Clinica dipendenze evoluzione_12
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Like this? Share it with your network

Share
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Be the first to comment
    Be the first to like this
No Downloads

Views

Total Views
386
On Slideshare
363
From Embeds
23
Number of Embeds
1

Actions

Shares
Downloads
8
Comments
0
Likes
0

Embeds 23

http://www.felice-nava.it 23

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
    No notes for slide

Transcript

  • 1. Gli Insegnamenti della Epidemiologia, della Ricerca e della Clinica delle Dipendenze Perugia, 3 maggio 2012 Felice Nava
  • 2. Come si diventa “Addicted”?
  • 3. Addiction 1. Perdita di controllo sull’uso 2. Craving 3. Uso della sostanza nonostante e conseguenze negative E’ un disturbo comportamentale caratterizzato da:
  • 4. Si Può Scegliere? • “Libero Arbitrio” • Uso • Stop • Comportamento • No “Libero Arbitrio” • Compulsione • Desiderio Incoercibile • Sintomi
  • 5. L’Addiction Può Essere Considerata una Malattia?
  • 6. NIAAA National Epidemiologic Survey on Alcohol and Related Conditions, 2003 Age Age at tobacco, at alcohol and at cannabis dependence as per DSM IV 0.0% 0.2% 0.4% 0.6% 0.8% 1.0% 1.2% 1.4% 1.6% 1.8% 5 10 15 2125 30 35 40 45 50 55 60 65 %ineachagegroupwhodevelop firsttimedependence THC ALCOHOL TOBACCO L’Adolescenza e l’Addiction
  • 7. 1. GENETICO Vulnerabilità Schuckitt 2. DEL PIACERE Sensitizzazione-Incentiva Robinson & Berridge 3. DELLA MEMORIA Condizionameno - Compulsione Everitt & Robbins 4. STRESS CORRELATO Allostasi vs. Omestasi Koob & LeMoal 5. DELLA MOTIVAZIONE E DELLA SCELTA Ipofrontalità Volkow Che cosa è l’Addiction?: Cosa dice la Scienza Un disordine…:
  • 8. 1. Genetica = Vulnerabilità Marc Schuckit
  • 9. I Geni Associati all’Addiction
  • 10. Virginia Kelley, was married five times, twice to the same man
  • 11. Bill Clinton Roger Clinton
  • 12. 2. Piacere = Sensitizzazione-Incentiva Terry E. Robinson Kent C. Berridge
  • 13. Piacere = Dopamina Gian Luigi Gessa Gaetano di Chiara
  • 14. Stimoli Naturali = Sostanze d’Abuso
  • 15. Uso Cronico = Dopamina e Salienza Incentiva
  • 16. 3. Memoria = Condizionamento - Compulsione Barry Everitt Trevor Robbins
  • 17. Dopamina (DA) Glutammato (Glu) • Le Sostanze d’Abuso e i comportmenti compulsivi incrementano il rilascio di DA • Gratificazione •“e’ importante!” •“la voglio!” • PFC < NA < VTA • Le Sostanze d’Abuso e i comportamenti compulsivi influenzano il rilascio di Glu • Memoria degli effetti (ricerca della sostanza) •“ok, la ricorderò” •“bene, la cercherò” •PFC > NA
  • 18. Tre condizioni favoriscono la ricaduta: 1. la sostanza (rilascio DA) 2. l’esposizione agli stimoli (rilascio GLU) 3. stress (rilascio CRF) La Ricaduta è una Questione di Memoria…
  • 19. 4. Uso Cronico = Asse dello Stress da Omeostasi vs. Allostasi Michel Le Moal George Koob
  • 20. • L’uso cronico di sostanze e l’astinenza induce una attivazione del sistema “anti-reward” in grado di bilanciare l’eccesso del rilascio di dopamina (con un aumento del rilascio dell’ormone dello stress CRF, noraepinefrina, vaopressina, orexina, dinorfina e una diminuzione del rilascio di neurpeptide Y e nocicettina) • Il cervello non è più in grado di mantenere la normale “omeostasi” neurotrasmettioriale • Il cervello reagisce attraverso un sistema “allostatico” in grado di alterare il “set point” della soglia edonica Il Ruolo dello Stress nel Consumo Cronico di Sostanze
  • 21. Sex Sex Job Promotion Job Promotion Disdneyland Disdneyland L’Allostasi indotta dall’Uso Cronico
  • 22. 5. Addiction: Ipofrontalità Nora Volkow
  • 23. L’Uso Cronico determina una Riduzione dei recettori D2 della Dopamina e una “Ipofrontalità”
  • 24. • “myopia for the future,” cognitive impulsiveness: - gratificazione immediata - insensibilità alle conseguenze negative (e positive); • craving Le Conseguenze dell’Uso Cronico
  • 25. 2009 2001 1993 L’Addiction e l’Economia
  • 26. • Il mercato e il traffico; • L’offerta; • Le conseguenze dell’uso; • Le politiche L’Addiction come Mercato: Le Sostanze come Merce World Drug Report, 2011
  • 27. Lo Scopo del Mercato: Mantenere la Fidelizzazione World Drug Report, 2011
  • 28. 1. Il Mercato e il Traffico
  • 29. La Domanda di Trattamento è Disomogenea…come l’Offerta… World Drug Report, 2011
  • 30. La Rotta dell’Eroina World Drug Report, 2011
  • 31. La Rotta della Cocaina World Drug Report, 2011
