• Share
  • Email
  • Embed
  • Like
  • Save
  • Private Content
Focal point kyoto fz
 

Focal point kyoto fz

on

  • 170 views

 

Statistics

Views

Total Views
170
Views on SlideShare
170
Embed Views
0

Actions

Likes
0
Downloads
0
Comments
0

0 Embeds 0

No embeds

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Focal point kyoto fz Focal point kyoto fz Presentation Transcript

    • Focal Point Kyoto: Verso una lettura integratadi energia, emissioni e territorio
    • Dall’Osservatorio Kyoto al Focal Point Osservatorio Kyoto  (dal 2004) Progetto Ibimet-Regione Toscana per l’attivazione di strumenti di monitoraggio e supporto alla pianificazione in materia di riduzione delle emissioni e applicazione del Protocollo di Kyoto e del pacchetto UE “clima-energia” Focal Point Kyoto  (dal 2010) Trasferimento operativo presso il LaMMA  strumenti e competenze per una lettura integrata delle politiche per il clima, valutando le misure di mitigazione nel più ampio contesto delle peculiarità e criticità territoriali.2
    • Dal bilancio del carbonio Assorbimenti di CO2 Emissioni di CO2  Misura diretta  IRSE (Inventario Regionale Sorgenti di Emissione)  Modelli biogeochimiciRisoluzione 1km2Uscite giornaliere 3 -11 Mt CO2 sequestrate +36 Mt CO2 emesse
    • …alla lettura integrata del territorio  il “tradizionale” bilancio del carbonio si arricchisce di una pluralità di strati informativi utili ad una lettura integrata della sostenibilità ambientale locale  sviluppo di nuovi strumenti a supporto delle scelte di gestione e pianificazione del territorio e dell’energia. Vulnerabilità Trasformazioni Vocazioni Bilancio CO2 Aree a rischio Variazione uso del Potenziale eolico4 desertificazione suolo
    • CO2 come parametro di confronto  CO2 come unità di misura per raffrontare e valutare  emissioni (uso dell’energia…)  assorbimenti (capacità dell’ecosistema)  CO2 è quantificabile e misurabile  Relazione tra emissioni CO2 e emissioni di inquinanti atmosferici5
    • Esempio: Provincia Firenze Relazione e confronto tra  consumi energetici  emissioni legate ai consumi di energia elettrica  assorbimenti di CO2 necessari per compensare  ipotesi di produzione locale di energia elettrica da fonte rinnovabile6
    • Consumi elettrici - Provincia Firenze 2009 Terziario 42 % (1,8252 TWh) Consumi energia elettrica Industriale 30 % (1,3301 TWh) 4,3517 TWh = 23% dei consumi Domestico 26 % (1,1523 TWh) elettrici totali Toscana Emissioni di CO2 legate ai consumi elettrici 2.311.000 Tonnellate di CO27
    • 1) Compensare le emissioni con gli assorbimenti forestali Superficie forestale necessaria per compensazione 2599 km2 74% della superficie complessiva dovrebbe essere ricoperta da boschi8
    • Superficie forestale “mancante” Superficie forestale Si dovrebbero afforestare 1115 km21484 km2 di territorio,42% della corrispondenti alsuperficie 32 % della superficiecomplessiva complessiva9
    • 2) Produrre energia con fonti rinnovabili Superficie necessaria per coprire il fabbisogno elettrico mediante energia fotovoltaica: 66 km 2 1,9 % della superficie provinciale 0,29 % Ipotesi “solo fotovoltaico” della superficie totale Toscana esemplificativa, per avere ordine di grandezza10  mix energetico
    • Alcune considerazioni Altro Superficie per 388 km2 Foreste compensazione 2599 km2 11 % 1484 km2 37 % 42 % Superficie fotovoltaico 66 km2 10 % Agricoltura 1300 km2 Urbano 342 km2  Superficie urbana: 342 km2  In 10 anni (1996-2007) la superficie urbana è aumentata di 43 km2 (LaMMA)  Coperture edifici totali: 50 km2 (PEAP Prov Firenze)  Superfici edificate coperte potenzialmente idonee all’installazione di pannelli FV: 2,5 km211
    • Analisi a supporto di azioni di mitigazione:  Eque e consapevoli delle diversità territoriali  Di lungo periodo  “win to win” (co-benefici) Importanza dell’azione LOCALE  margini d’azione ampi (energia, pianificazione risorse…)12
    • Informazione e Comunicazione • Sito • Newsletter • Bollettino stagionale su assorbimenti forestali • Web GIS bilancio, assorbimenti, emissioni • Pubblicazioni (Il Clima in Tasca, Il valore della Terra, …) • Seminari, eventi e divulgazione13
    • GRAZIE Per contattarci: Focal Point c/o LaMMA tel. 055 4483 041 / 056 kyoto@lamma.rete.toscana.it www.osservatoriokyoto.it www.lamma.rete.toscana.itFederica Zabini – f.zabini@ibimet.cnr.it