Your SlideShare is downloading. ×
0
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Anonymous No Tav
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Anonymous No Tav

431

Published on

Published in: Lifestyle
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
431
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. La NotiziaLunedì 5 dicembre 2011 appare online il seguente messaggio:NO TAV : Anonymous is near you in the fight.OPERATION GREEN RIGHTS support to NO-TAVThe protest is in support to all those who are struggling against the plannedhigh-speed line in the Susa Valley.We believe like them that it is a useless for the Italian and Europeanpopulations, and that is driven by various lobbies who see the possibility oflarge and dirty business.Mercoledì notte il sito torino-lione.it (una delle tante appendici propagandistichedi Rete Ferroviaria Italiana) ed il database della LTF (Lyon Turin Ferroviaire)sono stati violati. E informazioni di accesso al portale francese sono state resepubbliche mentre la pagina del sito italiano, riporta un comunicato che riprendemolte delle parole d‟ordine del movimento valsusino. In un passaggioAnonymous denuncia come il mantra dello “sviluppo economico” nasconda inrealtà la volontà di realizzare un‟opera tanto dannosa per la salute e l‟ambientedella Val Susa quanto proficua per le tasche di banche e ditte appaltatrici.
  • 2. Modalità di presentazione1. Chi Sono Gli Anonymous Ed il Loro Movimento “Operation Green Right”2. Che Cos’è il Movimento No Tav3. Grafici Di Ricerca4. Notizia e Analisi
  • 3. Chi Sono Gli Anonymous?Anonymous è iniziato come un‟idea, un‟idea che unisce le persone del mondo nella lotta peri diritti umani e per la libertà. Gli stessi ideali che hanno portato alla nascita di questa nuovafazione di Anonymous.Operation Green Rights è la sintesi di questa frustrazione nel vedere la razza umanaschiava del dio denaro, per il quale commette un omicidio, sfrutta e opprime le persone e vacontro i principi della democrazia e del rispetto umano che dovrebbe essere la base diqualsiasi paese civilizzato moderno.Ci sono state guerre effettuate per l‟oro nero, popoli soggetti a dittature convenienti per gliaccordi commerciali, miliardi spesi per la ricerca e la guerra nucleare e finanziamenti tagliatiper la ricerca sulle energie rinnovabili e petroliere affondate che causano danni planetari.Inoltre, il riscaldamento globale, causato da queste politiche, è una realtà di cui bisognaesserne consapevoli. I ghiacciai si stanno sciogliendo, sale la marea, il buco dell‟ozono è increscita, i cambiamenti climatici, specie animali estinte ecc…Le attuali politiche globali di molte grandi aziende e molti governi stanno calpestando i nostridiritti e quelli di ogni altro essere vivente, solo in cambio di denaro.Operation green rights dice basta a questo!Operation green rights vuole per i nostri figli una vita in un mondo civile che li accoglie abraccia aperte e mostra rispetto per la vita e la natura stessa. Vuole che la Madre Terracontinui a vivere sana e promuova la vita con la sua bellezza. Vuole che lo sfruttamento deipopoli e il sangue versato per le strade non siano più in nome della cupidigia.
  • 4. Cos’è il No Tav?I NO-TAV nascono come membri di un movimento attivonella Val di Susa e sono contrari alla realizzazione dellanuova linea ferroviaria Torino-Lione.Lidea alla base della protesta è che la linea ad alta velocitàprogettata in Val di Susa sia unopera inutile allapopolazione italiana ed europea. In particolare i No TAVsostengono che la linea attuale (Ferrovia del Frejus) è bensotto la saturazione e non ci sono studi imparziali cheprevedano un aumento del traffico sulla direttrice Torino-Lione.ll movimento NO TAV non ha una vera e propria data diinizio in quanto è nato spontaneamente in seguito alleprime assemblee pubbliche sullargomento tenutesi fin daiprimi anni novanta.
