Considerazioni lim
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Considerazioni lim

on

  • 725 views

 

Statistics

Views

Total Views
725
Views on SlideShare
713
Embed Views
12

Actions

Likes
0
Downloads
15
Comments
0

1 Embed 12

http://www.sisus.it 12

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Microsoft PowerPoint

Usage Rights

© All Rights Reserved

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

    Considerazioni lim Considerazioni lim Presentation Transcript

    • Alcune riflessioni sull’uso didattico della LIM Maggio-giugno 2011 Antonella Fatai
    • … per dare avvio alle attività
      • … ripartiamo dalla LIM
      • La LIM rappresenta un interessante esempio di come il fenomeno dell’introduzione delle tecnologie nella scuola si presenti, si diffonda e… venga accolto dagli insegnanti
      • Accolto significa anche compreso e bene interpretato… ma anche frainteso, male applicato o addirittura travisato
    • … in breve
      • Le esperienze di innovazione didattica presentano spesso problemi. In particolare:
      • Paradosso tecnologico: trivializzazione, non cambia niente. Anzi, spesso le nuove tecnologie sono usate con metodi vecchi
      • Focus tecnocentrico: assorbire continuamente l’attenzione di chi le impiega
      • Anche la LIM ci sta offrendo esempi interessanti di come editori, insegnanti e persino iniziative ministeriale stiano interpretando in maniera non sempre adeguata le potenzialità offerte da questo strumento.
    • Alcuni esempi di “cattive pratiche”
    • La logica del “Basta che funzioni!” Molti editori stanno riversando i loro magazzini etichettando vecchi prodotti come software didattici per la LIM. Fareste uso di un webinar alla lavagna? Spero proprio di no! Non sono pensati per essere utilizzati alla lavagna
    • … purtroppo i casi sono numerosi
      • Se guardate sul sito del progetto Innovascuola (che dovrebbe dare il buon esempio a chi si avvicina alla LIM) abbondano i software didattici pensati per un utilizzo (individuale) al computer come:
        • Giochi
        • Tutoriali
        • Drill and practice
        • Learning object (SCORM)…
      Non sono pensati per essere utilizzati alla lavagna
    • Questo è un buon utilizzo? Forse usare la LIM per proiettare una carta geografica statica … … non fornisce valore aggiunto
    • … diversamente … se il contenuto è attivo (o reso tale dalla classe) può diventare un modo per fare una esperienza unica
    • Forse non è bene fare della lezione uno show...
    • Prime (provvisorie) considerazioni
      • Attenzione al fatto che la LIM:
        • Rischia di rafforzare un modello didattico “trasmissivo”
        • Può indurre ad accelerare i tempi e semplificare eccessivamente
        • “ La computer grafica abbassa il livello di attenzione. Anziché guardare voi, il pubblico fissa lo schermo ” (Stoll, 2001, pp. 148)
        • Può rendere più passiva e/o superficiale la partecipazione
        • Può rendere banale tutto il resto (ovvero le altre attività didattiche)
        • Può rallentare i tempi con intralci di tipo tecnico
        • Può stancare la vista degli allievi
      Su questi aspetti è importante riflettere
    • Cosa si intende per buon uso? Come facciamo ad essere sicuri che lo sia?
    • La ricerca sta evidenziando alcuni aspetti
      • che la LIM:
      • favorisce modalità differenziate di accesso alle conoscenze: visiva, uditiva, tattile (Beeland, 2002)
      • aumenta la partecipazione intesa come maggiore coinvolgimento e partecipazione da parte degli studenti (più risposte, maggiore numero di interventi e di domande formulate, ecc.), ma che conseguentemente si hanno minore accuratezza, esattezza e precisione nelle risposte date (Smith et al., 2006).
      • Facilita l’apprendimento, si adegua alle modalità cognitive dei giovani studenti, aumenta la motivazione e tiene desta l’attenzione ( Wall, Higgins, Smith, 2005 )
      • diventa efficace quando i docenti hanno almeno una esperienza biennale nel loro utilizzo (Somekt et al, 2007).
      • … dovrebbe essere utilizzata in maniera coerente con:
      • l’ obiettivo da raggiungere
      • il metodo di lavoro scelto
      • il contesto (sociale, storico-culturale in cui l’esperienza si svolge)
      Inoltre sappiamo che ogni tecnologia educativa … Obiettivi Strumenti Contesto Metodo
    • Sembra facile, ma…
      • Spesso non lo è.
      • Si assiste allora ad un uso smodato e sfarzoso di risorse multimediali e interattive oppure ad impieghi che necessariamente cercano di dare prova di forza della tecnologia.
      • L’assunto è che gli studenti potrebbero rimanere affascinati dagli effetti, ma non trovare il tempo per metabolizzare i concetti, esprimere i loro dubbi, riflettere sui propri processi cognitivi.
        • In realtà è sufficiente scegliere strumenti semplici ed equilibrati e tenere costantemente presenti due cose:
        • la centralità del compito (obiettivo di apprendimento)
        • il coinvolgimento della classe
    • Vediamo un esempio … Filmato sulla Lavagna da visionare all’indirizzo: http://formare.erickson.it/DVD/lim/index.php?filmato=scienze_facili2512K
    • Un esempio di criteri di valutazione
      • Nel corso del ventesimo workshop della Erickson sulla Qualità dell’integrazione scolastica si è svolto, nel novembre del 2009, un concorso tra scuole relativo alla presentazione di esperienze di uso della LIM…
      • Questi i criteri adottati dalla commissione di valutazione:
    • In sintesi
      • Non usarla per attività troppo brevi ( il tempo di avvio è comunque rilevante )
      • Non usarla troppo a lungo
      • Cercare di usare la LIM soprattutto per cose che non si potrebbero fare in altro modo
      • Utilizzare risorse efficaci, leggere, equilibrate capaci di “centrare” l’obiettivo didattico
      • Coinvolgere sempre tutta la classe
      • Predisporre accuratamente la lezione definendo anche le diverse fasi dell’attività e il ruolo degli studenti nei diversi momenti dell’esperienza
    • … e ora, al lavoro ! ma senza dimenticare di… lasciare in classe (e usare) anche la vecchia lavagna !!!