QR Code e comunicazione del vino
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share

QR Code e comunicazione del vino

  • 2,981 views
Uploaded on

Presentazione di Monica Pisciella a Vinix Unplugged Unconference 2010, Genova June 6th.

Presentazione di Monica Pisciella a Vinix Unplugged Unconference 2010, Genova June 6th.

  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
  • A proposito dell’utilizzo del QRCode nel mondo del vino, vi segnalo la soluzione Professione DOC Wine (www.professionedoc.it)

    Professione DOC Wine è la prima soluzione cloud per la gestione dei cicli di produzione e della tracciabilità delle produzioni vitivinicole.

    Tra le funzionalità che Professione DOC Wine mette a disposizione dei produttori vitivinicoli, cè anche l’utilizzo del QRCode come strumento per garantire al consumatore finale l’autenticità del prodotta acquistato (www.professionedoc.com/consumatore.html)
    Are you sure you want to
    Your message goes here
  • Su Vinix per esempio forniamo un QR Code per ogni utente che si registra gratuitamente. I possessori di account pro hanno invece possibilità ulteriori di personalizzazione.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
  • Ottimo ed interessante approfondimento. Io mi occupo anche di QR Code, e abitando a Castelvetro di Modena, patria del Lambrusco Grasparossa, non ho potuto far a meno di pensare ad un abbinamento QR Code / Vino.
    Un aspetto interessante dei QR Code, ancora sconosciuto forse ai più, è la possibilità di personalizzare graficamente il loro design, eccovi un esempio: http://twitter.com/#!/weevo_it/media/slideshow?url=http%3A%2F%2Ftwitpic.com%2F6k1xgk

    Non solo, è possibile creare QR Code dinamici, che quindi possono linkare a contenuti diversi nel corso del tempo, in modo tale da risparmiare sui costi di stampa, per esempio, delle etichette dei vini. Inoltre è possibile creare dei QR Code geolocalizzati, che rimandino cioè l'utente a link o contenuti diversi a seconda della posizione geografica dello stesso, e/o alla sua lingua.

    Per maggiori informazioni, date un'occhiata al nostro sito: http://www.weevo.it
    Are you sure you want to
    Your message goes here
  • E' il caso di questo servizio web sviluppato da una azienda in mezzo al friuli venezia giulia... sembra interessante. ho richiesto una demo ed è tutto automatizzato... in pratica compilo una scheda del mio vino e il sistema mi fornisce un qrcode vettoriale, una pagina mobile associata e tutte le statistiche...
    Il link al sito è http://www.qrwines.it
    Are you sure you want to
    Your message goes here
No Downloads

Views

Total Views
2,981
On Slideshare
2,921
From Embeds
60
Number of Embeds
5

Actions

Shares
Downloads
91
Comments
4
Likes
2

Embeds 60

http://www.vinix.it 44
http://www.vinix.com 9
https://www.vinix.com 5
http://www.vinix.it:80 1
http://www.taaza.com 1

