Your SlideShare is downloading. ×
Comunicato Faisa
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×

Thanks for flagging this SlideShare!

Oops! An error has occurred.

×
Saving this for later? Get the SlideShare app to save on your phone or tablet. Read anywhere, anytime – even offline.
Text the download link to your phone
Standard text messaging rates apply

Comunicato Faisa

361

Published on

Comunicato accordo 17 Febbraio

Comunicato accordo 17 Febbraio

Published in: Career
0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
361
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
0
Actions
Shares
0
Downloads
0
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Lunedì saranno decise le date delle 4 riunioni che serviranno per illustrare dettagliatamente ilprotocollo di intesa che vi allego di nuovo (protocollo di intesa.pdf) con la speranza che, chinon lo ha fatto, lo legga. Se continuiamo a farcelo raccontare sotto la pianta da chi non vedelora di fare "terrorismo" gratuito non potremo farci un idea della sostanza.Perchè lunedi? Abbiamo aspettato a rispondere a tutti coloro che paventano catastrofi senzarispondere con comunicati stampa ed articoli sui giornali perchè dobbiamo aspettare ledecisioni di tutti. Lunedi ci sarà un nuovo passaggio in azienda.I principali attacchi:-Il deposito di Foligno che chiude. Emili della Uil afferma che in base allaccordo il deposito diFoligno potrebbe chiudere e i 50 dipendenti potrebbero essere trasferiti ad altri comuni.(allegato foligno.png)-Lazienda avrà mano libera nello spostamento di un numero imprecisato di colleghi a Roma.(Comunicato nella bacheca di Perugia della Ugl che ha scomodato perfino Togliatti...).-Il nostro segretario Regionale diventerà 4° livello per aver firmato quellaccordo e gli altrilavoreranno dalla mattina alla sera. (Voci varie miste a bestemmie ed imprecazioni sotto lapianta...).-La Faisa ha firmato un assegno in bianco allazienda dandole il potere di fare ciò che vuole deidipendenti di UTM. (dalla USB allinterno della RSU di Perugia).Se le argomentazioni sono queste non abbiamo nulla da temere, sono false. Chiunque puòcapire che si tratta di "puttanate" messe in giro ad hoc per trovare qualche consenso e magarirubare qualche tessera a chi responsabilmente ha firmato laccordo. Legittimo. Chi crede aqueste, ripeto, "puttanate" si merita di essere rappresentato da chi le dice.-Che il deposito di Foligno chiuda, vi garantisco che nellaccordo non solo non cè scritto, manon è nemmeno sottinteso.-Non ci sarà nessuna deportazione di massa come afferma lUgl, nessuno contro la sua volontàsarà trasferito a Roma, per ora mi risulta che per una probabile "marchetta" della Ugl(informatevi) ci sia a Perugia un verificatore di 20/21 anni affiancato ai nostri verificatori e delquale abbiamo già chiesto spiegazioni.-Paolo "controllore subito" è ormai una voce in voga da 10 anni che si ripete costantemente ascadenza regolare. In dieci anni non lo è ancora diventato...anzi, il concorso che potevavincere insieme ad altri 9 è stato senza ulteriori motivi dimesso.-La Faisa non ha firmato un accordo in bianco e visto che sotto cè anche la mia firma questa èla voce a cui voglio rispondere per prima.Alcuni sedicenti sindacalisti, e coloro che sono stati fulminati dalle loro elucubrazioniasseriscono che, il primo punto dellaccordo non è chiaro perchè non si capisce di quale ipotesidaccordo si parli. Se i signori in questione non hanno partecipato alle riunioni non sanno dicosa si parla. Ma la Faisa che invece alle riunioni cera lo sa bene. Detto questo lazienda ha
  • 2. garantito un milione di euro per lomogeneizzazione e non metterà becco sulla sua ripartizioneche è già pronta, verrà valutata di nuovo su un tavolo apposito ed a Giugno partiranno i primibenefici economici.A fine anno scorso, quando è stato congelato il milione di euro dallazienda e sono iniziate leprime decisioni unilaterali aziendali ed abbiamo fatto sciopero 2 volte, le critiche erano bendiverse. Si parlava di incompetenza dei rappresentanti sindacali perchè non si era firmatosubito. Ricordate? Certo che ricordate.Se non ricordate, ancora prima, a giugno 2011 questa (sotto) era la proposta aziendale:La cifra in qualche mese è stata più che raddoppiata, per merito di quasi tutte leOrganizzazioni Sindacali che durante la trattativa hanno tirato fino a che hanno potuto, e nonmi risulta che