• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Il dpr valutazione 2009
 

Il dpr valutazione 2009

on

  • 1,451 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,451
Views on SlideShare
175
Embed Views
1,276

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

5 Embeds 1,276

http://www.fiefs.it 1220
http://fiefs.it 50
http://webcache.googleusercontent.com 3
http://abtasty.com 2
http://www.fiefs.it&_=1363774307124 HTTP 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Il dpr valutazione 2009 Il dpr valutazione 2009 Presentation Transcript

    • La valutazione DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 22 giugno 2009, n. 122Regolamento recante coordinamento delle norme vigenti per la valutazione degli alunni e ulteriori modalità applicative in materia, ai sensi degli articoli 2 e 3 del decreto-legge 1° settembre 2008, n. 137, convertito, con modificazioni, dallalegge 30 ottobre 2008, n. 169. (in GU n. 191 del 19-8-2009 )
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 1 2. La valutazione éespressionedellautonomiaprofessionale propriadella funzione docente,nella sua dimensione siaindividuale checollegiale, nonché La valutazione deve La valutazione èdellautonomia didattica essere fatta determinata con undelle istituzioni immediatamente dopo la DPR; perché farescolastiche. Ogni alunno prova e comunicata allo riferimento ad altroha diritto ad una studente DPR?valutazione trasparente etempestiva, secondoquanto previstodallarticolo 2, comma 4,terzo periodo, deldecreto del Presidentedella Repubblica 24giugno 1998, n. 249, esuccessive modificazioni.
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 13. La valutazione haper oggetto il processodi apprendimento, ilcomportamento e ilrendimento scolasticocomplessivo degli Gli elementi che concorrono alla Mediazione tra duealunni. La valutazione valutazione sono tre: precedenti visioniconcorre, con la sua processo di (Processo vsfinalità anche formativa apprendimento, Rendimento), con ile attraverso comportamento, ritorno della condottalindividuazione delle rendimento scolastico (comportamento)potenzialità e dellecarenze di ciascunalunno, ai processi diautovalutazione deglialunni medesimi, almiglioramento dei livellidi conoscenza e alsuccesso formativo
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 15. Il collegio dei docentidefinisce modalità ecriteri per assicurareomogeneità, equità etrasparenza della La valutazione devevalutazione, nel rispetto essere omogenea (nella Non chiaro il nesso tradel principio della scuola) sulla base di omogeneità, equità,libertà di criteri e modalità che trasparenza e principioinsegnamento. Detti devono essere inseriti della libertà dicriteri e modalità fanno nel Regolamento insegnamentoparte integrante delpiano delloffertaformativa.
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 17. Le istituzioniscolastiche assicuranoalle famiglie unainformazionetempestiva circa ilprocesso diapprendimento e la La valutazione Valutazione comunicatavalutazione degli alunni conseguente alle prove con sms o e-mail (ineffettuata nei diversi deve essere automatico? Piùmomenti del percorso costantemente semplice nel secondoscolastico, avvalendosi, comunicata alla famiglia ciclo); problema in casonel rispetto delle vigenti di alunni maggiorennidisposizioni in materiadi riservatezza, anchedegli strumenti offertidalle modernetecnologie.
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 18. La valutazione nelprimo ciclodellistruzione èeffettuata secondoquanto previsto dagliarticoli 8 e 11 del Incomprensibile il rinviodecreto legislativo 19 ad altre norme, Indefinita trattandosi delfebbraio 2004, n. 59, esuccessive Regolamento sullamodificazioni, dagli valutazionearticoli 2 e 3 deldecreto-legge, nonchèdalle disposizioni delpresente regolamento.
    • DECRETO LEGISLATIVO 19 febbraio 2004, n.59 ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 8La valutazione nellascuola primaria2. I medesimi docenti,con decisione assuntaallunanimità, possono All’interno del periodonon ammettere lalunno biennale un solo votoalla classe successiva, contrario blocca deliberaallinterno del periodobiennale, in casi di non ammissione: La NON ammissioneeccezionali e comprovati quindi tutte le deve essere deliberatada specifica motivazione. insufficienze diventano all’unanimità, all’interno3. Il miglioramento dei sei.processi di del periodo biennale Ma alla fine del periodoapprendimento e della biennale non è chiarorelativa valutazione,nonché la continuità quale maggioranza siadidattica, sono assicurati indispensabileanche attraverso lapermanenza dei docentinella sede di titolaritàalmeno per il tempocorrispondente al periododidattico.
