1969 accordi gd 08   1990 - 1991  pag 175 - 196
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

1969 accordi gd 08 1990 - 1991 pag 175 - 196

on

  • 464 views

 

Statistics

Views

Total Views
464
Slideshare-icon Views on SlideShare
464
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
2
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    1969 accordi gd 08   1990 - 1991  pag 175 - 196 1969 accordi gd 08 1990 - 1991 pag 175 - 196 Document Transcript

    • ACCORDO AZIENDALE 2/1/1990TRASFERIMENTO DEL TRADIZIONALE G.D ALLA SOCIETA ACMATra la Direzione della G.D e dell’A.C.M.A. e i Consigli di Fabbrica della G.D e dellA.C.M.A., la RASFIM CISL G.D, assistiti da FIM-FIOM-UILM Territoriali si conviene quanto segue:PREMESSALe OOSS, nel corso degli incontri sul problema in oggetto, hanno più volte evidenziato alle due aziendelopportunità che il clima dei rapporti sindacali, nel quale tale operazione va’ ad inserirsi, debba essere taleda suscitare la massima fiducia dei lavoratori interessati e facilitare una crescente aggregazione di consensidegli stessi cammin facendo.In riscontro a tali valutazioni e richieste, è stato sottoscritto laccordo 19.10.1989 che, fondamentalmente, siarticola nellaccoglimento di due richieste delle OOSS stesse:1) Superamento e conclusione della Cassa Integrazione2) Accettazione di un miglioramento salariale aziendale in ACMA che porta il livello collettivo delleretribuzioni a raggiungere in tempi determinati quello delle retribuzioni G.D.Sempre allo scopo di facilitare una soluzione negoziale, le due aziende hanno predisposto, presentato edillustrato alle controparti sindacali, nel corso di ripetuti incontri, diversi documenti, di cui i duefondamentali datati 5 aprile 1989 e 14 dicembre 1989 sono acquisiti come allegati al presente accordo dicui costituiscono le premesse.1) RELAZIONI SINDACALIEssendo loperazione di trasferimento finalizzata al riequilibrio e sviluppo delle attività produttive edelloccupazione nelle aziende del Gruppo attraverso lutilizzo ottimale delle risorse tecniche/economiche,professionali ed organizzative, si concorda che, annualmente , le due aziende G.D ed ACMA-GDforniranno le informazioni industriali in forma congiunta, toccando i più rilevanti aspetti di politicaindustriale, i connessi problemi occupazionali e gli aspetti di politica organizzativa e professionali.Tale occasione di esame congiunto farà salva lautonomia gestionale delle singole aziende.2) MODALITA GENERALI DI TRASFERIMENTOASPETTI NORMATIVI E CONTRATTUALIConvergendo le parti sullintendimento di realizzare un positivo inserimento dei lavoratori G.D nellambitodella ACMA-G.D, anche attraverso le misure di cui lazienda ha dato comunicazione, si conviene diesaminare e definire entro il 30/9/1990,i principali aspetti normativi e contrattuali del personale trasferito inbase ai seguenti orientamenti:a) I lavoratori interessati al trasferimento continueranno ad operare di norma o prevalentemente secondo lequalificazioni conseguite, nellambito delle competenze e responsabilità organizzative di cui e stata data unaprima informazione alle OOSS e nello spirito di quanto sopra, si opererà per 175
    • realizzare le modalità più appropriate per facilitare gli adempimenti connessi con il trasferimento, compresii più efficienti collegamenti di lavoro e servizi. 176
    • C)Trattamenti di trasfertaI lavoratori G.D assegnati ad ACMA conserveranno i trattamenti G.D in atto fino al 30/09/1990. Entro taledata verranno definite tra le parti le nuove forme di trattamento delle trasferte dei montatori unificata trapersonale ACMA e personale G.D trasferito.3) PERSONALE INTERESSATO AL TRASFERIMENTOI lavoratori degli uffici e dei reparti interessati (come da elenco allegato) saranno trasferiti a partire daitempi previsti e rimarranno a libro paga G.D orientativamente fino al 30/9/1990 e comunque per 6 mesidopo il trasferimento.Ai lavoratori attualmente occupati in G.D in attività "tradizionali non interessati al trasferimento verrannoassicurate mansioni e condizioni di lavoro equivalenti.A far data dall1.10.1990 e salvo quanto prima stabilito, i lavoratori saranno trasferiti a libro paga ACMA-GD conservando l’anzianità di servizio maturata a tutti gli effetti di legge e di contratto.4) INDENNITA DI ANZIANITA E TFR MATURATIL’indennità di anzianità e il TFR maturati alla data del passaggio verranno registrati sui libri contabiliACMA agli effetti di quanto previsto dallart. 