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. QR CODE E INNOVAZIONE NELLA COMUNICAZIONE DEL VINO di Monica Pisciella
  • 2. L’espressione QR code deriva da Quick Response , risposta rapida. Si presenta così:
  • 3. Cos’è e cosa può contenere
    • E’ un codice a barre bidimensionale,
    • in grado di contenere dati o link
    • fino a 7089 caratteri numerici,
    • 4296 caratteri alfanumerici,
    • 2953 bytes 1817 caratteri Kanji (alfabeto giapponese)
  • 4.
    • Sebbene i QR code comincino gradualmente a diffondersi, il mercato è tuttora molto acerbo.
    • Le aziende del vino sceglieranno di investire nell’utilizzo di questo strumento?
    • E’ possibile ipotizzare differenti evoluzioni in base alla dimensione aziendale o alle quantità prodotte? O al posizionamento del prodotto sul mercato?
    La sfida
  • 5. Come funziona
    • Grazie ad un applicativo scaricabile dal web i dati contenuti nel QR code vengono trasferiti sul cellulare, smart phone, Iphone e vari devices e possono essere consultati
  • 6. Cosa possono contenere
    • Ad esempio informazioni su:
    • collegamenti a pagine Twitter e Facebook dell’azienda
    • collegamenti a foto su Flickr, a video su Youtube
    • caratteristiche del prodotto
    • dettagli relativi ad eventi, inclusi twit-eventi e le ormai famose degustazioni seriali
  • 7. Cosa possono contenere
    • ed inerenti:
    • offerte speciali
    • concorsi a premi
    • coupon, sconti, offerte
    • riferimenti e contatti aziendali
    • … .e molto altro.
    • Unico limite è la fantasia!
  • 8. Dove è possibile vederli applicati
    • Ad esempio su:
    • Etichette (e contro-etichette bottiglie)
    • Adesivi
    • Riviste, in coupon inseriti all’interno di spazi pubblicitari (famoso il caso della rivista Panorama)
    • T-shirt
    • Lavagne
    • Poster di qualunque dimensione
  • 9. Dove sono più diffusi
    • Giappone
    • USA
    • In incremento la diffusione in Uk (Famoso il caso Pepsi, con servizi e gadget scaricabili sul sito)
    • In Europa sono ancora poco diffusi. Le cause:
    • non completa copertura mercato consumer con smart phone, Iphone, e devices dedicati
    • costi di accesso al web più elevati rispetto alla media degli altri continenti
  • 10.
    • Quali i possibili utilizzi
    • dei QR code
    • per il marketing e
    • la comunicazione
    • del settore Wine&Food ?
  • 11.
    • E’ importante a questo punto chiedersi chi siano i consumatori con cui l’azienda vuole comunicare, che caratteristiche abbiano, quali siano le motivazioni all’acquisto, i canali distributivi preferiti, le abitudini di consumo e le connesse esigenze di informazione.
    • Un bel numero di domande utili a profilare il consumatore…ma a cui non pretendiamo certo di dare risposta qui.
  • 12. In sintesi…
    • E’ importante però ricordare alcuni elementi fondamentali:
    • In molti casi il consumo di vino è legato alla convivialità, al piacere di condividere vino e cibo con famigliari ed amici
    • Il consumatore medio ha ancora scarsa cultura del vino (e del cibo) e conoscenza delle informazioni di base sulla fruizione ottimale
  • 13. In sintesi…
    • Circa il 60% dei consumatori acquista il vino in Grande distribuzione
    • La grande maggioranza dei consumatori ha elevata esigenza di informazioni a bassa complessità di contenuti
    • I consumatori davvero esperti di vino rappresentano una percentuale minima sul totale dei consumi
  • 14.
    • I dati statistici dimostrano che il consumatore si sente spesso confuso al momento della scelta e dell’acquisto del vino, soprattutto di fronte alla grande varietà offerta della GDO
    • La conseguenza è che spesso il PREZZO, unico elemento concretamente riconoscibile per distinguere un vino dall’altro, diventa LA variabile decisiva per la scelta. Con buona pace della qualità
    • Fonte dati: Istituto di Ricerca GPF, Milano
  • 15. Ne deriva che…
    • E’importante una comunicazione immediata,
    • semplice,
    • alla portata di tutti,
    • mirata ad avvicinare il consumatore al vino,
    • combattendo la complessità che può intimorire il consumatore e dare la sensazione che il vino sia una faccenda per pochi esperti