  • 5. GraficiLa Ricerca Su Google Insight Della Correlazioe tra Anonymous e No Tav Non ha fruito risultati, quindi ci concentreremo nell‟analizzare il Movimento No Tav
  • 6. Grafici No Tav
  • 7. Come Si Può osservareDai grafici il Numero diricerche è aumentatoesponenzialmente nelperiodo degli scontridella fine del 2011E si concentrano Suinformazioni riguardanti ilMovimento e Lemanifestazioni. Ovviamente le ricerche provengo sostanzialmente dall‟Italia E Qualcuna dalla Francia
  • 8. Analisi Della Notizia Aree tematiche• La notizia• Le motivazioni• Riferimenti all‟associazione e ai sostenitori• Reazioni• Conseguenze
  • 9. Giornali cartaceiNon Sono State Trovate Informazioni RiguardantiAnonymous E No Tav Su Quotidiani cartacei
  • 10. Attacco Anonymous al sito Tav "Tentativo di violentare la natura" Loperazione "Green Rights" di Anonymous in sostegno ai No Tav I pirati sono entrati nel server postando un messaggio contro la linea ad alta velocità in Valsusa Attacco hacker del collettivo Anonymous al sito della Tav Torino-Lione. I pirati informatici hanno lanciato loperazione Green Rights a sostegno dei militanti No Tav e si sono intrufolati nel server del portale postando un messaggio nella sezione Mappa dei sondaggi contro la linea ad alta velocità."Cittadini del mondo - si legge nel messaggio - Operation Green Rights è decisa a testimoniare il suo sostegno alle popolazioni della Val Susa che si battono contro la linea ad alta velocità. Unopera molto costosa e non necessaria visto che il traforo del Frejus è sotto utilizzato e che non si prevedono incrementi dei traffici nei prossimi anni. Inoltre la Tav devasta le montagne, montagne che al loro interno contengono amianto ed uranio, che una volta polverizzati a causa dei lavori non possono certo giovare alla salute. Rileviamo infine che come già per il tunnel del Mugello vi sono rischi di dissesti idrici e di inquinamento delle falde acquifere a causa delle citate polveri". "Ancora una volta nel nome di uno sviluppo inutile e del bieco interesse economico si tenta di violentare la natura e le proteste legittime sono demonizzate dai media e dal governo. Noi di Anonymous, invece, uniamo oggi la nostra protesta a quella dei cittadini della val Susa e una volta di più ribadiamo ai potenti della terra: nessun vantaggio economico - concludono gli hacker di Anonymous - potrà mai essere barattato con la bellezza della natura incontaminata, nessun mirabolante sviluppo giustificherà mai le vostre immonde politiche schiave della fame di denaro"
  • 11. Analisi de: La Stampa.itLa notizia si concentra in pochissimerighe,facendo un quadro generaledellaccaduto.Attraverso le citazioni del gruppo Anonymoussi entra nel dettaglio,astenendosi da commentied opinioni,lasciando in questo modo al lettorela possibilità di trarre le proprie conclusioni.Il titolo rappresenta la posizione dura e aprache gli hacktivisti hanno sostenuto neiconfronti del tav.Qui di seguito il video reportage della stampa inserito su youtube:http://www.youtube.com/watch?v=SnVNa3cUaQE
  • 12. Anonymous contro la Tav:«Operation Green Right». E‟ questo il nome dell‟operazione lanciata dal gruppo hacker Anonymous contro il sito della Torino-Lione per appoggiare il movimento No Tav della Val di Susa. L‟intrusione ha rallentato le operazioni del sito e si è conclusa con un messaggio lasciato dai mediattivsti in cui spiegavano i motivi dell‟azione. Nei prossimi giorni sono previste alcune mobilitazioni dei NoTav che si dovrebbero concludere con un nuovo tentativo di bloccare i lavori in corso in Val di Susa per i treni ad alta velocità che dovrebbero collegare Torino con la città francese di Lione.
  • 13. Analisi de: Il Manifesto.itLa notizia è anche qui molto breve,nonvengono fatti accenni alle motivazioniche hanno spinto gli hacktivisti amanifestare a favore dei no tav.Ci sono solo delle previsioni sulleconseguenze che ci potrebbero esserenei prossimi giorni, in seguito aimovimenti dei no tav e dei riferimentiall‟operazione dell‟Anonymous.