2112 C.C. e dal contratto di affitto di ramo dazienda stipulatotra le due aziende.5) CONTRATTI DI FORMAZIONE E LAVOROI giovani assunti con contratto di formazione interessati al trasferimento verranno confermati alla data delpassaggio e la loro anzianità di servizio considerata come sopra agli effetti dello sviluppo professionale e dicarriera.6) CESSAZIONE DELLA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNIPer quanto riguarda la cassa integrazione che ha interessato lazienda ACMA, le parti si danno atto eribadiscono che con laccordo aziendale del 19.10.1989 è stato definito il problema e pertanto il personaledi cui trattasi non sarà in alcun modo interessato alla procedura peraltro in fase conclusiva.7) SITUAZIONI PERSONALILe due aziende si dichiarano disponibili a valutare, entro 15 giorni dallassegnazione, eventuali signific ativesituazioni di difficoltà personali di trasferimento , anche al fine di verificare la possibilità di individuareeventuali soluzioni che non portino ad alterare le necessità programmate per loperazione.Bologna, 2 Gennaio 1990 177
    • ACCORDO AZIENDALE 9/2/1990PREVILABORFra la Direzione G.D SPA, la FIM-FIOM-UILM Territoriale, ed il Consiglio di Fabbrica,premesso- che il presente protocollo si pone lobiettivo di rendere operativo in materia di previdenzaintegrativa quanto già sottoscritto in data 04.02.1988- che FIM-FIOM-UILM convengono nel ritenere che lAssociazione costituita in Bologna il 30.10.1989denominata PREVILABOR (dora in poi «Associazione»), il cui statuto e regolamento si allegano alpresente accordo, concretizza un programma collettivo di previdenza complementare a favore deidipendenti che volontariamente richiederanno (ai sensi del contratto integrativo aziendale) lutilizzo diquote di trattamento di fine rapporto (TFR) e il versamento delle quote contributive individuali,- che lazienda accetta la valutazione fatta dalle 0.0.S.S. per la soluzione « previlabor » come concordata diseguito- che le parti confermano tuttavia l’utilità ed opportunità di salvaguardare il principio della possibileconcorrenzialità di soluzioni sulla materia,si conviene quanto segue:DECORRENZAIl presente accordo è operativo a far data dall1/1/1990.MODULISTICAIl dipendente che richiede lutilizzo di quote di TFR e la trattenuta dei versamenti individuali, dovràcompilare apposito modello autorizzando lazienda ad effettuare le operazioni previste, indicando la data didecorrenza delle trattenute in busta paga relative ai contributi individuali da versare allAssociazione.TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTONel mese di luglio di ciascun anno lAzienda verserà allAssociazione, in una unica soluzione, la quota diTFR dovuta ai sensi dellaccordo integrativo aziendale per coloro che lo richiederanno. 178
    • CONTRIBUTI INDIVIDUALIIl dipendente dovrà indicare nel modulo di adesione limporto annuo dei contributi individuali da versareallAssociazione come da tabella allegata, indicando almeno il versamento minimo corrispondente allaquota di anticipo del TFR richiesto allazienda ai sensi di quanto previsto dallo Statuto e dal RegolamentodellAssociazione.LAzienda tratterà in busta paga in ratei mensili il contributo individuale del lavoratore.MODALITA VERSAMENTI ALLASSOCIAZIONELAzienda verserà, su apposito conto corrente di un istituto bancario individuato dallAssociazione, icontributi individuali trattenuti con la distinta delle posizioni ed i relativi importi previsti con valuta delgiorno di pagamento delle retribuzioni di ciascun mese.Analogamente, con cadenza mensile, comunicherà allAssociazione attraverso apposito supporto magneticoo con altro mezzo equipollente i dati relativi ad ogni singola posizione.NUOVI ASSUNTII lavoratori neoassunti potranno accedere allanticipazione del TFR nellanno solare successivo a quello diassunzione.LAzienda si impegna allatto del superamento del periodo di prova a consegnare al neoassunto copia dellostatuto, del regolamento e modulo di adesione allAssociazione stessa.I contributi individuali dei neoassunti verranno trattenuti nel primo mese utile e versati con le modalitàsopra previste.NORMATIVA GENERALEResta comunque inteso che quanto oggetto del presente accordo dovrà in ogni modo essere conforme allanormativa fiscale e previdenziale in vigore ed in ogni caso si dovrà uniformare ad eventuali norme di leggeche dovessero nel frattempo essere emanate a modifica di quelle attualmente vigenti.Le parti si incontreranno periodicamente per un esame congiunto della presente iniziativa al fine diverificare anche gli aspetti applicativi dellaccordo oltre che situazioni particolari che avessero adeterminarsi.Per il C.d.F. Per l’aziendaper FIM CISLper FIOM CGILper UIL UILMBologna,9 febbraio 1990 179
