) effettiva prestazione in turno;b) malattia o altro caso di assenza di una certa durata di uno dei due turnisti, allaltro presenterichiesto e disponibile ad effettuare lorario normale come da accordo aziendale del 1974.g) SPERIMENTAZIONELAzienda si impegna al programma di sperimentazione richiesto per i lavoratori e con le modalità edecorrenze di cui allallegato n. 1.h) INSERIMENTO IN PRODUZIONE DEI LAVORATORI DEL 2° LIVELLOA richiesta degli interessati e nel rispetto dei criteri di priorità consolidati, lazienda si impegna aprovare linserimento in produzione dei lavoratori inseriti nel 2° livello professionale, non oltre il 4°anno di anzianità aziendale (fatte salve le tutele di idoneità previste dalla legge).i) UTILIZZO DELLA 5 SUPERLe parti si impegnano ad un utilizzo strettamente contrattuale della 5 Super. Pertanto a decorreredalla data del presente accordo viene abolito, per i diplomati di nuova assunzione, lautomatismostabilito con accordo aziendale del 1971.l) ALTRI AUTOMATISMI AZIENDALIA partire dalle assunzioni successive alla data del presente accordo e per lavoratori dipendenti checonseguono la laurea o il diploma dopo la stessa data, sono abrogati gli altri automatismi aziendalistabiliti con accordo del 1971. 83
  12. 12. 6) VERIFICA INQUADRAMENTO UNICOViene concordato il passaggio di categoria dei lavoratori e con le decorrenze in allegato n. 2.7) AMBIENTE DI LAVOROa) Si concorda di procedere ad una serie di interventi e modifiche nellambiente di lavoro di alcunireparti, secondo le indicazioni e con le scadenze concordate in allegato n. 3.b) Per quanto concerne materiali e sostanze di lavorazione, lazienda si impegna a continuare arichiedere ai fornitori ed a fornire al C.d.F., tutte le notizie utili ad individuarne le caratteristichefisico - chimiche od eventuali elementi di nocività. Inoltre, in caso di valutazione discorde di taleinformazioni, lAzienda di sua iniziativa o a richiesta dei rappresentanti sindacali, affiderà ad entipubblici specializzati eventuali analisi dei prodotti contestati, il cui risultato verrà valutato dalleparti.c) In attesa di una regolamentazione concordata secondo le previsioni del CCNL sulla materia,lAzienda è daccordo di utilizzare per le rilevazioni ambientali previste dallart. 27 DisciplinaGenerale Sez. 30, il Consorzio Socio - sanitario con le modalità di contratto. Gli oneri derivantidalle rilevazioni concordate tra azienda e rappresentanze sindacali saranno a carico dellAzienda.Resta salvo quanto potrà essere concordato in diversa sede per lintegrale applicazione dellanormativa contrattuale.8) MONTE ORE DEL CONSIGLIO DI FABBRICASi concorda che non deve essere superato il monte ore retribuito di 2600 annue a disposizione delC.d.F.Nota a verbale delle OO.SS.Le ore sono comprensive dellutilizzo per i collegamenti di cui al punto 49) ELIMINAZIONE DIFFERENZE NORMATIVE AZIENDALILAzienda assume il pagamento della retribuzione per il periodo di cure termali per i lavoratori perun massimo di due settimane lanno, con i limiti e le modalità seguenti.Le cure autorizzate dallINPS od ONIG saranno retribuite al 100%, quelle autorizzate dall’INAM al60%, entrambe non cumulativamente fino ad un massimo di tre anni ogni cinque di permanenza inazienda. Per i lavoratori impiegati che al 31/12/77 hanno già ottenuto l’autorizzazione INAMrimane in vigore per il 1978 il trattamento attuale. Quando gli istituti suddetti saranno assorbiti inun unico organismo come previsto dalla legge, le parti si incontreranno per ridiscutere la materiaalla luce delle eventuali diverse normative e situazioni.10) strumenti di LAVOROL’Azienda si impegna ad acquistare direttamente, ma con gradualità, gli strumenti di lavoro (calibrie metri) finora acquistati personalmente dai lavoratori, a fronte di un impegno al loro buon uso econservazione accurata da parte degli interessati, che dovranno restituirli sia in caso di risoluzionedel rapporto di lavoro sia nella eventualità di una loro sostituzione per rottura o avaria. 84
