Letters are done of will

1,951 views

Published on

Il progetto d'identità per il Partito Democratico:

- Introduzione
- Ricerca
- Obiettivi
- Strategia e Tattica
- Il Carattere tipografico
- Le Cromie
- Le Features
- La Campagna per le Primarie
- Bersani2013
- il Progetto OUR

Published in: Design
0 Comments
7 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

No Downloads
Views
Total views
1,951
On SlideShare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
9
Actions
Shares
0
Downloads
99
Comments
0
Likes
7
Embeds 0
No embeds

No notes for slide

Letters are done of will

  1. 1. we are FF3300.–Our deal is to design memethiccrossmedial strategies, processesof communication, identities,languages, stories.–www.ff3300.com
  2. 2. FF3300fff Un meme è un’idea, comportamento o metodo,che si diffonde da persona a persona all’interno di una cultura.Un meme agisce come unità, trasportando idee, frammenticulturali, simboli o pratiche, che possono essere trasmessida una mente all’altra attraverso la scrittura, il linguaggio,i gesti, i riti ed ogni altro fenomeno imitabile.Esiste un’analogia tra memi e geni, perché i memi, come i geni,sono capaci di auto replicarsi, mutare, e rispondono ad una logicaevolutiva.
  3. 3. FF3300fff La parola meme è l’abbreviazione (modulata su “gene”) del terminearcaico greco “mimeme”, e fu coniata dal biologo evoluzionistainglese Richard Dawkins in “il gene egoista” (1976) per spiegareconcettualmente i principi evoluzionisti che partecipanoal processo di diffusione di idee e fenomeni culturali.Esempi di memi riportati nel testo includono melodie,frasi fatte, proverbi, moda, tecnologia e la costruzione degli archi.– Source: Wikipedia
  4. 4. FF3300fff Tre Storie Carlo, Luigi, Pietro capitolo 1
  5. 5. FF3300fff Carlo Magno 742 – 814 Re dei Franchi, dei Longobardi Imperatore del Sacro Romano Impero -> introdusse la “minuscola carolingia”, con una grande semplificazione del disegno, al fine di facilitare la lettura, favorire la circolazione delle informazioni, amalgamando così le diverse etnie dell’impero, accelerando l’alfabetizzazione culturale, e costruendo un’unica identità del Sacro Romano Impero.
  6. 6. FF3300fff Luigi XIV 1638 – 1715 Terzo re di Francia e di Navarra della casata dei Borbone -> Commissiona all’Imprimerie Royale il disegno La Romain du Roi un carattere ispirato ai principi scientifici illuministi, con il fine di costruire uno strumento per affermare e diffondere l’egemonia culturale francese in Europa. È il primo carattere ad essere del tutto svincolato dalla calligrafia, ed è antecedente dei caratteri moderni. È protetto da un severo divieto di riproduzione, ma viene presto copiato dai tipografi, con opportune modifiche.
  7. 7. FF3300fff Pietro il Grande 1672 – 1725 Zar della Russia -> Nel 1710 introdusse l’uso di rendere le lettere più simili a quelle dell’alfabeto latino agli inizi del XVIII secolo; in seguito anche le altre lingue che utilizzavano l’alfabeto cirillico occidentalizzarono la forma delle lettere, con lo scopo di avvicinare il proprio immaginario di riferimento a quello Occidentale ed Europeo. Per questo motivo viaggiò a lungo per l’Europa per anni, indirizzò i propri sforzi bellici alla proiezione verso Occidente della Russia, e della sua influenza politica, commerciale, e culturale.
  8. 8. FF3300fff Grammatica Culturale Tre storie di controcultura capitolo 2
  9. 9. FF3300fff Le Avanguardie 1910 - 1935 Fenomeni del comportamento o dell’opinione intellettuale estremisti, audaci, innovativi -> I caratteri modulari costruiti con elementi geometrici, progettati nel 1929 da Albers, e in seguito diffusisi in tutta Europa, sono rappresentazione di un fenomeno di “controcultura” e, così come il rifiuto delle “regole tipografiche” classiche, sono presenti trasversalmente in tutte le avanguardie artistiche del Novecento.
  10. 10. FF3300fff Le Neo - Avanguardie 1960 - 1980 Movimento letterario italiano del Novecento che si caratterizzò per la forte tensione nella sperimentazione formale. -> La rottura della linearità sintattica, la ricerca del “ritmo”, la sperimentazione di metodologie innovative, in rottura con i principi conservatori della cosiddetta “arte nera”, sono anche in questo caso espressione dello spirito del tempo, e spontanea manifestazione dell’immaginario collettivo.
  11. 11. FF3300fff Graffiti & Street Art 1980 - … Manifestazione sociale, culturale e artistica diffusa in tutto il pianeta, basata sull’espressione della propria creatività tramite interventi pittorici sul tessuto urbano. -> Il rifiuto di un codice unico di comunicazione, di un registro linguistico. L’esplosione di colore, la virulenza con cui si attacca ogni superficie, la lotta, il gesto, il racconto di un mondo frustrato, oppresso, che rivendica una propria identità, l’antisistema che si racconta.
  12. 12. FF3300fff L’affermazione travolgente del memeCristianesimo nel mondo si è avuta soloa partire dalla sistematica azione di Paolo di Tarso(San Paolo) con la costruzione di connessionitra quelle che fino ad allora non erano altroche isolate comunità di “ebrei rinnegati” sparsenel mondo antico.
  13. 13. FF3300fff Metodologie memetica, design, linguaggio capitolo 3
  14. 14. FF3300fff Possiamo dunque definire meme “ciò cheè imitato, replicato, manomesso, riprodotto…”-Il linguaggio è il medium fondamentaleper questa corsa alla diffusione dei parassitidel comportamento
  15. 15. FF3300fff Attraverso il design dei memi, è possibilecostruire, evocare, modificare gli immaginaricollettivi. I memi, quindi, giocano un ruolo chiavenella definizione della grammaticaculturale della società in cui viviamo.
  16. 16. FF3300fff Design : Marchio = Design Generativo : Linguaggio
  17. 17. FF3300fff Non vi è alcun risultato finale, solo una successione continua di fasi. * K.Lynch - L’immagine della città
  18. 18. FF3300fff 3 concetti fondamentali: Ruled Based Open Source User Generated
  19. 19. FF3300fff Progetti Obamize / Hacktion capitolo 4
  20. 20. FF3300fff Obamize2008Applicazione per la creazione di illustrazionigenerative sullo stile di quella fatta da Obeyper Obama-> L’applicazione funziona attraverso un input dati eseguito con l’upload di una foto. Su questa viene applicato l’algoritmo, trasformandola, e producendo l’output finale. È possibile inserire un messaggio.
  21. 21. FF3300fff
  22. 22. FF3300fff Hacktion2008Applicazione per la creazione di Jolly Rogergenerative basate su una griglia di pixel-> L’applicazione fornisce una serie di strumenti per la spontanea interazione dell’utente, mettendolo in condizione di poter disegnare, manipolare, o scrivere ciò che desidera, sulla propria bandiera pirata.