    • ALLEGATO 1 TABELLA VERSAMENTIDAL 1990ANTICIPO TFR AZIENDA CONTRIBUTO INDIVIDUALE Trattenuta Annuale Annuale Mensile Minimo minimo £. 360.000 360.000 30.000 £. 420.000 420.000 35.000 £. 480.000 480.000 40.000Le cifre di anticipazione del TFR e del contributo individuale sono rivalutabili annualmente, ad inizio anno,applicando il coefficiente di rivalutazione del TFR ufficiale dell’anno precedente. 180
    • RIDUZIONE ORARIO DI LAVORO PER IL 1990 - RECUPERO EX FESTIVITA - - S. PATRONO -Come previsto dal C.C.N.L. vigente le parti convengono:1 - la riduzione di orario contrattuale per i lavoratori a regime di orario normale e discontinuo vienerealizzata per il 1990 mediante godimento nel corso dellanno di 48 ore di permesso personale retribuito (40ore CCNL 1983, 8 ore CCNL 1987). Tali permessi dovranno trovare posto nella normale programmazione dei riposi e delle prestazioni ocomunque essere richiesti con congruo anticipo ai capi - reparto salvo casi eccezionali di necessità eurgenza.La loro amministrazione sarà tenuta separata ed autonoma da quella delle ferie individuali e con voce dipaga apposita denominata «Ore riduzione orario».1 bis La riduzione di orario contrattuale di 8 ore ulteriori viene realizzata per tutti i lavoratori mediantechiusura collettiva aziendale il 30 Aprile 1990.2 - Le quattro ex festività lavorate saranno recuperate nelleseguenti giornate: 24Dicembre1990 27Dicembre1990 28Dicembre1990 31Dicembre1990Pertanto gli stabilimenti di Bologna e Anzola resteranno chiusi dal 22112/90 al 1/1/91 compresi.3 - La festività del S. Patrono è fissata il 4 Ottobre 1990 anche per gli stabilimenti di Anzola.Bologna, 15 febbraio 1990Per il C.d.F. Per l’aziendaPer RAS FIM CISL 181
    • FORMAZIONE PROFESSIONALEPremesso che lazienda e il C.d.F. ravvisano nei gruppo di lavoro un opportuno strumento per la formazionein tempi non lunghi (16-18 mesi) di lavoratori neo assunti (CFL) , e che i lavoratori interessati sonodaccordo nel merito della proposta e dei suoi obiettivi formativi, si conviene di iniziare lesperimento dalgennaio 1991 sulla base dei seguenti parametri:1) il metodo di addestramento previsto sarà quello consistente nellaff iancamento dei giovani apersonale esperto, affiancamento integrato da aspetti e momenti teorici di insegnamento.2) Verrà identificato un responsabile della funzione di coordinamento delle fasi e dei contenuti generalidelladdestramento - formazione, fermo restando il metodo di lavoro del gruppo fin qui praticato e letipologie di macchine sulle quali operano i lavoratori.3) Il gruppo sarà dotato di strumenti per evidenziare il tempo di lavoro; quello destinato alladdestramento elattività di coordinamento.4) I lavori da svolgere allinterno del gruppo restano quelli definiti nella prassi di lavoro recente e conlaccordo aziendale del 1988.5) La formazione teorica sul disegno, le conoscenze dei materiali, le caratteristiche generali dellaprogettazione e le conoscenze di base della trigonometria saranno svolte in azienda da tecnici G.D,preferibilmente durante lorario di lavoro e con modalità da definire e allargandole a tutti i componenti delgruppo, ritenendolo utile in rapporto alle conoscenze dei medesimi.6) Lesperienza compiuta sarà soggetta ad una verifica entro la fine del 1991.7) Sulla base di quanto previsto dal reticolo professionale dellinquadramento unico, i giovani in contrattodi formazione e lavoro verranno assunti al 3° livello e, orientativamente fra i 16/18 mesi, potranno acquisireil 4° livello - normativa 1, mentre per il coordinatore si prevede la possibilità di acquisizione del 6° livello.per il C.d.F. per lAziendaBologna, 12 dicembre 1990 182
    • VERBALE DI ACCORDO FLESSIBILITA’ 1991Lazienda ha dato informazione sui programmi produttivi ed occupazionali che confermano per il 1991-1992, oltre al necessario reintegro del turnover, un aumento dell’organico dei reparti produttivi di circa 50unità.Alla luce di quanto precede e tenuto conto delle necessità aziendali e delle considerazioni e valutazionisindacali, le parti convengono sulla necessità di attuare un programma di flessibilità e straordinario per learee di OFFICINA (GD1 e GD2) per il MONTAGGIO (Macchine - Formati meccanici e elettronici),AREA MAGAZZINI (GD1 e GD4) IMBALLO, SPEDIZIONI e SERVIZI.Tale programma sarà regolato dalle seguenti normative valide soltanto per i lavoratori appartenenti aisettori interessati ed in ragione delle particolari modalità e caratteristiche delloperazione:Volontarietà.Durata: 1° periodo: da Febbraio 1991 a Marzo 1991 (8 sabati) con rinnovo e 2° periodo (dopo verifica afine marzo) : da Aprile al 15 Giugno 1991Orario: di norma dalle ore 7.00 alle ore 13.00;per i turnisti cè la possibilità di orario 6-13 (con pagamento, in tal caso, dell’indennità di turno)Sarà possibile, ad ogni lavoratore che lo richieda, il recupero come permesso personale del 25% delle orelavorate, a decorrere dal l~ Ottobre 1991.Le ore lavorate saranno maggiorate del 50% come da CCNL.Si corrisponderanno inoltre le seguenti maggiorazioni orarie lorde:fino al 4° livello Lit. 2.500 5° 2.700 5/S 3.000 6 3.400Lazienda fornirà, a consuntivo, le risultanze di questo accordo.Per il CdF Per l’aziendaBologna, 1° Febbraio 1991 183