  13. 13. 11) RETRIBUZIONEA decorrere dall1/l/1978 Si concorda di aumentare le retribuzioni nella misura seguente:a) Premio di produzione - Viene aumentato da Lit. 20.000. a Lit. 27.000. lorde mensili.b) Superminimi collettivi - Aumento dei superminimi collettivi a raggiungere i seguenti livelli2° livello Lit. 48.000. mensili3° livello Lit. 57.000. mensili4° livello Lit. 68.000. mensili5° livello Lit. 81.000. mensili5° livello Super Lit. 70.500. mensili6° livello Lit. 103.500.- mensili7° livello Lit. 118.500. mensilifermo restando quantaltro non modificato nellaccordo aziendale del 1974.In relazione a quanto sopra si concorda il pagamento "una tantum" di un importo di Lit. 45.000(quarantacinquemila) lorde uguali per tutti i lavoratori in forza alla data della firma del presenteaccordo.BOLOGNA, 20 DICEMBRE 1977per la F.L.M. PROVINCIALEper il CONSIGLIO DI FABBRICAper l AZIENDA 85
  14. 14. 86
  15. 15. ACCORDO AZIENDALE 1979 25 giugno 19791°) - VERIFICA DELLA GESTIONE DELL ACCORDO AZIENDALE DEL 1977a) - Ricerca Tecnica1) LAzienda conferma di voler procedere nello spirito dellaccordo aziendale del 1977 e di tendereal superamento dei ritardi anche obiettivi accumulati nellavvio di una diversificazione nella ricerca.2) In relazione al programma informativo presentato dall’Azienda in data 3/5/79 che integra ecompleta precedenti documentazioni, il C. d. F. ha espresso una valutazione positiva in merito agliimpegni di lavoro assunti per lufficio tecnico.3) Si concorda pertanto che le parti procederanno a verifiche periodi che per valutare lorientamentodei programmi di ricerca rispetto alle scadenze stabilite, nonché‚ eventuali problemi inerentil’avanzamento del lavoro e le priorità stabilite.4) Le parti convengono inoltre sulla necessità di dare impulso ulteriore al lavoro di gruppo medianteprogressivo decentramento di responsabilità e con limpegno di tutti a stabilire più razionalicollegamenti e a qualificare il proprio lavoro in modo sempre più autonomo e responsabile.A tal fine 1 Azienda informerà entro il mese di settembre 1979 Il C.d.F. sulla formazione ecomposizione dei due gruppi di lavoro che daranno avvio alla fase di ricerca indicata nelprogramma concordato.5) In riferimento allaccordo aziendale 1971 per quanto concerne il problema degli insiemisti siconviene di inserire gradualmente i lavoratori interessati nellarea di progettazione.La Direzione Tecnica provvederà quindi a designare a rotazione alcuni particolaristi da adibire allosvolgimento del lavoro di insiemista compatibilmente con i programmi in corso, per consentire lagraduale Sperimentazione degli insiemisti con un criterio di priorità che tenga conto delladisponibilità degli interessati e della loro anzianità di servizio.Entro 1 1/9/79 1 Azienda provvederà allinserimento di almeno un insiemista nellarea diprogettazione nel rispetto dei criteri sopra indicati.b) - Situazione Ufficio FormatiIn considerazione del fatto che il lavoro svolto in seguito all’introduzione del calcolatore è ancora infase sperimentale, si ritiene prematuro formulare valutazioni di natura professionale sulle figure chesi potranno costruire in una fase di lavoro più avanzata.LAzienda valuta che la meccanizzazione complessiva del lavoro di più modeste qualità consentiràun miglioramento della situazione professionale dei lavoratori del reparto che potranno essere piùproficuamente utilizzati in rapporto alle loro capacità.Si concorda comunque che le parti si confronteranno entro e non oltre il 1979 sui problemiemergenti e con gli elementi di valutazione di cui I Azienda sarà in quel momento in possesso. 87
  16. 16. 2°) - INFORMAZIONI E DECENTRAMENTO PRODUTTIVOLAzienda dichiara di perseguire il massimo di potenziamento produttivo e professionale dellaComesca con tutti i mezzi possibili in rapporto alle caratteristiche organizzative e di struttura dellastessa i programmi relativi sono già in corso di svolgimento e prevedono costruzione e montaggiodi due commesse di macchine complete CK ( 40 macchine ).LAzienda fornirà quadrimestralmente al C. d. F. una informazione sul decentramento, suddiviso inore complessive e per tipo di lavorazione, comprese quelle di verniciatura e di cablaggio elettrico.In relazione ai programmi produttivi e al turnover prevedibile, l’Azienda fornirà al C. d. F. i