  23. 23. FF3300fff
  24. 24. FF3300fff Tipografia Vendola / Obama capitolo 5
  25. 25. FF3300fff Vendola2010Il cambio di carattere e format per l’identitàdallo SHIRETYPE allo ZINE SLAB-> Il Cambio di carattere ha il preciso scopo di riposizionare l’immagine del candidato perché la comunicazione post-governo richiede modalità e immaginari differenti. Il nuovo carattere aveva anche lo scopo di rendere meno “frivola” e “leggera” la percezione del candidato.
  26. 26. FF3300fff Vendola VENDOLAVendola VENDOLA
  27. 27. FF3300fff Obama2012Il cambio di carattere e format per l’identitàdal Gotham al Gotham Serif-> Il Cambio di carattere ha il preciso scopo di riposizionare l’immagine del candidato perché la comunicazione post-governo richiede modalità e immaginari differenti. Il nuovo carattere è dotato di grazie “slab” come lo Zine Slab. Questo accorgimento è stato preso perché la morfologia dei glifi in questo modo comunica una maggiore presenza, affidabilità e stabilità, oltre che una più evidente personalità.
  28. 28. FF3300fff
  29. 29. FF3300fff Non c’è linguaggiosenza inganno.– Italo Calvino, Le città Invisibili, 1972
  30. 30. FF3300–PartitoDemocratico–Progetto dIdentitàStrumenti di comunicazioneStrategie crossmediali–2013
  31. 31. FF3300Indice1.0 / SWOT1.0 2.0 / Progetto dIdentità 3.0 / Bersani 2013 2013 2.0 / Progetto dIdentità 3.0 / Bersani 2.1 / Carattere 2.1 / Carattere 4.0 / Primarie Centrosinistra 2.2 / Cromie 2.2 / Cromie 2.� / Simbolo 2.3 / Simbolo 2.� / Features 2.� / Features 2.5 / OUR 2.5 / OUR
  32. 32. MINACCE PUNTI DI FORZA– – – – –necessità di una visione subiamo lagenda setting sui temi occorre forza dei numeri: molteplicità intrinsecadinsieme, di strumenti degli avversari, necessità una strategia il pd è il primo partitocondivisi, di metodologie di costruire strategie di posizionamento in Italia per numero –chiare di indexing e priming chiara e determinata di tesserati visibilità di partenza– – – –autoreferenzialità necessità di un "non cè un messaggio sedimentazione del nostro coordinamento univoco" immaginario di partenza– permanente,il brand viene percepito una cabina di regia –come "senza Identità", freddezza delle cromie"ambiguo", – del marchio/simbolo"non posizionato" difficoltà a costruire narrazioni coerenti– – – – – –disarticolazione mancanza attualmente solo assumere sfruttare convergenza utilizzare strumentie frammentazione della di metodologie una piccola parte degli un posizionamento mediale e sviluppo generativi e opensourcecomunicazione di misurazione / gestione elettori PD è sotto compatibile con gli under 35 tecnologico per la per la costruzione di senso/(processi, linguaggi, degli output in termini i 35 anni creazione di nuovi strumenti linguaggio condivisometodologie) di comunicazione – istituzione di una cabina – –– di regia, un coordinamento creare strategie possibilità di selezionemancanza permanente, su tutti di storytelling crossmediale ed utilizzo delle tantedi coordinamento gli output (war room) sulle reti competenze internee progettazione disponibili e non utilizzate PUNTI DI DEBOLEZZA OPPORTUNITÀ
  33. 33. FF33002.0 / Identità / Obiettivi 1 – Superamento della Babele comunicativa che caratterizza gli output del Partito Democratico, con conseguente riduzione del rumore, e riposizionamento nellimmaginario collettivo. 2 – Costruzione di una "cassetta degli attrezzi" con gli strumenti per comunicare e di una "tavolozza" di metodologie (Features) per lutilizzo degli strumenti di comunicazione progettati. (Carattere tipografico, Cromie, Simbolo, etc…)
  34. 34. FF33002.0 / Identità / Obiettivi 3 – Un "brand" è percezione. Non è quello che afferma di essere, ma ciò che la gente ritiene che sia. Per questo occorre costruire, nel tempo, un racconto coerente, che si articoli mediante un linguaggio flessibile ma riconoscibile, che riesca, sedimentando, a sviluppare appartenenza. | (un ulteriore aspetto di questo obiettivo è la necessità di ottimizzare i flussi di lavoro, per ottenere una coerenza e un controllo maggiore sugli output )
  35. 35. FF33002.0 / Identità / Obiettivi 4 – Introduzione di una piattaforma (in un primo momento esclusivamente "teorico/metodologica", successivamente operativa/informatica) che permetta la condivisione delle metodologie e degli strumenti con i militanti, trasformandoli, da spettatori passivi della guerriglia informazionale, in prosumer, ovvero produttori e fruitori di contenuti.
  36. 36. FF33002.0 / Identità / Strategia– –Una comunicazione integrata, internamente Ridefinizione delle cromie del sistema dIdentitàcoerente, è alla base della formazione visiva. Studio e introduzione di una palettedell’Identità – meglio: della sua percezione cromatica basata sul tricolore, ma leggermenteda parte del destinatario. più calda di quella attuale.– –Progettazione di un carattere tipografico Adeguamento del simbolo.appositamente disegnato per il Partito Introdurremo il nuovo carattere tipograficoDemocratico, che andrà a sostituire, nel lungo nel simbolo, ottimizzandolo per linclusioneperiodo, la moltitudine di segni e il rumore allinterno di una circonferenza.che attualmente caratterizza loutput PD. Per fare ciò, riteniamo opportuno dividere su due righe la dicitura "Partito Democratico", e spostare lateralmente lUlivo.
  37. 37. FF33002.0 / Identità / Strategia– –A proposito dellUlivo, riteniamo che Dal design alla generazione di un linguaggio.nel simbolo sia concorrente alla generazione Il nuovo pacchetto "Identità" del Partitodi rumore e ambiguità, oltre che semanticamente Democratico sarà la base sulla quale costruiremoormai svuotato. OUR, una piattaforma che avrà un duplice compito: | convertire i militanti nella rete da spettatori passivi in prosumer | sviluppare un processo di "amplificazione memetica" dei nostri messaggi nella rete, spingendo la base del partito a generare contenuti e output di comunicazione
  38. 38. FF33002.0 / Identità / Strategia–Questo sarà possibile grazie ad un sistemaprima di tutto teorico e metodologico,già predisposto e basato sullidea checon il medesimo carattere tipografico,si possano modulare differenti operazioniformali dette "Features", basate su regolee variabili (parametri), in una strategiadi generazione di senso, appartenenza,racconto.