    • SERVIZIO DI PORTINERIAA) Mansionario - Compiti e responsabilità del personale di portineriaSi ribadisce limportanza del documento esistente (allegato) e la necessità dl illustrarlo nei suoi dettagli atutti per un corretto svolgimento del ruolo di custodia - portineria.Si riconferma il concetto di evitare labbandono del posto di lavoro, tutelare e rispettare i beni e proprietàaziendali, stare vigili in servizio, utilizzare con misura i permessi come gli altri lavoratori.b) Conoscenze ed informazioni su impianti aziendali per interventi di emergenza.Vanno aggiornate anche periodicamente, le notizie su apertura - chiusura porte, sistemi antincendio,controlli notturni e comportamenti in casi speciali, sistemi di allarme, chiamate di emergenza (fuoco, neve,disastro, allagamento, guasti caldaie, impianti critici etc.)Vanno altresì aggiornate le normative di comportamento per i custodi in casi di perquisizioni, furti da partedi dipendenti o di esterni, controlli del patrimonio, diritti e doveri del personale in azienda.c) Compenso per cambio turnoViene corrisposto nel caso improvviso di malattia - indisposizione, grave fatto familiare o forza maggiore,che impedisce ad un addetto di prestare servizio nel turno assegnatogli, al suo sostituto disponibile, arichiesta dellazienda, a prendere il suo posto con le modalità di cui allallegato.d) Il tempo occorrente per ottenere il porto d’armi è a carico della azienda. Il rinnovo della qualità diguardia giurata è svolto dallazienda.La qualità delle divise sarà verificata dallufficio acquisti con i fornitori.e) Le esercitazioni di tiro per tre volte allanno saranno retribuite.f) Il responsabile del gruppo, come da comunicato ufficiale, è il sig. Valleriani che riferisce al capoufficio personale e al Direttore del Personale.In assenza del primo, i turni potranno essere predisposti sperimentalmente da chi ne abbia lattitudine, fattosalvo il controllo del capo ufficio personale ad evitare tensioni e polemiche.g) E allo studio una revisione della collocazione e del sistema di pesatura e degli accessi alla sede.h) Verranno procurati pasti caldi da vicino locale di ristorazione nei giorni di sabato e festivi a spesedellazienda per coloro che lo richiedono. Chi vuole continuare a fruire di un compenso di L.13.000. puòfarlo in via continuativa: tuttavia in nessun caso viene più autorizzata luscita per consumare il pasto adomicilio. 184
    • COMPENSO PER CAMBIO TURNO A CAUSA DI RICHIESTA DELLAZIENDA(COME SPECIFICATO PUNTO C ORDINE DI SERVIZIO 10.02.92)1) A = 06-14 Caso: Manca A B = 14-22 B fa 06-18 e riceve in più L. 30.000 lorde C = 22-06 C fa 18-06 e riceve in più L. 40.000 lorde Manca B A fa 06-18 e riceve in più L. 30.000 lorde C fa 06-18 e riceve in più L. 40.000 lorde Manca C A fa 06-18 e riceve in più L. 30.000 lorde B fa 18-06 e riceve in più L. 40.000 lorde oppure A ha già fatto 06-14 e nella stessa giornata fa 22-06 e riceve in più L. 60.000 lorde2) Richiesta sospensione GIORNI DI FERIE = riceve in più L. 50.000 lorde3) I turni 7.30-18 , 7-18 , 8-19 , che di concessione non lavorano il sabato e la domenica, se chiamatiricevono L. 25.000 lorde.per il C. d F. per l’aziendaBologna, 10.02.1992 185
    • ACCORDO AZIENDALE PER LA REGOLAMENTAZIONE DELLE TRASFERTETra la Direzione dellazienda ed il Consiglio di Fabbrica con i delegati sindacali dei lavoratori del settoremontaggio, si conviene quanto segue a decorrere dal 01.02.1991:A - RIMBORSI SPESE VIAGGIO E INDENNITA DI TRASFERTA1. verranno rimborsate solo ed unicamente le spese accompagnate da idonei documenti giustificativi;2. le piccole spese giornaliere, le cosi dette varie (frigobar, caffè, birra, giornale, sapone dabarba, eccetera..) vengono, per comodità, indicate al punto 5 e naturalmente dovranno essere giustificate;3. il premio trasferta viene fissato nei seguenti importi giornalieri: 4/5 5/S 6/7a) USA e Canada L.16.000 18.000 23.000b) Europa e Oceania L.25.000 28.000 34.000c) Sud America e Messico L.31.000 35.000 40.000d) Africa e Asia L.35.000 40.000 48.0004. il premio annuale viene definito nelle seguenti misure lorde, rapportate al numero di giorni ditrasferta: 4/5 5/S 6/7 da 42 a 60 giorni 450.000 550.000 650.000 da 61 a 75 giorni 650.000 800.000 900.000 da 76 a 90 giorni 800.000 1.000.000 1.200.000e sarà pagato con la retribuzione del mese di gennaio successivo allanno di svolgimento delle trasferte eper la prima volta nel gennaio del 1992 per il 1991. 186
