Co-creazione e networking
Upcoming SlideShare
Loading in...5
×
 

Co-creazione e networking

on

  • 1,932 views

 

Statistics

Views

Total Views
1,932
Views on SlideShare
1,929
Embed Views
3

Actions

Likes
10
Downloads
45
Comments
0

2 Embeds 3

http://www.linkedin.com 2
https://www.linkedin.com 1

Accessibility

Categories

Upload Details

Uploaded via as Adobe PDF

Usage Rights

CC Attribution-ShareAlike LicenseCC Attribution-ShareAlike License

Report content

Flagged as inappropriate Flag as inappropriate
Flag as inappropriate

Select your reason for flagging this presentation as inappropriate.

Cancel
  • Full Name Full Name Comment goes here.
    Are you sure you want to
    Your message goes here
    Processing…
Post Comment
Edit your comment

Co-creazione e networking Co-creazione e networking Presentation Transcript

  • Un nuovo modo di pensare e nuovi strumenti di comunicazione per le aziende CO-CREAZIONE E NETWORKING Fabio Lalli 22.03.2012 Peschiera del Gardagiovedì 22 marzo 12
  • Fabio Lalli Fondatore e Presidente Associazione Indigeni Digitali CoFounder IQUI, Followgram, Bebaloo, Sharemap CoAutore “Geolocalizzazione e Mobile Marketing” Docente al Master de ilSole24Ore: professioni digitali, corporate blogging e mobile marketing Geek. Hacker. Papà. Twitter: @fabiolalli Blog: fabiolalli.comgiovedì 22 marzo 12
  • Internet 3 Noi siamo cresciuti con internet e su internet. È questo a renderci diversi, è questa la differenza fondamentale, per quanto sorprendente dal punto di vista di chi ha qualche anno di più: noi non “navighiamo” e internet per noi non è un “luogo” o uno “spazio virtuale”. Internet per noi non è qualcosa di esterno alla realtà, ma ne è una parte, uno strato invisibile ma sempre presente e strettamente intrecciato all’ambiente fisico. ...Il web è un processo che c’è e si trasforma costantemente sotto i nostri occhi, con noi e attraverso di noi. Le tecnologie appaiono per poi dissolversi ai margini, i siti nascono, prosperano e muoiono, ma il web continua, perché il web siamo noi, che comunichiamo nella maniera che ci è naturale, con un’intensità e un’efficienza senza precedenti nella storia dell’umanità.... Partecipare alla vita culturale per noi è una cosa normale: la cultura globale è alla base della nostra identità e serve a definirci più delle tradizioni, delle narrazioni storiche, dello status sociale, delle genea­logie e perfino della lingua che usiamo. Noi non usiamo internet. Lo viviamo e ci muoviamo con internet. Piotr Czerski è uno scrittore e poeta polacco, nato nel 1981. L’articolo integrale è uscito in inglese sull’Atlantic, con il titolo “We, the web kids”.giovedì 22 marzo 12
  • Una storia: LeSaiTutte 4 Problema Conversazione Valore KNOWLEDGE H3G LESAITUTTE Consultazione, analisi, studio Costi di gestione del call Piattaforma social che e valorizzazione dei center, poca interazione con permette agli utenti di contenuti generati. gli utenti rispondere ad altri utenti, Contenuti utilizzati sia per creare un repository di migliorare servizi / prodotti, domande e risposte, fidelizzare sia per sviluppo nuove idee attraverso un sistema premiantegiovedì 22 marzo 12
  • Intelligenza collettiva di Levy 5 « Che cosè lintelligenza collettiva? In primo luogo bisogna riconoscere che lintelligenza è distribuita dovunque cè umanità, e che questa intelligenza, distribuita dappertutto, può essere valorizzata al massimo mediante le nuove tecniche, soprattutto mettendola in sinergia. Oggi, se due persone distanti sanno due cose complementari, per il tramite delle nuove tecnologie, possono davvero entrare in comunicazione luna con laltra, scambiare il loro sapere, cooperare. » (Pierre Levy) Creatività, Condivisione e Nuove tecnologiegiovedì 22 marzo 12
  • Open innovation 6giovedì 22 marzo 12
  • 7 Jeff Howe (giornalista di Wired) nell’articolo “The Rise of Crowdsourcing” Crowd + Source + Outsourcing Folla + Sorgente/Contenuti + attività esternalizzategiovedì 22 marzo 12
  • Crowdsourcing 8 È una metodologia di collaborazione attraverso la quale le aziende richiedono un contributo alla rete, coinvolgendo e delegando alle persone la creazione e lo sviluppo di un progetto o di una parte di attività. Il contributo portato dagli utenti diventa fondamentale: i contenuti generati dagli utenti UGC (User generated content) diventano la parte attiva decidendo di partecipare su base volontaria, trainati dalla passione o dall’interesse di un determinato argomento o causa, dal legame con un brand in particolare, o perchè incentivati da premi.giovedì 22 marzo 12
  • Co-creazione 9 La co-creazione è molto più di uno strumento di marketing. E’ un programma di cambiamento, è un evoluzione della cultura aziendale. È collegata in modo forte ad altri termini come: “Co-creation changes • Open-Source the game of innovation • UGC • Crowdsourcing from designing for • Mass customizzation • Prosumers people to designing • Social media with people”giovedì 22 marzo 12