  39. 39. FF33002.0 / Identità / Tattica–Occorre introdurre gradualmente i cambiamenti. Questo ci permetterà di avere un nocciolo duro,La rete deve percepire il nuovo posizionamento alfabetizzato, reattivo ed allineato,come positivo, graduale, e necessario, oltre che per la costruzione della squadra che andràpartecipato dalla stessa. a confluire nel comitato elettorale nazionale. Inoltre ciò migliorerà la percezione della retePer fare ciò occorre mettere in atto un processo, dellottimizzazione dei processi e degli output.già parzialmente avviato con Frattocchie 2.012,ovvero il coinvolgimento di gruppi di stakeholdere militanti nelle attività di comunicazione,formandoli e fornendo loro gli strumentidi comunicazione, di pari passo con le metodologiee la teoria.
  40. 40. FF33002.1 / Carattere Tipografico–Per definire l’aspetto del carattere siamo partiti 3. avere un disegno base piuttosto lineare,dall’analisi SWOT, mirando a dare una risposta che si prestasse facilmente all’introduzionea tre obiettivi fondamentali: di varianti formali.1. fornire al carattere una connotazione formale Partendo dall’analisi SWOT e dai questionari, sono ben definita, ma al contempo non troppo state definite delle caratteristiche, che sono state evidente, per non condizionare l’immagine, tradotte in variabili tipografiche. per consentire una certa flessibilità di utilizzo;2. avere un disegno (e delle proporzioni) che si prestasse a varie applicazioni (grandi e piccole dimensioni, video e carta etc.), senza privilegiarne nessuna;
  41. 41. FF33002.1 / Carattere TipograficoFORME ORGANICHE– a e b c s R 1 3 8� a e b c s R 1 3 8�Per garantire la flessibilità di utilizzo,si è deciso di allontanarsi decisamentedalle forme geometriche del carattere attuale.In questo modo il carattere si adattaa sopportare testi più lunghi, ad essere a e b c s R1 3 8�proposto in dimensioni ridotte. a e b c s R1 3 8� a e b c s R 1 3 8�Al contempo le forme organiche permettonouna molteplicità di interpretazioni, i caratteripiù geometrici hanno una connotazione univocae difficilmente orientabile.
  42. 42. FF3300 an2.1 / Carattere TipograficoVARIAZIONI DI "TENSIONE"–Curve con forti variazioni di “tensione”(parti più tonde alternate a parti quasi rettilinee)Questo permette di dare al carattere una Identitàprecisa e più evidente, senza che il carattere perdain flessibilità. In questo modo il carattere acquisisceun aspetto più spigoloso e “assertivo”.
  43. 43. FF33002.1 / Carattere Tipografico i j q u lTERMINAZIONI "SPEZZATE"AI TRATTI DRITTI–È l’elemento di maggiore evidenza(anche se è presente in poche lettere), i j q u lintrodotto per rafforzare l’effetto spigolositàintrodotto dalle delle variazioni di tensione,ma al contempo per smorzarne l’eccessivaformalità [conferire al carattere una leggeradose di informalità].Diventa maggiormente evidente nel bold.
  44. 44. FF33002.1 / Carattere Tipografico
  45. 45. aa FF33002.1 / Carattere TipograficoMONOLINEARITÀ–Essendo un carattere privo di grazie, lo spessoreapparentemente costante dei tratti garantisceche a corpi grandi il carattere non acquistiuna ulteriore e differente connotazione dovuta aaai contrasti di spessore. In sostanza l’aspettosi mantiene stabile per un più ampio range di corpi.
  46. 46. FF33002.1 / Carattere Tipografico g oASSE VARIABILE IRREGOLARE–I contrasti non sono però del tutto assenti, sonostati disposti secondo uno schema settecentesco,ovvero moderatamente irregolare, per garantireal carattere un aspetto meno rigido e monotono. d cQuesto risulta funzionale soprattutto nei testilunghi su carta.
  47. 47. FF33002.1 / Carattere TipograficoMONOSPAZIATO– a → a m mÈ stata realizzata anche una versionemonospaziata, in cui le caratteristiche di variazione g gdi tensione, spigolosità e informalità sonoaccentuate. Questa è la prima delle variazioni i isul tema proposte. t t w w
  48. 48. FF33002.1 / Carattere Tipografico N �GLIFI ALTERNATIVI–È stata ampliata la punteggiatura, inserendo segni R �di interpunzione non convenzionali, ma tutteriprese da precedenti in ambito letterario.Sono state disegnate varianti anche per glifi quali& N P R m i j a. P �
  49. 49. FF33002.1 / Carattere Tipografico a �GLIFI ALTERNATIVI–È stata ampliata la punteggiatura, inserendo segnidi interpunzione non convenzionali, ma tutte i �riprese da precedenti in ambito letterario.Sono state disegnate varianti anche per glifi quali& N P R m i j a. j �
  50. 50. FF33002.1 / Carattere TipograficoSEGNI DI INTERPUNZIONE–
  51. 51. FF33002.1 / Carattere TipograficoGLIFI ALTERNATIVI– � � � � � � � & � � � � � � � � � � � � � � � � � � �
  52. 52. 2.1 / Specimen �tali��2.1 / Specimen �tali��2.1 / Specimen �tali��
  53. 53. 2.1 / Specimen �tali��
  54. 54. 2.1 / Specimen Fiducia2.1 / Specimen Fiducia2.1 / Specimen Fiducia
  55. 55. / Specimen
  56. 56. FF33002.1 / Specimen / Tagli del carattereItalia Roman Light Italia Italic Light Italia Mono LightItalia Roman Regular Italia Italic Regular Italia Mono RegularItalia Roman Medium Italia Italic Medium Italia Mono MediumItalia Roman Bold Italia Italic Bold Italia Mono BoldItalia Roman ExtraBold Italia Italic ExtraBold Italia Mono ExtraBoldItalia Roman Black Italia Italic Black Italia Mono Black
  57. 57. FF3300Crediamo che il Lavorosia la questione centrale.Italia Roman - Regular e Black - 64/72ptIl traguardo è ricostruire quel patrimonio collettivo che la destrae i populismi stanno disgregando: la qualità della democrazia,la dignità di ciascuno, legalità, cittadinanza, partecipazione.Italia Roman - Light e Medium - 24/30pt