sullaccordo odierno ci sia nessuna dicitura che prevede "lindividuazioneconcreta di recupero di produttività dalla organizzazione del lavoro...".A Gennaio 2013 ci prendiamo un milione (qualcosa subito a Giugno), e se ci saranno deirisparmi, lazienda si impegna con questo accordo (nel punto 10) a stornarne una parte alpersonale sottoforma di nuovi investimenti per il miglioramento delle condizioni di lavoro, dopoaver risanato il bilancio. (Lo so che non è colpa di noi dipendenti, ma se si fossecontinuato cosi, con 4 aziende separate e spese senza controllo, con le risorse tagliate dinetto le nostre aziende avrebbero avuto allincirca altri due anni di vita...e non sarebbestato un bene per nessuno.)
  • 3. Laltro punto contestato è il punto 4. Premetto che lorganizzazione Uil ufficialmente non hafirmato laccordo per lultima frase del passaggio che leggete qui sopra (punto 10). Invece ilpunto 4 era stato avallato dalla sigla Uil in una recente riunione presso la Cisl di via canali,dove si era elaborata la proposta sindacale che è esattamente quella dellaccordo firmatotranne le ultime due righe del punto 10. Oggi non va più bene neanche quello, o almeno è cosiche leggo sui loro comunicati e sento che raccontano sotto la pianta. (Per la verità sui lorocomunicati leggo che non va più bene neanche il punto 9 che in pratica significa la stessacosa del punto 8 ((leggeteli nellallegato)), voluto dalla Regione Umbria nella personadellassessore Rometti.Sto per allegare il punto 4, ma prima vorrei che leggeste questo:Bene, questo che avete appena letto è lart. 20 del V Titolo del Regio Decreto n. 148 del 1931.E la legge che regola la nostra categoria, nel bene e nel male, redatto sotto il governoMussolini.Allora, secondo voi, il punto 4 è più pericoloso dellart. 20?Se abbiamo strappato allazienda un milione di euro per poter applicare la legge, in più con ladicitura che in via prioritaria si agirà sui rimpiazzi e/o rimpiazzisti dietro pagamento di tutte le
  • 4. indennità uguali per tutti da Giugno 2012, non vedo perchè avremmo dovuto correre il rischiodi lasciare per la strada dei soldi e trovarci nella stessa situazione, come è già successo aFoligno con i turni di Assisi. (Ricordo che questo punto è stato condiviso da tutte le O.S., anchequella che oggi urla ai 4 venti che non va bene, in una serata di venerdì presso la Cisl di viacanali.)Per quanto riguarda il settore ferroviario ci sono delle riserve perchè la ORSA (in larga partemacchinisti e capitreno) che partecipa alla trattativa non vuole che vengano trattati i loro temiinsieme agli altri. (punto 5). Ma nella ex-fcu non ci sono solamente i macchinisti ed icapotreno, ci sono anche persone che lavorano nel settore amministrativo e nel settore dellamanutenzione (officina) e lorganizzazione che rappresento non li lascerà fuori dalla trattativa,come non si tirerà indietro dal dire in sede di omogeneizzazione del personale amministrativoche in una situazione di ristrettezze come quella che stiamo vivendo oggi anche i premi ad-personam di cui godono solo alcuni non sono affatto necessari.Io credo che fosse ora di cominciare una trattativa seria e concreta per far diventare davverounica lazienda che oggi è unica solamente sulla carta e crediamo di aver apposto la nostrafirma su quello che è un buon documento di partenza. Domani non finirà il mondo comevogliono farci credere, ma al contrario si continuerà la trattativa su ogni punto come prevedelaccordo.Ci saranno a breve (domani vi comunico le date) delle riunioni per illustrare il tutto come hofatto con voi ora ed in passato, spero si possa fare in maniera tranquilla ed esaustiva e chequalcuno non ci metta lo zampino per fare in modo che ci sia confusione come spesso accade.Probabilmente ci sarà un referendum per vedere se la maggioranza del personale reputa chelaccordo possa andare in vigore oppure no. Si verificherà il primo caso ne sono certo, ma nellaremota possibilità che si verifichi il secondo credo che lazienda oltre a non stanziare più soldiper lomogeneizzazione continuerà nelle sue scelte non condivise come è stato fino ad ora.Io credo che non ci si debba fidare di nessuno se non dopo essersi informati abbondantementeed aver ragionato con il proprio cervello.I rappresentanti della Faisa tutta sono convinti di aver raggiunto il massimo che si potevaraggiungere altrimenti non avrebbero firmato nessun accordo.Buona domenica.

×