Your SlideShare is downloading. ×

Report Convegno

329
views

Published on


0 Comments
0 Likes
Statistics
Notes
  • Be the first to comment

  • Be the first to like this

No Downloads
Views
Total Views
329
On Slideshare
0
From Embeds
0
Number of Embeds
1
Actions
Shares
0
Downloads
2
Comments
0
Likes
0
Embeds 0
No embeds

Report content
Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
No notes for slide

Transcript

  • 1. Il Mediterraneo Un mare da attraversare Istituto G. Lombardo Radice Catania. Dirigente scolastico: Prof.ssa P. Paladino Progetto: Prof.sse S. Brincat e A. Lentini
  • 2. “ Incontro” di civiltà, da Catania a Ravenna verso Istanbul Un percorso di educazione interculturale a. s. 2009/10
    • Storia - Scienze sociali – Filosofia - Diritto Arte – Italiano - Statistica - Informatica
  • 3. Project work del C. di C.
    • Motivazione : guidare i nostri studenti ad essere consapevoli della loro identità per poter incontrare gli altri senza timore; conoscerli, comprenderli e uscire dai pregiudizi prendendo le distanze dal proprio paradigma culturale
    • Collaborazioni : ASL di Catania, pedagogista Dott. G. Pampanini
    • Sovrintendenza Beni culturali di Catania e di Ravenna, Dott.ssa M. Ursino e C. Muscolino
  • 4. Identità e linguaggi
    • Punto di partenza è la riflessione secondo cui i ragazzi vivono il presente, ma il loro immaginario non riesce a contenere “la loro storia”, un insieme di passato, presente e futuro che, con la conoscenza, diventa ‘contemporaneità’.
    • Nel 2008 - 09 Incontro con Romani e Greci
    • Nel 2009 - 10 Incontro con Normanni e Arabi.
    • Il risultato?
    • Ognuno di noi “siciliani” porta in sé tutti questi ‘stranieri’
    • ( βάρβαρος: chi parla un’altra lingua )
  • 5. Fasi sequenziali
    • Storia / Scienze sociali / Diritto
    • La storia "nostra" e le storie degli "altri“
    • Arte / Informatica
    • La Sicilia si riveste d’oro: da Costantinopoli a Palermo e Ravenna
    • Filosofia / Pedagogia / Scienze sociali / Italiano
    • Identità e linguaggi
    • Stage
    • Dialogo educativo tra scuola e territorio
    • Riflessioni degli studenti: La Politica, il Diritto e il Lavoro come elementi facilitatori dell’integrazione: ieri e oggi.
  • 6. Metodologia
    • Ricerca – azione / Osservazione partecipante
    • Scena dell’azione: alunno e docente modello -> “lettori”
    • 1°biennio: alunno studente
    • 2° biennio: alunno lettore
    • Argomento: incontro di civiltà nell’area mediterranea
    • Dal concetto di cultura al concetto di intercultura nelle diverse discipline
    • La classe: lettori per cogliere il “senso” della cultura attraverso i diversi linguaggi
  • 7. Trattazione teorica dell’argomento del progetto, sulla base della letteratura teorica e scientifica di riferimento
    • Rinforzare e personalizzare l’apprendimento, attraverso l’applicazione pratica del tema specifico all’interno delle discipline, in cui il project work è previsto e che l’allievo concorda con i suoi referenti didattici
    • “ Ancorare” il percorso formativo al reale contesto operativo dei partecipanti: mettersi a rischio, alla prova e attingere a capacità “altre”, apprese in altri contesti, affinché la formazione non venga percepita come troppo lontana dal vissuto dello studente
    • Per suscitare dubbi e perplessità alla ricerca di nuove idee
  • 8. Oltre il libro di testo: esempi
    • Viaggiare per incontrarsi per conoscersi, occidente e oriente.
    • Il viaggio è esperienza e, nello stesso tempo, metafora di cambiamento.
    • Letture: Itaca , K. Kavafis – L’ospite inquietante , U. Galimberti - Il mare colore del vino , L. Sciascia