  58. 58. FF3300Per noi il disinteresseè il principale avversarioItalia Italic - Regular e Black - 64/72ptLa sola vera risposta al populismo è in una partecipazione rinnovatacome base della decisione. E questo perché la crisi della democrazianon si combatte con “meno” ma con “più” democrazia.Italia Italic - Light e Bold - 24/30pt
  59. 59. FF3300Sì alle coppiedi fatto.Italia Mono - Regular e Black - 64/72ptLa nostra visione assume il lavorocome parametro di tutte le politiche. Cuoredel nostro progetto è la dignità del lavoratore.Italia Mono - Light e Bold - 24/30pt
  60. 60. FF3300AaBbCcDdEeFfGgHhIiLlMmNnOoPpQqRrSsTtUuVZz!"#$%&()*+,-./00011122223333444455556666777788889999:;<=>?@[]^_`{|}~¡¢£¤¦¥§¨©ª«¬® ¯ °±²³ ´µ¶¸ ··¹º»¼ ½ ¾¿ÀÁÂÃÄÅÆÇÈÉÊËÌÍÎÏÐÑÒÓÔÕÖ×ØÙÚÛÜÝÞßàáâãäåæçèéêëìíîïðñòóôõö÷øùúûüýþÿĀāĂ㥹ĆćĈĉĊċČčĎďĐđĒēĔĕĖėĘęĚěĜĝĞğĠġĢģĤĥĦħĨĩĪīĬĭĮįİıĵĶķĸĹĺĻļĽľĿŀŁłŃńŅņŇňʼnŊŋŌōŎŏŐőœŔŕŖŗŘřŚśŜŝŞşŠšŢţŤťŦŧŨũŪūŬŭŮůŰűųŴŵŶŷŸŹźŻżŽžſƒƏƠơƯưǍǏǎǐǑǒǓǔǖǘǚǜǺǻǼǽǾǿȂȃȆȇȊȋȎȏȒȓȗȘșȯȷəΩπẀẁẂẃẄẅẠạạẤấẦầẪẫẬậẮắẰằẴẵẶặẸẹẼẽếềễệỊịỌọỎỏốồỗộớờỡợỤụứừữựỲỳ‐‒ – — ―‗‘’‚“„†‡•․ ‥ …‰‱′″‹›‽ ⁄⁰⁴⁵⁶⁷⁸⁹€ ℓ№ ™ ℮ ⅓ ⅔ ⅛ ⅜ ⅝ ⅞ ←↑→↓ ↔ ↕ ↖ ↗ ↘ ↙ ∂∆∏∑−∕∗∙√∞∫∼≈≠≤≥◊���������������������������������������������������������������� ����������������������������������������������������������������������������� � � � � � � � � � � �
  61. 61. FF3300 UGUAGLIANZA e proprietà smodate che si sottraggono L’Italia è divenuta negli anni uno dei Paesi a qualunque vincolo di solidarietà. A tutto più diseguali del mondo occidentale. La crisi questo bisogna mettere un argine. stessa trova origine – negli Stati Uniti come Per noi parlare di uguaglianza significa in Europa – da un aumento senza precedenti guardare la società con gli occhi degli delle disuguaglianze. “ultimi”. Di coloro che per vivere faticano il Sull’altro fronte, la ricchezza finanziaria doppio: perché sono partiti da più indietro o e immobiliare è diventata sempre più inaffer- da più lontano o perché sono diversamente rabile, capace com’è di sfuggire a ogni vincolo abili. [...] fiscale e solidale. E però non si esce dalla crisi se chi ha di più non è chiamato a dare di più. SAPERE In altre parole, è la crisi stessa a insegnarci La dignità del lavoro e la lotta alle disugua- che la giustizia sociale non è pensabile glianze s’incrociano nel primato delle politiche come derivata della crescita economica, per l’istruzione e la ricerca. Non c’è futuro per ma ne fonda il presupposto. Ciò significa l’Italia senza un contrasto alla caduta dram- che la ripresa economica richiede politiche matica della domanda d’istruzione registrata di contrasto alla povertà, anche in un Paese negli ultimi anni. È qualcosa che trova espres- come il nostro dove il fenomeno sta assu- sione nell’abbandono scolastico, nella flessio- mendo caratteri nuovi e dimensioni ango- ne delle iscrizioni alle nostre università, nella scianti. I “nuovi poveri”, per altro, continuano sfiducia dei ricercatori e nella demotivazione ad assistere allo scandalo di rendite o emolu- di un corpo insegnante sottopagato e sempre menti cresciuti a livelli indecenti, a ricchezze meno riconosciuto nella sua funzione sociale e culturale. [...]
  62. 62. FF3300 Titolo: UGUAGLIANZA e proprietà smodate che si sottraggono ITALIA ROMAN BLACK L’Italia è divenuta negli anni uno dei Paesi a qualunque vincolo di solidarietà. A tutto Solo alto più diseguali del mondo occidentale. La crisi questo bisogna mettere un argine. stessa trova origine – negli Stati Uniti come Per noi parlare di uguaglianza significa in Europa – da un aumento senza precedenti guardare la società con gli occhi degli delle disuguaglianze. “ultimi”. Di coloro che per vivere faticano il Sull’altro fronte, la ricchezza finanziaria doppio: perché sono partiti da più indietro o Corsivo: e immobiliare è diventata sempre più inaffer- da più lontano o perché sono diversamente ITALIA ITALIC LIGHT rabile, capace com’è di sfuggire a ogni vincolo abili. [...] Alto e basso fiscale e solidale. E però non si esce dalla crisi Testo corrente 2: se chi ha di più non è chiamato a dare di più. ITALIA ROMAN LIGHT SAPERE Alto e basso In altre parole, è la crisi stessa a insegnarci La dignità del lavoro e la lotta alle disugua- Composizione giustificata che la giustizia sociale non è pensabile glianze s’incrociano nel primato delle politiche come derivata della crescita economica, per l’istruzione e la ricerca. Non c’è futuro per Testo corrente 1: ma ne fonda il presupposto. Ciò significa l’Italia senza un contrasto alla caduta dram- ITALIA ROMAN LIGHT che la ripresa economica richiede politiche matica della domanda d’istruzione registrata Alto e basso di contrasto alla povertà, anche in un Paese negli ultimi anni. È qualcosa che trova espres- Bandiera sinistra come il nostro dove il fenomeno sta assu- sione nell’abbandono scolastico, nella flessio- mendo caratteri nuovi e dimensioni ango- ne delle iscrizioni alle nostre università, nella scianti. I “nuovi poveri”, per altro, continuano sfiducia dei ricercatori e nella demotivazione Neretto: ad assistere allo scandalo di rendite o emolu- ITALIA ROMAN BOLD di un corpo insegnante sottopagato e sempre Alto e basso menti cresciuti a livelli indecenti, a ricchezze meno riconosciuto nella sua funzione sociale e culturale. [...]