  • 14. Alta Velocità: Anonymous all’attacco del sito informativo sulla TavUn gruppo di hacker ha attaccato lunedì notte il sito informativo sulla realizzazione della lineaferroviaria ad alta velocità in Valsusa. Lo ha reso noto il movimento No Tav spiegando che ilgruppo Anonymous ha dato il suo sostegno alla lotta del movimento inserendo un comunicato suuna delle pagine che illustrano le mappe dei sondaggi del terreno: ”Un‟opera molto costosa e nonnecessaria visto che il traforo del Frejus è sotto utilizzato e non si intravedono incrementi dei trafficinei prossimi anni. Nessun vantaggio economico potrà mai essere barattato con la bellezza dellanatura incontaminata. L‟opera devasta delle montagne che al loro interno contengono amianto eduranio, che una volta polverizzati a causa dei lavori non possono certo giovare alla salute”.L‟operazione di intrusione fa parte della cosiddetta “Operation Green Rights”, una svolta verdedegli Anonymous. Dopo la casa farmaceutica Bayer e la compagnia petrolifera Exxon, è arrivata lavolta della Torino-Lione.GHIGLIA ALL’ATTACCO:“Dopo gli incappucciati che assediano i cantieri di Chiomonte e le forzedell‟ordine che li presidiano nello svolgimento del loro lavoro, sulla rete sbucano gli Anonymous, mail modus operandi degli anti sviluppo è lo stesso: colpire, fisicamente o Cronaca virtualmente,danneggiare e logorare imprese e istituzioni impegnate nella realizzazione della Torino Lione”. Loscrive in una nota l‟onorevole Agostino Ghiglia, vice coordinatore del Pdl piemontese, a propositodell‟attacco hacker No Tav. Per le manifestazioni previste in Val di Susa l‟8 dicembre, Ghigliaribadisce l‟augurio che non siano “l‟ennesimo pretesto affinchè i No Tav chiamino a raccoltafacinorosi e violenti dall‟Italia e dall‟Europa”.
  • 15. Analisi de: il Quotidiano piemonteseIl giornale analizza più approfonditamente la notizia.Si parte da un quadro generale della situazione, giàpreannunciato nel titolo e si continua spiegando lemotivazioni dellattacco da parte degli Anonymous,citando un comunicato lasciato dal gruppo stesso.Vengono fatti anche riferimenti allassociazione e aisuoi attacchi precedenti e si conclude parlando dellareazionedellonorevole Agostino Ghiglia,riportandosue parole che mostrano disapprovazione neiconfronti degli hacktivisti e dei no tav.
  • 16. al di Susa, tornano i NoTav Scontri e feriti tra gli agenti Il popolo No Tav torna a protestare. Bloccata la Torino-Bardonecchia. Sassi e bombe carta contro le forze dellordine. Feriti 11 agenti e 3 manifestanti Sarebbero circa 2000, secondo fonti No Tav, i manifestanti che si sono radunati questa mattina, muovendosi alla volta delle recinzioni del cantiere della Torino-Lione. Duemila persone in partenza da Giaglione, più altre che hanno iniziato la loro manifestazione a Susa e Chiomonte. Un numero ridimensionato dalla Procura di Torino, che parla di un totale di 1700 manifestanti. Nonostante le manifestazioni siano iniziate in modo pacifico, nel corso della giornata ci sono stati alcuni scontri che hanno coinvolto NoTav e forze dellordine, scemati verso sera. Il corteo partito da Giaglione si è mosso alla volta della baita Clarea, simbolo della resistenza No Tav, dove sono giunte circa duecento persone, tra cui 50 armate di scudi plexiglass per difendersi dagli idranti.a Questura di Torino ha sottolineato che la baita si trova a distanza di sicurezza dal cantiere, le cui reti sono protette da un massiccio dispiegamento di uomini. Un secondo gruppo, quello partito da Chiomonte, si è invece portato nella zona della centrale elettrica. Il corteo di Susa si è mosso con in testa un gruppo di bambini. Tra le mani uno striscione con lo slogan: "La valle è nelle nostre mani". Il corteo, con circa mille persone, è arrivato fino allautoporto. La Questura ha deciso di chiudere la autostrada A32, data la vicinanza dei manifestanti, che hanno occupato le corsie. Proprio a Susa si registrano anche i primi arresti. Quattro antagonisti sono stati inseguiti per un breve tratto dalla stradale. Nellauto che occupavano sono state trovate maschere antigas e un sacchetto pieno di viti e bulloni, nonchè un trapano e un farmaco solitamente usato per proteggersi dagli effetti dei lacrimogeni. Oggetto di controlli questa mattina anche un pullman proveniente da Varese, con a bordo circa trenta manifestanti dellarea antagonista milanese. Altri due antagonisti sono stati fermati e accompagnati in Questura, ma rilasciati dopo alcuni controlli nel pomeriggio.