    • DECRETO LEGISLATIVO 19 febbraio 2004, n.59 ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 11 (Scuola secondaria di Igrado)1. Ai fini della validità Manca l’indicazionedellanno, per la relativa a chi vota, se avalutazione degli allievi è maggioranza orichiesta la frequenza di all’unanimità e, se aalmeno tre quartidellorario annuale … maggioranza, la2. La valutazione, … La valutazione prevalenza in caso disono affidate ai docenti presuppone la presenza paritàresponsabili degli a ¾ delle lezioni da Deve essere chiaritoinsegnamenti e delle parte degli allievi quanti voti esprime unattività educative e docente che assegni ildidattiche previsti daipiani di studio voto in più disciplinepersonalizzati.3. …. Gli stessi, in casi Non chiaro cosamotivati, possono non succede fuori delammettere lallievo alla periodo biennaleclasse successivaallinterno del periodobiennale.
    • Decreto-Legge 1° settembre 2008 n. 137 convertito con legge n. 169 del 30 ottobre 08 ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 2.Valutazione delcomportamento deglistudenti… in sede di scrutiniointermedio e finaleviene valutato ilcomportamento di ognistudente … La valutazione del2. A decorrere dallanno Manca l’indicazione se ascolastico 2008/2009, comportamento è maggioranza ola valutazione del espressa in decimi all’unanimità e, nelcomportamento é Se la valutazione del primo caso, laespressa in decimi. comportamento è3. La votazione sul prevalenza in caso dicomportamento degli inferiore a sei determina paritàstudenti, attribuita la non ammissionecollegialmente dalconsiglio di classe …determina, se inferiorea sei decimi, la nonammissione alsuccessivo anno dicorso o allesameconclusivo del ciclo
    • Decreto-Legge 1° settembre 2008 n. 137 convertito con legge n. 169 del 30 ottobre 08 ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 3.Valutazione delrendimento scolastico…, nella scuolaprimaria la valutazione… é espressa in decimied illustrata con Manca l’indicazionegiudizio analitico sul La valutazione nel primo delle modalità dilivello globale di ciclo è espressa inmaturazione raggiunto proposta e/o didallalunno. decimi. assegnazione del voto e2. … nella scuola L’ammissione alla della eventualesecondaria di primo classe successiva è votazione per la NONgrado la valutazione … determinata dalé espressa in decimi. ammissione alla classe3. Sono ammessi alla conseguimento della successiva (unanimitàclasse successiva, valutazione sei in tutte le nella scuola primaria,ovvero allesame di discipline maggioranza per laStato a conclusione delciclo, gli studenti che scuola media?)hanno ottenuto un votonon inferiore a seidecimi in ciascunadisciplina o gruppo didiscipline.
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 2. Valutazione deglialunni nel primo ciclo di Impossibile che sia fattaistruzione dal docente.1. La valutazione,periodica e finale, Per la scuola secondariadegli apprendimenti é La valutazione nella di I grado non indica seeffettuata nella scuola scuola primaria è di il delegato ha diritto aprimaria dal docente competenza dei due votiovvero collegialmente docenti. Manca la prevalenza indai docenti contitolari caso di paritàdella classe e, nella Nella scuolascuola secondaria di secondaria di I grado è Configge con quantoprimo grado, dal di competenza del affermato nell’art. 11consiglio di classe, Consiglio di classe. del D. lgs. 59 /2004presieduto dal La deliberazione è (dove era prevista ladirigente scolastico o assunta a maggioranza valutazione da parte dida suo delegato, con chiunque abbia svoltodeliberazione assunta, attività educative eove necessario, a didattiche).maggioranza.
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 25. I docenti di I criteri sono previstisostegno, contitolari dall’art. 314, comma 4della classe, del TULS 297/1994.partecipano allavalutazione di tutti gli In alcune situazionialunni, avendo come limite (ad es. classi I docenti di sostegnooggetto del proprio prime degli istituti fanno parte integrantegiudizio, relativamente professionali) i docenti del Consiglio di classe eagli alunni disabili, i di sostegno potrebbero votano per tutti glicriteri a norma essere in numero alunni.dellarticolo 314, rilevante, 5/6.comma 2, del testounico di cui al d. lgs Più docenti di sostegno297/94. Qualora un esprimono un solo votoalunno con disabilità se seguono lo stessosia affidato a più alunno disabile, madocenti del sostegno, tutti votano per gli altriessi si esprimono con alunniun unico voto.
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 3. Esame di Statoconclusivo del primociclo dellistruzioneL’ammissione … é Sembrerebbe essercidisposta, previo Ammissione all’esame un voto unicoaccertamento della di stato del primo ciclo riepilogativo diprescritta frequenza con ¾ delle presenze, ammissione.ai fini della validità e con votazione in tuttedellanno scolastico, nei le materie almeno di sei, confronti dellalunno compreso il Manca l’indicazione su:che ha conseguito comportamento. chi disponeuna votazione non Il giudizio di idoneità l’ammissione,inferiore a sei decimi… è espresso in decimi chi propone i voti, Il giudizio di idoneità chi assegna i voti,… è espresso dal come si esprime il votoconsiglio di classe in del giudiziodecimi