    • Articoli e saggi: Ciampi: “Rifiutiamo con forza lo scontro tra civiltà e religione” (Corriere , Breda Marzio)- Oriente e occidente la grande incomprensione (A. Spataro, Il fondamentalismo islamico. Ed.Riuniti, Roma 2001)…
    • Narrazione di esperienze personali: una casa di Sant’Alfio…, a Palermo: Guidare… alla Zisa in un progetto di intercultura…
  • 9. Costruzione dell’identità nella pratica educativa
    • L’azione educativa come progetto e processo volto a favorire lo sviluppo di identità complete
    • Il concetto di identità attraverso l’arte, le scienze sociali, la filosofia e la pedagogia
  • 10. Identità
    • La “forma” dell’identità è il suo presente
    • Il “contenuto” dell’identità è il suo passato
  • 11. La storia
    • Il Mediterraneo
    • La storia "nostra" e le storie degli "altri“
    • Il Mediterraneo spazio di incontro: costruzione di una nuova identità in cui “la forma “è il presente, il contenuto è il passato
    • “ Educazione nel Mediterraneo”: ricerca e riflessione, che si limita all’esistente , fattuale e descrittivo
    • “ Educazione del Mediterraneo”: ricerca e riflessione in uno spazio che trascende i limiti spaziali e concreti
    • Dal “mare colore del vino " descritto da Omero
    • al mare nostrum romano
    • che in arabo diventa “el bahr al-abiyad al mutawassat”
  • 12. Scienze sociali
    • Lettura e interpretazione di simboli pubblici laici e religiosi, espressioni linguistiche e artistiche
  • 13. Sicilia: Il “caso” Palermo
    • La mia lingua: scopro che non mi appartiene…è araba, è spagnola…
    • Gli odori: se chiudo gli occhi, il profumo delle friggitorie della “vucciria” è uguale …a Gerusalemme
    • Le palme: perché qui, nella piazza giardino del palazzo dei normanni
    • “ io” convinto di essere unico scopro di essere “altro”
  • 14. Le mura della città
    • Un triangolo col vertice a sud: dentro Palermo
    • Le mura la contengono, impediscono di uscir fuori: sono pelle che dà forma
    • Latini, arabi, normanni: la storia li renderà palermitani
  • 15. Muro- Etnocentrismo
    • Le mura da difesa militare a difesa …della propria identità?
    • Etnocentrismo: pelle - diaframma per difendersi da qualcosa che non deve né entrare né uscire?
    • Il termine “etnocentrismo” utilizzato come negativo e riprovevole, deve essere trasformato in valore positivo, in quanto è la percezione di sé, elaborata come identità collettiva ed etnica, che consente il confronto e l’apertura al mondo
    • Cogliere nell’attività intellettuale il significato simbolico attribuendo un valore condiviso ad azioni e prodotti sociali ed attività di singoli
  • 16. Problematicità e complementarietà
    • L’identità è nella forma che siamo oggi e il contenuto è la storia
    • Dal “Diritto romano” al “Corpus iuris” di Giustiniano
    • Tensione tra identità e linguaggi
  • 17. Tensione tra identità e linguaggi
    • Forze che condizionano le “cose” come sono nel presente e che determinano il contenuto di una civiltà
    • “ Forze” politiche, sociali, economiche che confliggono nella forma e nel contenuto: in equilibrio quando si raggiunge un risultato temporaneo, un compromesso tra tutte le forze
  • 18. Finta integrazione
    • Prendere dall’altro quello che non fa paura, che piace: cibo, colori, musica, balli, abbigliamento
    • Si può parlare di identità congelate?
  • 19. Le paure
    • Il linguaggio: vero – finto – falso
    • Goethe: l’uomo ha il linguaggio per manifestare / camuffare i propri pensieri
    • Confronto tra Vigotskij : il linguaggio è pensiero e Piaget: il linguaggio è “vestito”
    • È la lingua la forma del pensiero?