  • 32. La Rotta delle Sostanze di “Sintesi” World Drug Report, 2011
  • 33. La Produzione “Indoor” di Cannabis World Drug Report, 2011
  • 34. La Riduzione Omogena del Prezzo delle Sostanze…
  • 35. ..in Confronto ad un Lieve Incremento nella Produzione..
  • 36. La Riduzione della Domanda induce una Riduzione dei Guadagni di Intermediazione
  • 37. 2. L’Offerta
  • 38. Prima della Crisi l’Offerta di Sostanze è Elastica • L’offerta è elestica quando: -presenza di beni sostituti (es.poliabuso); • In un momento di crisi l’offerta non può essere più elestica (i consumi non si incrementano e i ricavi diminuiscono, la produzione non può incrementare) L’offerta delle sostanze illegali (e legali) diventa elastica nel tentativo di aumentare i consumi
  • 39. La Reazione alla Crisi Globale: il Prezzo delle Sostanze non Diminisce… World Drug Report, 2011
  • 40. World Drug Report, 2011 La Reazione alla Crisi Globale: il Prezzo delle Sostanze non Diminisce…
  • 41. Ai Tempi della Crisi l’Offerta di Sostanze diventa Inelastica L’offerta delle sostanze illegali (e legali) tende a diventare inelestica nel tentativo di svincolare la domanda al prezzo del bene consumato (l’incremento del prezzo fa diminuire solo di poco il consumo): il ricavo totale aumenta!
  • 42. La Cocaina come il Carburante: Beni Insostitubili per Milioni di Persone Con una offerta inelastica la domanda non fluttua sulla base del prezzo e delle forniture (le forniture non incrementano il prezzo rimane alto per garantire i guadagni!) World Drug Report, 2011
  • 43. Fonte: AAMS, 2012 Il Gioco d’Azzardo nei Tempi della Crisi: Un Addiction Svincolata dai Mercati
  • 44. AZIENDA RICAVI 2008 (mld di dollari) RICAVI 2009 (mld di dollari) RICAVI 2010 (mld di dollari) RICAVI 2011 (mld di dollari) ENI 120,6 159.3 (+15%) 117.2 (-2%) 131.7 (+9%) GENERALI 113.8 103.1 (- 10%) 126 (+11%) 120.2 (+6%) FIAT 80.1 86.9 (+7%) 69.6 (- 15%) 71.4 (- 12%) UNICREDIT 77 94 (+8%) 64.7 (- 20%) 53.3 (-45%) ENEL 59.7 90 (+35%) 89.3 (+34%) 97.2 (+40%) AAMS 47.5 54.4 (+13%) 61.4 (+23%) 79.8 (+41%) I Ricavi del Gioco d’Azzardo Fonte: CNN Money, 2012
  • 45. Fonte: AAMS, 2012 Ripartizione Giochi nel 2011
  • 46. 3. I Costi dell’Addiction • Costi diretti: - trattamento; - giustizia; - sociali; - sostanze • Costi indiretti: - decessi droga correlati; - assenteismo e perdita di produttività
  • 47. L’Impatto Economico delle Diverse Patologie negli Usa Miliardi di Dollari - 2011 Malattie Cardiovascolari $ 393,5 Abuso di Alcol $ 251,06 Incidenti Stradali $ 230,60 Malattie Muscoloscheletriche $ 214.90 Uso di Tabacco $ 209.74 Abuso di Altre Sostanze $ 222.14 Cancro $ 189,80 Malattie Mentali $ 147,80 Malattie Polmonari $ 131,90 Obesità $ 99,2 Gambling $ 53.20 Fonte: NIDA, 2012
  • 48. 12,352 milioni di euro pari a 0.81% del PIL Perdità di Produttività 4.3 miliardi 64% perdita ore lavoro 16% morte prematura 20% incidenti stradali Acquisto di Sostanze 4-6 milioni Attività di Contrasto 2 miliardi 60% detenzione 22% forze dell’ordine 18% spese processuali e amministrative Costi Socio-Sanitari 1.8 miliardi 42% SerT 38% patologie correlate 14% strutture socio- riabilitative Costi Sociali per la Tossicodipendenza in Italia - anno 2009 Relazione al Parlamento 2011
  • 49. I Decessi per Patologia negli Usa Numero di decessi Percentuale Tabacco 435.000 18.1 Obesità e inattività fisica 400.000 16.6 Consumo di alcol 85.000 3.5 Malattie Infettive 75.000 3.1 Agenti Tossici e Inquinanti 55.000 2.3 Incidenti stradali 43.000 1.8 Uso di Sostanze Illegali 17.000 0.7 Fonte: NIDA, 2012
  • 50. I Decessi per Overdose in Italia Relazione al Parlamento 2011
  • 51. Detenuti Consumatori di Sostanze in Italia € 360.000 per die € 360.000 per die € 70.000 per die € 70.000 per die
  • 52. Relazione al Parlamento 2011 Numero dei Trattamenti nei SerT
  • 53. Dati Studio DeMoS, 2011 Giorni Liberi dell’Uso
  • 54. Effetti della Cura in Denaro Sottratto alla Vendita di Sostanze Dati Studio DeMoS, 2011
  • 55. Costo SerT: circa 750 milioni di euro Fonte Relazione Parlamento 2011 Il Costo Beneficio della Cura
  • 56. Felice Nava, MD, PhD Direttore Comitato Scientifico FeDerSerD www.federserd.it Felice Nava, MD, PhD Responsabile Sanità Penitenziaria ULSS 16 Padova Tel. 049-8214904 Fax 049-8214906 felicealfonso.nava@sanita.padova.it Direttore Comitato Scientifico Nazionale FeDerSerD www.federserd.it http://www.felice-nava.it felnava@tin.it