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 4. Valutazione degli Corrispondono Valgono tutti i commentialunni nella scuola letteralmente a quelle già espressisecondaria di già espresse per la Sarebbe megliosecondo grado scuola secondaria di I scrivere Secondo ciclo grado
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 4. Dal momento che il2. La valutazione secondo periodoperiodica e finale del potrebbe riferirsi solo alcomportamento degli Valutazione espressa in primo, potrebbe anchealunni é espressa in decimi significare che solo ildecimi ai sensi Il voto numerico è voto relativo aldellarticolo 2 del espresso nel comportamento devedecreto-legge. Il voto documento di essere riportato sianumerico é riportato valutazione in lettere sotto forma di numeroanche in lettere nel che di letteredocumento divalutazione.
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 4.6. Nello scrutiniofinale il consiglio diclasse sospende il Mancano indicazioni su:giudizio degli alunni le modalità diche non hanno proposizione e di Sospensione del assegnazione dei voti,conseguito la giudizio in caso di il numero massimo disufficienza in una o più insufficienza in una o più insufficienze e la lorodiscipline, senza discipline gravità,riportareimmediatamente un le modalità digiudizio di non comunicazione allepromozione. famiglieA conclusione delloscrutinio, lesito relativoa tutte le discipline écomunicato allefamiglie
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 4. Non chiaro se si tratti di assegnazione di voti o di un giudizioA conclusione degliinterventi didattici In caso di voti, mancaprogrammati ….. l’indicazione su chi Ripresa dello scrutinio eprocede alla verifica propone e chi assegna i formulazione deldei risultati voti (o il voto se il giudizio finale, sullaconseguiti dallalunno giudizio viene espresso base dell’esito positivo e alla formulazione con un solo voto).del giudizio finale che, Manca il riferimento ad in caso di esito una delibera e quindipositivo , comporta anche l’indicazione se alammissione alla maggioranza ofrequenza della classe all’unanimità e, nelsuccessiva … primo caso, la prevalenza in caso di parità
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 7. Valutazione delcomportamento2. La valutazione del Mancano indicazionicomportamento con relative a chi proponevoto inferiore a sei l’insufficienza e ledecimi in sede di modalità di La valutazione del approvazionescrutinio intermedio o comportamento dell’assegnazione:finale é decisa dal insufficiente presuppone se unanimità o aconsiglio di classe nei la precedente maggioranza e laconfronti dellalunno irrogazione di una prevalenza in caso dicui sia stata specifica sanzione paritàprecedentemente disciplinareirrogata una sanzionedisciplinare ai sensi Incomprensibile il rinviodellarticolo 4, comma ad altre norme,1, del decreto del trattandosi delPresidente della Regolamento sullaRepubblica 24 giugno valutazione1998, n. 249
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 9.Valutazione degli alunnicon disabilità1. La valutazionedegli alunni condisabilità certificata Sembra che per tutti i Valutazione degli alunni disabili debba esserenelle forme e con le con disabilità avviene determinato il piano (o ilmodalità previste dalle sulla base del P.E.I. ed prrogetto) educativodisposizioni in vigore è espressa come per tutti individualizzato, ancheriferita al gli altri allievi, in decimi per quelli del secondocomportamento, allediscipline e alle cicloattività svolte sullabase del pianoeducativoindividualizzato … ed é espressa con voto indecimi
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 9. Valutazione deglialunni con disabilità… Le prove sonoadattate, ovenecessario in relazioneal piano educativo Sarebbe utile fornire Possibilità di adattare le indicazioni relative agliindividualizzato, a cura prove per gli alunni adattamenti che ladei docenti componenti disabili in sede di Commissione puòla commissione. Le esame conclusivo del effettuare, purprove differenziate primo ciclo mantenendo le provehanno valoreequivalente a quelle valore equivalenteordinarie ai fini delsuperamentodellesame e delconseguimento deldiploma di licenza.