  63. 63. Costituzione Italiana – Articolo 1 – LItalia è una Repubblica democratica ( ?), fondata sul lavoro ( ) La sovranità appartiene al popolo […], che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.Partito Democratico 2012 FF3300 / Molotro / Imaginifica Costituzione ItalianaPartito Democratico 2012 FF3300 / Molotro / Imaginifica
  64. 64. Democrazia & UguaglianzaPartito Democratico 2012 FF3300 / Molotro / Imaginifica Sviluppo sostenibile & Beni comuni Democrazia & Uguaglianza Sapere & Lavoro & Beni comuni Democrazia & Uguaglianza Sviluppo sostenibile Diritti &sostenibile & Beni comuni Sviluppo Responsabilità Sapere & Lavoro Diritti & Lavoro Sapere& Responsabilità Diritti & Responsabilità
  65. 65. Partito Democratico 2012 FF3300 / Molotro / Imaginifica
  66. 66. ⅔ dell’elettoratoPartito Democratico 2012 FF3300 / Molotro / Imaginifica dell’elettorato italiano ha italiano ha intenzione intenzione di astenersi di astenersi
  67. 67. Partito Democratico 2012 FF3300 / Molotro / Imaginifica «Ma chi è il grafico, Sironi L’architetto Costantini Piacentini » «Ma chi è il grafico, Sironi L’architetto Costantini Piacentini » «Altra carrelata di manifesti horror, complimenti ai creativi » «Altra carrelata di manifesti horror, complimenti ai creativi » «Lo sanno nel PD che postate queste cose O lo fate a loro insaputa » «Lo sanno nel PD che postate queste cose O lo fate a loro insaputa »
  68. 68. aaFF3300
  69. 69. iiPartito Democratico FF3300 2012 FF3300 / Molotro / ImaginificaPartito Democratico 2012 FF3300 / Molotro / Imaginifica
  70. 70. ss ssFF3300Partito Democratico 2012 FF3300 / Molotro / Imaginifica
  71. 71. FF3300 gg ggPartito Democratico 2012 FF3300 / Molotro / ImaginificaPartito Democratico 2012 FF3300 / Molotro / Imaginifica
  72. 72. ee eeFF3300Partito Democratico 2012 FF3300 / Molotro / Imaginifica
  73. 73. RR RRFF3300Partito Democratico 2012 FF3300 / Molotro / Imaginifica
  74. 74. ��FF3300
  75. 75. 11FF3300
  76. 76. ��FF3300
  77. 77. 44FF3300
  78. 78. FF3300 / CromieVerde–Rosso
  79. 79. FF33002.2 / Cromie – I colori originali sono stati leggermente riscaldati, in un criterio di coerenza e continuità con il tricolore, ogni tinta sarà composta da un massimo di 3 lastre cromatiche, in modo da risultare sempre brillante, ed evitare che le cromie "impastino" in fase di stampa.
  80. 80. FF33002.4 / Features / IndiceRiferimento Trasformazione Parametri Varianti1.A Costruzione mediante ductus Pattern Sovrapposizione Frequenza e passo Ottimizzazione2.A Ombreggiatura Traslazione (x, y) Semplice traslazione Gradiente Estrusione 3D2.B Taglio singoli glifi Angolo di taglio Offset3.A Riflessione sull’asse verticale Percentuale di taglio rispetto al glifo Direzione della riflessione3.B Taglio (un carattere) Angolo e variabilità del taglio Numero di tagli Intervallo di traslazione3.C Taglio (due caratteri) Scelta dei caratteri e dei colori Frequenza di taglio Inclinazione e variabilità del taglio Offset3.D Sottolineatura Forma del modulo Inserimento pattern (opzionale) Frequenza interruzione forma e offset3.E Linea di base ad angolo variabile Frequenza riavvio offset glifi Inclinazione linea di base Rotazione dei singoli glifi3.F Cancellatura (morbida) Frequenza parole manipolate Quantità di inchiostro3.G Composizione come maschera Modulo pattern Frequenza / passo3.H Riflessione verticale rispetto alla linea di base Offset Gradiente della porzione riflessa
  81. 81. FF3300 1. Generazione glifi A. Costruzione mediante ductus Parametri: · frequenza / passo · definizione modulo → → →1. Definizione del ductus 2. Forma del modulo 3. Definizione di frequenza, 4. Disposizione delle forme passo e rotazione del modulo sul tracciato del ductus
  82. 82. FF33002.4 / Features History typeface – Peter Biľak Central Saint Martins College of Art and Design
  83. 83. FF33002.4 / Features 2. Manipolazioni precedenti alla composizione A. Ombreggiatura Parametri: · ombra propria · ombra portata · offset → → → → → → 1. Scelta dei glifi da manipolare 2. Realizzazione dell’ombra 3. Aggiunta di superfici per restituire portata e scelta dell’offset l’ombra propria dell’estrusione
  84. 84. FF33002.4 / Features Collana “Great Ideas”, Penguin Books – David Pearson
  85. 85. FF33002.4 / Features 2. Manipolazioni precedenti alla composizione A. Taglio singoli glifi Parametri: · offset t t tag · angolo di taglio a → a → tag → g g tag1. Scelta dei glifi da manipolare 2. Scelta dell’angolo di taglio 3. Variazione dell’offset glifo per glifo 4. Esecuzione del taglio
  86. 86. FF33002.4 / Features 3. Manipolazioni successive alla composizione A. Riflessione sull’asse verticale Parametri: · percentuale di glifi manipolati · ammontare del taglio del glifo manipolato → → →1. Composizione 2. Scelta dei glifi da manipolare 3. Riflessione 4. Correzione della e ammontare del taglio spaziatura
  87. 87. FF33002.4 / Features 3. Manipolazioni successive alla composizione B. Taglio (un carattere) Parametri: · angolo e variabilità del taglio · numero di tagli · intervallo di traslazione → → 1. Composizione 2. Definizione del numero di tagli 3. Traslazione e della variabilità delle inclinazioni
  88. 88. FF33002.4 / Features 3. Manipolazioni successive alla composizione C. Taglio (due caratteri) Parametri: · scelta dei caratteri e dei colori · frequenza di taglio · inclinazione e variabilità del taglio · offset overlap → →overlap 1. Composizione e scelta dei 2. Sovrapposizione dei singoli glifi 3. Ritaglio ed eliminazione caratteri e posizionamento dei tracciati di ritaglio delle eccedenze
  89. 89. FF33002.4 / Features Manifesto PCI Adriano Spatola
  90. 90. FF33002.4 / Features Rivista “Modulo“ Jamie Mitchell
  91. 91. FF33002.4 / Features 3. Manipolazioni successive alla composizione D. Sottolineature Parametri: · forma del modulo · inclinazione forma under · altezza · abbondanza orizzontale · offset under under → → → under under1. Composizione 2. Scelta della sagoma 3. Inserimento pattern 4. Unione elementi
  92. 92. FF33002.4 / Features Mark Gowing Erik Spiekermann Andrew Blauvet – Walker Art Center
  93. 93. FF33002.4 / Features 3. Manipolazioni successive alla composizione E. Linea di base ad angolo variabile Parametri: · frequenza riavvio offset glifi · dopo un numero fisso di glifi · parola per parola · linea per linea · inclinazione linea di base · rotazione dei singoli glifi SALTI → → 1. Composizione 2. Definizione dell’offset 3. Scelta dell’angolo di rotazione
  94. 94. FF33002.4 / Features Atlas Studio Collana “Great Ideas”, Penguin Books – David Pearson