    • 5. fermo restando che il dipendente dovrà scegliere un albergo di buona qualità, ma non eccessivamente costoso, vengono stabiliti i seguenti limiti massimi di spesa giornaliera; Germania Berlino USA G.Bretagna Italia Austria Grecia Yugoslavia DM DM $ Lst Portogallo Sh Spagna Est Europa Equiv. LireColazione 15 20 11 8.5 9.000 100Due pasti 137 150 88 49 78.000 920Piccole 10 10 6 3.5 9.000 80spese Svizzera Ginevra Francia Finlandia Olanda Svezia Fr.Sv. Fr.Sv. Fr.Fr. Marchi F. F.Ol. KoronaColazione 14 20 50 45 20 55Due pasti 121 140 460 345 172 500Piccole 8 8 40 25 13 40spese Danimarca Belgio Norvegia EIRE Giappone Canada Lussemb.o Korona Fr.Belgi Korona Lst.Irl. Yen $canadesiColazione 55 370 60 7 1.650 12Due pasti 600 2.900 520 45 15.750 84Piccole 40 250 40 4 1.100 7spese Australia $A.Colazione 12Due pasti 84Piccole 7spese6. considerando lelevata svalutazione delle monete degli altri Paesi extraeuropei, si stabilisce di fissare i massimali in $ U.S.A. I seguenti massimali valgono quindi per tutto il Sud America, lAmerica Centrale, lAfrica e lAsia, il Messico, tranne il Giappone: Colazione Due pasti Piccole spese 10 77 67. Nel caso in cui il cambio delle valute estere vari in più o meno di oltre il 5% rispetto alla lira, si darà corso ad una tempestiva revisione dei massimali indicati (vedi allegato1). Nel caso di variazione del corso dell’inflazione nei vari paesi si procederà ad un adeguamento proporzionale dei massimali. 187
    • 8. Gli importi indicati ai punti 5 e 6 devono essere considerati dei massimi non superabili; nel caso non fossero raggiunti - PER TRASFERTE SUPERIORI AI 2 GIORNI LAVORATIVI COMPRESO IL VIAGGIO – la differenza verrà inserita in busta paga. Condizione indispensabile allottenimento di quanto detto è che il dipendente indichi chiaramente, nelle "Note varie" dellultimo foglio note spese limporto complessivo di questa differenza e ne chieda linserimento in busta paga.9. Le telefonate personali, devono essere contenute in termini accettabili di durata e di frequenza. Gli abusi non verranno tollerati. In ogni caso verranno rimborsate solo le spese telefoniche documentate nei conti deglialberghi o da altra idonea e certa pezza giustificativa.10. Spese taxi. Dovranno essere limitate e verranno rimborsate solo quando il tragitto per recarsi al lavoro non è servito da mezzi pubblici. Tenuto conto del fatto che le spese taxi vengono addebitate ai clienti, il dipendente si assume la responsabilità degli eventuali reclami del cliente stesso. Comunque lazienda si riserva di controllare la necessità dell uso del taxi.11. Le spese di lavanderia, opportunamente giustificate, verranno rimborsate solo per trasferte superiori ai quattro giorni e se inserite possibilmente nei conti degli alberghi.12. La Direzione informerà preventivamente il tecnico in partenza sulle modalità di rimborso spese .13. Per ragioni fiscali i rendiconti delle trasferte dovranno essere presentati entro 30 giorni dal rientro. La valuta residua dovrà essere resa immediatamente e comunque non oltre il limite di cui sopra. 188
    • B - RIMBORSO SPESE VIAGGIO E INDENNITA DI TRASFERTA - SISTEMA FORFETTARIONel caso di rimborso forfettario, si stabilisce quanto segue:1. Premio di trasferta in busta paga: come nel sistema a piè di lista - punto 3 e 4 pagina 1, fatto salvo quanto previsto al successivo punto 5,.2. Spese viaggio, taxi e trasporto in genere sono rimborsate in base ai giustificativi presentati. Si ricorda che le spese taxi verranno successivamente addebitate al cliente e quindi il lavoratore si assume la responsabilità degli eventuali reclami che il cliente stesso dovesse fare allazienda. Verrà in ogni caso controllata la necessità delluso d el taxi.3. Telefonate: sono rimborsate soltanto quelle correttamente documentate. In ogni caso le telefonate devono essere contenute in limiti accettabili di durata e di frequenza.4. Rimborso forfettario onnicomprensivo, ad eccezione di quanto sopra elencato, L.66.500 giornaliere nella generalità dei paesi.5. Nel caso di trasferte in sedi disagiate, e cioè in paesi con scarsi servizi, dove le spese per ottenere condizioni di vita dignitose sono superiori, fermo restando il rimborso forfettario a L.66.500 giornaliere (allo stato attuale questo vale per i, seguenti paesi e per i clienti ubicati in zone specificamente indicate: Indonesia - piccoli centri, Cina - grandi centri, Nigeria, Etiopia, Sudan, Grecia - piccoli centri, Bulgaria - piccoli centri, Yemen, Pakistan, Arabia Saudita, Algeria - piccoli centri) si maggiorerà il premio trasferta portandolo alle seguenti misure lorde giornaliere: 4/5 5/S 6/7 48.000 55.000 70.000Gli stabilimenti dei paesi di cui sopra rappresentano lattuale parametro di riferimento di situazionedi disagio.In Cina Popolare, soltanto per i piccoli centri, in considerazione del documentato grave disagio ilpremio di trasferta lordo giornaliero viene definito come segue: 4/5 5/S 6/7 70.000 80.000 100.000Gli stabilimenti della Cina Popolare, piccoli centri, rappresentano lattuale parametro di riferimentodi situazione di grave disagio.Se in futuro ne dovessero essere evidenziate altre del tutto assimilabili, si farà luogo allo stessotrattamento. 189