  • 16. QR code per i social network
    • E’ importante poter comunicare con il consumatore in modo orizzontale e dialogico, preferibilmente in tempo reale, coinvolgerlo a giocare un ruolo attivo, cogliere le ragioni per cui ci sceglie e raccogliere le insoddisfazioni per migliorare.
    • Twitter, Facebook ed i social network in generale sono uno strumento di massima efficacia
  • 17. I contenuti della comunicazione
    • Cosa potremmo comunicare, ad esempio, ad un giovane (target primario per molte aziende del vino) alle prese con le prime cene con gli amici?
    • E all’enoappassionato che vuole scoprire vini e territori, che ama visitare le cantine e conoscere i produttori, scoprire se “trova la faccia del produttore nel bicchiere”?
    • E a chi cerca nel vino un segno di distinzione, un senso di appartenenza?
  • 18. Gli accoppiamenti vino cibo con il QR code
    • Cucino un primo x … ed un secondo y… qual è il vino giusto da abbinare?
    • Al contrario: se scelgo questa bottiglia che mi piace, cosa potrei cucinare per fare bella figura con gli ospiti stasera?
    • Come devo servire il vino che sto acquistando? Qual è il bicchiere più adatto per valorizzare profumi e sapori?
    • Quali sono i cibi tipici del territorio del vino?
  • 19. QR code per il consumer curioso del prodotto e dell’azienda
    • Le facce del vino: chi c’è dietro questo prodotto? Info sull’azienda, i titolari, l’enologo: interviste, video, immagini
    • Perché il vino ha questo nome?
    • Com’è nato? Qual è la sua storia?
    • Info sui vigneti di provenienza e sulla produzione (foto, video in cantina) Es. Cascina Carpini, X e Y
  • 20. QR code per creare un Club di appassionati
    • Informazioni ed aggiornamenti per un Club di consumer/appassionati di:
    • Un brand, una specifica azienda
    • Denominazione
    • Regione
    • Tipologia prodotto
  • 21. Chi sta sperimentando i QR code
    • Qualche esempio:
    • Il Mosnel in Franciacorta
    • 5° edizione della Guida Vini Plus 2010, Ais Lombardia, con il sostegno della Regione: più di 200 cantine aderenti
    • Vinix: QR code per tutti gli “abitanti”
    • Vini Santa Margherita
    • Gli stand dei Presidi Slow Food al Salone del Gusto 2010
  • 22. QR code per promuovere sistema Vino-Territorio
    • Per promuovere il turismo enogastronomico di un determinato territorio (es regione) si possono inserire informazioni coordinate su:
    • aziende e presentazione vini
    • ristoranti, hotel e ricettività della zona
    • itinerari sportivi della zona (vedi cicloturismo zone vigne molto amato dai turisti USA, caso Trentino Alto Adige zona Merano e linea ferroviaria Merano Malles )
    • eccellenze patrimonio artistico culturale della zona
    • collegamento a mappe che conducano alla cantina (Guida Ais Lombardia)
  • 23.
    • Un altro modo di fare marketing e comunicare il vino sul web e non solo…
  • 24. AVIN Code
    • AVIN CODE è un numero digitale di 13 cifre
    • Esempio AVIN6452997073019
    • A cosa serve: identifica e traccia in modo univoco il vino a cui viene associato, secondo un concetto molto simile a quello che ha reso famoso l’ ISBN, codice identificativo dei libri
  • 25. Come funziona
    • AVIN è codice numerico, tracciato da Google
    • I vini identificati da codice AVIN vengono raccolti nel database di www.adegga.com, open source ed accessibile all’intera community mondiale del vino
  • 26. I vantaggi nell’uso di AVIN
    • Unifica le informazioni relative al prodotto e risolve problemi dovuti ad errori nella digitazione del nome del vino o della marca, problemi di alfabeto (mercati Asiatici, Russia, ecc) e traduzioni
    • L’indicazione dell’AVIN di un vino può essere utilizzato dai blogger per l’inserimento facilitato delle informazioni relative ai vini citati nei loro articoli
  • 27. QR code ed AVIN code
    • Possono essere utilizzati insieme per una comunicazione del vino sempre più dinamica ed interattiva
  • 28. QR code ed AVIN code
    • Insieme per un’etichetta sempre più dinamica
  • 29.
    • Grazie a tutti!
  • 30.
    • Informazioni di contatto
    • Monica Pisciella
    • [email_address]
    • http://twitter.com/Wineup
    • www.wineup.it