  • 17. • Lala più dura del movimento NoTav ha tentato di dare lassalto alle reti del cantiere della Maddalena, provocandolimmediata reazione della polizia, che ha contrattaccato con gli idranti. Molti dei giovani erano vestiti di nero e munitidi caschi e maschere antigas. Sopra la zona dei lavori per il tunnel della Maddalena, propedeutico al collegamentoferroviario, si sono notati alcuni incendi, che i vigili del fuoco hanno poi domato. Per i manifestanti a causarli sarebbe statolutilizzo di lacrimogeni da parte delle forze dellordine, che però incolpano i NoTav che si trovavano nella zona al di sopradel cantiere. Secondo quanto riferito dalla questura di Torino, ci sarebbe stato un fitto lancio di sassi da parte deimanifestanti, che hanno tentato di dare lassalto alle recinzioni del cantiere e sfondare il cordone del sicurezza. Da partedegli agenti una reazione immediata con lancio di lacrimogeni e idranti. La maggior parte dei manifestanti si è comunquediretta verso la baita abusiva dei NoTav. Alcuni manifestanti hanno lanciato bombe carta a poca distanza dalle retidellarea di scavo, provocando lavanzamento della polizia fino alla baita NoTav. Buona parte dei manifestanti presenti èfuggita poi verso il sentiero di ritorno.• Un 16enne è stato colpito da un lacrimogeno alla tempia, mentre un 30enne ha riportato una ferita allocchio.I due sono stati trasportati allospedale di Torino. Un gruppo di incappucciati ha proseguito il lancio di pietre contro le forzedellordine, che avanzano, avvicinandosi ai manifestanti. Alcune uomini delle forze dellordine, pare tre, sono rimastiferiti o contusi negli scontri. Le forze dellordine hanno controllato e identificato circa 350 persone e 140 autoveicoli.Continuano i controlli nellintera zona. Dopo gli scontri del pomeriggio è tornata la calma al cantiere di Chiomonte. Gliultimi manifestanti hanno lasciato il presidio. La polizia sta perquisendo la baita abusiva. Nei pressi della costruzionhesono stati recuperati una sirena, un estintore, alcuni caschi, due accette, un martello, un paio di tenaglie, rudimentali scudidi plexiglass e fuochi artificiali. Continua loccupazione dellautostrada. A breve dovrebbe tenersi unassemblea perdecidere come continuare la protesta.Il bilancio attuale della questura parla di tre persone fermate in seguito agliscontri, 11 operatori delle forze dell’ordine rimasti feriti e tre manifestanti feriti. Sono stati emessi anche 4 fogli divia nei confronti di altrettanti manifestanti, tra i quali una cittadina francese di 20 anni che, controllata in entrata dal valicoautostradale del Frejus, con un precedente a carico per rapina del il 20 luglio scorso al negozio sportivo Decathlon diMoncalieri: con altri connazionali si era impossessata di vari oggetti in ferro, caschi, moschettoni, corde ed attrezzaturavaria di montagna ed era stata denunciata per porto d’armi e oggetti atti ad offendere (aveva anche un coltello). La Digose la polizia stradale hanno inoltre fermato 6 persone dell’area "antagonista" di cui 2 già rilasciate, mentre per gli altri 4fermati è stato emesso un foglio di via obbligatorio. Uno di loro è stato denunciato perché trovato in possesso di occhialinida piscina, filtri per maschere antigas, k-way e pantaloni di colore nero, un sacchetto contenente viti e bulloni, una punta
  • 18. Analisi de: Il Giornale.it Il Giornale ha deciso di presentare come fulcro del proprio articolo lo scontro tra i manifestanti di Val Susa e le forze dell‟ordine. Vengono tralasciati i pregressi e le motivazioni dei manifestanti.La vicenda è descritta in modo tecnico e dettagliato, ma in modo imparziale: più volte nel corso della lettura è stata sottolineata la violenza dello scontro e il bilancio dei feriti. Le espressioni come: si sono radunate 200 persone “tra cui 50 armate di scudi plexiglass”, “sono state trovate maschere antigas e un sacchetto pieno di viti e bulloni, nonché un trapano e un farmaco solitamente usato per proteggersi dagli effetti dei lacrimogeni”, ecc. danno l‟impressione che i manifestanti hanno volutamente organizzato una lotta violenta; questa impressione si evince anche dal titolo. Molto evidenziati sono le conseguenze, come i vari provvedimenti della polizia e le reazioni delle due fazioni antagoniste.