    • ORGANIZZAZIONE DELLE TRASFERTEPREMESSALazienda riconferma gli impegni espressi nellaccordo aziendale del 1988, i particolare alla voce n"montaggio formati", impegni finalizzati allo sviluppo delle conoscenze tecniche e funzionali e per le:attività di formazione e sviluppo professionali.Si ribadisce altresì il comune intendimento di completare lapplicazione di strumenti chevalorizzino lapporto professionale dei lavoratori, come la banca dati del montaggio, definita nelmedesimo accordo aziendale e già in corso di realizzazione e che conterrà anche gli ele mentiinformativi funzionali alle necessità organizzative della trasferta.Inoltre, nella consapevolezza che lefficacia della funzione di assistenza tecnica al cliente è legata ad unadisponibilità diffusa ed alla crescita professionale di tutti i lavoratori interessati adeguata ecorrispondente alla complessità tecnica del prodotto, lazienda opererà per sviluppare ed aggiornare concontinuità tale professionalità mediante interventi specifici di formazione e addestramento e conluso degli strumenti sopra ricordati.Le parti sottolineano e ribadiscono limportanza strumentale di quanto già stabilito in una circolaredella Direzione Commerciale del 1986 che forniva indicazioni operative agli uffici dipendenti e funzionicollegate, allo scopo di mettere a disposizione dei tecnici in partenza per la trasferta tutte le notizie edinformazioni riguardanti:- caratteristiche generali del tipo di intervento richiesto;- analisi della situazione delle macchine e dei precedenti interventi;- caratteristiche dellambiente di lavoro;- attrezzature occorrenti ed altri suggerimenti tecnici;- ogni possibile informazione logistica (luogo di lavoro, fabbrica, alberghi, trasporti).Laddove tali informazioni non fossero disponibili allatto della richiesta del tecnico, la disposizionesuddetta invita i destinatari a coinvolgere, secondo necessità le sedi estere e gli agenti dellaziendaoppure lo stesso cliente, sollecitandoli a chiarire tempestivamente quanto sopra per il miglior risultatotecnico dellintervento.Le trasferte verranno normalmente richieste almeno con una settimana di anticipo.Nelle situazioni realmente prevedibili (manutenzioni periodiche, collaudi a scadenze precise,etc.) lazienda programmerà un calendario di - trasferta con ricerca e preavviso a scadenza definita ailavoratori interessati, fatte salve le esigenze particolari.Nellambito di cui sopra, in caso di revisioni complete e trasformazioni di macchine, la coppia dimontatori potrà essere formata da un lavoratore con esperienza di formato e da uno del montaggiomacchine quando la natura del lavoro lo giustifichi. 190
    • Lazienda concorda sullopportunità che installazioni di complessi particolarmente impegnativi, checomportano trasferte lunghe, siano affidate a due tecnici meccanici.A questo scopo lazienda si adopererà per ottenere lassenso preventivo del cliente e per inserire questecondizioni nella programmazione delle attività di reparto.Quanto sopra compatibilmente con le disponibilità effettive di personale.La durata della trasferta viene definita in circa tre mesi annui, salvo impedimento giustificato delmontatore. Oltre i 3 mesi il montatore potrà rifiutare altre prestazioni in trasferta; lazienda potràavanzare richieste di periodi superiori di trasferta dopo aver dato la possibilità agli altri di aver completatoi 3 mesi.Alla luce di quanto definito in premessa, verranno attuati criteri di rotazione che permettano aimontatori una maggior qualificazione ed escludano, nei limiti della disponibilità, prestazioni ripetuteparticolarmente nelle zone disagiate.In caso di motivate importanti necessità personali o familiari, verrà consentito il rientro dalla trasferta inqualsiasi momento.In prospettiva le parti si danno atto di un reciproco impegno diretto a conseguire la migliorequalificazione tecnico professionale dei lavoratori e le più razionali condizioni operative di trasfertaper evitare, per quanto possibile, eventuali effetti di usura psicofisica individuale. A tale scopo