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTO Il rilascio di un attestato configge con la previsione del comma 1 dell’art. 9; ovvero con il principioArt. 9. per cui un alunno cheValutazione degli alunni non supera l’esame Rilascio di un attestatocon disabilità finale può (deve) per gli alunni disabili che4. Agli alunni con ripetere l’anno. non superano l’esamedisabilità che non finale del primo cicloconseguono la licenza Sarebbe meglioè rilasciato un prevedere questaattestato di credito possibilità come opzioneformativo. per la famiglia (in particolare ove si preveda il percorso differenziato nel secondo ciclo)
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTO Manca l’indicazione relativa all’alunnoArt. 9. Valutazione degli disabile che non seguealunni con disabilità un P.E.I. ma il5. Gli alunni con programma previsto perdisabilità sostengono le gli altri alunni e, di Per gli alunni disabili èprove dellesame di conseguenza, previsto per l’esame diStato conclusivo del indicazioni sulle prove Stato lo svolgimento disecondo ciclo equipollenti. prove differenziatedellistruzione secondo le modalità previstedallarticolo 318 del Incomprensibile il rinviotesto unico di cui al ad altre norme,decreto legislativo n. trattandosi del297 del 1994. Regolamento sulla valutazione
    • ARTICOLO STATUIZIONE COMMENTOArt. 10. Valutazionedegli alunni condifficoltà specifica diapprendimento (DSA)… a tali fini, nellosvolgimento Per gli alunni condellattività didattica e difficoltà specifiche di Non chiaro il significatodelle prove di esame, apprendimento si del concetto disono adottati, devono utilizzare “dispensativi”nellambito delle risorse strumenti idoneifinanziarie disponibili alegislazione vigente, glistrumentimetodologico-didatticicompensativi edispensativi ritenutipiù idonei.
    • I problemi più rilevanti:• Eccessivo rinvio ad altre norme ed eccessivi richiami al fatto che la valutazione èespressa in decimi• Inutile l’assegnazione dei voti nella scuola primaria: se un docente si oppone allanon ammissione l’alunno è ammesso ed i voti devono diventare tutti (almeno) sei•Mancano indicazioni - in caso di votazione - relative al numero di voti che puòesprimere un docente che assegni il voto in più discipline• Manca indicazione su quanti voti esprime il docente delegato dal dirigentescolastico• Mancano indicazioni su chi propone il voto (compreso quello di comportamento)e su chi lo assegna• Mancano indicazioni in caso di votazione (esclusa quella di non ammissionenella scuola primaria) se la deliberazione avviene a maggioranza o all’unanimità e, se a maggioranza, la prevalenza in caso di parità• Mancano indicazioni – nella scuola secondaria di secondo grado - relative allemodalità di valutazione dell’alunno per cui sia stato sospeso il giudizioIpotesi di risoluzioneInserire nel P.O.F. e nel Regolamento di Istituto – parte relativa alRegolamento – i correttivi (ad esempio in caso di votazione di ammissione:prevalenza della votazione più favorevole all’alunno)
    • Esempio di proposta:Art. 1 (Norme generali)1. Il presente regolamento disciplina tutti gli aspetti relativi alla valutazione degli allievi delle scuole del Primo edel Secondo ciclo di istruzione. Nel proseguo del testo, il riferimento alle prime cinque classi del Primo cicloverrà fatto con l’uso del termine “scuola primaria” mentre il riferimento alle ultime tre classi verrà fatto con l’usodel termine “scuola media”.2. Il Consiglio di classe è composto da tutti i docenti che svolgono attività didattica nella classe ed è presiedutodal dirigente scolastico; a tal fine il dirigente scolastico può delegare, con specifico atto scritto, un docentecomponente il Consiglio stesso.3. La valutazione degli apprendimenti e del comportamento degli allievi che frequentano le classi del Primo e delSecondo ciclo di istruzione deve essere espressa in decimi. La valutazione espressa in sede di valutazioneintermedia o finale deve essere trascritta in un registro ufficiale dei voti ed espressa sotto forma letterale.4. Ogni docente di singola materia sottopone la propria valutazione all’approvazione del Consiglio di classe; nelcaso che vi siano delle valutazioni insufficienti relativamente ad alcune materie od attività si procederà secondoquanto previsto nel prosieguo del presente Regolamento per le diverse tipologie di scuole.5. Le deliberazioni relative all’ammissione o non ammissione, ove non sia prevista l’unanimità, vengono preseda tutti i componenti del Consiglio di classe (compresi di docenti di sostegno che esprimono la loro valutazioneper tutti gli allievi) a maggioranza; ciascun docente esprime un voto per ciascuna materia insegnata e il docentedelegato dal dirigente scolastico a presiedere il Consiglio esprime due voti (ovvero: ciascun docente esprimeun solo voto, indipendentemente dal numero di materie insegnate o se delegato dal dirigente scolastico apresiedere il Consiglio); in caso di parità prevale la votazione più favorevole all’alunno (ovvero :la deliberazioneper cui ha votato il dirigente scolastico o il docente da lui delegato).Art. 2 (Scuola primaria)……Art. 3 (Scuola media)……