daticomplessivi del fabbisogno occupazionale, suddivisi indicativamente per aree settoriali e percaratteristiche professionali generali.Allincirca ogni 4 mesi le parti effettueranno una verifica su quanto sopra.In quella sede l’Azienda informerà il C. d. F. sul dato articolato del fabbisogno occupazionale chetenga conto del turnover prevedibile nonché‚ degli incrementi occupazionali eventualmente previstiin base ai programmi e andamenti produttivi.Per quanto concerne l’informazione sui problemi di mobilità interna, si continuerà con il sistema delconfronto fra le due parti allo scopo di tenere conto delle aspettative e delle aspirazioni deilavoratori in forza a cercare migliori qualificazioni professionali.Le parti discuteranno entro il mese di ottobre 1979 le eventuali modalità e tempi di rientro dellelavorazioni di montaggio da Reggio Emilia.3°) - VERTENZA PROVINCIALE SULL OCCUPAZIONEA fronte della situazione di crisi di alcune aziende della provincia e tenendo conto delle richiesteformulate dai lavoratori, 1Azienda si impegna di assumere 6 lavoratori concordando con il C d. F.lazienda di provenienza, il reparto di inserimento, i tempi di assunzione. Dei 6 lavoratori previsti, 3verranno assunti entro luglio ed inseriti nel reparto sbavatura, mentre per gli altri 3 1inserimentoviene previsto entro il 31 dicembre 1979, indicativamente in aree di manovalanza, come magazzinofusioni e imballi o pulizie.I lavoratori, dopo leffettuazione della visita presso I ENPI, effettueranno una prova di 5 giornilavorativi al termine della quale lo stesso lavoratore confermerà allAzienda la sua scelta definitiva.4°) - CONTRATTI DI FORMAZIONE E LAVOROLAzienda conferma 1 assunzione a tempo indeterminato dei 10 giovani il cui contratto scade tra il9 maggio e il 15 giugno 1979. Contestualmente si concorda sulla necessità di verifiche periodichedellandamento della situazione per gli altri contratti di formazione e lavoro un primo incontro diverifica si avrà entro il corrente mese.Se le verifiche troveranno concordemente esito positivo i contratti verranno trasformati in contrattidi lavoro a tempo indeterminato. 88
  17. 17. 5°) - SBAVATURAIn considerazione delle condizioni di lavoro del reparto di sbavatura, che sono diverse da quelledegli altri reparti perché‚ caratterizzate da fattori ambientali come rumore e polvere, non facilmenteeliminabili allo stato attuale delle conoscenze tecnologiche, dato atto dellimpegno continuodell’Azienda a risolvere tali problemi, le parti nel proposito di migliorare ulteriormente talicondizioni di lavoro e quelle professionali del reparto allo scopo di renderle confrontabili con quelledi tutti gli altri reparti:1) continueranno ad operare per la ricerca e lutilizzo di dispositivi, attrezzature ed impianti semprepiù idonei ed efficienti.2) concordano che le visite pre - assunzione e quelle periodiche di legge vengano demandate, nonappena possibile, ad un ente pubblico specializzato, scelto di comune accordo, che ne curerà losvolgimento. Tale ente sarà competente a valutare altresì eventuali controversie e contestazioni tra ilavoratori ed azienda riguardanti la permanenza dei lavoratori nel reparto e le loro attitudini allavoro specifico3) Nellimmediato inoltre, per incentivare lingresso dei giovani in tale lavoro, 1Azienda si impegnaa realizzare un piano di rotazione degli addetti che tenendo conto delle esigenze tecnico -produttive, consenta una permanenza nel reparto comunque non superiore a 5 anni.A fronte di tale impegno i lavoratori che verranno assunti nel reparto e quelli già in forza dovrannoritenersi a loro volta impegnati a ricercare una qualificazione professionale che faciliti il loroinserimento in altre aree.NORMA TRANSITORIA entro luglio 79 verranno assunti tre sbavatori per completare lorganicodi reparto e consentire contestualmente lassegnazione ad altro lavoro dei primi 2 lavoratoriinteressati al programma di rotazione. Le assunzioni di cui sopra avverranno sulla base del presenteaccordo punto 3).4) - In riferimento a quanto previsto ai punti precedenti e tenuto anche conto della disponibilitàdellAzienda a realizzare indagini e ricerche sui fattori