  95. 95. FF33002.4 / Features 3. Manipolazioni successive alla composizione F. Cancellatura (morbida) Parametri: · frequenza parole manipolate · quantità di inchiostro cancellare (o scancellare) v. tr. [lat. cancellare, propr. cancellare (o scancellare) v. tr. [lat. cancellare, propr. «chiudere con un cancello, con un graticcio», da cui vari «chiudere con un cancello, con un graticcio», da cui vari sign. fig. già in latino] (io cancèllo, ecc.). – sign. fig. già in latino] (io cancèllo, ecc.). – 1. Coprire con tratti di penna o in altro modo le parole di uno 1. Coprire con tratti di penna o in altro modo le parole scritto perché non si leggano, e per estens. cassare in di uno scritto perché non si leggano, e per estens. cassare genere: c. con la gomma, con il bianchetto; c. il nome dall’elenco; cancellarsi dalla lista dei partecipanti; c. una → in genere: c. con la gomma, con il bianchetto; c. il nome dall’elenco; cancellarsi dalla lista dei partecipanti; c. → parola errata; un’iscrizione cancellata dal tempo (o, con una parola errata; un’iscrizione cancellata dal tempo intr. pron., cancellatasi col tempo). Anche, ripulire una (o, con intr. pron., cancellatasi col tempo). Anche, ripulire superficie da ciò che vi è scritto: c. la lavagna. [...] una superficie da ciò che vi è scritto: c. la lavagna. [...] Fonte: http://www.treccani.it/vocabolario/cancellare/ 1. Composizione 2. Individuazione delle porzioni 3. Scelta dello spessore di testo su cui intervenire della traccia
  96. 96. FF33002.4 / Features Emilio Isgrò
  97. 97. FF33002.4 / Features 3. Manipolazioni successive alla composizione G. Composizione come maschera Parametri: · modulo pattern · frequenza / passoMASK → →1. Composizione 2. Definizione del pattern: 3. Ritaglio modulo, frequenza e passo
  98. 98. FF33002.4 / Features Götz Gramlich Lorenzo Bravi
  99. 99. FF33002.4 / Features 3. Manipolazioni successive alla composizione H. Riflessione verticale rispetto alla linea di base Parametri: · offset · proporzione gradiente → → 1. Composizione 2. Riflessione rispetto 3. Gestione del gradiente alla linea di base e dell’offset
  100. 100. FF33002.4 / Features Philippe Apeloig
  101. 101. FF3300
  102. 102. FF3300
  103. 103. FF3300
  104. 104. FF3300
  105. 105. FF3300
  106. 106. FF3300
  107. 107. FF3300
  108. 108. FF3300
  109. 109. FF3300
  110. 110. FF3300
  111. 111. FF33003.0 / Bersani 2013 / 3 minacce 1 – Eviteremmo di rifarci, come ha già fatto Renzi, ad un immaginario stereotipato, e/o esterofilo. 2 – Eviteremmo la "sovraesposizione" fotografica, perché lidea che la politica si comunichi con i volti dei candidati è abbastanza vecchia ed irritante per gli elettori. 3 – La retorica degli slogan è demagogica. Prima le idee, poi gli slogan.
  112. 112. FF33003.0 / Bersani 2013 / 3 opportunità 1 – Possiamo "risemantizzare" il rosso, in una grammatica cromatica che stabilisca un nuovo linguaggio cromatico, basato sul tricolore. 2 – Il carattere tipografico in una campagna elettorale è un vantaggio enorme, e ci consente di sviluppare riconoscibilità e appartenenza, posizionandoci nellimmaginario collettivo in modo più efficace. 3 – La rete e le strategie di produzione memetica saranno fondamentali.
  113. 113. FF33003.0 / Bersani 2013 / concept – Riteniamo importante comunicare la connessione tra il candidato ed il partito, focalizzando il visual della campagna su elementi visivi connotativi dellidentità PD. Il carattere monospaziato racconta in modo ottimale la concretezza del candidato Bersani, che è espressione di una molteplicità, quella del PD, in contrapposizione alle candidature personalistiche degli avversari. – Niente personalismi, niente monogrammi, niente nome proprio. Eviteremmo inoltre slogan retorici e fotografie.
  114. 114. FF33003.0 / Bersani 2013 / prove di composizione Bers�n� – Bers�ni – tondo monospaziato
  115. 115. FF33003.0 / Bersani 2013 / prove di composizione Bers�n� – Bers�ni – tondo monospaziato
  116. 116. FF33003.0 / Bersani 2013 / prove di/composizione4.0 Campagna primarie CS Manifesti bersani2013.it tuttixbersani.it bersani2013.it tuttixbersani.it 1/10 1� idee 2/10 1� idee pe� cambiare pe� cambiare l’Itali�. l’Itali�. Bers�n� Bers�ni – – La speranza che ci muove vive Dobbiamo sconfiggere nella convinzione che si possano l’antipolitica e l’idea che i nostri combinare rigore e cambiamento. problemi possano essere risolti Il nostro posto Noi collocheremo Le parole non bastano da un solo uomo. – – è in Europa, lì dove il nostro Paese nel più, va colmata Mario Monti ha avuto cuore del Continente, la faglia che si è l’autorevolezza oggi più che mai scavata tra cittadini La crisi della Lotta all’illegalità, Dobbiamo rafforzare di riportarci dopo una Vecchio, da ripensare e politica. democrazia esige all’evasione fiscale le normative contro decadenza che l’Italia e rifondare. ancor più democrazia e ai reati contro la corruzione Servono azioni, tondo monospaziato non meritava. comportamenti, regole condivise, netta l’ambiente e dare maggior Difenderemo il sogno I problemi sono enormi, di un’Europa unita coerenza. separazione dei poteri, sono imprescindibili. sostegno agli organi il tempo per aggredirli sotto il segno della sua applicazione più inquirenti così come è sempre meno. straordinaria civiltà. onesta e corretta della agli amministratori Carta Costituzionale. impegnati contro mafie e criminalità. Nessuno si salva da solo, nessuno può stare bene davvero, se gli altri continuano a stare male: è questo La politica deve recuperare autorevolezza, promuovere il principio base del nostro progetto, sia dal punto di il rinnovamento, ridurre i suoi costi e la sua invadenza vista morale e civile che da quello economico e sociale. in ambiti che non le competono. CON QUESTA VISIONE NOI, DEMOCRATICI E PROGRESSISTI, CI CANDIDIAMO ALLA GUIDA DEL PAESE. SERVE UNA POLITICA PIÙ SOBRIA, DISPOSTA A FARE SACRIFICI.
  117. 117. FF33003.0 / Bersani 2013 / prove di composizione bersani2013.it tuttixbersani.it bersani2013.it tuttixbersani.it 3/10 1� idee 4/10 1� idee pe� cambiare pe� cambiare l’Itali�. l’Itali�. Bers�n� Bers�ni – – Realizzare uno sviluppo Negli ultimi dieci anni l’Italia sostenibile significa valorizzare è divenuta uno dei Paesi più il saper fare italiano. diseguali del mondo occidentale. L’unica possibilità Immagino un progetto Le nostre piccole La cattiva Si esce dalla crisi solo Solo superando – – che ha il nostro Paese Paese che individui e medie imprese redistribuzione che se chi ha di più le disuguaglianze di vincere la sfida aree d’investimento, hanno bisogno di più investe il rapporto è chiamato a dare di genere della globalizzazione ricerca e innovazione forza e maggiori tra rendita e lavoro di più. sarà possibile è tornare a puntare nell’industria, nella prospettive. sull’eccellenza mina alle fondamenta Uguaglianza significa ricostruire il Paese agricoltura, nei servizi tondo monospaziato del Made in Italy. la bontà del nostro guardare la società con su basi più moderne e nelleconomia della welfare. gli occhi degli “ultimi”. e giuste. Siamo per una politica conoscenza. industriale che rispetti l’ambiente. Per poter parlare di uguaglianza in Italia è necessario parlare del Mezzogiorno. Le disuguaglianze territoriali Promuoveremo la qualità e le tipicità, la mobilità portano disuguaglianze nei diritti e nelle opportunità. sostenibile, il risparmio e l’efficienza energetica, L’Italia cresce solo quando Sud e Nord scelgono le scienze della vita, le tecnologie legate all’arte, di avanzare assieme. alla cultura e ai beni di valore storico, l’agenda digitale, le alte tecnologie della nostra tradizione. INTENDIAMO PASSARE DALLA GIUSTIZIA NELLE MANI DI POTENTI IMPUNITI ALLA GIUSTIZIA AL SERVIZIO DI TUTTI. IL PRIMO GRANDE TEMA POLITICO E CULTURALE SARÀ L’ECONOMIA REALE E LE FORZE CHE LA PROMUOVONO.