  • 19. Nuove mobilitazioni in val susa previste per giovedì Tav, attacco Anonymous sul sito Torino-Lione «Opera costosa, non necessaria e che farà male alla salute» Svolta «verde» degli hacker. Nel mirino anche Bayer e ExxonMILANO- La chiamano «Operation Green Rights». E indica una svolta «verde» degli Anonymous. Così dopo la casa farmaceutica Bayer e la compagnia petrolifera Exxon, nel mirino degli hacker cè la Tav. I pirati informatici si sono intrufolati nel server del sito della Torino- Lione, postando un messaggio nella sezione "Mappa dei sondaggi" contro la linea.Perché è «unopera costosa, non necessaria e che farà male alla salute», si legge nel comunicato.LOPERAZIONE- Insomma a sostegno del movimento No Tav, che da anni si batte contro la costruzione della ferrovia ad alta capacità, arriva pure il collettivo informatico perché«nessun vantaggio economico potrà mai essere barattato con la bellezza della natura incontaminata». Un appoggio «alle popolazioni della Val Susa» per dire no a unopera che «devasta le montagne, montagne che al loro interno contengono amianto ed uranio, che una volta polverizzati a causa dei lavori non possono certo giovare alla salute».LA MOBILITAZIONE - Lattacco informatico arriva pochi giorni prima di una nuova giornata di mobilitazione. Il movimento ha indetto tre manifestazioni per giovedì con lobiettivo di «arrivare alle reti del non cantiere». Secondo il deputato del Ps Stefano Esposito cè, ancora una volta, «il rischio di infiltrazioni gruppi insurrezionalisti ed antagonisti che adoperano la Tav come un pretesto per cercare lo scontro con le forze dellordine». Ma dal movimento spiegano che lobiettivo è «pacificamente» ma «con determinazione».
  • 20. Analisi de: Il Corriere della Sera Il corriere si concentra sulle motivazioni dell‟anonymous che sono riassunte anche nel titolo. Il fatto viene descritto in modo poco approfondito e superficiale con un linguaggio semplice e alla portata di chiunque. Vengono accennate le precedenti operazioni dell‟anonymous e la collaborazione con il movimento No Tav. Viene infine inserito un commento del deputato Esposito e la risposta dell‟associazione, offrendo così ai lettori due pareri opposti sui possibili risvolti.
  • 21. TELEGIORNALI RAI 3Link://www.youtube.com/watch?v=0hzRrAnAJ7s
  • 22. Il fatto quotidiano:http://www.youtube.com/watch?v=lZ0cyCC00WcLe motivazioni della manifestazione spiegate dalleader del no tav:http://www.youtube.com/watch?v=cnblR-a_oMc&feature=relmfuVideo amatoriale dei manifestanti:http://www.youtube.com/watch?v=okrTnRL77O0
  • 23. Social network
  • 24. FacebookAnche sul Famoso Social Network facebook è Stata CreataUna Pagina Riguardante l‟”Operation Green Rights”http://www.facebook.com/pages/Operation-Greenrights/168717439855964
  • 25. TwitterE Anche Su Twitter Troviamo Gli Anonymous e il Loro MovimentoOperation green Rights e Il No Tav.https://twitter.com/OpGreenRights
  • 26. Blog: PostilleSi chiama Operation Green Rights ed è un‟altra delle ormai molteplici iniziative di Anonymous. L‟obiettivo per ilmomento sono stati i siti della Nuova Linea Torino-Lione e Ltf-Lyon Turin Ferroviarie, hackerati nella notte tra il5 e il 6 dicembre. Questo il messaggio che ha accompagnato l‟azione:“Cittadini del mondo Operation Green Rights è decisa a testimoniare il suo sostegno alle popolazioni della ValSusa che si battono contro la linea ad alta velocità. Un‟opera molto costosa e non necessaria visto che il traforodel Frejus è sotto utilizzato e che non si prevedono incrementi dei traffici nei prossimi anni. Inoltre la Tav devastale montagne, montagne che al loro interno contengono amianto ed uranio, che una volta polverizzati acausa dei lavori non possono certo giovare alla salute. Rileviamo infine che come già per il tunnel del Mugello visono rischi di dissesti idrici e di inquinamento delle falde acquifere a causa delle citate polveri”.