latendenza sarà quella di una progressiva ricomposizione dei lavori di montaggio, collaudo e riparazione deivari gruppi di macchine, estendendo, nel limite delle esigenze organizzative e produttive, leforme di rotazione e sperimentazione in tutta larea professionale del montaggio.NORMATIVE GENERALIASSICURAZIONE PERSONALE A BENEFICIO DEI TRASFERTISTIIn aggiunta e a complemento delle assicurazioni antinfortunistiche previste dalla legge, l azienda’ha stipulato unassicurazione che garantisce il pagamento di L. 200.000.000 ai dipendenti o ai loro eredilegittimi in caso di invalidità permanente totale o morte (una somma proporzionalmente ridotta in caso diinabilità permanente parziale) conseguente a viaggio e a permanenza fuori sede debitamente autorizzati permotivi di lavoro. L’assicurazione copre rischi di viaggio di andata - ritorno dal domicilio dellavoratore con qualunque mezzo, compreso laereo, e i soli rischi extraprofessionali per il periodo dellapermanenza fuori sede. Tale importo sarà cumulabile con quanto eventualmente corrisposto dallaassicurazione di legge (INAIL).VISITE MEDICHE, CONTROLLI E PREVENZIONE SANITARIALazienda conferma il suo impegno a fornire informazioni preventive ai lavoratori in trasferta sullecondizioni ambientali e igienico sanitarie locali e sulle condizioni di lavoro allinterno delle fabbriche incui sono avviati.Tali informazioni riguarderanno in particolare zone e paesi a rischio di malattie infettive nonchésuggerimenti e/o prescrizioni terapeutiche e preventive, come le vaccinazioni consigliate dai SMPIL. 191
    • Al rientro dalle trasferte di durata superiore al mese in paesi di condizioni climatiche e ambientali moltodiverse dalle nostre, il lavoratore avrà diritto a controlli medici specifici presso istituti pubblici.In particolare nei casi di dichiarata urgenza (certificato del medico personale dei lavoratori) o nelpericolo di malattie epidemico - contagiose, tali controlli saranno a carico dellazienda e potrannoessere effettuati eccezionalmente anche presso istituti privati. I relativi referti medici dovranno esseresempre recapitati o ritirati dallinteressato o familiare.In caso di ricovero ospedaliero avvenuto durante la trasferta il montatore non perde il diritto al premiotrasferta fino al suo rientro in sede.PERMESSI RETRIBUITI CON RIPOSO COMPENSATIVOIn relazione alla durata del viaggio e allo sfasamento orario conseguente, si concorda lattribuzione di ungiorno di riposo se il volo comporta un tempo superiore a cinque fusi orari o se il viaggio aereo comunquerisulta di durata effettiva superiore a cinque ore, escluse le soste intermedie.Viene inoltre concordato il godimento di un altro giorno di riposo nei casi di trasferte estere di duratasuperiore ai 30 giorni senza rientro intermedio.I permessi di cui sopra sono fruibili immediatamente dopo il rientro dalla trasferta.A richiesta dei montatori che eccezionalmente non abbiano goduto del riposo settimanale di leggee/o aziendale per particolari esigenze lavorative, lazienda si impegna a concedere un numeroequivalente di giorni di permesso al termine della trasferta. Tale permesso deve essere di volta in voltaautorizzato dal responsabile del montaggio; è ammesso il cumulo di ore frazionate prestate al titolo di cuisopra, per raggiungere una o più giornate di riposo compensativo.PAGAMENTO DELLE ORE VIAGGIOFermo quanto stabilisce il contratto nazionale di lavoro per le condizioni e limiti, verranno retribuiteinteramente a trattamento ordinario le ore di viaggio dei trasfertisti a condizione che litinerario e imezzi prescelti corrispondano a quelli autorizzati dallazienda oppure quando si verifica una ipotesidocumentata di forza maggiore durante il viaggio.VIAGGI AEREI LUNGHILazienda riconosce luso della business class per tutti i voli diretti al Giappone.Per gli altri voli di durata superiore a 10 ore consecutive saranno consentiti scali intermedi a scopodi riposo, con onere di spese a carico dellazienda, nei casi in cui tali scali siano possibili (peresempio Australia).Per le altre destinazioni, lazienda riconferma il suo impegno a ricercare, attraverso le proprie strutturecompetenti, le condizioni di quelle compagnie aeree che offrono garanzie di migliore comfort ed altrecondizioni migliorative (orario, qualità di servizio, assistenza etc.) . 192