  118. 118. FF33003.0 / Bersani 2013 / prove di composizione bersani2013.it tuttixbersani.it bersani2013.it tuttixbersani.it 5/10 1� idee 6/10 1� idee pe� cambiare pe� cambiare l’Itali�. l’Itali�. Bers�n� Bers�ni – – Per i democratici e i progressisti Il lavoro è il parametro di tutte la dignità dellessere umano le politiche. Porremo la dignità e il rispetto dei diritti individuali del lavoratore al centro dell’azione sono una priorità assoluta. di governo, in Italia ed in Europa. – Ci impegneremo per contrastare la violenza sulle donne Una coppia omosessuale ha diritto a vivere Un bambino, figlio d’immigrati, nato e cresciuto in Italia, Ridisegneremo profondamente il sistema fiscale. – Occorre contrastare il fenomeno della precarietà. Vogliamo spezzare la spirale innescata da bassa produttività tondo monospaziato e promuovere la propria unione è un cittadino italiano Alleggeriremo il peso Combatteremo l’idea compressione con urgenza una legge ottenendone del fisco sul lavoro di una competitività di salari e diritti. contro l’omofobia. il riconoscimento e le imprese, colpendo giocata al ribasso Occorre sviluppare giuridico. la rendita dei grandi del nostro apparato maggiore qualità patrimoni finanziari produttivo. innovando i processi. Siamo convinti che la politica debba coltivare argomenti e immobiliari. come la vita e la morte, il senso del proprio limite. Il tasso di occupazione femminile e giovanile sarà il primo misuratore dell’efficacia delle nostre strategie. IL LEGISLATORE DEVE SEMPRE TENER PRESENTE IL PRINCIPIO DI LAICITÀ DEL DIRITTO. IL LAVORO È AL CONTEMPO RETE DI RELAZIONI, EQUILIBRIO PSICOLOGICO, PROGETTO E SPERANZA DI VITA; LA POSSIBILITÀ OFFERTA A CIASCUNO DI NOI DI TRASFORMARE LA REALTÀ.
  119. 119. FF33003.0 / Bersani 2013 / prove di composizione bersani2013.it tuttixbersani.it bersani2013.it tuttixbersani.it 7/10 1� idee 8/10 1� idee pe� cambiare pe� cambiare l’Itali�. l’Itali�. Bers�n� Bers�ni – – Istruzione e Ricerca sono le basi Crediamo che sanità, istruzione per assicurare dignità al lavoro e sicurezza debbano essere e combattere le disuguaglianze. accessibili a tutti. Un paese in cui cala Se cè un settore Servono misure per L’energia, l’acqua, È fondamentale Sono essenziali – – drammaticamente dove è giusto il diritto allo studio il nostro patrimonio una responsabilità maggior razionalità la domanda di che altri ambiti e investimenti sulla paesaggistico pubblica dei cicli e valorizzazione istruzione è un rinuncino a qualcosa, ricerca avanzata e culturale, il welfare e dei processi del tessuto degli paese senza futuro. è quello della ricerca nei settori trainanti come la formazione enti locali. che garantisca a tutti È necessario un piano e della formazione. e a più alto contenuto tondo monospaziato sono beni che vanno accesso e sostenibilità Gli enti locali possono straordinario contro la La scuola e luniversità d’innovazione. tutelati. nel lungo periodo. rivelarsi medicina dispersione scolastica italiana hanno contro la crisi vissuto 15 anni piuttosto che malattia di continue umiliazioni. da debellare. Dobbiamo arrestare l’abbandono scolastico, La funzione regolativa, il presidio di democrazia, la flessione delle iscrizioni alle nostre università, partecipazione e servizi garantiti dagli enti locali sono la sfiducia dei ricercatori e la demotivazione beni assai preziosi per i cittadini italiani. di un corpo insegnante sottopagato e sempre meno riconosciuto nella sua funzione sociale e culturale. L’AUTOGOVERNO LOCALE DEVE OFFRIRE SPAZI E OCCASIONI ALLA SUSSIDIARIETÀ, ALLE FORME DI PARTECIPAZIONE CIVICA, CREDIAMO NELLA PROMOZIONE DELLA RICERCA SCIENTIFICA AI PROTAGONISTI DEL PRIVATO SOCIALE E DEL VOLONTARIATO. E DELLA RICERCA DI BASE IN AMBITO UMANISTICO.
  120. 120. FF33003.0 / Bersani 2013 / prove di composizione bersani2013.it tuttixbersani.it bersani2013.it tuttixbersani.it 9/10 1� idee 10/10 1� idee pe� cambiare pe� cambiare l’Itali�. l’Itali�. Bers�n� Bers�ni – – L’Europa rappresenta l’unica L’Italia ha bisogno di un governo possibilità per rimediare ai guasti e di una maggioranza stabili e coesi. e alle storture del liberismo. Di conseguenza l’imperativo che Austerità � equilibrio Il rilancio del progetto Per salvare l’Europa democratici e progressisti hanno dei conti pubblici sono Paese passa per bisogna coordinare di fronte è quello dell’affidabilità – – concetti privi il rilancio del progetto politiche economiche di significato senza occupazione, europeo. e fiscali attraverso istituzioni comuni e della responsabilità. investimenti, ricerca direttamente PER QUESTA RAGIONE, DOVRANNO ASSUMERE tondo monospaziato e formazione. legittimate dalla popolazione tramite IMPEGNI VINCOLANTI DAVANTI AL PAESE: elezioni. 1 sostenere in modo leale e per l’intero arco della legislatura l’azione del premier scelto con le primarie; 2 affidare a chi avrà l’onere e l’onore di guidare la maggioranza, Crediamo che un patto di legislatura con le forze la responsabilità di una composizione del governo snella, sottratta a logiche di spartizione e ispirata a criteri di competenza, rinnovamento e credibilità moderate rappresenti l’alternativa alle regressioni interna e internazionale; nazionaliste, antieuropeiste e populiste che sono 3 vincolare la risoluzione di controversie relative a singoli atti/provvedimenti rilevanti a una votazione a maggioranza qualificata dei gruppi parlamentari e restano incompatibili con le radici di un’Europa convocati in seduta congiunta; democratica, aperta e inclusiva. 4 assicurare il pieno sostegno, fino alla loro eventuale rinegoziazione, degli impegni internazionali già assunti dal nostro Paese o che dovranno esserlo in un prossimo futuro; SIAMO PER UN PATTO COSTITUZIONALE CHE INTRECCI 5 appoggiare l’esecutivo in tutte le misure di ordine economico e istituzionale POLITICHE NAZIONALI E CONTINENTALI NELL’ORIZZONTE che nei prossimi anni si renderanno necessarie per difendere la moneta unica e procedere verso un governo politico-economico federale dell’eurozona. DEGLI STATI UNITI D’EUROPA.