“Ancora una volta nel nome di uno „sviluppo‟ inutile e del bieco interesse economico si tenta di violentare lanatura e le proteste legittime sono demonizzate dai media e dal governo. Noi di Anonymous, invece, uniamooggi la nostra protesta a quella dei cittadini della val Susa e una volta di più ribadiamo ai potenti della terra:nessun vantaggio economico potrà mai essere barattato con la bellezza della natura incontaminata, nessunmirabolante „sviluppo‟ giustificherà mai le vostre immonde politiche schiave della fame di denaro”Il vicecoordinatore del Pdl piemontese, Agostino Ghiglia, ha ingaggiato una personale battaglia contro quelli chedefinisce gli “anti-sviluppo”. Sul web o in valle, il “modus operandi” sarebbe lo stesso: “colpire, fisicamente ovirtualmente, danneggiare e logorare imprese e istituzioni impegnate nella realizzazione della Torino Lione” (danotare l‟assenza di qualsiasi rifermento ai cittadini). Intanto, dal 8 all‟11 dicembre si svolgeranno una serie dimanifestazioni a Chiomonte, nell‟anniversario di quell‟8 dicembre 2005, quando i manifestanti riuscirono aoccupare il cantiere di Venaus, due giorni dopo l‟irruzione violenta delle forze dell‟ordine in un loroaccampamento.http://postille.wordpress.com/2011/12/07/anonymous-no-tav/
  • 27. Blog: InfoautAnonymous – “Operation Green Rights”: attacco alla TAV Torino-LioneL‟avevano promesso. L‟hanno fatto.Martedì con poche telegrafiche righedal blog Operation Green RightsAnonymousannunciava una sua discesain campo a fianco del movimento NoTav. Detto fatto, ed in poche ore gli hacktivisti hanno mantenuto la parola.Mercoledì notte il sito torino-lione.it (una delle tante appendici propagandistiche di Rete Ferroviaria Italiana) ed ildatabase della LTF (Lyon Turin Ferroviaire) sono stati violati.Schema consolidato ma sempre efficace: le informazioni di accesso al portale francese sono state rese pubblichementre la pagina del sito italiano riporta un comunicato che riprende molte delle parole d‟ordine del movimentovalsusino. In un passaggio Anonymous denuncia come il mantra dello “sviluppo economico”, ripetuto fino allanausea dalle lobby SiTav, nasconda in realtà la volontà di realizzare un‟opera tanto dannosa per la salute el‟ambiente della Val Susa quanto proficua per le tasche di banche e ditte appaltatrici. Portafogli gonfi per pochisulla pelle di molti. Dunque un‟ incursione che, a poche ora dai cortei che si svolgevano in valle l‟8dicembre, esprime solidarietà con le proteste che continuano a dilagare in Valle a dispetto delle demonizzazionemediatica cui abbiamo assistito negli ultimi mesi. Ma tratteggia anche una sintonia di vedute con la popolazionedella Val Susa in lotta che ha ben identificato nella realizzazione della Torino-Lione la tendenza distruttiva delcapitalismo finanziario. Quella che vede tra i suoi protagonisti i Passera, le Marcegaglia o Intesa San Paolo.Quella che incapace di immaginare un‟exit strategy dalla crisi gioca la carta della devastazione dei territoributtando sul piatto la vita delle popolazioni locali.“Target 1” dicono gli attivisti di Operation Green Rights. Altri bersagli non mancano e sono a portata di mouse.Non resta allora che aspettare l‟atto secondo con il fiato sospeso: magari in un corto circuito virtuoso con lamobilitazione permanente e tenace che i Notav insceneranno nei prossimi giorni."Torino-Lione.it: un canale dove ottenere informazioni oggettive sul progetto Torino-Lione (TAV), capirne econdividerne obbiettivi e valori" recita la bio dell‟account twitter @Torino-Lione. E certo dopo le scorribandenotturne di Anonymous sembra quasi essere vero. (http://www.infoaut.org/)
  • 28. CONFRONTO DELLE NOTIZIESTAMPA: notizia scarna che si esaurisce nelle citazioni.IL MANIFESTO: vengono ipotizzate le prossime azioni del movimento.IL QUOTIDIANO PIEMONTESE: offre un articolo più ricco con l‟aggiuntadella testimonianza dell‟onorevole Ghiglia.IL GIORNALE: analizza quasi esclusivamente lo scontro avvenuto a ValSusa.POSTILLE: riporta i principali spezzoni dei giornali già presentati.INFOAUT:da questo blog apprendiamo nuove informazioni e un punto divista totalmente differente; vengono accusate grandi società finanziarecome la banca Intesa San Paolo.TG3: il tg dedica 2 minuti al servizio mostrandoci le immagini dellemanovre delle forze dell‟ordine.
  • 29. TEORIE E TECNICHE DEI NUOVI MEDIA 2011/2012Omar Fall Giulia OrfeiGioia Di Costanzo Raffaella Filograno

×