ambientali del reparto, 1Azienda riducelorario di lavoro giornaliero a 7 ore e 30 minuti dall1/7/79 e a 7 ore dall1/1/80 mantenendo unaretribuzione pari a 8 ore. Peraltro tale riduzione e connessa e condizionata alla situazione dellecaratteristiche del lavoro nel reparto e sarà modificata con un ritorno allorario normale selaccennata situazione sarà superata con interventi ambientali ed organizzativi tali da rendere illavoro confrontabile con quello degli altri reparti o aree professionali.Resta inteso che la riduzione dorario con relativa maggiorazione retributiva è valida esclusivamenteper il periodo di lavoro prestato nel reparto. Quando i lavoratori vengono assegnati ad altro lavoro,riprendono le modalità di orario pieno in atto nellazienda, con retribuzione uguale a quellaaziendale della loro qualifica.Inoltre nel caso in cui essi richiedano di frequentare corsi esterni di qualificazione professionale,nella concessione dei relativi permessi si farà riferimento allorario normale di lavoro di tutti gli altrilavoratori.6°) - PROGRAMMA DI INTERVENTI SULL AMBIENTE DI LAVORO.Si concorda lallegato programma per completare gli impegni di interventi sullambiente di lavoroprevisti dallaccordo del 1977 ( Allegato 1). 89
  18. 18. 7°) - TRATTAMENTO EX FESTIVITA 1979Si concorda di regolamentare per il 1979 il seguente programma di giornate di recupero delle exfestivitàex festivo riposo di recupero19/3/979 24/12/7924/5/979 27/12/7914/6/979 28/12/7929/6/979 31/12/79L’Azienda corrisponderà la normale retribuzione riguardante la prestazione lavorativa nel giorno exfestivo, mentre il trattamento di festività verrà corrisposto nel giorno previsto per il recupero.I lavoratori potranno inoltre chiedere, a loro discrezione, un giorno di riposo a recupero di unaquinta festività con il solo limite delle esigenze di lavoro del reparto. In tal caso peraltro, 1 Aziendanon corrisponderà alcun trattamento retributivo per tale giornata. in quanto il trattamento ‚ sostituitoda quello della ex festività del 6 gennaio 79, già corrisposto.Le parti concordano nel ritenere che quanto sopra rappresenta una regolamentazione transitoria perlanno in corso in attesa della definizione del problema a livello contrattuale.Si concorda che i giorni di recupero delle festività soppresse non saranno conteggiati ai fini dellaentità del periodo feriale di ciascun lavoratore.Inoltre, nel caso in cui uno o più giorni di recupero delle festività soppresse cadessero in periodo dimalattia o infortunio, il lavoratore non potrà recuperare tali giornateI lavoratori che nelle giornate stabilite per il recupero si trovassero a prestare la loro opera intrasferta, dovranno effettuare le corrispondenti giornate di riposo entro un mese dal rientro dallatrasferta stessa.Per gli addetti alla custodia dello stabilimento il recupero delle festività verrà effettuato a rotazionenellambito del programma di turni stabilito.I custodi che devono assicurare il loro servizio in uno o più giorni stabiliti di recupero potrannorecuperare le corrispondenti giornate di riposo entro il 28/2/1980. 90
  19. 19. Allegato 1 AMBIENTE DI LAVORO1) Sistemazione taglio - ferroSotto finestre, con maggior spazio, dotazione di macchine per trasporto e miglioramentodellapertura finestre : entro il 1981.2) Raddrizzatura- Ricambio aria : entro il 1980.- Prova pressa : primavera del 1980. Si ritiene superato luso del bilanciere.3) AlesatriciSistema di aspirazione polvere sullutensile : entro il 1980. Altro esperimento verrà effettuato entrosettembre.4) TornioStudio sistemi di aspirazioneStudio protezioni sui mandrini: sono in atto si esauriscono entro il 19795) CopiatriceSistema aspirazione a cappe grosse è in attuazione si definisce entro il 1979.6) VerniceIsolamento lavaggio per problema calore. Creare spazio in zona uscita dal fornoSistema di asportazione pezzi verniciati e collocazione presso aspiratori, aspirazione al carteggioRevisione generale delle vasche: entro il 19807°) MontaggioRealizzazione impianto aria simile a quello della parte nuova: si inizia dopo le ferie del 1979.8) Sistema prenotazione pasti mensaE’ da migliorare entro il 1979. 91
  20. 20. 92

×