  • I tipi di co-creazione 10 Persone Comunità Conosciuto come Crowdsourcing è forma di La forma della Community è la più rilevante co-creazione che riguarda la regola dei grandi quando si deve sviluppare qualcosa per il bene numeri: tutti possono partecipare. Il di molte persone. Gruppi di persone con Crowdsourcing spesso richiede più tempo e simili obiettivi ed interessi possono non si è sicuri che le persone migliori incontrarsi e creare. Questo modello, fino ad contribuiranno (o vogliano contribuire) ora, opera maggiormente nello sviluppo di nessun lavoratore. software Open e sfrutta la forza potenziale di grandi gruppi di persone con aree di competenza complementari. Esperti Coalizioni e collaborazioni Questo stile di co-creazione è adatto a In alcune situazioni complesse una contesti specifici, sfide sotto pressione che coalizione di squadre può condividere idee e richiedono competenze ed idee di rottura. I investimenti (per esempio co-branding). Ciascuna contribuenti devono soddisfare determinati delle parti porta una specifica attività o abilità per il gruppo. Innovazioni tecnologiche e realizzazioni di criteri per partecipare e si trovano standard accadono spesso quando più parti generalmente attraverso un processo attivo collaborano, specialmente quando il capitale speso è di selezione.Qualità dell’input e chimica tra alto. I fattori di successo chiave includono la i partecipanti sono chiavi fondamentali per condivisione della conoscenza e la creazione di un il successo. vantaggio competitivo comune.giovedì 22 marzo 12
  • Co-creazione e Crowdsourcing 11 Differenze fondamentali 6. Costi 1. Apertura (livello di apertura delle aziende) 7. Community/crowd 2. Coinvolgimento 8. Periodo di (relazioni tra gli attori) applicazione: Breve periodo/Lungo 3. Bi-direzionalità periodo 4. Top down / Bottom up 9. Piattaforme 5. Premi 10. Qualità ideegiovedì 22 marzo 12
  • Co-creazione e business 12 • Attrarre nuovo audience • Imparare dagli utenti • Fidelizzare gli utenti • Aumentare il valore percepito dagli utenti • Incentivare all’azione e alla creazione sia i clienti che l’azienda • Sviluppare innovazione, nuove idee • Abbattere i costi • Creare conoscenzagiovedì 22 marzo 12
  • Co-creazione e networking 13 Un nuovo modo di pensare e nuovi strumenti per comunicare. Il flusso continuo di conoscenza condiviso in tempo reale con il networking permette alle idee – sia dal punto di vista qualitativo che da quello qualitativo - di moltiplicarsi esponenzialmente. Incontrarsi, condividere e conversare - non solo on line - favorisce il dialogo, la conoscenza e lo scambio di informazioni.giovedì 22 marzo 12
  • Indigeni Digitali 14 Qualche anno fa, un ristretto gruppo di amici organizzava serate durante le quali si discuteva di argomenti più o meno tecnici, semplicemente per il gusto di confrontarsi e discutere di tematiche tecnologiche, davanti ad un buon bicchiere di vino. Da questi incontri e dalla crescente partecipazione, nel febbraio del 2010 si è deciso di dare un nome al network e renderlo accessibile a tutti: sono nati così gli Indigeni Digitali. Passione per il digitale, voglia di confrontarsi, saper ascoltare e propensione alla condivisione.giovedì 22 marzo 12
  • 15 Associazione Indigeni Digitali Digital Based Peoplegiovedì 22 marzo 12
  • Obiettivi 16 • Stimolare e promuovere la collaborazione, la libera circolazione di idee tra i suoi associati e lo sviluppo di progetti di Startup. Supportare i nuovi progetti attraverso eventi, mentorship e rete • Realizzare e diffondere studi e ricerche sui temi connessi allo sviluppo del digitale • Diffondere valori della cultura digitale come condivisione, partecipazione e ascolto • Creazione di eventi di business networkinggiovedì 22 marzo 12
  • Fino ad oggi abbiamo... 17 • raggiunto 3500 persone • esteso la nostra rete on line • creato delle reti di persone off line • generato delle opportunità professionali • supportato e dato vita ad alcuni progetti di startup • condiviso e diffuso i valori della Cultura Digitale e dell’Innovazione Ma soprattutto abbiamo condiviso conoscenza, idee ed esperienze.giovedì 22 marzo 12
  • Indigeni Digitali on line 18 • Blog : http://blog.indigenidigitali.com • Gruppo Facebook : https://www.facebook.com/groups/ indigeni • Pagina Facebook : https://www.facebook.com/indigenidigitali • Twitter : @indigeni • Linkedin : http://www.linkedin.com/company/indigeni-digitali • People : http://people.indigenidigitali.comgiovedì 22 marzo 12
  • Grazie a tutti www.indigenidigitali.com Grazie a Toweb.co e Simone Cinelli per molti spunti relativi alla co-creation riportati in queste slide.giovedì 22 marzo 12