  121. 121. FF3300-progettoour-open source / user generated / ruled based-
  122. 122. FF3300La guerra dei memi“Marshall McLuhan predisse negli anni settanta che le guerre futuresarebbero state condotte attraverso guerriglie informazionalinon combattute in cielo, né per le strade, né nelle foreste,né nei mari internazionali, ma nei giornali e nelle riviste, alla radio,in televisione e su Internet. Ovvero una sporca propaganda avrebbepreso corpo in guerre mediatiche senza esclusione di colpi, di visionialternative del futuro e nuove espressioni di dominio del potere.”
  123. 123. FF3300Il meta-sistema– Obiettivi: Sintetizzare una molteplicità di linguaggi rendendoli coerenti tra loro, trasformando l’attuale babele linguistica e semantica in un sistema progettato, aperto (e quindi in costante evoluzione), interattivo (basato sul contributo degli utenti), e sociale (che favorisca, quindi, dinamiche d’interazione sociale tra gli utenti e le reti di utenti).
  124. 124. FF3300Il meta-sistema– Concept Abbiamo in mente un luogo virtuale dove sia possibile utilizzare strumenti che permettano agli utenti (precedentemente accreditatisi con un login) di eseguire una serie di operazioni legate a tre aree: - branding / identità visiva / corporate - campagne - memi
  125. 125. FF3300Il meta-sistema– Concept Nello specifico, i tre livelli rappresentano tre aree dove sarà possibile operare in modo differente, e generando output molteplici. Nell’area corporate sarà possibile personalizzare con i propri dati, ed elaborare, i documenti standard: biglietti da visita, carta intestata, etc… Nell’area campagne sarà possibile predisporre delle campagne, attraverso l’utilizzo di widget che consentiranno l’inserimento di testo, regole tipografiche, immagini, video, e quant’altro…
  126. 126. FF3300Il meta-sistema– Concept Le campagne avranno dei margini di “manomissione”, e questi saranno decisi in sede di “progetto” della campagna. In questo modo, progettando parametricamente, garantiamo ai messaggi la possibilità di essere rielaborati, manomessi, trasmessi e diffusi in maniera ottimale attraverso le reti sociali digitali. Nell’area memi sarà possibile modificare memi e campagne preesistenti, costruendo nuove unità di senso.
  127. 127. FF3300Il meta-sistema– Concept Tutti i contenuti prodotti e diffusi verranno tracciati* dal sistema, che attraverso una dashboard ci fornirà i dati relativi alla presenza/diffusione in rete dei nostri contenuti.
  128. 128. FF3300Il meta-sistema– Perché? In una prospettiva di evoluzione strategica del “meme design”, sviluppare strumenti simili ci pone in una situazione di vantaggio competitivo nella futura “guerra dei memi” che ci aspetta. In altre parole, la prossima sarà una campagna elettorale che si giocherà prevalentemente su web, e con un uso intenso ed evoluto dei social networks.
  129. 129. FF3300Il meta-sistema– Perché? È di grande importanza sviluppare strumenti innovativi, che ci permettano di organizzare la nostra “macchina da guerra” ottimizzandone il funzionamento; rendendola più prestante e garantendoci una visione d’insieme sulla situazione, in tempo reale.
  130. 130. FF3300Il meta-sistema– Perché? Inoltre questo strumento permetterebbe a tutti i militanti del PD che lo volessero, di partecipare in prima persona alla campagna elettorale, non solo come “ripetitori” di messaggi, ma come “costruttori di messaggi”, questo switch di status ha un grande potere evocativo, e se raccontato nel modo giusto, può essere una straordinaria risorsa per motivare gruppi di nodi nella rete.
  131. 131. FF3300 - Il linguaggio è un virus esterno che s’insinua nel cervello, tanto da far risultare improbabile la presenza di uno spazio mentale che non sia contaminato. -
  132. 132. FF3300Da segno a linguaggio. L’utilizzo di una piattaforma che tenga insieme un’architettura “aperta” e modulare, basata su procedure invece che su strutture, garantisce, in combinazione con l’utilizzo di contenuti generati dagli utenti, la trasformazione di un output di comunicazione, da segno in linguaggio.
  133. 133. FF3300 SCHEMA DI BASE | METASCHEMA SCHEMA DI BASE | TIPOGRAFIA REGOLE + parametro 1 = variante 1 FONT + feature “q” = qRPs parametro 2 variante 2 feature “{” _{}’‘ parametro 3 variante 3 feature “8” 6789 variante n +<=| parametri > varianti manomissioni tipografiche > effetti di senso
  134. 134. FF3300 SCHEMA DI BASE | BRANDING REGOLE CORPORATE + contenuti utente “a” = corporate utente “a” contenuti utente “b” corporate utente “b” contenuti utente “c” corporate utente “c” declinare > uniformare
  135. 135. FF3300 CREAZIONE CAMPAGNE | PROTOMEMI DECLINABILITÀ + ESTENSIBILITÀ = User Generated Content REGOLE + parametro “a” = protomeme 1 = meme 1 parametro “b” protomeme 2 meme 2 modulo creazione protomemi parametro “c” protomeme 3 meme 3 protomeme n sotto moduli creazione widget staff prosumer
  136. 136. FF3300 LA STRUTTURA | BASE IL BRAND | MODULI PORTALE sottomodulo 1 PORTALE sottomodulo modulo 1 sottomodulo 2 carta intestata sottomodulo 3 sottomodulo biglietto da visita sottomodulo 1 modulo sottomodulo modulo 2 sottomodulo 2 poster a3 branding sottomodulo poster a0 sottomodulo 1 modulo 3 ...
  137. 137. FF3300 LA STRUTTURA | MODULI PD implementazione nuove richieste + instalazione nuovo modulo “n” quadri STAFF nuovo sottomodulo “n” comunicatori ...
  138. 138. FF3300 GLI UTENTI | FUNZIONI MODULARI MODULO sottomodulo 1.1 LOGIN sottomodulo 1.2 UTENTI sottomodulo 1.3 sottomodulo 2.1 admin sottomodulo 1.1 sottomodulo 1.2 sottomodulo 2.1 quadro autenticato sottomodulo 1.1 sottomodulo 1.2 utente militante non autenticato

×