    • RELAZIONI TECNICHE SULLE TRASFERTEFermo quanto previsto da accordi precedenti sulle relazioni tecniche, si conviene che le stessedebbano essere possibilmente scritte, almeno come primo appunto sintetico, sul posto di lavoro edirettamente sulla macchina, allo scopo di conseguire la più precisa e completa esposizione dei fattitecnici interessanti.Inoltre, nel comune intendimento di sviluppare tale strument o di conoscenza ed informazione e diutilizzarne i possibili contenuti nel modo più efficace, si concorda che il nucleo essenziale dellerelazioni potrà essere oggetto di commento verbale in sede tra il tecnico, la direzione e i responsabilitecnici del montaggio e, in caso di utilità, dellufficio tecnico.In tale occasione la relazione potrà essere ampliata, chiarita e completata in maniera che ne resti utilememoria per successivi aggiornamenti del personale nelle ulteriori trasferte con problemi tecnicisimilari.Lazienda procederà ad un progressivo aggiornamento delle informazioni tecniche sui nuovi materiali ele loro condizioni di uso nei vari paesi, curandone linformazione ai tecnici interessati.Inoltre, allo scopo di arricchire il periodo di formazione professionale dei giovani, verranno utilizzati gliaudiovisivi esistenti a passo ridotto per attività integrative del normale addestramento in reparto.ORARIO DI LAVOROIn via di principio le parti tendono allo svolgimento di un normale orario di lavoro contrattuale. I tecniciin trasferta programmeranno le loro attività per conformarsi, per quanto possibile, agli orari di lavoro edai sistemi organizzativi locali.In considerazione di quanto precede, si concorda che le ore di prestazione straordinaria potranno essereeffettuate di massima entro il limite delle 8 ore settimanali.Per il C.d.F. per l’AziendaBologna, 1 febbraio 1991 193
    • Allegato 1Valuta 01.02.1991$ USA 1111.55DM TEDESCO 750.61FR. SVIZZERO 882.54FR.. FRANCESE 220.85LGS. STERLINA 2184.30LIRA IRLANDESE 1996.20$ CANADESE 956.50Fi. OLANDESE 665.97FR. BELGA 36.49KR. DANESE 195.14KR. NORVEGESE 192.05SK. SVEDESE 200.88SH. AUSTRIACO 106.73ESC. PORTOGHESE 8.52PST. SPAGNOLA 11.99YEN GIAPPONESE 8.42ECU 1544.75 194
    • SISTEMAZIONE DELLUFFICIO CATALOGHI-ISTRUZIONI-ASSIEMIPer migliorare il servizio di documentazione dei cataloghi di ricambi e Istruzioni e degli assiemi per ilcliente e le strutture G.D, lufficio preposto, fatti salvi i precedenti accordi in materia, si struttura in tresezioni:- Sezione "A" - Composta di circa 10 persone che avranno i seguenti compiti:1 - Tenere aggiornati i cataloghi ricambi di tutte le macchine attualmente in produzione in GD Bologna,Brasile, CIMA (S90-S65).2 - Preparare tutta la documentazione oggi necessaria per le C.O. in spedizione.3 - Ristampare per uso interno e uso esterno ogni tipo di catalogo.4 - Gestione del catalogo istruzioni e quindi sistemazione nella cassa della macchina.5 - Tenere aggiornate le istruzioni delle macchine di produzione.- Sezione "B" - Composta di circa 6 persone che, mediante lutilizzo e la sperimentazione di nuovetecnologie, avranno i seguenti compiti:1 - Fare i cataloghi ricambi delle macchine nuove GDl-GD3-GD4.2 - Fare le istruzioni delle macchine nuove GDl-GD3-GD4-Brasile.3 - Soddisfare esigenze di emergenza: di ufficio tecnico, ufficio commerciale, reparto montaggio, ufficioricambi, reparto elettrico, che non è in grado di soddisfare la sezione "A".Il personale componente la Sezione "B" non rimarrà necessariamente lo stesso nel tempo, ma a seconda deitipi di macchine nuove di cui si dovrà produrre la documentazione, potrà avvenire la rotazione tra personecomponenti le sezioni "A" e "B" privilegiando coloro che hanno avuto esperienza nella macchina o "lineedi macchine" simile.Le nuove conoscenze tecnologiche introdotte in questa sezione, semprechè la loro sperimentazione abbiaavuto esito positivo, saranno gradualmente messe a disposizione anche alle altre sezioni dellufficio.- Sezione "C" - Composta da circa 3 - 5 persone avrà il seguente compito: fare e gestire assiemi nella formae nel modo corrispondenti alle necessità ed esigenze del montaggio.Per il miglior funzionamento delle tre funzioni le informazioni riguardo le notizie tecniche che ogni giornosi ricevono dovranno essere messe a conoscenza di tutti secondo schemi appropriati e funzionali.La scelta da parte della Direzione Tecnica di creare la funzione assiemi collegata alla funzione cataloghi neè la prova concreta.Se ne deduce pertanto che tutte le persone che compongono queste strutture, in base alle loro attitudinipotranno, secondo le disponibilità produttive del momento, essere coinvolte nellacquisizione enellarricchimento delle loro conoscenze, in base a loro disponibilità individuale.Bologna, 26/03/1991 195
    • INDENNITA’ GIORNALIERA TURNISTIFermo restando quanto previsto dagli accordi 16.05.1983, 17.04.86 e precedenti in materia, si concorda chea decorrere dal 1° marzo 1991 l’indennità per turni viene elevata da Lit. 5.600.= a Lit. 7.500.= lorde pergiornata di turno per tutti i turnisti.Bologna, 26 Marzo 1991 196